Critica delle verità ufficiali. Contro l’ipocrisia e l’uso di due pesi e due misure da parte del potere
Random header image... Refresh for more!

Arrivano l’intervento militare occidentale in Siria e quello israeliano in Iran?

Bene. O meglio: male. Malissimo. A quanto pare l’intervento militare occidentale in Siria è inevitabile. Idem per quanto riguarda l’intervento israeliano in Iran. Ma andiamo per ordine.

Riguardo la Siria, esportare la democrazia con le armi è una illusione antica. Ci provò, almeno come scusa, Atene con Sparta se non ricordo male. E ne nacque la lunga guerra del Peloponneso che favorì, se non ricordo male, il successivo arrivo di Alessandro. L’esperimento è riuscito agli Usa in Germania, Italia e Giappone con la seconda guerra mondiale: vale a dire, con un bilancio di 40-60 milioni di morti e due atomiche sulla testa di civili giapponesi. Che vogliamo fare? Una guerra mondiale in Medio Oriente che si allargherebbe chissà fin dove, con altri 40-60 milioni di morti moltiplicato per chissà quanto e con decine di atomiche?

Molta gente anche “de sinistra” reclama a gran voce l’intervento militare in Siria per mettere fine alla mattanza di civili da parte del regime “che ha già fatto oltre 10.000 morti”. A parte il fatto che NON mi fido delle cifre ufficiali – NESSUN Paese colleziona 10.000 vittime senza una sollevazione generalizzata, militari compresi – purtroppo ricordo la truffa dei “40 mila morti” nella Romania di Ceausescu. Il grave dell’ingannare l’opinione pubblica e del suo farsi ingannare è che per collezionare meno di 40.000 morti nella rivolta d’Ungheria i sovietici dovettero sventrare a cannonate Budapest, il cui aspetto ricordava Berlino a fine guerra, mentre le immagini di Bucarest e delle altre città rumene  con “40 mila morti” mostravano TUTTI i palazzi al loro posto. Infatti poi si scoprì che i morti delle immagini che fecero fremere il mondo intero non erano altro che il frutto di una truffa deliberata: si trattava delle riprese dei soliti morti parcheggiati negli obitori di ospedali e cimiteri in attesa di sepoltura. Lo strano delle asserite stragi di civili e bombardamenti da parte governativa di intere città e quartieri nel corso della “rivoluzione” libica e nella attuale rivolta in Siria è che foto e filmati NON mostrano mai palazzi, il che fa pensare che NON ci siano palazzi sventrati a cannonate da sbandierare al mondo come il drappo rosso per il toro della corrida. A me pare chiaro che si cerca ogni pretesto, buono o cattivo che sia, per intervenire in Siria e “ridisegnare” il Medio Oriente come piace alla Casa Bianca e non dispiace a Netanyahu. Poiché con la Siria non possiamo inventarci il suo possesso di bombe atomiche, ho l’impressione che si gonfino a dismisura le cifre della repressione (che quando avviene a Gaza , in Cisgiordania o in Sud America non frega niente a nessuno….). Per ammazzare 10.000 civili si devono ridurre in briciole un bel po’ di palazzi e quartieri. Perché NON se ne vedono MAI le immagini? A Gaza si vedevano, eccome.

E se qualche Paese islamico o buddista si mettesse in testa di esportare in Occidente manu militari la “democrazia islamica”, magari con annessa shahria, o quella buddista? Favorire i fermenti democratici, se ci sono, con soldi e aiuti vari, anche come mobilitazione internazionale è un conto, ma intervenire militarmente è sempre piuttosto sbagliato. In Iran gli angloamericani intervennero per abbattere il governo legittimanente eletto di Mossadeq, soffocando così la democrazia sul nascere per favorire un pagliaccio criminale come lo scià Reza Palawi, spianando così la strada all’arrivo di Khomeini. Non mi pare credibile che ora, viceversa, chi ha ucciso la democrazia in Iran (e in Cile, Argentina, Congo, Indonesia) la voglia far nascere in Siria. Il mondo non è le mutande dell’Occidente. E la democrazia non è come l’elastico della mutande, allargabile o restringibile a piacere.

Riporto qui di seguito qualche buon motivo per non prendere subito per oro colato certe notizie strombazzate dai mass media quando intonano il solito coro dell’”Armiamoci e partite!”:

L’incidente del Golfo del Tonchino, 1964

Il 5 agosto del 1964, secondo il Pentagono, delle siluranti nordvietnamite avevano attaccato dei cacciatorpediniere statunitensi. Gli Stati Uniti risposero iniziando i bombardamenti sul Nord Vietnam. Nel 1971 il New York Times pubblicò i documenti del Dipartimento della Difesa che svelavano l’inganno. Recentemente, questa vicenda è stata ricostruita da un documentario della rete britannica Channel 4. [1]

I 4.632 morti di Timisoara, 1989

Il 20 dicembre 1989 venne diffusa in tutto il mondo la notizia di spaventosi massacri nella città romena di Timisoara: si parlò di bambini schiacciati dai carri armati e di donne incinte sventrate dai soldati, e di 4660 morti. Il giorno successivo le televisioni di tutto il mondo mostrarono le immagini del massacro: corpi straziati appena riesumati dalle fosse comuni. Il numero di corpi trovati nelle fosse comuni era esattamente 4632. Tutti i giornali riportarono, con titoli adeguatamente drammatici, testimonianze che descrivevano tali atrocità e le loro prove, fra cui il corpo lacerato di una donna col feto appoggiato accanto.

Due giornalisti italiani, recatisi al cimitero, trovarono solo venti salme, ed osservarono che erano state sepolte molto piú a lungo dei pochi giorni intercorsi fra i massacri e la scoperta delle fosse comuni. Il custode del cimitero disse che quei corpi straziati appartenevano a dei poveracci, mendicanti e altri emarginati, a cui era stata fatta l’autopsia e che infine erano stati esposti alle telecamere per provare che ci erano stati dei massacri spaventosi. Si seppe in seguito che la “donna incinta” era una povera sessantenne morta l’8 novembre 1989, e il “feto” una bambina di due mesi morta il 9 dicembre. I 4632 morti di Timisoara non furono mai trovati, al pari delle altre migliaia di presunte vittime della repressione nel resto del paese. Il numero accertato delle vittime degli scontri che accompagnarono la caduta di Ceausescu fu di circa cinquanta.

I 2.000 massacrati dagli Usa ma ufficialmente non morti a Panama, 1989

Negli stessi giorni della rivolta in Romania, con i suoi massacri immaginari, l’operazione “Giusta Causa” portava a termine il bombardamento di Panama da parte degli USA. Ci furono dei veri massacri: Amnesty International stima che il bombardamento del quartiere popolare di El Chorrillo abbia causato duemila morti, e varie fonti riportano numerose vittime (da duemila a quattromila) durante l’occupazione. Tuttavia le notizie in merito vennero censurate: l’operazione “Giusta Causa”, che portò alla cattura del gen. Noriega e all’instaurazione di un governo piú docile a Panama, verrà ricordata come un’operazione chirurgica di polizia internazionale.

I neonati di Kuwait City, 1990

Dopo l’invasione del Kuwait da parte dell’Iraq, il 2 agosto 1990, una testimone oculare fuggita dal paese riferí, di fronte ad una commissione di parlamentari degli Stati Uniti, che i soldati iracheni avevano tolto dei neonati (il numero varia da 15 a 312 secondo le versioni della testimonianza) dalle incubatrici dell’ospedale, lasciandoli morire sul pavimento. Questa efferatezza provocò un’ondata di sdegno in tutto il mondo e fu determinante nel mobilitare l’opinione pubblica a favore dell’intervento armato contro l’Iraq. Ma dopo la guerra si seppe che la storia era una messinscena confezionata dalla ditta Hill & Knowlton, un’agenzia di pubbliche relazioni assoldata dal governo del Kuwait, oltre che dall’Indonesia e dalla Turchia. La medesima ditta aveva prodotto dei falsi filmati di combattimenti nel Kuwait occupato. Questo inganno, che ha contribuito allo scatenamento di una guerra, è stato rivelato, orgogliosamente, dall’agenzia stessa.

Gli almeno 20.000 iracheni massacrati dagli Usa in Iraq a Mutla Ridge, nel 1991, ma fatti sparire

La battaglia finale (anche se è forse improprio chiamarla cosí) della seconda guerra del Golfo avvenne il 26 febbraio del 1991. L’episodio piú drammatico di quell’avvenimento fu il massacro della collina di Mutla: migliaia di veicoli, sia militari che civili, che trasportavano soldati iracheni e civili di varie nazionalità, in fuga dal Kuwait, vennero bloccati e bombardati per ore, senza alcuna possibilità di scampo o di difesa. Si stima che circa ventimila persone siano morte in quella strage, ma i loro resti vennero fatti sparire rapidamente con i bulldozer, prima che i giornalisti potessero mostrarli.

Il “bombardamento di Lubiana”, 1991

Nel giugno del 1991 la Slovenia proclamò l’indipendenza dalla Federazione Jugoslava. Il 2 luglio, nel pomeriggio, si sentí un’esplosione a Lubiana, e si sparse la notizia che la città era stata bombardata dall’aviazione federale. I giornali riferirono di palazzi sventrati dalle bombe e, in altre località, di case e chiese scoperchiate da esplosioni. Tuttavia, i giornalisti che si trovavano sul luogo non trovarono tracce di bombardamenti: tutti i danni si limitavano a qualche vetrina rotta e a qualche tegola caduta per lo spostamento d’aria di un aereo. Anche gli scontri fra le truppe federali e le milizie slovene vennero dipinti dalla stampa internazionale come un’invasione della Slovenia, mentre in realtà le forze federali, di soli duemila uomini, erano ampiamente soverchiate dai 40 mila uomini della Difesa Territoriale Slovena, riforniti di armi tedesche. Questo è un esempio in cui un conflitto di modesta entità militare viene drammatizzato, col risultato di renderne piú difficile la risoluzione pacifica e consensuale. La finta guerra della Slovenia fu il prologo della vera guerra jugoslava.

Per non parlare delle “atomiche di Saddam” e dell’”uranio del Niger venduto a Saddam per fare le atomiche”. Balle colossali, causa di centinaia di migliaia di morti e di altro odio verso l’Occidente, sulle quali sono stati prodotti negli Usa due bei film: “Savoir faire” e “Green zone”. Chissà quanti altri bei film di questo tipo faranno negli Usa se si continua così….

526 commenti

1 Cerutti Gino { 12.02.12 alle 0:02 }

Buonanotte a todos.
Vadoaddurmì, direbbe il grande Faust.

2 Anita { 12.02.12 alle 1:34 }

x Pino

Caro Pino,

foto ufficiali su quello che sta succedendo in Siria non ne ho viste.

Ma ho visto filmati presi da telefonini, molti palazzi demoliti ed anche un carro armato militare che entrava nella citta’ sotto attacco, Homs.

Un giornalista siriano ha fatto trapelare altri brevi filmati.
Fino ad ieri ho sentito che il numero dei morti era di 5’000.

Questo e’ quello che so e che vedo.

Ho sentito John Bolton ed e’ molto costernato per la situazione, ci sono appelli per aiuti da parte degli US, ma come lei ben sa non e’ una faccenda semplice.

Un articolo di 25 minuti fa preso a caso:

http://www.chicagotribune.com/news/sns-rt-us-syrial5e8db0bh-20120211,0,2121222.story

Buonanotte,
Anita

Oggi e’ la giornata delle telefonate…dall’Italia, e’ un ora che cerco di inviare questo post.

3 Anita { 12.02.12 alle 1:52 }

x Pino

Le foto nel link sono cliccabili e contengono videos.

Anita

4 Faust { 12.02.12 alle 7:40 }

… Las Malvinas devono tornare ad essere amministrate dai leggittimi ed originari abitanti… Los Latinos Americanos.
Latinamerica unidas jamas sera’ vencida.
Ha ragione il caro amico Sir Peter quando spiega l’occupazione coloniale e l’esproprio di terra e case agli abitanti che li’ vivevano e bevevano mate… Un occupazione e la sottomissione degli abitanti al colono venuto da lontano ed ora riconosciuto proprietario dagli occupanti armati, ma non dagli espropriati e colonizzati abitanti…
L’espropio e l’occupazione armata e sottomissione dei leggittimi proprietari, di una gioielleria, si chiama RAPINA A MANO ARMATA… sia ieri che oggi.
Ha ragione Sir Peter, quando asserisce che ieri non era un reato e che non e’ stato perseguito, ma oggi e’ reato… ( se vale x la bbibbia, non vale x le vittime) e cio’ non impedisce alla legge della leggittima proprieta’ riconosciuta nei paesi civili oggi di, anche a distanza di tempo, ristabilire il dare a cesare quel che e’ di cesare e rendere giustizia alle vittime.
Per un’esproprio e la sottomissione forzata dei proprietari non ce’ prescrizione, quindi e’ giusto condannare i delinquenti ammano armata e risarcire le vittime.
Las Malvinas… lo dice il nome stesso sono territorio argentino… Fakeland, lo dice il nome ( da me volutamente scritto x evidenziare il significato di Fake, in questo caso non il famoso fakeoff…) e’ un territorio inculato al leggittimo proprietario da un rapinatore violentatore.

Risarcire la vittima e condannare il malfattore e’ ristabilire il diritto proprietario e la legge… il Foro competente e giudicante, ( sempre dove il delitto e’ stato commesso) e’ il Foro di Buenos Aires, Argentina.

In culo alla Regggina… ed al Manchester United…
Malvinas- Fakeland 1 a 0… arbitro Hugo Chavez Frias, ha segnato Cristina Kirchner

5 Faust { 12.02.12 alle 7:46 }

… aaah… dimenticavo la firma…
Faust

6 Faust... Una chicca sulle banche usuraie e guerrafondaie { 12.02.12 alle 8:07 }

“Standard & Poor’s ha declassato 34 banche italiane. Da associazioni a delinquere a ladri di galline.”

… da Sfatto Quotidiano

7 Faust { 12.02.12 alle 8:44 }

… da Luogocomune

http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3930

Con il fallimento dell’embargo petrolifero per obbligare l’Iran ad uno scontro sullo stretto di Ormuz, gli Stati uniti e Israele stanne cercando un altro modo per dare inizio ad una guerra con l’Iran …

… che vanno cercando da tempo.

Ma soprattutto devono far sembrare che sia stato l’Iran a dare inizio alle ostilità, per rendere politicamente più difficile per Russia e Cina appoggiare l’Iran.

Ora, ricordiamo che Israele ha dei precedenti nell’attaccare navi da guerra americane, dando la colpa ad altri, per indurre gli Stati Uniti ad attaccare i nemici di Israele. L’attacco israeliano alla USS Liberty, inizialmente attribuito all’Egitto, è l’esempio più conosciuto.

Oggi abbiamo la USS Enterprise, la nave più anziana della flotta, che ormai è alla fine, ed è programmata per essere smantellata il prossimo anno. Il suo nome è molto conosciuto anche per la serie televisiva di “Star Trek”.

Smantellare una portaerei nucleare è una operazione estremamente costosa. La Enterprise è alimentata da 8 reattori nucleari, che vanno eliminati come tutti gli altri materiali di scarto nucleari, insieme a tutti i macchinari correlati.

La Marina americana risparmierebbe una gran quantità di denaro, più di quanto vale l’acciaio da riciclare, se la Enterprise affondasse nel Golfo Persico, dove il disastro radioattivo diventerebbe un problema che riguarda qualcun altro.

8 peter { 12.02.12 alle 8:54 }

x Faust

caro companero Faust, mi spiace ma hai molta fede, molto nazionalismo latino-americano, e le idee piuttosto confuse…
Le isole non furono mai proprieta’ legale argentina, che all’epoca era ancora in guerra con la Spagna per diventare indipendente. Altra storia quella…i coloni bianchi argentini (che tu astutamente chiami abitanti…) si mossero poi all’interno, nella vastissima Patagonia, spiazzando e facendo fuori i veri ‘abitanti’ millenari, cioe’ gli indios. Questo mentre lottavano contro la madrepatria Spagna, come i coloni gringos avevano fatto pochi decenni prima con GB, prima l’indipendenza, poi la conquista del continente a spese dei nativi…
L’Argentina ha anche delle pretese in Antartide, insieme col Cile, su legittimi territori britannici, come South Georgia e le isole Sandwich…
Le isole Falklands vennero occupate allo stesso tempo, all’insaputa reciproca, da inglesi e francesi nel Settecento. L’Argentina ha delle pretese oggi solo perche’ la Spagna negozio’ l’acquisto coi francesi nel Settecento, ignorando gli inglesi che gia’ c’erano…i quali certo non riconobbero mai l’acquisto spagnolo, e pochi decenni dopo dissero educatamente alla guarnigione argentina (non spagnola, quindi non gli illegittimi acquirenti di 50 anni prima…) di sloggiare.
Mi pare tutto chiaro, no?
Il foro di Buenos Aires? e perche’ non la Banda Bassotti, caro faust?…eh eh eh
Oggi la popolazione e’ autoctona ed autonoma, e vuole restare con GB cui appartiene.
Gli inglesi non la abbandoneranno, hanno mandato persino il principino fresco di nozze.
In sostanza, se l’Argentina vuole le Falklands, o meglio il loro petrolio, che mandi la sua flotta a prenderle…

saludos amigo y buena suerte

Peter

9 Faust { 12.02.12 alle 10:42 }

i coloni bianchi argentini (che tu astutamente chiami abitanti…)

… tutto di me si puo’ pensare… meno che uso l’astu-tizia e sia astuzo…

ma ti do’ una notizia… El Socialsmo del XXI Siglo, VIVE! Viviremos y Venceremos!
Hasta la Victoria, Siempre!

La Vs. maesta vittoria e’ morta… Il colonialismo imperiale (sembra il nome di un ron) de-fault-klandera’ insieme al capitalismo usuraio e guerrafondaio dei Vs. soci gringos!
Faust

10 controcorrente { 12.02.12 alle 10:48 }

Caro faust,

credo che nell’inferno dei Poveri diavoli vi sia un concetto di legalità molto più sano del concetto di legalità degli anglosassoni.
Ma avanti di questo passo è perfin possibile che quando le Etiche e le legalità anglosassoni , finalmente avranno trasformato l’intero pianeta in un inferno….allora e solo allora i Poveri diavoli , potranno trovarsi nel loro elemento..solo che a futura memoria non dovranno essere dei poveri diavoli buonisti, ma dei veri diavoli.
In sostanza l’inganno di gabriele ipocrita verrà svelato al mondo.

Nostradamus
sesta rima della dodicesima quartina, del quarto capitolo..

11 Linosse { 12.02.12 alle 10:48 }

X Peter 452 prec.
“Poi monta in cattedra e dice ‘restiture il maltolto’ ad un paese che e’ sovrano completo da due secoli nelle Falklands, le quali hanno una popolazione che si autodetermina ed ha scelto da sempre…perche’ due secoli fa gli argentini-sempre a detta loro, un paese corrotto, mendace e imbroglione oltre misura-vi avevano forse due pecorai, tre pescatori ed una capanna di gendarmi…”

Però già erano lì mentre gli inglesi la occuparono nel 1833 per cui ..ocio
Da Wilki:

“I primi coloni giunsero nel 1763, guidati da Louis Antoine de Bougainville. Essendo quasi tutti dei malouins, provenienti cioè dal porto di Saint-Malo, le isole assunsero il nome francese di Îles Malouines, da cui è poi derivata la denominazione usata dalla maggior parte delle lingue romanze. Già nel 1766, comunque, la colonia fu ceduta dalla Francia alla Spagna dopo la partecipazione della Spagna a fianco della Francia nella Guerra dei sette anni che vide gli inglesi vincere contro gli spagnoli e i francesi con i primi che dovettero cedere i loro diritti dalla California. L’Argentina, dichiarando la propria indipendenza nel 1810, si considerò in parte erede dei territori spagnoli nel nuovo continente.
Quindi, dai territori argentini giunsero nelle isole nel 1825 alcuni gruppi di coloni, che praticarono in massima parte la pastorizia come mezzo di sostentamento. Nel 1829 venne creata dal governo argentino la “Comandancia Política y Militar de las islas Malvinas”, un ente di controllo che sorvegliava l’area, regolava la pesca e s’interponeva allo sfruttamento illegale delle risorse naturali come quella delle balene e delle foche.[6][7]
Nel 1833 gli inglesi occuparono le isole, deportando gli abitanti argentini e cacciando il comandante designato, José María Pinedo.[8]. Così facendo, dichiararono la propria sovranità su tutto l’arcipelago, occupando e rivendicando la sovranità anche sulle isole Georgia del Sud e le isole Sandwich Australi, allora del tutto disabitate.”

Gli attuali residenti non hanno fatto altro che sostituirsi CON LA FORZA E LA DEPORTAZIONE, non certo per loro scelta,ai precedenti e legittimi proprietari argentini pochi o molti che fossero altro che sovrani(ma quanti ce ne sono?),
Se la mettiamo così per es. anche quelli che fanno occupazione di appartamenti diventano ,rivendicando loro stessi la “sovranità “del bene immobile ,proprietari secondo la stesura dei diritti” internazionali” di Francis Drake & reggina Elisabetta .
Ma vala vala.
L.

12 controcorrente { 12.02.12 alle 11:06 }

Caro Linosse,

le regole del diritto internazionale sono sostanzialmente state scritte dopo la seconda guerra mondiale.
Prima esistevano sostanzialmente delle regole del diritto sui mari , che venivano più o meno rispettate e dei fantomatici accordi commerciali che resistevano, finché a qualcuno non andava più bene.
Ed allora, nonostante La MAGNA CARTA che sostanzialmente era un accordo tra alcune famiglie per limitare la potenza di una sola famiglia (Credo nemmeno un centinaio di persone), vige il diritto della potenza, chi è più potente fa il diritto,le regole e tutto il resto che ne consegue e chiama gli altri che non si adeguano criminali violatori del diritto.
I Romani che grandi che furono ..non per nulla si studia ancora il diritto romano..
Solo che prima sembrava tutto più chiaro e più palese,DIO dava il potere al RE , i preti mediavano,e i Poveri diavoli erano convinti che questa fosse la verità ed il giusto.
Poi sai com’è,un pò di democrazia non guasta nello sviluppo di migliori affari ed allora la Borghesia ha messo insieme un bel pacchetto di regole, che adeguano le regole ai tempi del consumo e degli affari !

cc

ps ect,ect,ecte,ect e bla ,bla bla…

13 Linosse { 12.02.12 alle 11:06 }

P.S.
Per nostra fortuna adesso non è più possibile rifarsi alla superata “legge internazionale” Drake-Elisabetta,adesso è in vigore il progredito diritto- dovere dell’”esportazione democratica” con la quale tutti(sempre e solo i soliti,non esageriamo) vivranno ,come nelle favole ,felici e contenti.

L.

14 Peter { 12.02.12 alle 11:16 }

x Linosse

errore, gli inglesi c’erano GIA’ da prima del 1833, occuparono le isole insieme coi francesi.
Quindi la cessione delle isole alla Spagna dalla Francia era illegale, ammesso che allora vi fosse un reale concetto internazionale di legalita’: a quanto vedo sul blog, non vi e’ infatti neanche adesso…
Tu poi dici che gli argentini ‘si considerarono’ gli eredi degli spagnoli. Appunto, solo loro…infatti avevano cacciato gli spagnoli d’Europa con le armi.
Tieni conto che GB e Spagna erano allora in guerra quasi sempre, gli inglesi riuscirono persino ad occupare Alicante (in Spagna…) nel XVIII secolo…
E se Filippo II ced l’avesse fatta, l’Inghilterra sarebbe divenuta una provincia spagnola nel XVI secolo.
Insomma, su questo blog c’e’ una manica di imbroglioni (con rispetto parlando) che pretende di giudicare gli inglesi del secolo XIX coi criteri attuali. Eh no, belli, troppo comodo…Se dovessimo giudicare spagnoli ed argentini di allora coi criteri attuali, bisognerebbe allestire forche in quantita’.

In breve, dito medio all’Argentina, ed il petrolio ce lo cucchiamo noi….eh eh eh

Peter

15 Peter { 12.02.12 alle 11:18 }

x CC

bravo, anzi bravissimo. Nel tuo ultimo post per Linosse dimostri di aver capito perfettamente, e mi compiaccio.

un caro saluto

Peter

16 Cerutti Gino { 12.02.12 alle 11:23 }

“In sostanza, se l’Argentina vuole le Falklands, o meglio il loro petrolio, che mandi la sua flotta a prenderle…”

Decenni fa la tipica arroganza e supponenza inglese era diretta contro l’India di Mahatma Ghandi.
Allora era una questione di sale, non di petrolio.
Poi sappiamo come andò a finire.

C.G.

17 Linosse { 12.02.12 alle 11:39 }

X C.C. e Peter
Con tutto questo magna e rimagna a la charte ci siamo dimenticati di quelli che erano i veri, originari, proprietari delle isole che non avevano nome e sovranità ma che solo erano ad est della Terra del Fuoco e che finirono di esserlo per mancanza del diritto-dovere di esercitazione della forza e successiva mostra dei muscoli .
Peter ,alla fine che copartecipazione avrete voi, inglesi di sua maestà,nell’attuale magna -magna d’oro nero ?
In ogni caso attento all’indigestione,magnà con avidità non è salutare eh eh eh.
L.

18 peter { 12.02.12 alle 11:39 }

X cg

ma per piacere il tuo paragone con.
l india e’ solo delirante

peter

19 peter { 12.02.12 alle 11:46 }

X linosse
gia’ bravo. allora torniamo indietro di 6 seco dli e disfiamo la ‘scoperta delle americhe con annessi e connessi.
E l argentina cominci col restituire la patagonia agli indios.
Le falklands erano almeno d

isabitate…

Peter

20 sylvi { 12.02.12 alle 11:47 }

Come mi piacerebbe che ci fosse in questo blog un lettore “very british”, di quelli che trattano l’ultimo arrivato , sicuramente con l’accento italo-puglio, che sgomita a dx e manca per apparire tracotante, protervo e burbanzoso…insomma sfrontato e insolente come un vero ” very british”; …lo trattasse dicevo, come si merita e come sanno fare egregiamente i razzisti oltre manica!
Lui, il nostro ultimo arrivato, correrebbe allora nel canton a mangiare spaghetti e a suonare il mandolino, cosa che sono certa gli riuscirebbe benissimo!!!

Chi ha nel dna la piaggeria, la cortigianeria, di solito, capita sempre in mezzo a “nobili decaduti” che vivono delle passate glorie credendole attuali!!!

Sylvi

21 Cerutti Gino { 12.02.12 alle 11:53 }

Sarà pure delirante, ma il succo è quello.

C.G.

22 controcorrente { 12.02.12 alle 12:04 }

Caro peter,

grazie per il “bravo”, ma il finale della saga, o teogonia o che che cazzo ti pare, sarà quello che ho descritto per il buon Faust !
la rivincita dei poveri diavoli , questa volta cattivi, molto cattivi ed incazzati…
Che Dio salvi le mutande della Regina !

cc

23 peter { 12.02.12 alle 12:05 }

X sylvi

il razzismo antitaliano e’ tutto suo. e di certo preferiscono il mio accento al suo. lei poi lecca le parti intime degli asburgo. che sono morti da un pezzzo. a propos di nobili decaduti

peter

24 peter { 12.02.12 alle 12:05 }

X sylvi

il razzismo antitaliano e’ tutto suo. e di certo preferiscono il mio accento al suo. lei poi lecca le parti intime degli asburgo. che sono morti da un pezzzo. a propos di nobili decaduti

peter.

25 controcorrente { 12.02.12 alle 12:19 }

Caro peter,

perchè incazzarsi tanto..tanto gli Asburgo come i Windsor ovvero , precedentemente conosciuti come casato di Sachsen-Coburg und Gotha (anglizzato poi in Saxe-Coburg and Gotha) sono da tempo cariaditi delle Storia .
Se poi agli Inglesi fa comodo pagarsi per questioni affettive , per me va bene..io infatti mantengo il mio gatto !

cc
und ,and ma che strano modo di parlare..

26 controcorrente { 12.02.12 alle 12:28 }

Caro Pino,
bene hai fatto a ricordare questi “fatterelli”mediatici…!!
Cosa non si fa per la salvezza della Democrazia nel mondo !

Pensa Oggi ai poveri greci,e alle dichiarazioni di Napoletano..se in questo momento scappasse la mano alle forze di polizia…sarebbe santificata una “strage santa “nel nome dell’Europa e si può stare tranquilli che nasconderebbero i cadaveri questa volta..al posto di tirali fuori dalle tombe..!!
Le solite questioni di elastici delle mutande !!

cc

ma noi non siamo la Grecia, ed allora, perché preoccuparsi tanto ..mah misteri goduriosi come sempre !!Eh, eh

27 Linosse { 12.02.12 alle 12:30 }

X Peter 19

Sempre da Wiki
“Si dice che prima dell’arrivo degli europei le Isole Malvine erano disabitate[non chiaro]. Recenti ritrovamenti dimostrano, però, che anche le popolazioni indigene provenienti dalla Patagonia arrivarono sull’isola. Ciò è verificato dalla presenza di reperti quali punte di frecce e resti di una canoa[4].”

La scoperta dell’america come molte altre scoperte è un termine improprio ,erano già state non solo scoperte ma abitate ,coltivate e acculturate da molte genti.
Forse è più una scoperta” dell’acqua calda” forte di archibugi ,cannoni e inganni con scambi molto vantaggiosi di oro per braccialett,cullanin,e specchiett come si usava nei bei tempi che furono per tutti i civilizzatori della sovrabbondante civiltà dei reali&C di questa parte di mondo.
Mentre qui da noi si moriva letteralmente di fame per l’insipienza delle loro maestà bisognava estendere i possedimenti per far morire di fame anche quelli delle terre scoperte.Nulla di nuovo ,un’altra ripetizione della stessa storia,basta leggere i giornali e ci ritroviamo ancora con la stessa identica storia della scoperta “dell’acqua calda”
di sempre .
Statte accuort,non lasciare disabitata casa tua per troppo tempo,al ritorno potresti trovarla occupata e da “muscolosi e bruti ” occupanti che ,a forza di botte,eserciterebbero un loro diritto sovrano in nome di sua maestà Elisabetta.
Quale?, non potrebbrero dirlo.
L.

28 controcorrente { 12.02.12 alle 12:35 }

Caro Pino,

bene hai fatto a ricordare Holliwodde, infatti cosa sarebbe Holliwodde senza quei film e senza le storie da raccontare (quelle che fanno riflettere.). ma la domanda è nata prima Holliwodde o gli ammerreKani ?
Anita non vede quei Film (Anita infatti non ha mai bisogno di riflettere)e dice quei Filmete sono stai fatti per noi civili Europei ..loro sono sempre fermi a John Waine …e …via andiamo pure con qualche piccola concessione a Rambo tanto per modernizzare i contenuti ..!!

cc

29 sylvi { 12.02.12 alle 13:06 }

x Peter

Ripetuto il post per essere sicuro che lo abbia letto?

Mio caro, per modo di dire, io non ho mai avuto bisogno di
” leccare ” nessuno…qui fui, sono e sarò sempre a CASA MIA, gli Asburgo erano ospiti …e lo sapevano!!!
Che poi mi abbiano regalato , a casa mia, la scuola pubblica e le poste che portavano ( portavano sigh…sigh) appunto la posta, ebbene gliene sono grata e posso avere un buon rapporto INTER PARES!
Lei è a casa d’altri, e se non lo ricorda lei, glielo ricorderanno loro appena intendesse alzare la cresta, come le riesce bene in un blog italiano!

Sylvi

Sylvi

30 Linosse { 12.02.12 alle 13:09 }

A Sylvi lascia sta gli assi del burgo(sempre 5 come nel poker) a casa loro e sta a senti che dice questo sul rapporti INTER PARES d’oggi
http://www.youtube.com/watch?v=B0j3v6kOP4g
L.

31 Peter { 12.02.12 alle 13:36 }

x Sylvi

io sono a casa mia, molto piu’ che in Italia, dato che qui rispettano ancora le leggi. Ed in Italia siete molto piu’ provinciali e razzisti di loro.
L’arroganza dei ricchi qui e’ fastidiosa, da voi semplicemente assurda ed intollerabile
Gli Asburgo ospiti? ci sono volute parecchie guerre per buttarli fuori, l’ospite dopo 3 giorni puzza…forse non lo sapevano

Peter

32 Peter { 12.02.12 alle 13:41 }

x CC

senti caro, la storia della famiglia reale o del suo nome te l’avevo gia’ raccontata io stesso.
Che io apprezzi l’aristocrazia britannica, o la corteggi, sono illazioni o attribuzioni tue e dell’ostrogota finto-celtica. Alla quale puoi dire che alzo spesso la voce sui blogs in inglese, magari per difendere il buon nome di un altro paese che non lo merita (e certo non lo meriterebbe da uno come me…).
Mi mescolo solo con le classi lavoratrici, cui appartengo, e che mi hanno insegnato tutto. Tranne la lingua, che cerco di non imparare da loro, o da tutti loro…

un saluto

Peter

33 sylvi { 12.02.12 alle 13:44 }

x Linosse

Bravissimo Celestini!
Ma è…un Riso Amaro.

Sylvi

34 sylvi { 12.02.12 alle 13:54 }

caro Faust,

spero tu abbia letto il mio post precedente rivolto a te…
non potrai dire che non presto attenzione a ciò che scrivi!

Qui c’è un bel sole invernale , ma da venti giorni tira una bora tremenda; il vento si infila ovunque e fa un freddo” canino”!
Mai come quest’anno abbiamo acceso il caminetto, oltre i termosifoni.
Sono andata a comprarmi un fascio di ginestre per avere in casa una botta di primavera.

ciao Sylvi

35 Faust { 12.02.12 alle 14:05 }

caro Faust,

spero tu abbia letto il mio post precedente rivolto a te…

… in questo post o nell’altro?

@
caro companero Faust, mi spiace ma hai molta fede, molto nazionalismo latino-americano, e le idee piuttosto confuse…

quale dei tre, menzionati, ti spiace di piu’… la fede, la speranza o la carita’…??

Faust

36 peter { 12.02.12 alle 14:09 }

x Faust

‘la carita’ non cerca il proprio interesse’ (S. Paolo).

Peter

37 rodolfo { 12.02.12 alle 14:43 }

xPeter
Come sempre…rifletti poco.
L´uomo a volte, o meglio… per la maggior parte delle volte, la carita´la fa´ solo per assolvere se stesso…per sentirsi meno colpevole.
La vera Carita´ e´quella di chi da´qualcosa pur non avendo niente.
Quella di Celentano per esempio non e´carita´.
Rodolfo

38 peter { 12.02.12 alle 14:57 }

X rodolfo

e’ appunto cio’ che disse s. paolo. forse ci vedi male

peter

39 Linosse { 12.02.12 alle 15:01 }

Mentre i “grandi” soliti quattro ***** della terra sfogliano i petali, invado oggi oppure domani, della esausta margherita i pennivenduti fabulatori dall’alto dei loro schermi televisivi ,comodi e teporosi seggioloni, si ripetono ,per tovare la mimica facciale più adeguata nel rendere la ansiata notizia, la intramontabile versione della velina più consultata e conosciuta da sempre, pietra miliare della cultura occidentale:
Ad rivum eundem lupus et agnus venerant,
siti compulsi. Superior stabat lupus,
longeque inferior agnus.
Che riposino tranquille le loro sinapsi ben nutrite ed esauste ,l’articolo del nuovo decennio è già bello che pronto!.
L.

40 Peter { 12.02.12 alle 15:23 }

forse il riflessivo e riflettente Rodolfo vuole dire che loro la carita’ non la fanno mai perche’ non credono nell’assoluzione…
Ah, allora ho capito.
Ma S. Paolo era romano, tie’!

Peter

41 rodolfo { 12.02.12 alle 15:31 }

xPeter
io ho solo specificato…il valore di carita´ che con la frase di S.Paolo puo´essere non completa.
Molti oggi fanno la carita´ senza voler fare il proprio interesse….o meglio trovami oggi chi fa´la carita´per il proprio interesse.
Escluso il corruttore.
Per cui ti rimando al mio 37.
Rodolfo

42 Anita { 12.02.12 alle 15:34 }

x Faust

La USS Enterprise e’ in schedula di essere disattivata a Newport Shipbuilding RI, nel 2013 dove e’ stata costruita.

Una volta che il combustibile nucleare della nave e dei macchinari reattore sara’ stato rimosso e smaltito, firmatari e navale appassionati desidererebbero che la nave possa diventare un museo, ma non e’ possibile.

Una volta che si smantellano e riciclano i reattori della nave, ci sara’ rimasto ben poco per trasformarsi in un museo.
L’ isola della nave potrebbe essere rimossa e utilizzata come un memoriale.

Newport e’ nel mio piccolissimo Stato, raccontaglielo a “Luogo Comune”, la pattumiera dei websites…a cui ero o sono ancora abbonata e solo per curiosita’.

Ciao,
Anita

43 Faust { 12.02.12 alle 15:53 }

sylvi { 11.02.12 alle 23:10 }

…Intanto la vita scorre e scivola via sulla pelle, odio la mente che non vuole far scivolare via niente del passato… e torna sempre sugli stessi dolori…addolorandomi… Faust per C.G.

… trovato Sylvi… grazie al Gino e a te x l’attenzione interpretativa (la Sylvi) e consigliera (Sylvi e CG)

… che scorre e scivola… si sa… “che non vuole far scivolare via niente del passato…” voglio dire che invece di scorrere e scivolare via i ricordi in flascbak… torna sempre su “certe” occasioni del passato come un disco rotto… ed ossessiona… Torna sempre sugli stessi dolori… addolorandomi…
…proprio come un disco rotto… rompe… e cortocircuita il presente…
F.

@Peter, ( se vuoi…) rispondi alla mia domanda…???
sono curioso…

Faust mi spiace ma hai molta fede, molto nazionalismo latino-americano, e le idee piuttosto confuse…

quale dei tre, summenzionati, ti spiace di piu’… la fede, la speranza o la carita’…?
Faust

44 Anita { 12.02.12 alle 15:53 }

x Faust

Il nome spagnolo, Islas Malvinas, deriva dal nome francese, “Îles Malouines”, cosi’ chiamato da Louis Antoine de Bougainville nel 1764.

Anita

45 Anita { 12.02.12 alle 16:06 }

PS:

x Faust

Mi si inceppa il pc questa mattina….

Le Falkland Islands presero il nome Inglese da “Falkland Sound”, dopo Anthony Cary, quinto Visconte di Falkland, da Captain John Strong, che approdo’ sulle isole nel 1690.

“Falkland Sound” era gia’ il nome del canale che divide le due isole.

Anita

46 rodolfo { 12.02.12 alle 16:16 }

Domanda:-”Considerate la via alla quale l´uomo deve attenersi.”
Tizio:- “L´occhio benevolo”
Caio:-”Un buo compagno”
Sempronio:-”Un buon vicino”
Peter:-”Chi prevede il futuro”
Faust:.”Fede…speranza e carita´”
-
Rodolfo:-”Il buon cuore”
-
Ritengo la mia…la risposta migliore perche´racchiude in se tutte le altre.
Rodolfo

47 rodolfo { 12.02.12 alle 16:22 }

Peter e Faust non sono necessariamente quelli del Blog….sono solo i primi due nomi che mi sono venuti in mente.
R

48 Faust { 12.02.12 alle 16:28 }

Newport e’ nel mio piccolissimo Stato, raccontaglielo a “Luogo Comune”, la pattumiera dei websites…a cui ero o sono ancora abbonata e solo per curiosita’.

… si parlava d’altro… che e’ tema di questo post del Pino… penso che non interessi annesuno del xcche’ tu sia abbonata…
con il tema trattato, l’uso e l’abuso usuale, che si sta organizzando di fare (almeno cosi ipotizza l’articolante… e cche amme sembra verosimile e possibile… visto il livello di criminalita’ del passato di isdraele e gringos Ass.ti… di auto atti terroristici x poi giustificare una loro reazione esagerata in confronto al danno, contro il falso supposto attentatore… vedi Piombo Fuso e torri gemelle… (l’Irak e l’Afganistan non centravano nulla con l’11-9…) l’altra portaerei yankee silurata da isdraele e addebitata all’egitto… etc…)
Nel caso cche’ … l’articolista avesse visto giusto… beh! in RI non avreste piu’ il disturbo di occuparvi della portaerei da smantellare… affondata nello stretto di Hormuz… e trasformata in museo x i pesci… ( che saranno i pesci in quelle acque??? arabi, isdraeliani, quataresi o saudiarabiti… iraniani… o…. cristiandemocratici ???) interessante un blog x determinare di che origine genetica sono i pesci in quelle acque… e dove abitavano 3-4mila anni fa i loro antenati… quei pesci avranno letto la bbibblia o il corano…??? o vedono portaapporta… o il Letterman show…??
Faust

49 rodolfo { 12.02.12 alle 16:35 }

Non c´e´al mondo di piu´sbagliato che credere che il male sia prodotto da una parte sola….chiudendo benevolmente gli occhi sui mali creati dagli altri.
R

50 Faust { 12.02.12 alle 16:35 }

-
Rodolfo:-”Il buon cuore”
-
Ritengo la mia…la risposta migliore perche´racchiude in se tutte le altre.

… non cce’ dubbio che e’ il meglio x un cannibale o un massacratore d’innocenti indifesi se il cuore e’ di un’altro…

… altrimenti un buon malox e la vita torna assoridere…
F.

51 rodolfo { 12.02.12 alle 16:42 }

xFaust
Con il tuo 50 non hai fatto altro che confermare il mio 49.
Complimenti
R

52 Faust { 12.02.12 alle 17:13 }

sono solo i primi due nomi che mi sono venuti in mente.

mala-mente…

ti ricordo di farti venire in mente altri blogghisti, che non sia Faust… le prossime volte… stammi alla larga e non avrai bisogno del malox e starai benex… devo sopportare la tua presenza x che’ non sono in casa mia… ma stammi alla larga e non intrometterti quando dialogo con altri… chiaro…??? cosi io continuero’ asscrivere e colloquiare con chi mi pare, che non sara’ mai con te… e tu non dovrai andare appiangere dal blogmaster se t’insulto… o prendere malox o benex… x darti raggione allo specchio…
F.

53 peter { 12.02.12 alle 17:16 }

x Rodolfo

ognuno deve trovare la propria via, prima di decidersi a cosa attenersi.
Tu sei presuntuoso ed anche pomposo

Peter

54 rodolfo { 12.02.12 alle 17:20 }

Per i post 52 e 53 provo solo una infinita pieta´….
Rodolfo

55 peter { 12.02.12 alle 17:22 }

x Faust

sarei d’accordo sulla tua fede, nel senso che sei guidato da quella.
Il nazionalismo latino-americano sara’ la tua speranza, ma anche la tua fede, oltre ad altro.
Avere carita’ non vuol dire avere idee confuse, e viceversa.
In ogni caso, la carita’ la si puo’ chiedere, ma non pretendere, ne’ tantomeno esigerla con la forza, senno’ che carita’ sarebbe?!
Poi sarebbe il caso che tu, Linosse ed altri vi ricordaste ogni tanto che i rapporti tra nazioni saranno anche, contingentemente, decisi da individui, ma NON sono rapporti tra individui privati. Lo potevano essere, in un certo senso, nell’antichita’ quando il capo o il re era di fatto uno stato, ma mai in epoche moderne

Peter

56 rodolfo { 12.02.12 alle 17:24 }

Tutti e due non sanno come cavarsela e scrivono depistaggi stupidi.
Contenti loro….contenti tutti..
Mai mi sono lamentato con il blog master per offese subite….per il semplice fatto che le offese per quanto gravi…non mi fanno ne´caldo ne´freddo.
Rodolfo

57 peter { 12.02.12 alle 17:29 }

x Anita

appunto, la pretesa argentina sulla Falklands deriva solo dalla cessione delle isole dai francesi agli spagnoli. Cessione non valida, perche’ gli inglesi le occuparono allo stesso tempo dei francesi, quindi avrebbero avuto, quanto meno, un diritto di prelazione.
Che ‘diritto’ avevano o avrebbero poi gli argentini sulle ‘proprieta’ spagnole se avevano cacciato gli spagnoli con la forza? ci consideriamo eredi, eh gia’…

Peter

58 peter { 12.02.12 alle 17:30 }

x Rodolfo

ma vai a fati un bagno in acqua gelata e salata…

Peter

59 Faust { 12.02.12 alle 17:32 }

Per i post 52 e 53 provo solo una infinita pieta´….
Rodolfo

… e’cchiaro che nu me ne ppo’ frega de meno della tua pieta’… se poi e’ infinita… non mi frega x l’eternita’… ed e’ l’ultimo avviso al navigante intrigante e vendicativo sulle vittime innocenti… Evita Faust… Segui i consigli che Pino ha dato a Faust… anche se siamo nello stesso bar… evitami, ignorami come faccio io… e tutto scorre evva” senza malox o benex… chiaro???
Faust

60 rodolfo { 12.02.12 alle 17:40 }

xbenex… chiaro???
Faust
-
Macche´me ne fotte de te….e di chi scrive cretinate come il 58
Rodolfo

61 Peter { 12.02.12 alle 18:06 }

x Pino

il pompaggio del carburante dai serbatoi della Costa Concordia e’ iniziato. 2400 tonnellate di diesel da pompare…

Peter

ps
chissa’ se lo svendono dopo…

62 Anita { 12.02.12 alle 18:06 }

x Faust -48-

Il cacciatorpediniere USS Cole, non una porta aerei.

Nel 2000 era ormeggiata nel porto di Aden, in rifornimento dopo una navigazione nel Golfo Persico, quando un’imbarcazione le si avvicino’ ed esplose con grande violenza. Si e’ trattato di un attentato di un gruppo terroristico legato ad al-Qaeda.
Morirono 17 marinai e ci furono 39 feriti.

Cosa c’entra l’Israele?

Se tu ti attieni a websites come il “Luogo Comune” e’ d’interesse e non solo mio…

Anita

63 Anita { 12.02.12 alle 18:25 }

PS:

Il governo Sudanese era responsabili per il bombardamento del Cole, non l’Egitto.

I mastermind erano yemeniti.

Anita

64 Faust { 12.02.12 alle 19:22 }

Cara Anita, io l’ho letto e l’ho riportato (come sempre dici tu). Certo che i SS di isdraele non sono dei dilettanti, quindi gli attentati vengono addebitati ai soliti di alqaeda, in questo caso o al governo sudanese, come scrivi tu… ma ci sono altre ottiche d’interpretazione e conoscendo i trascorsi e precedenti dei SS isdraeliani… sono deduzioni possibili e credibili… Senza dimenticare il Qui prodest… che dice altro dalle verita’ dei misfatti.
Per esempio, ero sul posto, la liberazione della Betancourt in Colombia… chi ha organizzato. realizzato la liberazione sono stati agenti isdraeliani… che hanno incassato 20 milioni di dollari dal governo di sarcozy… mentre l’opinione pubblica ha saputo e creduto che i liberatori furono i SS colombiani con l’aiuto de los gringos…
Faust

65 controcorrente { 12.02.12 alle 19:22 }

Beh mi sembra a questo punto che il cazzeggio sulle malvine sia andato bene, adesso cazzeggiamo un pò sul Post di Pino, e sulle Balle “mediatiche Ammerekane e dei “media” loro servi , leccaculi !!
Non vi pare che sia giunto il momento ?
Aspettando notizie in ordine di tempo
A) dalla grecia
B) dalla Siria
c) dall’Iran

Mi sembra che la democrazia dovrà darsi da fare di questi tempi !
Di pari passo le petunie di Anita cresceranno bene, è una legge matematica, più crescono Le democraziate, più crescono le Petunie !

cc

66 sylvi { 12.02.12 alle 19:54 }

x Faust e Rodolfo

La carità è paziente,
è benigna la carità;

la carità non invidia, non si vanta,
non si gonfia, non manca di rispetto,
non cerca il proprio interesse, non si adira,
non tiene conto del male ricevuto,
ma si compiace della verità;

tutto tollera, tutto crede,
tutto spera, tutto sopporta.

La carità non verrà mai meno.
S.Paolo ( prima lettera ai Corinzi).

67 peter { 12.02.12 alle 20:06 }

x l’ostrogota-carnica

poteva riportare l’epistola XIII nel suo dialett(…), in cui quei poveracci che tirano a campare dalle sue parti sono costretti ad approcciarla per compiacere quelli come lei…a proposito di ‘caritatevoli leccature’

Peter

68 controcorrente { 12.02.12 alle 20:10 }

Intanto prime notizie dalla Siria…
interessante soprattutto per i Bla bla della Anita !e le sue ricerche su Internette..che la”stimoleranno” è importante avere degli stimoli..almeno per me funziona!
Ya !

http://www.youtube.com/watch?v=6o5RjNt5WYM&feature=youtu.be

cc

Ma la croce rossa non fa mica di queste cose !!

69 Pino Nicotri { 12.02.12 alle 20:13 }

x Anita

Sì, però NON si può invadere un Paese sulla base di qualche testimonianza e foto col telefonino, non le pare?
Un caro saluto.
pino

70 Marinella Correggia. SIRIA, GUERRA MEDIATICA { 12.02.12 alle 20:16 }

Terza puntata del dossier di controinformazione sulla Siria curato da Marinella Correggia.
Per le altre puntate: http://www.forumpalestina.org.

SIRIA. GUERRA MEDIATICA.
TERZA PUNTATA. La conta dei morti che nessuno fa: gli uccisi da bande armate (metà gennaio)

Il monastero di San Giacomo di Qara sta diffondendo le liste di “civili morti e feriti per opera di bande armate e non nel corso di proteste”, frutto della “violenza cieca di un’insurrezione sempre più manipolata”. Nomi, cognomi, età, indirizzo e circostanze. Le fonti sono gli ospedali, le famiglie e la Mezzaluna siriana (il cui segretario generale Abd al-Razzaq Jbeiro è stato ucciso mercoledì scorso). Ecco i numeri. Fra marzo e inizi di ottobre, la lista dei morti civili comprende 372 nomi, fra cui diversi bambini (il più piccolo era Moutasim al-Yusef di tre anni, morto ad Haslah il 6 settembre), donne (fra le quali Sama Omar, incinta, uccisa a Tiftenaz il settembre). La lista dei feriti per il solo mese di ottobre e per la sola provincia di Homs vede 390 nomi fra cui diversi bambini; il più piccolo, Ala Al Sheikh di Qosseir aveva un anno e mezzo). Fra gli ultimi uccisi, il curato greco ortodosso del villaggio di Kafarbohom. I cristiani starebbero abbandonando interi quartieri soprattutto a Homs e Hama.
Fra la pittura delle icone per la sopravvivenza del monastero, l’aiuto a famiglie in difficoltà e le preghiere quotidiane, la superiora madre Agnès-Mariam de la Croix sta pensando a un “bollettino settimanale che risponda con fatti e nomi di vittime alle false liste di propaganda dell’Osservatorio siriano dei diritti umani basato a Londra”. Quest’ultimo per la conta dei morti è – insieme ai Cosiddetti Comitati di coordinamento locale – la fonte quasi unica della stampa internazionale e dello stesso Commissariato Onu per i diritti umani, che diffonde la cifra di cinquemila morti attribuendoli alla repressione governativa. Qualcuno comincia a dubitare dell’Osservatorio londinese che, dice la Madre, “spesso non dà nomi e quando li dà non precisa che si tratta di uccisi da bande armate”. Secondo le cifre governative, sono stati uccisi duemila fra poliziotti e soldati.
Palestinese di nazionalità libanese, Agnès-Mariam de la Croix si è attirata gli strali della stampa francese (lei è francofona) che la accusa di essere pro-regime. Vede l’urgenza della verità, per contrastare “un piano di destabilizzazione che vuole portare a uno scontro confessionale e alla guerra civile, gli uni contro gli altri, in un paese che è sempre andato fiero della convivenza”. Nei mesi, il conflitto sembra essere passato “da una rivendicazione popolare di riforme e democrazia a una rivoluzione islamista con bande armate” (sostenuta dall’esterno, petromonarchie, Occidente, Turchia). La Madre ha ospitato nel monastero una riunione di oppositori disponibili a un dialogo nazionale, e ha anche mediato con l’esercito perché allentasse la pressione sugli abitanti di un villaggio.
Un gruppo di giovani siriani ha iniziato un analogo lavoro di indagine e “controinformazione”. Hanno creato un “Osservatorio siriano sulle vittime della violenza e del terrorismo” (Sovvt) e faranno indagini sul campo per preparare dossier e documenti.
Fanno strage, oltre ai colpi di arma da fuoco, gli ordigni esplosivi. Come quello che tra Ariha e Al Mastouma (provincia di Idlib) ha ucciso sei operi tessili ferendone altre sedici mentre viaggiavano sull’autobus aziendale. Vari altri cittadini sono rimasti vittime di un ordigno vicino a Majarez. Colpita alla testa su un altro bus aziendale una ingegnere di Maharda è morta per le ferite. Undici passeggeri sono morti e tre sono rimasti feriti su un autobus civile a Homs, attaccato da armati.
L’agenzia stampa ufficiale Sana riferisce quotidianamente di agenti uccisi o feriti, rapimenti, esplosioni di ordigni che prendono di mira infrastrutture pubbliche (treni, linee elettriche, strade), disinnesco di esplosivi e sequestri di armi pesanti.
Marinella Correggia

71 Marinella Correggia. Seconda puntata: SIRIA, GUERRA MEDIATICA { 12.02.12 alle 20:19 }

SIRIA. Guerra mediatica (2°Puntata)

di Marinella Correggia

Notizie sulla fonte principale delle notizie (anche recenti) sui morti in Siria: L’Osservatorio Siriano per i Diritti Umani. Due “Osservatori” in contrasto tra loro . Una decostruzione dei dati della prima settimana di febbraio.

Le ultime denunce diffuse da tutti i media sono provenienti come sempre da fonti dell’opposizione siriana (la Reuters almeno dice di non poter verificare): l’Osservatorio siriano per i diritti umani di Londra (Sohr), i Comitati di coordinamento locale, il Cns (Consiglio nazionale siriano) e i Fratelli musulmani parlano di un “massacro di civili” a Homs venerdì sera, con oltre duecento morti e centinaia di feriti, vittime dei colpi di artiglieria e mortaio dell’esercito nei quartieri presi dagli insorti, soprattutto Khalidya; si riportano le voci di alcuni “residenti”. L’agenzia nazionale Sana nega i bombardamenti e afferma che i video di corpi morti sono di gente uccisa dalle squadre armate, le stesse che compiono rapimenti di civili e attentati contro infrastrutture civili.

Il fatto certo sono gli scontri fra armati dell’opposizione e l’esercito. Un contesto di guerriglia urbana dove certamente la popolazione è esposta. In conferenza stampa il capo degli osservatori della Lega Araba, il generale sudanese al-Dhabi, ha affermato che soprattutto a Homs “la violenza delle forze dell’ordine è una risposta agli attacchi dell’opposizione”.

Ma quel che è interessante è la lotta intestina nel principale informatore dei media occidentali e arabi in materia di morti in Siria: il già citato Sohr di Londra.

Un’inchiesta pubblicata sulla versione inglese di Al Akhbar rivela l’inattendibilità di quella che è la fonte principale dei media rispetto alla “conta dei morti e degli assassini” in Siria. Il famoso Osservatorio siriano per i diritti umani Sohr ha infatti due teste ora platealmente in lotta fra loro e due siti con “notizie” divergenti. I due siti sono http://www.syriahr.org e http://www.syriahr.net (o anche syriahr.com). Il primo si definisce “sito ufficiale dell’Osservatorio”. Il secondo…anche, precisando di essere “l’unico sito ufficiale”.

Su http://www.syriahr.org è in bella evidenza dal 17 gennaio una lettera collettiva firmata da siriani dell’opposizione che “sconfessa” Rami Abdul Rahman (alias Osama Ali Suleiman), “direttore” dell’Osservatorio stesso, con accuse anche piuttosto classiste (è “poco istruito”). Scusandosi con i lettori per la possibile “confusione”, i firmatari capitanati da un medico residente a Londra, Azzawi, affermano di aver chiesto tempo fa allo stesso “direttore” di lasciare perché egli scriveva anche di vittime fra le forze di sicurezza nazionali e altre notizie “non verificabili” oltre a non dare i nomi dei morti. Hanno poi aperto un loro sito, il syriahr.org.

Dietro la rottura c’è il fatto che Suleiman è vicino all’opposizione del Ncb (National Coordination Body for Democratic Change in Syria) di al-Manna che vuole una soluzione interna e negoziale alla crisi e condanna la lotta armata, mentre gli altri sono del Cns di Gharioun, filo-Occidente, finanziati dai paesi del Golfo e collaboratori del cosiddetto Esercito libero siriano che conta parecchi arruolati da altri paesi. Ovviamente i media e i governi occidentali e arabi danno molta più eco al Cns.

Suleiman ha denunciato le pressioni da parte degli altri membri (quelli pro-Cns) i quali gli hanno intimato di schierarsi per un intervento Nato e di non parlare dei morti fra i soldati siriani. Entrambi gli “Osservatorio siriano” sostengono di avere centinaia di “attivisti” in Siria dai quali ricevono video e notizie. Ma le verifiche?

Le notizie più efficaci propagate dalle due teste del Sohr sono quelle sui “martiri bambini” e sulle famiglie massacrate. Mère Agnès-Mariam de la Croix, superiora palestinese del monastero siriano di San Giacomo, che sta diffondendo dal canto suo liste di vittime delle bande armate, ha fatto ricerche su caso recente che ha fatto il giro del mondo: la mattanza nel quartiere Nasihine di Homs di dodici membri della famiglia Bahadour fra cui vari bambini. Gli assassini, ha raccontato a Le Monde un vicino che avrebbe visto tutto…praticando un buco fra i muri, sarebbero “sette uomini in divisa, lealisti del regime, che poi protetti dai cecchini dell’esercito sono saliti su un blindato”. Giorni dopo la storia è ripetuta dalla Cnn. Ma la religiosa si è messa in contatto con la famiglia: “Abdel Ghani Bahader era fratello di Ghazouan Bahader, autista dell’ufficio del governatore di Homs. Egli ci ha riferito quanto segue: ‘Siamo una famiglia sunnita che lavora per lo stato. Vogliamo essere neutri. Ma gli insorti ci hanno attaccati più volte tanto che mio fratello voleva spostarsi altrove dopo aver rifiutato l’invito a unirsi all’Esercito siriano libero. Ma non ha fatto in tempo”.

72 Marinella Correggia. Prima puntata: SIRIA, GUERRA MEDIATICA { 12.02.12 alle 20:21 }

SIRIA. Guerra mediatica (1°Puntata)

di Marinella Correggia

Come si usano i neonati di Homs.

La tempesta mediatica imperversa sulla Siria. I cosiddetti Comitati di coordinamento locale (Lcc), appartenenti all’opposizione, hanno detto alla tivù del Qatar Al Jazeera che almeno 18 neonati sarebbero morti nelle incubatrici dell’ospedale pediatrico al Walid perché i colpi di artiglieria pesante dell’esercito siriano contro il centro di Homs avrebbero causato un black-out elettrico, togliendo l’alimentazione agli apparecchi. Il governo nega e sostiene che gli ospedali funzionano correttamente; anzi insieme a molte altre denunce circa atti di violenza e sabotaggio compiuti da gruppi armati, riferisce che l’ospedale al Naimi in provincia è stato preso di mira da gruppi armati che l’hanno saccheggiato.

La notizia sui 384 bambini uccisi in Siria era già stata diffusa dall’agenzia Reuters il 27 gennaio ( http://blogs.reuters.com/stephanienebehay ) ma – curiosamente – è esplosa sui massa media solo il 7 febbraio, cioè dodici giorni dopo, ovvero quando l’escalation politico-mediatica sulla Siria aveva trovato una doppia difficoltà con l’occultamento del rapporto degli Osservatori della Lega Araba che era venuto alla luce e con Russia e Cina che avevano posto il veto al Consiglio di Sicurezza sulla risoluzione contro la Siria. Inoltre nel report ufficiale delle Nazioni Unite, la responsabile dell’Unicef Marixie Mercado riporta testualmente qual è la fonte delle sue informazioni e cioè che “secondo le organizzazioni siriane dei diritti umani oltre 400 bambini sono stati uccisi e altri 400 sono in custodia”. Vedi:( http://www.unog.ch/unog/website/news_media.nsf/%28httpNewsByYear_en%29/36191A0CEBA1AED2C125799D0037EF1F?OpenDocument )

Ma la notizia dei neonati di Homs ha avuto grande risonanza soprattutto in Italia. E’ lecito sollevare più di un dubbio. E non solo perché nemmeno i regimi più brutali avrebbero interesse a colpire neonati e ospedali (per la verità ad eccezione di Israele che gli ospedali palestinesi o libanesi li ha sempre colpiti e sempre ne è uscita impunita)-

La fonte (gli Lcc) è di parte e non dà alcuna prova. Oltretutto, tutti gli ospedali hanno generatori; se c’è un black-out elettrico funzionano quelli. Succedeva perfino nell’Iraq e nella Libia sotto le bombe, dove l’elettricità andava a singhiozzo.

Poi l’accusa di tagliare la spina alle incubatrici ha più di un precedente e non solo in Siria. Sempre smentito. La scorsa estate i social network (twitter a partire dal 30 luglio) diffondono l’atroce notizia: tutti i bambini prematuri sono morti nelle incubatrici ad Hama perché gli shabiba (milizie di stato) hanno tagliato l’elettricità durante l’assalto alla città. Si parla di qaranta in un solo ospedale; senza precisare quanti sarebbero negli altri. Il 7 agosto la Cnn riferisce: l’Osservatorio siriano per i diritti umani di Londra (sempre quello) denuncia l’assassinio di otto bambini prematuri, “martiri” nell’ospedale al Hurani, sempre a causa dei black-out. Ovviamente nessuna notizia circa il lavoro dei generatori….Una foto corredava la denuncia: un gruppo di neonati, arrossati, tutti insieme in un unico lettuccio. Dopo qualche tempo viene fuori che la foto era stata pubblicata mesi prima sul giornale egiziano al Badil al Jadid e si riferiva a un problema meno grave, ed egiziano: un ospedale sovraffollato di Alessandria. I bambini erano rossi e vivi, anche se in spazi ristretti.

Del resto, chi non ricorda l’altro falso, datato 1990? Gli invasori iracheni avevano rubato le incubatrici negli ospedali pediatrici, causando la morte di diversi bambini prematuri. Venne poi fuori che il tutto era stato orchestrato dall’ambasciata kuwaitiana negli Usa, che agiva sotto le mentite spoglie del Comitato “Citizens for a Free Kuwait” e con l’assistenza da parte dell’agenzia di public relations Hill & Knowlton – per la modica cifra di 1 milione di dollari.

Del resto anche l’ultima denuncia dell’Unicef riguardo alla Siria (400 fra i minori – in inglese children) è molto vaga quanto alle fonti; si riferisce a “media presenti a Homs” e a “rapporti” (all’Unicef internazionale abbiamo chiesto più dettagli, finora invano). Il non avere avuto riscontro ci fa supporre, e ovviamente sperare, che la notizia sia falsa. Ma la sua diffusione sarà utilizzata per convince tanti pacifisti della giustezza di un’azione di guerra che di vittime bambine ne vedrà ben più di 400.

73 rodolfo { 12.02.12 alle 20:31 }

xcc
Non e´stato un cazzeggiare….no…si sono scoperte invece delle cose interessanti e cioe´ che quando ci si accorge che in un discorso per quanto banale, si e´battuti ….non si riesce ad ammetterlo per falsa superbia o per falso orgoglio….l´umilta´ va a farsi benedire… eppure essa e´per l´uomo di vitale importanza.
Direi quasi…che i piu´grandi mali nel mondo sono derivati dalla mancanza di umilta´…dalla mancanza di coraggio di SAPER dire “scusa” oppure “hai ragione”. Poi vedi…. ogni argomento che Pino Nicotri pubblica …assorbe circa 400 Post ed e´inevitabile che si finisca per parlare anche da cose diverse da quelle indicate.
In ogni caso….sono del parere che bisogna stare un po´piu´attenti di non dare…. per partito preso…le colpe di una certa situazione sempre agli stessi….bisognerebbe essere un po´piu´obiettivi e giusti.
Anche qui si ha a che fare con l´umilta´.
Per quanto riguarda la Siria….le cose son quasi sistemate….su richiesta della Lega Araba arriveranno penso gia´nelle prossime due settimane i Caschi Blu dell´ONU.
Un attacco di Israele all´Iran… da soli.. e´da ESCLUDERE per via delle diverse regioni da dover sorvolare … per l´astio e l´odio dei paesi Arabi che non si vuole incrementare … e per un grande problema economico interno. In combutta con gli Stati Uniti e´da escludere praticamente per gli stessi motivi.
Io credo che la bomba atomica Iraniana e´un falso problema.
Gli inghippi sono altrove. L´Iran sa benissimo che in caso di attacco convenzionale o atomico contro Israele ….nella mezz´ora successiva sara´rasa al suolo .. dunque non ci provera´mai.
Come finira? Non lo so´….potrei azzardare con piu´controlli…. oppure cercare di destabilizzare il paese prima con sanzioni e poi all´interno.
Rodolfo

74 Cerutti Gino { 12.02.12 alle 21:08 }

Certo che in quanto a “coerenza” il Rodolfo ne ha da vendere.
Forse dovrebbe prima rileggersi quello che scarabocchia prima di postare.

Evabbè.
C.G.

75 controcorrente { 12.02.12 alle 21:08 }

Come finira? Non lo so´….potrei azzardare con piu´controlli…. oppure cercare di destabilizzare il paese prima con sanzioni e poi all´interno

Caro Rudy,

sei da ammirare per la schiettezza con cui spieghi le cose.
Non lasci scampo a bla,bla , bla…
Direi che ci voleva uno come Te che mettesse al bando le ipocrisie umanitarie e democratiche e spiegasse che il metodo democratico consiste nel destabilizzare il nemico o presunto tale prima con sanzioni e poi dall?interno…magari con una distribuzione gratuita di “panini ai Krauti”.
Finalmente uno che parla chiaro e spiega in poche righe, come Buttare nel cesso della storia l?ONU, ovvero quella finzione di convenzione..!!(e pure il diritto internazione ,insieme alla coesistenza pacifica e al principio di non ingerenza negli affari degli altri che sono stati la Pietra miliare della finzione scenica democratica del dopo seconda GM.
Finalmente uno che parla chiaro, ci voleva !

cc

76 rodolfo { 12.02.12 alle 21:13 }

Qualcuno magari si domandera´perche´destabilizzare il Paese.
E´semplice …perche´l´Iran cosi come e´ora …con il suo comportamento contro e nei riguardi di Israele e buona parte del mondo e´portatore di odio….e non sara´mai la soluzione Iraniana a portare la pace in Medio Oriente. E´escluso….non lo dico io …ma
lo capirebbe anche un bambino.
A capo dei Paesi Arabi si ha bisogno di gente come il Re di Giordania…
disposti al colloquio ed ai compromessi.
Rodolfo

77 controcorrente { 12.02.12 alle 21:16 }

E non sto scherzando, la penso come te..i Nodi come si dice vengono sempre al pettine e ci vuole UNo che dica che il Re é finalmente nudo ,con questa crisi ai paraculi diventerà sempre più difficile nascondersi dietro ai paraventi dell’ipocrisia e solo chi si rifiuta di non vedere, potrà non vedere ciò che è chiaro..
Le crisi in fondo nel mondo servono anche per fare chiarezza..!!

cc

MI SCUSO CON LA MANCANZA DI CONTENUTO DI QUESTO PEZZO..!!
Questa aggiunta non è per i soliti frequentatori del Blog è una questione mia personale..chi deve capire , capirà (diciamo che è un messaggio occulto questa volta)
Chiedo scusa ai normali interlocutori !

78 rodolfo { 12.02.12 alle 21:21 }

xcc
“alla coesistenza pacifica e al principio di non ingerenza negli affari degli altri ”
-
-
forse non ti sei accorto di quanto il mondo e´diventato piccolo ….e di come si sia uno dipendenti dell´altro.
L´Iran per esempio ROMPE….capito?
Rodolfo

79 controcorrente { 12.02.12 alle 21:28 }

Si il mondo è sempre più piccolo e l’odore degli stronzi si sente di più è una questione spaziale..se il mondo diventa piccolo si è costretti a stare sempre più vicini, vicini, e Internette aiuta in questo….
Poi adesso ci devi spiegare a chi rompe L?iRAN ?
Alla processo di pace e di coesistenza pacifica dei popoli ?
Chi ha invaso l’Iran dopo i greci ?
Attendo una serena risposta !

cc

80 rodolfo { 12.02.12 alle 21:41 }

xcc
Mi sembra di averlo scritto nel mio 76
-
Chi ha invaso l’Iran dopo i greci ?
Cosa m´importa…. io so solo che non e´un Paese conciliante… ma negazionista….non riconosce lo Stato d´Israele…incita alla rivoluzione e alla guerra, rende cosi una pace in Medio Oriente impossibile da raggiungere se non con la distruzione dello Stato d´Israele.
E´ quello che vuoi? Se si….il discorso e´finito.
Rodolfo

81 controcorrente { 12.02.12 alle 21:51 }

E dove stanno scritte tutte queste cose che tu dici e non sostanzi ? Le dice forse Rudy Rabbi!
Se è così non si può non essere che d’accordo con te Le verità vengono solo da Geova o meglio dai suoi interpreti !
Sei tu, poi ,forse il messia ?

cc

82 rodolfo { 12.02.12 alle 21:54 }

Caro cc,
buona notte e….sogni d´oro!
R

83 Anita { 12.02.12 alle 21:56 }

x Rodolfo

“….cercare di destabilizzare il paese prima con sanzioni e poi all´interno”.

Questo e’ quello di cui si parla negli US, il resto e’ piu’ che altro
“saber rattling” = sferragliare di sciabola, (idioma) almeno fino ad ora.

Notizie false, magnificate e non verificate, come tante che si leggono e sentono, peggiorano situazioni gia’ calde, fomentano le rivolte, causano morti e possono portare a conflitti.

Anita

84 Anita { 12.02.12 alle 22:14 }

x Rodolfo

“Potrebbe essere disinformazione: Nel mondo speculare della diplomazia nucleare, noi che siano all’esterno non abbiamo quasi nessuna possibilità di discernere il grano dalla pula. Panetta potrebbe aver inviato a Teheran un segnale opposto alla verità. Lo stesso vale per le altre notizie, sia che si tratti di omicidi di scienziati nucleari iraniani o di vendite di armi e munizioni a Israele. Bisognerà attendere una decina di anni per venire a sapere ciò che sta realmente accadendo ora”.

http://it.danielpipes.org/blog/2012/02/panetta-attacco-aereo-israeliano-iran

Leggi tutto l’articolo, e’ breve.

Ultimamente i nostri politici, dal Presidente in giu’ parlano troppo, poi devono rettificare.

Anita

85 controcorrente { 12.02.12 alle 22:39 }

…Le elezioni presidenziali Usa: Se gli israeliani attaccassero l’Iran, la reazione di Obama potrebbe avere delle importanti implicazioni elettorali. Se lui dovesse approvare o (soprattutto) se prendesse parte all’attacco, farebbe pendere le elezioni a suo vantaggio. Ma se Obama dovesse condannare gli israeliani, probabilmente ne pagherebbe il prezzo.Sempre dal pezzo postato dalla gentile Anita…!!

Mi sembra molto logico e coerente con la Democrazia e la coesistenza pacifica dei popoli , che una Guerra serva per vincere le elezioni negli USA.Direi che se questa è la Real Politik, la tesi è uguale a quella di chi vede nell’Iran il nuovo satana(ovvero la politica iraniana è veramente quella roba Lì)… quindi due tesi contrapposte entrambi contenenti LO STESSO VALORE MORALE (intrinseco) !
In questo caso un peso la stessa misura !

cc

86 controcorrente { 12.02.12 alle 23:10 }

IL FIUTO DI SCALFARI..!!

Il buon Eugenio oggi nel suo editoriale già dà per spacciata la Grecia!
In sostanza dice Eugenio la Grecia se ne andrà dalla UE e salvo imprevisti il problema del futuro greco sarà solo suo e di difficile interpretazione..ma la UE reggerà il colpo e forse le ripercussioni non saranno così drammatiche ..in sostanza nessun effetto a catena..magari una nuova emissione con incremento del debito per parare le banche europpe e mondiali dal colpo dei titoli greci ormai pari a questo punto al valore della carta igienica, anzi di meno,dal punto di vista utilitaristico.
Dieri che Eugenio ha buon fiuto..se corrispondono al vero i “reportage” del corrispondente di repubblica da PZa Syntagma, oggi a scendere in piazza sono state le famiglie per prime (di Atene) ed ad un lancio di mandarini la polizia ha risposto con fumogeni tossici..al che,l’arrivo di anarchici con bombe incendiare ed affini..pare sia stato accolto da applausi…!!
Il che fa presumere che se la pancia della Grecia è questa il governo non reggerà…(ovvero in piazza non c’erano solo i professionisti del disordine si fa per dire…)
Per cui è chiaro che Eugenio mette le mani avanti in un impulso ottimistico…minore..tanto per dormire tranquillo e rassicurarci!
L’EU non è ancora pronta ..ovvero i professionisti della politica La Merkel e Sarcomà magari avrebbero emesso gli Eurobond…ma devono fare i conti con un elettorato “malpancista ” che teme di dover pagare le Ferie ai greci..per la serie Il popolo ha sempre ragione” e chi ha il coraggio di perdere delle elezioni..??!!
L?EU grande, dovrà aspettare , si salverà forse un Europetta, che avrà valore intrinseco minore nella competizione futura tra continenti…ma a quelli che vedono l’OGGI al posto del domani frega poco , da noi ci sono pure i Patani !
Ma dire il vero del Destino di Una Grande Europa (imperialista tra gli imperialismi ) frega tutto sommato poco anche a me, il che tutto sommato mi fa andare a dormire sereno insieme ai patani ed ai loro soci di ampie vedute che si sono materializzati pure su questo Blog in tempi passati..
Nemmeno io in fondo pagherò le Ferie ai greci..io sono anni che non vado più in ferie !

cc

87 Uroburo { 12.02.12 alle 23:16 }

Faccio un po’ fatica a capire perchè mai si dovrebbe tener la parte di una giunta militare golpista, dittatoriale ed assassina. Emmenomale che la Tatcher li ha mandati a casa a pedate, favorendo quindi la loro uscita dalla scena politica. U.

88 Anita { 12.02.12 alle 23:26 }

x CC

Non credo in questo caso, una guerra ridurrebbe le probabilita’ di un secondo mandato.

Ci sono tante cose messe sullo scaffale che ci presentera’ dopo il prossimo novembre se sara’ nominato di nuovo.

Leon Panetta e’ stato molto criticato per aver detto che prevede un attacco dell’Israele nei prossimi mesi.

Leon Panetta has exposed himself as the biggest mouth in Washington, telegraph, telephone, tell Panetta and the world will soon know.
Leon Panetta is the defense secretary and this week he made news not once but twice with what seems like a couple of state secrets or just his opinions that could have serious repercussions.

Ho cena sulla stufa….
Anita

89 Vox { 12.02.12 alle 23:51 }

@ CC

A me sembra che se la Grecia esce ora dall’euro e dall’EU, comincia il percorso verso la propria salvezza. L’Islanda, che ha respinto le pretese della “troika”, licenziato il governo dell’austerity e messo in galera i banchieri fraudolenti, sta gia’ migliorando le condizioni della propria economia. Idem avvenne per l’Argentina, dopo il grande default. Sbatti fuori i parassiti sanguisugosi e torna la salute. L’Europa non funzionera’ mai, fino a quando non smettera’ di essere l’unione dei banchieri e dei guerrafondai, per cominciare a essere l’unione dei lavoratori e dei popoli.

Quanto alle MALVINAS (nome tanto piu’ bello e poetico)… Isole disabitate… Come, no? Tale e quale com’era disabitata la Palestina…
Per i britannici, infatti, gli abitanti non-british sono appunto “nessuno”, come i palestinesi per gli giudei.

90 Vox { 13.02.12 alle 0:01 }

@ Caro Uro,
l’Argentina non e’ piu’ quella dittatura da un pezzo e la Thatcher non era certo uno stinco di santo (anzi, ha contribuito a produrre i disastri economici e le guerre di oggi). E comunque, cosa c’entra la dittatura passata col fatto che le Malvinas erano state occupate dagli inglesi “prima”? Sempre di occupazione si trattava. E poi, territorialmente parlando, vedi dove sono le Malvinas e dove sta la GB (la, quale, detto per inciso, per il petrolio e la ricolonializzazione dei territori perduti si venderebbe anche nonna Vittoria).

Non dimenticare che mamma GB ha partorito gli US che ne continuano le tradizioni invasive, coercitive e sfruttatorie. Non a caso sono sempre alleate in tutte le nefandezze degli ultimi tempi e lo saranno in quelle future.

91 Vox { 13.02.12 alle 0:06 }

A Usa e UK bisogna togliere TUTTI i territori occupati, colonizzati, spodestati e svenati, affinche’ crollino come usurpatori, assassini di massa e spargisangue globali quali sono, ultimamente ancche per i propri popoli, poiche’ i loro governi sono fatti di ricchi a sostegno delle minoranze ricche.
Bombarderanno, sventreranno, tormenteranno, impoveriranno tutto e tutti, fino a quando, come Storia vuole, non crolleranno finalmente anche loro. E questo avverra’, prima o poi, eccome.

92 Peter { 13.02.12 alle 0:25 }

come si vede, su questo blog c’e’ il diritto democratico di delirio paranoide (sempre a senso unico, ovvio…). Peccato, pensavo che si fosse ristabilita dopo qualche curetta…

Per esempio ‘sempre di occupazione si trattava’. Gia’, invece quella delle due Americhe da parte di spagnoli e portoghesi era un equo canone…eh eh eh. E i due continenti erano del tutto disabitati, maya, incas, aztechi, indios delle pampas…tutte invenzioni degli storici vittoriani ‘revisionisti’

Peter

93 Vox { 13.02.12 alle 0:48 }

GRECIA

Dopo il rifiuto di una gran parte dei poliziotti greci di andare contro il popolo e l’annuncio che avrebbero, anzi, arrestato i rappresentanti FMI, BCE ed EU, l’EU ha mandato a picchiare il popolo greco poliziotti stranieri, ma questo non lo dicono i nostri media del kaiser. I poliziotti mandati contro la folla non erano greci. Sono sbarcati in Grecia nei giorni scorsi poliziotti tedeschi e quelli dell” Eurogendfor…
Il trattato di Velsen sciogliera’ dal 2014 l’arma dei carabinieri ed istituisce la gendarmeria europea “Eurogendfor” che gode della completa immunita’ , che non potra’ mai essere messa sotto giudizio o intercettata.

E questi stanno ancora a predicare la pacatezza! La ghigliottina ci vuole, altro che “dimostrazioni civili” (e inefficaci).

94 peter { 13.02.12 alle 0:57 }

Ottimo. era ota che in italia ci fosse una polizia piu’ civile e competente dei cc. Purtroppo sono palle. non e’ vero

peter

95 peter { 13.02.12 alle 0:58 }

Era ora volevo dire…

Peter

96 Anita { 13.02.12 alle 2:16 }

x VOX -90-

E dove mandiamo 300’000’000 di Europei? Back to Europe?

E’ caduta dal letto?

Anita

97 Anita { 13.02.12 alle 2:38 }

x VOX

Le tre’ principali potenze coloniali sono state la Spagna, l’Inghilterra e la Francia.

La candida e casta Europa ha usufruito delle ricchezze del sotto suolo, delle miniere, oro, argento, gemme preziose, minerali, pelli e piume, delle due Americhe, ricambiando con caramelle e cioccolatini, baci e abbracci.

Anita

98 Anita { 13.02.12 alle 2:58 }

Geology of the Falkland Islands

http://en.wikipedia.org/wiki/Geology_of_the_Falkland_Islands

Non c’e’ traduzione in Italiano.

Anita

99 Faust { 13.02.12 alle 8:00 }

Avere carita’ non vuol dire avere idee confuse,

…si caro Peter… vuol dire, vuol dire…
…quando incontri un pezzente, uno zingaro, un giovane o un vecchio clochard ubriaco o chiunque ti si para davanti con la mano tesa… hai le idee confuse e pensi a decidere che fare… (domanda alla cattosocialista antisindacalista Sylvi)
La societa’ ha cosi le idee confuse sull’uguaglianza degli umani che delega alla carita’ a natale quella confusione di idee emotive… che non va via da quell’angolo di coscenza che non sa rispondere a come fare… xcche’ si risolva la poverta e la fame nel mondo insieme alle ingiustizie sociali delle diverse condizioni di vita fra ricchi e la sopravvivenza dei diseredati… Idee poche… confusione tanta… e carita’ a natale…
Faust

100 Faust { 13.02.12 alle 8:43 }

… correzione

alle ingiustizie sociali delle diverse condizioni di vita fra ricchi e POVERI e la sopravvivenza dei diseredati…
F.

101 peter { 13.02.12 alle 8:52 }

x Faust

caro Faust, d’accordo, ma cosa c’entra con la disputa di cui si parlava ieri?
Le Falklands, per esempio, non stanno li’ ad una fiera di ‘beneficienza’. GB sara’ piu’ ricca e potente dell’Argentina, ma cio’ non rende l’Argentina un ‘avente diritto’ su questioni territoriali…nota poi anche lo scritto del tuo amico Uroburo…

ciao, Peter

102 peter { 13.02.12 alle 8:55 }

x tutti

la benemerita arma dei CC compira’ 200 anni nel 2014. Vox voleva, a modo suo, farle gli auguri anticipati…
Inutile dire che non verra’ sciolta. Speriamo che verra’ almeno rimodernata…
I CC comunque sono necessari in un paese come l’Italia.
Per esempio, quando gente come una certa blogger di una certa regione maltratta gli immigrati fingendo di non capirli perche’ non parlano il dialetto, e’ sempre utile se nella caserma locale vi sono CC meridionali…

Peter

103 Linosse { 13.02.12 alle 9:49 }

Tutti svegli?
Voglio cominciare la giornata con questa benedizione:
God bless U$A dove i fiumi scorrono ,per volontà divina, dal mare ai monti,dove ,per la stessa volontà e per effetto di un libberismo senza macchia e paura,si proteggono sotto il segno del divino $ ,quello pubblico, gli interessi privatissimi e privanti.
Dove la democrazia per essere tale è solo per pochi sveglissimi anche se, paradossalmente, sempre addormentati nel sogno ammeregano del volli e fortissimamente voglio, tanto da volerlo imporre catechizzando con una fusione fondante e fondente,insomma del tipo nucleare, tutto quello che ammeregano non è e non vuole nemmeno esserlo.
Dove anche i bambini giocano con le mille bolle non blu ma incolori e immobiliari.
Dove il sogno ammmerigano ,ormai alla soglia finirà di esserlo,quando il pòpollo si sveglierà e tornerà ad essere un POPOLO.
L.

104 sylvi { 13.02.12 alle 10:13 }

e’ sempre utile se nella caserma locale vi sono CC meridionali… Peter

…che capiscono e parlano friulano, TUTTI, altrimenti dovrebbero pagare un interprete sia nelle intercettazioni normali che negli interrogatori; o anche semplicemente al bar dove vanno a bere un caffè, perchè non è obbligatorio che un testimone o un accusato o un barista si esprimano in italiano!
Dovrebbero affidarsi semmai solo alla buona educazione civica dei friulani!
La Benemerita ammodernata? Basterebbe rispettasse le leggi, almeno Lei, in certe zone del Belpaese!!!
Sa che a Ischia i Carabinieri, che dovrebbero far rispettare le leggi sugli abusi edilizi, hanno la Caserma abusiva???
Così…giusto un esempio!!!

detto del giorno:
-Ostregheta, che ostrega de un ostrogoto!-
Rivolto a uno che non capisce niente, ma proprio duro di testa, come certi cives dal passaporto misto, ma dai costumi indubbiamente ” solari”!!

Sylvi

105 peter { 13.02.12 alle 10:25 }

x 103

gia’, perche’ i CC le caserme se le costruiscono da se’, nevvero?
Ma questa ‘ostrogota’ e’ proprio un genio…
Dalle mie parti di origine i CC parlavano tutti italiano, e nelle indagini i cittadini del loco li capivano benissimo…
La ‘resistenza’ passiva, se intralcia il corso della giustizia, e’ una brutta cosa, vec…, ehm, cara mia, una brutta cosa…

Peter

106 rodolfo { 13.02.12 alle 10:31 }

vec….ehm…cara mia…
-
che maleducato…sempre con la sottile offesa parata..
R

107 peter { 13.02.12 alle 10:44 }

x 105

stia un po’ zitto, vecchio mio. Perde sempre ottime occasioni per farlo…

Peter

108 rodolfo { 13.02.12 alle 10:48 }

Ieri sera dopo aver augurato la buonanotte e sogni d´oro al mio caro amico cc sono andato a coricarmi ed ho fatto… (non scherzo) davvero un sogno. Ho sognato di svegliarmi e di sentire alla radio una notizia incredibile e cioe´:- Che tutti i paesi Arabi …dall´Iran …all´Iraq…dall´Arabia Saudita alla Libia avevano riconosciuto lo Stato d´Israele entro i confini del 67.
-
Invece di inveire..soffiare sull´odio e alimentarlo…scrivere troiate come quelle di Vox “Per i britannici, infatti, gli abitanti non-british sono appunto “nessuno”, come i palestinesi per gli giudei”
quando si sa´´ che 1.500.000 Palestinesi vivono dentro lo Stato Israeliano…Israeliani loro stessi… ecco …pensavo nel sogno…una notizia che lascia davvero sperare….ora non si doveva far altro che aspettare la reazione del popolo Israeliano….peccato che mi sono svegliato….ma non ci vuole molto ad immaginarsela….anche se qualcuno a seguito postera´qualcuna delle solite troiate alla Vox.
Rodolfo

109 rodolfo { 13.02.12 alle 10:51 }

no…no…caro Peter….tu sai benissimo quello che volevi fare intendere…
io lo so…Sylvi lo immagina….tutti noi lo sappiamo.
R

110 peter { 13.02.12 alle 11:02 }

x Rodolfo

parla per la tua immaginazione bacata, caro vecchiaccio…

Peter

111 rodolfo { 13.02.12 alle 11:04 }

Cosi mi piaci di piu´…

112 rodolfo { 13.02.12 alle 11:41 }

http://www.youtube.com/watch?v=rEJlrGfsahk
Quanto poco valgono i milioni e il successo quanto si e´soli…
io l´ho amata…una bellezza e sopratutto una voce fuori dal comune…
ho amato le sue canzoni….a presto Whitney Houston…
R

113 rodolfo { 13.02.12 alle 12:17 }

Napolitano incontra al Quirinale il presidente tedesco Wulff il Berlusconi Tedesco…chissa´ fino a quando riuscira´a rimandare le sue dimissioni.
R

114 Lucandian { 13.02.12 alle 12:49 }

Ma non e’ un po’ frettoloso classificare l’intervento USA in Europa durante la seconda guerra mondiale come “esportazione di democrazia”? ora come ora non saprei come classificare l’intervento tedesco, ma non mi sembrava molto preferibile.

115 Uroburo { 13.02.12 alle 12:51 }

sylvi { 13.02.12 alle 10:13 }
e’ sempre utile se nella caserma locale vi sono CC meridionali… Peter
…che capiscono e parlano friulano, TUTTI, altrimenti dovrebbero pagare un interprete sia nelle intercettazioni normali che negli interrogatori; o anche semplicemente al bar dove vanno a bere un caffè, perchè non è obbligatorio che un testimone o un accusato o un barista si esprimano in italiano!
——————————————–
Cara Silvy,
lei riesce sempre ad essere ridicola. Una capacità straordinaria. U.

116 Uroburo { 13.02.12 alle 13:03 }

Cari tutti,
la GB si è difesa da un’aggressione fascista, ed ha fatto benissimo. Che cosa fosse il regime dell’aggredito non conta proprio nulla: la Grecia di Metaxas era una dittatura fascista ma è stata aggredita dai fascisti italiani e si è, giustamente, difesa.
Trovo che questa interpretazione classista del diritto, figlia, direi, del terzinternazionalismo stalinista, è una rovina per la sinistra mondiale perchè mostra una concezione faziosa e partitica della giustizia, che non è la mia.
Io non sono di sinistra per permettere ai “miei” farabutti di prevaricare,sono di sinistra perchè sono contrario alle prevaricazioni. A tutte. A volte ci possono essere dei dubbi ma qui direi proprio di no.
Se ORA la Repubblica Argentina ha un contenzioso con il Regno Unito lo risolva ORA nelle adatte sedi internazionali. Quanto al passato, preferisco senza alcun dubbio un democratico conservatore ad un fascista del Terzo Mondo. La giunta militare argentina ha massacrato decine di migliaia di cittadini di sinistra, colpevoli solo delle loro idee.
Avere le idee confuse su questi temi è semplicemente tragico: vuol dire non sapere più discriminare tra il diritto ed il torto.
Un saluto U.

117 rodolfo { 13.02.12 alle 13:09 }

Ma sempre questa Germania dannazzione.
In particolar modo a Berlino …ma un po´in tutte le grandi citta´quali Monaco…Amburgo…Stoccarda e Francoforte e´stata incentivata (ma gia´da parecchio tempo) l´ assunzione di polizziotti di lingua madre Turca in particolare…ma anche Italiana e di altre nazionalita´.
Rodolfo

118 sylvi { 13.02.12 alle 13:12 }

….quando incontri un pezzente, uno zingaro, un giovane o un vecchio clochard ubriaco o chiunque ti si para davanti con la mano tesa… hai le idee confuse e pensi a decidere che fare… (domanda alla cattosocialista antisindacalista Sylvi) Faust

caro Faust
ho risposto altre volte alla domanda.
A parte il fatto che se trovo una madre zingara che usa il figlio per mendicare…prima gliene dico di tutti i colori, poi la denuncio ai CC.
Ma io ho avuto parecchio da fare con gli zingari… senza razzismi e senza bonomie fuori luogo; non soffro di demagogia razziale.
I pezzenti…non è parola che mi piace…ci possono essere i poveri o gli sbandati o gli esclusi…
quando vogliono essere aiutati ci sono le persone, i modi e le strutture. Amorevolmente, anche se non è Natale!!!!
Se mi si parano davanti con la mano tesa non mi giro dall’altra parte…ma se vogliono solo soldi li mando a quel paese!

Posso essere d’accordo con te che questo vale solo nella “nostra società democratica”.
Altrove tu, ma anche io, abbiamo visto ben altro!
Che tu abbia visto tanti, troppi bambini sudamericani lavorare come un asino o io bambini arabi dentro una fornace infernale, in orario scolastico, per fare piccole ceramiche da vendere ai turisti…
o una bambina analfabeta che con gli stracci cuce e colora bambole …e spera in una turista comprensiva…
Questi sono problemi che esulano da gesti individuali.
Mia figlia è in Sudafrica; dedica sempre, nell’ambito dell’Università, del tempo alle baraccopoli spaventose di Cape Town…
ma pur operando in struttura ufficiale , risulta una goccia nel mare.
E io non sogno, come voi, un essere umano che ad un tratto diventa un pacifico soccorritore di derelitti.
Nè sogno che : el pueblo unido jamàs serà vencido.
Mi accontento di piccoli significativi passi avanti, e dove posso do il mio contributo, non solo a Natale….caro il mio biel!

Sylvi

119 sylvi { 13.02.12 alle 13:13 }

Ps: x Faust

Sul mio antisindacalismo ho qualcosa da dire a te…ma non solo!
Lo farò!
Sylvi

120 Uroburo { 13.02.12 alle 13:14 }

Vox { 12.02.12 alle 23:51 } A me sembra che se la Grecia esce ora dall’euro e dall’EU, comincia il percorso verso la propria salvezza.
———————————————
Senza il prestito che dovrebbe arrivare a marzo 2012 la Grecia non avrebbe il denaro per pagare i suoi dipendenti pubblici e per acquistare carburante, cibo, medicinali. Il cui pagamento verrebbe chiesto in contanti, ed in moneta buona (quindi non in dracme)…
E’ vero che le sovranità nazionali stanno ormai del tutto scomparendo (tranne alcune, bennote…) ma non sarà la Grecia a cambiare questo sistema. U.
PS. L’Argentina è fallita, Con la benedizione degli organismi internazionali. E ci ha messo 10 anni per tirarsi su. Fortunatamente in democrazia e senza quei generali fascisti che sembrano tanto piacere ad alcuni di noi.

121 rodolfo { 13.02.12 alle 13:26 }

….quando incontri un pezzente, uno zingaro, un giovane o un vecchio clochard ubriaco…
-
Senza pensare che per la maggior parte di loro e´una scelta….vogliono vivere cosi. Sono labili….non vogliono lavorare….vogliono vivere di proposito ai margini della societa´. So di casi di clochard che si sono rifiutati di seguire l´assistente sociale che gli indicava un posto dove avrebbe potuto dormire al calduccio. Per la maggior parte delle volte vale:-”Chiedi e ti sara´dato”. Anche in Italia esistono buone strutture.
Rodolfo

122 rodolfo { 13.02.12 alle 13:31 }

Questo sogno di essere tutti uguali…di guadagnare supergiu´tutti la stessa somma…per permettere a tutti di usufruire di tutti i beni disponibili rimane un sogno. Qualcuno ci ha provato ed e´fallito.
Rodolfo

123 Mario Lettieri e Paolo Raimondi - Europa: qualcosa si muove { 13.02.12 alle 13:31 }

Europa: qualcosa si muove

di Mario Lettieri* e Paolo Raimondi** *Sottosegretario all’Economia nel governo Prodi **Economista

Nell’ultimo summit del Consiglio Europeo tenutosi a Bruxelles a fine gennaio si è parlato molto
del “Trattato di stabilità, di coordinamento e di governance”. Il documento mette però al primo posto ancora una volta il rigore e non la ripresa. E’ la linea della Merkel che, indecisa sul futuro dell’Europa, si barcamena tra il “grande disegno” dell’Unione economica e politica europea e le provinciali paure elettorali ed ideologiche della “piccola” Germania.

Chi, come noi, crede nell’Europa e in suo governo federale, avrebbe voluto che si ponesse più attenzione ai punti programmatici della crescita e della creazione di posti di lavoro. Comunque nella Dichiarazione finale qualche cosa di positivo c’è.

Partendo dall’amara constatazione del fatto che la disoccupazione in Europa ha superato i 23 milioni di unità, con una incidenza media maggiore tra i giovani e le donne, il Consiglio ha invitato i Paesi membri a varare Piani Nazionali per il Lavoro.

Per affrontare a breve e a più lungo termine l’emergenza della disoccupazione giovanile si propone, tra l’altro, l’adozione di misure per accompagnare i giovani verso le prime esperienze di lavoro, per non lasciarli soli alla fine degli studi o in caso di abbandono di essi.

Il fulcro di tali progetti dovrebbe essere una nuova concezione e il rilancio dell’apprendistato. Nonostante gli effetti più deleteri di una globalizzazione “fai da te”, taluni paesi, come la Germania ed altri del centro-nord Europa, hanno cercato di mantenere un efficiente sistema di apprendistato e di training per giovani che scelgono un futuro lavorativo basato sui tradizionali mestieri o su quelli più moderni di alta qualificazione.

In questi Paesi vi sono tanti istituti dedicati ai mestieri che operano in sinergia con il mondo dell’industria ed inseriscono direttamente i giovani nelle fabbriche per lunghi periodi di apprendistato o di training.

Per molti di questi giovani, quindi, il passaggio tra la scuola ed il mercato del lavoro è mediato, guidato, alleviato.

In Italia invece per una serie di cause abbiamo eliminato quasi completamente l’apprendistato. Negli anni cinquanta e sessanta i nostri giovani, soprattutto nelle regioni del Sud, sono stati costretti all’emigrazione. Invece della valorizzazione dei mestieri si è privilegiato ovunque il sogno di un posto nella Pubblica Amministrazione. Le Regioni, purtroppo, hanno ampliato il fenomeno con varie forme di assunzioni dirette in enti e società sub regionali, spesso senza alcun concorso ed in modo clientelare.

Inoltre in molte realtà italiane si registra anche una distanza enorme tra il mondo dell’industria e del lavoro e la qualificazione rilasciata dalle scuole e dalle università.

All’Italia può giovare molto il rilancio dell’apprendistato. Si tratta in certo qual modo di riscoprire le radici dei nostri politecnici e dei nostri istituti tecnici e professionali che hanno affiancato in modo determinante i processi iniziali di industrializzazione.

La riproposta dell’apprendistato è un approccio positivo per far fronte alla disoccupazione giovanile. Un tale sistema può essere anche la base per la integrazione e la riqualificazione di coloro che, in età più avanzata, dovessero perdere il lavoro. Infatti, mentre in Italia chi è licenziato deve arrangiarsi a sopravvivere, in Germania, per esempio, gli Arbeitsamt, gli uffici di collocamento, non abbandonano i disoccupati ma li guidano nella ricerca di un nuovo lavoro oppure in un processo di riqualificazione.

Nel summit si è discusso non poco anche del completamento del Mercato Unico. In questo campo Mario Monti ha senz’altro svolto un ruolo incisivo anche alla luce della sua passata esperienza di Commissario europeo per l’unificazione e la semplificazione dei regolamenti del mercato interno europeo.

Si è deciso di introdurre regole univoche e standardizzazioni nei vari settori dell’economia e dei mercati e di superare certe vecchie barriere commerciali, con un’attenzione privilegiata per le Pmi, al fine di favorire la ripresa economica e la crescita dell’occupazione. Riteniamo che il “sistema Italia” abbia tutto da guadagnare nel processo di digitalizzazione e di semplificazione delle procedure e di modernizzazione dei processi produttivi.

Il Consiglio europeo riconosce che, nonostante i finanziamenti della Bce alle banche, una serie di difficoltà, compresi gli effetti di Basilea III, potrebbero produrre un credit crunch, di cui in Italia si avvertono già forti segnali.

Perciò è condivisibile la sollecitazione ad un ruolo più attivo della Banca Europea per gli Investimenti verso le Pmi e le infrastrutture. Si chiede anche un rapido varo dei “project bond” allo scopo di stimolare la partecipazione finanziaria dei privati in progetti infrastrutturali chiave.

I project bond, secondo noi, possono diventare degli strumenti strategici per allontanare grandi settori della finanza e gli investitori istituzionali, come i fondi pensione, dalla speculazione e dalle operazioni a breve e spingerli verso i finanziamenti di lungo termine nei settori dell’economia reale. Sarebbe così una vera correzione ai malfunzionamenti e alle degenerazioni finanziarie che sono state alla base della grande crisi del 2007-8, ancora non superata.

124 Pino Nicotri { 13.02.12 alle 13:34 }

x Lucandian

Come umorismo non è dei migliori.
Un saluto.
pino nicotri

125 Peter { 13.02.12 alle 13:47 }

x rodolfo

sara’, ma sono sicuramente di cittadinanza tedesca…
Vox forse ignora che le forze di polizia di un paese devono essere composte solo da cittadini di quel paese, salvo eccezioni autorizzate e particolarissime…idem per l’esercito, marina, aviazione…

Peter

126 sylvi { 13.02.12 alle 14:02 }

caro Uroburo,

ho scritto dei friulani che “… non è obbligatorio che si esprimano in italiano…”
Volendo…possono…lo fanno quasi sempre…se hanno interlocurtori civili ed educati!!!
Ma se hanno a che fare con buzzurri arroganti …apriranno bocca solo in “mari lenghe”.
Indovini quale accoglienza riserverei a lei…
come mi piacerebbe!!!

Sylvi

127 Uroburo { 13.02.12 alle 14:13 }

Mia pregevole Silvy,
le sue fantasie non mi interessano.
Ma il livello di un’ex-maestra sì …..

128 peter { 13.02.12 alle 14:30 }

x Uroburo

a me interessa anche il suo ‘livello’ di cittadina italiana…
La lingua ufficiale del FVG e’ l’italiano, parlato dalla ‘quasi totalita’ dei suoi abitanti. In pratica, chi dichiarasse di non parlarlo o non conoscerlo sarebbe, quasi certamente, uno stronxo.
Se poi a dichiararlo (di non conoscerlo) fosse un operatore o funzionario di un servizio pubblico SUL LAVORO (maiuscolo usato giorni fa dalla Sylvi) commetterebbe un reato passibile di licenziamento in tronco. Compresi gli insegnanti…
Sylvi confonde, a bella posta, la tutela di una lingua in estinzione (il friulano, ma anche tedesco o sloveno parlati li’ da quattro gatti) con la licenza di ignorare la lingua ufficiale dello stato. Fortuna che i CC, in casi del genere, non hanno il senso dell’umorismo

Peter

129 Lucandian { 13.02.12 alle 14:36 }

x Pino Nicotri

Neanche come risposta. Mi aspettavo di meglio.

130 Pino Nicotri { 13.02.12 alle 14:57 }

x Lucandian

Ne ero certo. Ovviamente.
pino nicotri

131 Anita { 13.02.12 alle 15:09 }

x Rodolfo

Anche a me dispiace della morte prematura di Whitney Huston.
Troppi entertainers muoiono ancora giovani.

Appare che vita della diva del canto sia finita per autodistruzione in una vasca da bagno all’Hotel Beverly Hilton nel weekend del Grammy, ma potrebbe trattarsi di settimane prima che si sappia esattamente la causa della sua morte.

Anita

132 sylvi { 13.02.12 alle 15:10 }

x Uroburo e Peter

ma non provate vergogna a mettere sempre in imbarazzo o alla gogna una povera maestrina, che non è nemmeno laureata, che
non può e non sa difendersi da due energumeni della parola scritta e del Liceo clasico?
SUL LAVORO , stentatamente , ma ho sempre sillabato in italiano…
addirittura i bambini mi capivano!!!
In caserma avevo ampliato i miei orizzonti…un po’ di napoletano, di puglio e di siculo capivo.
Insomma mi ero fatta una certa cultura poliglotta!
Sempre meglio della maestra o del prof meridionale che andavano in crisi quando l’allievo gli diceva . Mandi!

E voi due…pur in modi diversi, dovreste smetterla di blaterare con incoerenza …e soprattutto quando vi fa comodo…sulla intangibilità della lingua e dei confini italici…quando ad ogni piè sospinto ne fate strame!!!

Sylvi

133 La striscia rossa { 13.02.12 alle 15:21 }

È un onore lavorare con così tanti componenti dello staff con radici italiane.
E devo aggiungere Belinelli e Gallinari: garantiscono un buon nome anche nella Nba.

Barack Obama

134 rodolfo { 13.02.12 alle 15:23 }

da wikipedia
-
Sicuramente tra le più importanti c’è la comunità di Lingua Albanese del comune di Hora e Arbëreshëvet, cioè Piana degli Albanesi, in Sicilia, dove l’Arbëreshë è lingua ufficiale insieme a quella italiana.

Alcuni “sportelli linguistici” provinciali sono stati attivati in Calabria a Catanzaro e Cosenza in collaborazione con la Sezione di Albanologia del Dipartimento di Linguistica dell’Università della Calabria, presso la quale sono attualmente attivati gli insegnamenti di Lingua e letteratura albanese (dal 1973), Dialetti albanesi dell’Italia meridionale (dal 1980) e Filologia albanese (dal 1993).

E, con la riforma degli ordinamenti didattici (2002), si sono affiancati all’insegnamento di Lingua e letteratura albanese, i due insegnamenti distinti di Letteratura albanese e di Lingua e traduzione albanese.

R

135 Anita { 13.02.12 alle 15:30 }

x ABCD

In riguardo alle lingue parlate…una novita’ negli US, alcuni politici gridano discriminazione se e’ richiesto che parlino l’Inglese in modo capibile.

Qualche settimana fa ascoltavo un discorso di una delegata di un distretto della citta’ capitale del mio Stato, va bene che la maggioranza nel suo distretto sono di lingua spagnola, ma una discreta percentuale non lo e’, eppoi si trattava di referendum che e’ d’interesse per tutto lo Stato….il suo Inglese era incapibile.

Lo stesso vale per professionisti, in particolare nel campo medico e farmaceutico, va bene essere bilingue, ma l’Inglese deve essere uno e per tutti.

Anita

136 La striscia rossa { 13.02.12 alle 15:39 }

Oggi viviamo in un capitalismo mondiale del rischio sul quale incombono catastrofi tali da far apparire assurda qualunque ipotesi di risarcimento.

Ulrich Beck

137 Anita { 13.02.12 alle 15:40 }

x La striscia rossa

L’ho sentito, ma non l’ho interpretato come parte dello staff.

In caso che non si sappia la NBA = NBA, National Basketball Association

Anita

138 Uroburo { 13.02.12 alle 15:41 }

Caro Peter,
credo proprio di essere totalmente d’accordo con lei.
E naturalmente sono anche d’accordo, con lei, sulla la tutela delle minoranze linguistiche, compreso il friulano.
Tuttavia chi parlasse solo il suo dialetto sarebbe un handicappato culturale-intellettuale (pardon: un diversamente abile in cultura ed intelligenza).
Ma sa, i friulani ( 1.200.000 in tutto) appena nati vengono indirizzati a sodomizzare il mondo intero (8 miliardi di persone) il che fra approssimativamente seimila sodomizzazioni a testa. Un bel record! ….. Bisogna che si diano da fare fin da piccoli.
Un saluto U.

139 La striscia rossa { 13.02.12 alle 15:45 }

Oggi il sistema è orientato a fare soldi: è ridicolo.
Lei pensa che lo scopo della nostra vita sia fare soldi? Io ritengo che sia la realizzazione di noi stessi.

Muhammad Yunus
Nobel per la Pace

140 sylvi { 13.02.12 alle 16:25 }

Quando ero molto ingenua e “scrivevo come parlo”, qualche annetto fa, su questo blog ho, ahimè, riferito un detto della Carnia rivolto alla Furlania, cioè alle colline e pianura friulana!
Uno scherzo di campanile fra i carnici e i furlani…come dire fra il Canavese e il Monferrato!!!
Mal me ne incolse!…il Senatore di questo onorevole blog se lo legò alla lingua e di tanto in tanto lo sputa!

Repetita:
Si dice in Furlania che in Carnia , quando nasce un bambino, lo espongono alla finestra che dà a sud, verso la pianura ed esclamano:
Cjale, canai, il bas Friul ,
e quant che tu sès grant
metiale tal c.!
( Ammira, bambino, il basso Friuli,
e quando sarai grande
mettiglielo nel…. inteso come …fatti vedere che vali di più!).

Fra triestini e friulani se ne dicono di peggio e molto spesso anche più divertenti.
Come credo in mille altri posti in Italia e nel mondo.
Ma no! Secondo il Senatore pare che i campanili ci siano solo qui…forse è vero!
La mia carta di credito, di una banca locale, ha il disegno di tanti campanili… colpisce e me l’ammirano ovunque vada nel mondo.
Che!… dobbiamo insegnare, noi friulani, che tanti campanili stanno bene insieme…purchè il CONTO sia in attivo???

Sylvi

141 peter { 13.02.12 alle 16:33 }

x Sylvi

va bene, ci siamo chiariti…ma cio’ che lei dice da’ spesso adito a malintesi

un saluto

Peter

142 Faust { 13.02.12 alle 16:42 }

Se ORA la Repubblica Argentina ha un contenzioso con il Regno Unito lo risolva ORA nelle adatte sedi internazionali.

… chi ha detto o scritto che questa volta sara’ come l’altra volta…?? basta leggere con attenzione anche il post di Vox…

Avere le idee confuse su questi temi è semplicemente tragico: vuol dire non sapere più discriminare tra il diritto ed il torto.
Un saluto U.

Avere le idee confuse… l’ha detto Peter di me, sul tema trattato dal mio post… ed anche allui e con lui non ho difeso, in nessun momento, ne trattato o scritto dell’attacco di guerra x liberare las Malvinas, ridicolo, anacronistico e appunto da militari fascisti… ma ho scritto piu’ in generale (!) sulla natura geografica e sul diritto di appartenenza logica e storica dell’isola… di devolvere a cesare quel che e’ di cesare… e cioe’ las Malvinas agli argentini… avro’ le idee confuse ma anche chi legge … legge confusa-mente i miei post…

@ x Peter
caro Faust, d’accordo, ma cosa c’entra con la disputa di cui si parlava ieri?

… difatti non centra con las Malvinas ma con Faust…

@Peter, ( se vuoi…) rispondi alla mia domanda…???
sono curioso…

Faust mi spiace ma hai molta fede, molto nazionalismo latino-americano, e le idee piuttosto confuse…

… e siccome questo e’vvero in generale (!) delle idee di Faust, indipendentemente da las Malvinas di cui stavamo parlando… domando per curiosita’ a Peter…

quale dei tre, summenzionati, ti spiace di piu’… (… di Faust) la fede, la speranza o la carita’…?
Faust

143 controcorrente { 13.02.12 alle 16:51 }

Caro Uroburo,

direi che sia il caso di fare chiarezza, per quanto mi riguarda,sul problema Malvinas-Falkland.
Che il regime fascista argentino sia caduto anche per le conseguenze della guerra perduta è un fatto.
Che la Thacher abbia intrapreso la guerra per far cadere il regime fascista argentino “non esiste”.Nemmeno come conseguenza secondaria dell’azione.
Che combinazione, le due cose siano coincise è un altro fatto.
Di chi siano le Malvine è un cosa da appurare, per adesso sono Inglesi !
Nessuna di queste cose può “trascinare” a conseguenze logiche che affermino che chi dice che le Malvine sia argentine,deve essere per forza un “fascita”, almeno in questo caso.

cc
Siamo tutti contenti della caduta degli Ammiragli in Argentina!
Che una nave inglese ci abbia rimesso la fiancata durante lo scontro grazie ad un satellite sovietico, dimostra che nemmeno loro sono invulnerabili e non nemmeno fa il pari con l’affondamento del Gen Belgramo e la triste fine dell’equipaggio.
Che gli Inglesi come al solito si siano serviti dei mercenari Gurca è il solito fatto !
Semmai ,dimostra,che per fare le guerre moderne sul mare occorre una tecnologia all’altezza, di cui magari l’Argentina si potrebbe dotare in futuro , tanto per seguire una logica che al caro Rodolfo sta a cuore…(L’argentina o L’Inghilterra ) rompe in questo caso a seconda dei gusti.
Peter potrebbe poi sempre imbarcarsi a bordo e fare il radarista e schivare i missili secondo il “sitema italo-pugliese” che mi “dicono” all’avanguardia nel settore.

144 Uroburo { 13.02.12 alle 16:53 }

Cara signora,
i friulani sono dei paesanotti di montagna non diversi dai bergamaschi o dai valtellinesi (eccetera). Hanno qualche dote e molti difetti, come tutti. Come quasi tutte le popolazioni di montagna sono tenaci e frugali e non si risparmiano la fatica. Hanno come obiettivo di vita quello di uscire da una povertà atavica e spesso ci riescono pagando prezzi elevati in fatiche e disagi. I popoli di montagna sono tutti uguali in tutti i paesi d’Europa.
Capisce che la sua esaltazione a priori della furlanità mi fa molto sorridere e dopo un po’ mi risulta rettorica e fastidiosa. Proprio come il suo Mandi, che capisce solo lei.
Trovo anche inconguentemente fastidioso il suo nazionalismo sfegatato unito ad un campanilismo becero e beota: che hanno mai i friulani più dei trentini, valtellinesi, ossolani, valdostani ecc.? E se sono così straordinari che c’entrano con l’Ittaglia di cui ci rompe sempre le tasche?
Voli basso mia cara, si forbisca le labbra dalla copiosa bava e permetta a me di pulirmi le ginocchia dalla copiosa secrezione lattea. Meno rettorica e meno arie che non ne ha proprio nessuna ragione perchè in lei abitualmente la mano destra neppure sa che esiste una mano sinistra (o viceversa).
Quanto a me, io non mi reputo neppure senatore di me stesso, si figuri un po’ se mi ritengo senatore di questo blog dove sono pochissimo presente.
Come sempre lei spara a casaccio pur di vomitare la sua rabbia belluina.
Un saluto mia cara e stia di buon animo che la vita è breve. U.

145 peter { 13.02.12 alle 16:58 }

x CC

??????????

quale sarebbe il sistema italo-pugliese di schivare missili

Peter

146 Faust { 13.02.12 alle 17:01 }

Avere carita’ non vuol dire avere idee confuse,

…si caro Peter… vuol dire, vuol dire…
…quando incontri un pezzente, uno zingaro, un giovane o un vecchio clochard ubriaco o chiunque ti si para davanti con la mano tesa… hai le idee confuse e pensi a decidere che fare…

… acconferma della precisazione qui sopra… Non parlavo ne di generali fascisti ne della carita’ approposito de las Malvinas… ma di Faust

le idee confuse, oltresi’, affibiatemi da Peter al post sulle Malvinas, si riferisce addue modi diversi di vedere la stessa luna… ognuno, come ( la )vorrebbe che fosse…
Abbacchi & Braci
Faust

147 controcorrente { 13.02.12 alle 17:03 }

Se non l’hai capito fin’ora, temo che non lo capirai mai!
Di sicuro quindi se l ‘Alto Ammiragliato mi chiedesse un consiglio ,
sconsiglierei vivamente il tuo impiego in campo !

cc

148 Uroburo { 13.02.12 alle 17:13 }

Caro CC,
che la Tatcher abbia contribuito a mandare a casa i generali fascisti non può che farmi piacere. Se invece l’attuale governo democratico argentino ha delle rivendicazioni le faccia valere nelle sedi opportuna. A me le guerre piacciono poco e quelle di aggressione ancora meno, chiunque le faccia.
Ciò specificato, a me importa di quelle isole più o meno come mi importa del Friùl: nulla. Tuttavia l’argomentazione di Peter, che la popolazione vuole rimanere inglese, mi sembra difficilmente contrastabile.
Se invece vogliamo riferirci alla popolazione di 180 anni fa allora stiamo bene attenti perchè se valgono i 180 di quel territorio allora valgono anche i 1800 di Rodolfo.
Per me valgono i diritti attuali non quelli perdutisi nella notte dei tempi, altrimenti dovremmo annetterci la Francia perché faceva parte dell’Impero Romano.
Se l’Argentina pensasse di risolvere quel contenzioso sul piano militare io sarei contrario; proprio come lo sono a proposito della Palestina.

Per Faust
A me piace la carità.
La fede non è merce che mi riguardi molto e la speranza mi sembra per lo più inutile.
Io non credo né in Dio né negli dei (che per altro mi sono più simpatici) e non ho bisogno della speranza per vivere la mia vita, come sai. Vivo, non chiedo nulla e mi prendo quello che arriva senza tanto lamentarmi.
Un saluto a tutti U.

149 peter { 13.02.12 alle 17:15 }

x Faust

dato che sei pugliese anche tu, vuoi spiegarmi come schiveremmo i missili secondo il generale sabaudo?

Per darti un’altra risposta, spes ultima dea…
La speranza e’ sempre l’ultima a morire. Quindi fede e carita’ se ne vanno prima…

Peter

150 peter { 13.02.12 alle 17:17 }

x Uroburo

scusi neh, se non le importa nulla del Friuli vuol dire che non ha alcun senso di appartenenza nazionale, ed in cio’ non posso essere d’accordo

Peter

151 Anita { 13.02.12 alle 17:21 }

x Faust

Ma la popolazione delle Isole Falkland non vuole essere annessa all’Argentina.

Gli isolani vogliono essere indipendenti dall’Argentina, sono discendenti dei Brits che hanno lasciato in cerca di una nuova vita in terre lontane, proprio come hanno fatto molti in America, tranne quando sono arrivati ​​non c’era nessuno.
A differenza degli USA hanno scelto UNIONE, che non e’ colonialismo.

Vivono solo sotto la protezione del UK, perche’ sanno di essere in grado di proteggere la loro liberta’.

Ho letto diversi polls, il 78% vuole rimanere indipendente dall’Argentina.

Da anni si parla di annettere il mio Stato col Massachusetts, i cittadini hanno votato sonoramente NO!

Anita

152 controcorrente { 13.02.12 alle 17:42 }

Caro Uroburo,

vada per sedi opportune..per quello che valgono..ved ONU e questione palestinese…!
Che gli abitanti vogliano rimanere Britannici non ci piove.
Che L’argentina si possa imbarcare in una nuova guerra dubito assai (mica sono velleitari generali fascisti )un domani si vedrà ..dipende dalle forze che GB riuscirà a tenere nel continente anzi in mezzo al mare.
Non è questione di essere favorevoli o contrari a livello personale,tanto non cambia nulla.

cc

che mi siano più simpatici gli argentini degli Inglesi non ci piove, ma tanto non cambia nulla !

153 rodolfo { 13.02.12 alle 17:44 }

Per darti un’altra risposta, spes ultima dea…
La speranza e’ sempre l’ultima a morire. Quindi fede e carita’ se ne vanno prima…

Sbagliato. Chi di speranza vive disperato muore.
Credo di piu´alla fede che da´forza e all´iniziativa.
C´e´chi ha la speranza che qualcuno gli venga a spalare la neve sotto casa e quando e´troppo tardi per reagire rimane imprigionato per una settimana intera. L´altro invece ha fede, trova la forza… prende l´iniziativa…e ogni tanto durante la lunga nevicata esce fuori e si da´ da fare …quello stesso poi e´riuscito a liberare altri che vivevano di speranza…
“Abbiamo sperato tanto che qualcuno ci venisse a liberare” ….gia´..
Rodolfo

154 peter { 13.02.12 alle 17:45 }

x CC

in pratica, vedi che confermi cio’ che dicevo…se l’Argentina vuole le Falklands, che mandi la sua flotta a prenderle…
La ‘nostra’ e’ salpata da Portsmouth da un bel pezzo, o cosi’ mi dicono…sai, agli inglesi non piace farsi prendere alla sprovvista

Peter

155 rodolfo { 13.02.12 alle 17:51 }

Ne ho conosciuto tanti come Uroburo e letto anche tante storie.
All´ultimo momento quasi tutti pregano.
R

156 Faust { 13.02.12 alle 17:52 }

x Faust

dato che sei pugliese anche tu, vuoi spiegarmi come schiveremmo i missili secondo il generale sabaudo?

… penso che sia una battuta… sull’acqua del fiume…
come pugliese con licenza creativa… direi come li schiverei io… sapendo dell’imminente arrivo di missili su casa mia… cucinerei orecchiette e cime di rape…poi telefonerei a cc, e gli chiedo se sa cavalcare un missile, oltre alle solite cavalline storne… e lo inveterei avvenire ammangiare in missile-stop… scendere al volo alla fermata dei missili, a 100 metri da casa mia… so che ai missili non piacciono le cime di rape… e al solo profumo cambiano rotta e salgono in cielo…

se non l’hai capito… stai tranquillo, penso che neanche cc ha capito quel che ha scritto mentre batteva l’acqua del fiume… convinto di battere sulla tastiera del blog… non so quante volte devo ripetergli che l’acqua si batte nel mortaio e non sulla tastiera del pc…
ciao caro…
Faust

157 rodolfo { 13.02.12 alle 18:04 }

Per schivare missili o pericoli basta munirsi di un grosso tamburo e fare fracasso.
So che cosi…. in un certo paese… scappavano come conigli…basta avere fede e iniziativa.
Rodolfo

158 controcorrente { 13.02.12 alle 18:19 }

Ma sai ,caro peter…
non è importante aver ragione ..sui fatti attualistici o sulle realtà che ci si parano innanzi nell’immediatezza, anche Lapalisse diceva che un secondo prima di morire era ancora vivo.
E’ inconfutabile però che un secondo dopo era morto
Ed aveva ragione , come vedi in entrambi i casi!
Cosi come sicuro che Faust non capirà quello che dico !
Però mi spiace, ma a me le orecchiette con Cime di rapa non piacciono, ma non per questo ho dei problemi con i Pugliesi.

Come vedi la verità è ambigua in fatto di vivi e di morti,così vale per i fatti storici come per le orecchiette con le cime di rapa ed i missili intercontinentali

cc

159 controcorrente { 13.02.12 alle 18:23 }

Rudy rabbi,
non avevo dubbi sul tuo”metodo”, come suoni Tu il tamburo non lo suona nessuno!
L’importante è non fare la fine di chi partì per suonare e finì suonato come un tamburo.
Capita sovente sai , c’è pure scritto nella Bibbia, ma non mi chiedere il versetto ..non lo ricordo !

cc

160 controcorrente { 13.02.12 alle 18:26 }

Da noi si dice lavare la testa all’asino ,equivalente di pestare l’acqua nel mortaio..Caro Faust..perdi del tempo e sprechi del buon sapone !!

cc

161 Faust { 13.02.12 alle 18:34 }

Cosi come sicuro che Faust non capirà quello che dico !

… non sempre, ipost qui sopra li ho capiti… quando non ti distrai scrivi e capisco… non capisco quando scrivi e pensi ad altro mentre scrivi… ciao caro!
Faust

162 controcorrente { 13.02.12 alle 18:39 }

Lo so che avevi capito “mio buon diavolaccio” infatti il mio 159, né è la dimostrazione
ciao !

cc

163 controcorrente { 13.02.12 alle 18:41 }

Odo al centro squilli di trombe, alla mia destra un rullar di tamburi..oddio che paura !

cc

164 rodolfo { 13.02.12 alle 19:00 }

Ti sei dimendicato quella che ami …la sinistra….al suo posto ci hai infilato il centro…

165 controcorrente { 13.02.12 alle 19:47 }

Bisogna sempre tenere una mano libera…per suonare ..!!
Sennò che concerto è !

cc

166 Cerutti Gino { 13.02.12 alle 20:53 }

Ratzinger: “Fa freddo, ma presto tornerà la primavera”.
Per una volta scienza e fede coincidono.

“Fa talmente freddo che i tunisini vengono con i pattini”.

(da Spinoza.it)

167 carlino { 13.02.12 alle 20:56 }

Report of the Head of the League of Arab States Observer Mission to Syria for the Period from 24 December 2011 to 18 January 2012
by the League of Arab States Observer Mission to Syria
Excerpt:

26. In Homs and Dera’a, the Mission observed armed groups committing acts of violence against Government forces, resulting in death and injury among their ranks. In certain situations, Government forces responded to attacks against their personnel with force. The observers noted that some of the armed groups were using flares and armour-piercing projectiles. 27. In Homs, Idlib and Hama, the Observer Mission witnessed acts of violence being committed against Government forces and civilians that resulted in several deaths and injuries. Examples of those acts include the bombing of a civilian bus, killing eight persons and injuring others, including women and children, and the bombing of a train carrying diesel oil. In another incident in Homs, a police bus was blown up, killing two police officers. A fuel pipeline and some small bridges were also bombed. 28. The Mission noted that many parties falsely reported that explosions or violence had occurred in several locations. When the observers went to those locations, they found that those reports were unfounded. 29. The Mission also noted that, according to its teams in the field, the media exaggerated the nature of the incidents and the number of persons killed in incidents and protests in certain towns. . . . 44. In Homs, a French journalist who worked for the France 2 channel was killed and a Belgian journalist was injured. The Government and opposition accused each other of being responsible for the incident, and both sides issued statements of condemnation. The Government formed an investigative committee in order to determine the cause of the incident. It should be noted that Mission reports from Homs indicate that the French journalist was killed by opposition mortar shells. . . . 73. The Mission noted that the Government strived to help it succeed in its task and remove any barriers that might stand in its way. The Government also facilitated meetings with all parties. No restrictions were placed on the movement of the Mission and its ability to interview Syrian citizens, both those who opposed the Government and those loyal to it. 74. In some cities, the Mission sensed the extreme tension, oppression and injustice from which the Syrian people are suffering. However, the citizens believe the crisis should be resolved peacefully through Arab mediation alone, without international intervention. Doing so would allow them to live in peace and complete the reform process and bring about the change they desire. The Mission was informed by the opposition, particularly in Dar’a, Homs, Hama and Idlib, that some of its members had taken up arms in response to the suffering of the Syrian people as a result of the regime’s oppression and tyranny; corruption, which affects all sectors of society; the use of torture by the security agencies; and human rights violations. 75. Recently, there have been incidents that could widen the gap and increase bitterness between the parties. These incidents can have grave consequences and lead to the loss of life and property. Such incidents include the bombing of buildings, trains carrying fuel, vehicles carrying diesel oil and explosions targeting the police, members of the media and fuel pipelines. Some of those attacks have been carried out by the Free Syrian Army and some by other armed opposition groups.

tutto il rapporto su http://mrzine.monthlyreview.org/2012/al030212.html

168 Linosse { 13.02.12 alle 21:18 }

X C.G. 165
Anni terribili per Roma
1527,maggio il sacco di Roma per l’intervento del disastroso lanzichenecco ,mercenario alemanno
2012, febbraio il blocco di Roma per l’ intervento dell’alemanno altro disastroso mercenario e peggiore del lanzichenecco
L.

169 Vox { 13.02.12 alle 21:45 }

Per quelli che scambiano wishful thinking per verita’ rivelata:

1. EUROGENDFOR

Forza di gendarmeria europea (Eurogendfor o EGF) è il primo Corpo militare dell’Unione europea a carattere sovranazionale. La EGF è composta da forze di polizia ad ordinamento militare dell’UE in grado di intervenire in aree di crisi, sotto egida NATO, ONU, UE o di coalizioni costituite “ad hoc” fra diversi Paesi.

Il 18 ottobre 2007 viene firmato il trattato di Velsen, in Olanda, dai Paesi che sono dotati di Polizie militari: Francia (Gendarmerie), Spagna (Guardia Civil), Portogallo (Guardia nacional) e Olanda (Marechaussée) e, per l’Italia, i Carabinieri. Il trattato, di 42 articoli, disciplina compiti e poteri della Eurogendfor.

Il Trattato di Velsen è stato ratificato al Senato il 4 marzo 2010 con la legge 3083 – A.

Il coordinamento politico-militare della Gendarmeria europea è affidato al CIMIN, con sede a Vicenza (preso la caserma dei carabinieri «Generale Chinotto»)

La EGF non è sottoposta al controllo dei Parlamenti nazionali o del Parlamento europeo, risponde direttamente ai Governi, attraverso il citato CIMIN.
[Vedi Wikipedia]

2.POLIZIA ANTISOMMOSSA STRANIERA FORSE GIA’ OPERATIVA IN GRECIA

l’UE ha la sua polizia anti-sommossa in grado di operare in qualsiasi paese Europeo, senza rispondere direttamente a nessuno di essi

Si chiama Gendarmeria Europea (Eurogendfor). Ha la sua base in Italia, ma è finanziata e gestita dai sei paesi firmatari che sono Francia, Italia, Olanda, Spagna, Portogallo e Romania.
La Gendarmeria è appositamente istituita per affrontare sommosse e disordini civili e, come enuncia il Trattato, deve essere… esclusivamente composta da elementi delle forze di polizia a statuto militare.

I tagli in Grecia sono intimamente legati con il salvataggio delle banche Francesi e Tedesche, nonché con i proprietari Greci delle banche Greche. Il popolo Greco sta manifestando da mesi contro il “salvataggio”. Il governo Greco ha ignorato il suo popolo e ha scelto di eseguire gli ordini delle élites della UE, del FMI, della BCE e della maggior parte di tutte le banche a livello globale.

Ora si presume che una forza anti-sommossa militarizzata non-Greca [da fonti greche e testimoni oculari ad Atene] potrebbe essere arrivata per imporre l’austerità.

Quali ordini stanno davvero eseguendo? Gli interessi di chi starebbero servendo? Forse delle banche? La classe finanziaria ha ormai un proprio personale di polizia anti-sommossa da spedire ovunque la gente tenti di sfidarla, e dove la polizia locale può non essere abbastanza ‘affidabile’ al servizio degli interessi sovra-nazionali delle banche?
Naturalmente questo non è il ruolo per cui Eurogendfor è stato istituito. Ma è questo il modo in cui funziona in realtà?[...]

David Malone
documentarista della BBC
autore di Debt Generation

Fonte: golemxiv.co.uk
limk: golemxiv.co.uk/2011/10/foreign-riot-police-now-operating-in-greece

3. Il progetto di accorpare tutte le forze di polizia (CC inclusi) non e’ nuovo. Ne parla qui sotto Libero (pensa un po’). Pur attribuendo ai CC un’efficienza che personalmente non vedo, l’articolo dice chiaramente che questo progetto esiste. Che poi venga realizzato o no, e’ un altro paio di maniche.

da “Prove tecniche di golpe istituzionale”
[...] un eventuale assorbimento della Benemerita [CC] nell’ambito del Ministero dell’Interno… porterebbe inevitabilmente ad un’unificazione dei diversi Corpi di polizia, in aperta contraddizione sia con i criteri di garanzia democratica (un solo corpo di polizia infatti non li offre e questa è una caratteristica peculiare dei regimi totalitari), sia con il dettato della 121/81 e la sua precisa scelta di disporre di due forze di polizia a competenza generale, una civile ed una militare, coordinate dall’Autorità di PS.
A tutto ciò si dovrebbe aggiungere l’intrinseca incongruenza di un provvedimento che comporterebbe l’assorbimento e/o l’asservimento dell’organismo di polizia più efficiente in un altro sicuramente meno efficiente e quindi incapace di gestire una struttura più grande e complessa.

[...] il progetto di cancellare, di fatto, una Istituzione come l’Arma dei Carabinieri, progetto vecchio e più volte tentato da altri, più illustri politici, abbia avuto una brusca accelerazione proprio da questo Governo [...]

mondoliberonline.it/prove-tecniche-di-golpe-istituzionale/12017/

170 carlino { 13.02.12 alle 21:54 }

LA SIRIA ATTRAVERSO UNO SPECCHIO, OSCURO
I PEPE ESCOBAR
Asia Times Online
L’attuale dramma in Siria è ben lontano dalla solita contrapposizione hollywoodiana tra “buoni e cattivi”. La sospensione della missione di osservazione della Lega Araba; il doppio veto di Russia e Cina al Consiglio di Sicurezza dell’ONU; l’incremento delle violenze soprattutto a Homs e in alcune zone di Damasco: tutto questo porta il mondo in via di sviluppo a temere una rivolta armata appoggiata dall’Occidente per poter replicare il caos libico, un paese “liberato” ora è in mano alle milizie armate. Una guerra civile in Siria aprirebbe la porta a una conflagrazione regionale terribile.
Cerchiamo di vederci più chiaro.

1. Perché il regime di Bashar al-Assad non è caduto?

Perché la maggioranza della popolazione siriana ancora lo sostiene (il 55%, in base a un sondaggio che risale di metà dicembre finanziato dalla Qatar Foundation). Vedi l’articolo “Arabs want Syria’s President Assad to go – opinion poll” [1], e notate come il titolo sia fuorviante.
Assad può contare sull’esercito (gli alti gradi non hanno disertato), sull’élite imprenditoriale e sulla classe media delle grandi città, Damasco e Aleppo, sui sunniti laici con un buon livello di istruzione, e su tutte le minoranze, dai cristiani, ai curdi, ai drusi. Persino i siriani che sono favorevoli al cambio di regime – che non siano estremisti islamici – rifiutano le sanzioni occidentali e il bombardamento umanitario stile NATO.

2. Assad è “isolato”?

Per quanto il Segretario di Stato Hillary Clinton possa sperarlo, per quanto la Casa Bianca sottolinei che “Assad deve subito cessare la campagna di omicidi e di crimini contro il suo popolo” e “deve farsi da parte”, no, Assad non è isolato. I sostenitori del cambio di regime nella “comunità internazionale” sono formati dalla NATOCCG (North Atlantic Treaty Organization-Consiglio per la Cooperazione del Golfo) o, per essere più specifici, da Washington, Londra, Parigi e dagli emirati del Golfo Persico, in particolare la Casa di Saud e il Qatar.
La Turchia sta conducendo un gioco davvero ambivalente; ospita un centro di comando e controllo della NATO nella provincia di Hatay, vicino al confine siriano, e allo stesso tempo offre l’esilio ad Assad. Persino Israele non sa che fare; preferisce il diavolo che già conosce a un regime post-Assad imprevedibilmente ostile guidato dai Fratelli musulmani.

Assad è appoggiato dall’Iran; dal governo di Baghdad (l’Iraq si è rifiutato di imporre le sanzioni), dal Libano (idem) e soprattutto dalla Russia (che non vuole perdere la base navale di Tartus) e dalla Cina partner commerciale. Ciò significa che l’economia siriana non verrà strangolata dalle sanzioni (per di più, il Paese è abituato a vivere sotto le sanzioni e non deve preoccuparsi del debito nazionale). Il gruppo dei BRICS è stato adamantino: la crisi siriana deve essere risolta solo dai siriani.

3. Qual è il gioco dell’opposizione?

Il Consiglio Nazionale Siriano (CNS), un gruppo ombrello guidato dall’esule parigino Barhoun Galyan, pretende di rappresentare tutte le forze dell’opposizione. In Siria, la sua credibilità è traballante. Il CNS è affiliato all’Esercito della Siria Libera (ESL), composto da disertori sunniti armati, ma più che altro frammentato in bande armate, alcune delle quali infiltrate dai mercenari del Golfo. Perfino il rapporto della Lega Araba ha dovuto ammettere l’ESL sta uccidendo civili e le forze di sicurezza, sta bombardando edifici, treni e tubazioni.

L’opposizione armata non ha un comando centrale, è essenzialmente locale e non possiede armi pesanti. L’opposizione civile è divisa, e manca di un qualsiasi programma politico, al di là del ritornello “il popolo vuole la caduta del regime”, prendendo l’aire da piazza Tahrir.

4. Come sono divisi tra loro i siriani?

Coloro che sostengono il regime vedono una cospirazione americano/sionista – con la Turchia e parte dell’Europa come extra – che ha lo scopo di disgregare la Siria. E considerano le bande di “terroristi” armati – infiltrate dall’estero – come le sole responsabili delle peggiori violenze.

I dissidenti e la frammentata opposizione civile erano sempre stati pacifici e disarmati. Hanno poi iniziato a ricevere protezione dai disertori, che hanno portato con sé armi leggere. Tutti liquidano la versione del governo come pura propaganda. Per loro i veri “terroristi” armati sono i sabbiha – gang paramilitari assassine, pagate dal regime. I sabbiha (che significa “fantasmi”) sono di solito descritti come alawiti, cristiani e drusi, adulti ma anche adolescenti, che portano occhiali scuri, scarpe da ginnastica bianche, fasce al braccio colorate, e sono con coltelli, manganelli e tra loro usano nomi finti; i dirigenti sono soggetti palestrati che girano in Mercedes.

Persino i raduni di massa hanno le loro divisioni. Per rispondere alle manifestazioni di protesta (muzaharat) il regime ha organizzato delle processioni (masirat). Non è chiaro se i partecipanti fossero dipendenti del servizio pubblico che erano stati obbligati o persone mosse da una decisione spontanea. I media di stato siriani descrivono i manifestanti come agenti provocatori o mercenari, e non danno voce alla rabbia di coloro che vivono in uno stato di polizia senza alcuna libertà politica.

Un ulteriore fattore di divisione è il fatto che la conta bilancio delle vittime delle Nazioni Unite, più di cinquemila, fino a questo momento, non identifica le vittime a favore del regime e gli oppositori, e ignora gli oltre soldati dell’esercito siriano che sono stati uccisi (I funerali sono trasmessi dalla TV praticamente ogni giorno).

5. Cosa ne pensano i cristiani?

L’Occidente Cristiano – che adorava fare acquisti nel suk Damasco – dovrebbe fare attenzione a cosa pensano i cristiani siriani di queste proteste. Temono che sunniti al potere potrebbero reprimere le minoranze (non solo loro, ma anche i drusi e gli alawiti). Considerano che molti tra i sunniti siano una fanatici islamisti “ignoranti” e “arretrati”, senza la minima cognizione della democrazia, dei diritti umani o della possibilità di un lento percorso di trattative verso la democrazia.

Questa mucchio di analfabeti, secondo i cristiani, vive nella periferia, non hanno alcun rispetto (o comprensione) della vita nelle grandi città, sostiene la violenza delle bande armate e si auspica uno Stato islamico (a proposito, proprio quello che la Casa di Saud vuole per la vogliono Siria). A loro volta, i sunniti laici criticano i cristiani, evidenziando che la gran parte dei è composta da sono uomini d’affari, imprenditori e persone dalla mentalità liberale, che sicuramente non vogliono uno Stato islamico. Deve essere sottolineato che l’opposizione è transconfessionale, e non ci sono cristiani o alawiti.

6. Qual è la strategia occidentale?

Borzou Daragahi dal Financial Times ha appena confermato che le milizie di Misurata, in Libia, hanno annunciato la morte di tre mercenari libici in Siria. Questi individui del Consiglio Nazionale di Transizione libico sono atterrati arrivati in Siria – insieme alle armi prelevate dagli arsenali di Gheddafi – grazie ai cargo della NATO.

Oramai da mesi, come ha riferito da Asia Times Online, le forze speciali francesi e britanniche stanno addestrando i combattenti a Iskenderun, nella Turchia meridionale. La Central Intelligence Agency si occupa dei servizi di intelligence e delle comunicazioni.

L’ESL sta sfruttando l’ultra-poroso confine turco-siriano per i propri scopi. La Turchia ha costruito diversi campi profughi e Ankara ospita i dirigenti del Consiglio Nazionale Siriano e dell’Esercito della Siria Libera. C’è anche il fronte giordano, il collegamento con la città di Daraa, islamica (e conservatrice). Ma il confine sirio-giordano è infestato di mine e pesantemente pattugliato, costringendo a una giro di duecento chilometri nel mezzo del deserto.

La maggior parte dei combattenti dell’ESL fa la spola col Libano. La rotta privilegiata per il contrabbando è quella che va dalla parte settentrionale della valle della Beqa’ nel nord del Libano fino alle roccaforti dell’opposizione, le città a maggioranza sunnita di Homs e Hama. C’è un’altra rotta dal centro della valle della Beqa’ e va a sud fino alla periferia di Damasco (e ciò spiega come vengano rifornite le roccaforti dell’opposizione). Ma la cosa è davvero pericolosa, perché Hezbollah alleato della Siria, è molto potente in questa valle.

7. Chi sta vincendo?

Ancora una volta Assad ha promesso – questa volta al Ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov – una nuova costituzione e le elezioni in estate. Per quanto esitante, è un tentativo di riforma.

Ma le solite “fonti governative” anonime hanno già fatto trapelare alla CNN che la Casa Bianca ha chiesto al Pentagono di simulare uno scenario di guerra per un possibile intervento militare degli Stati Uniti a favore dei ribelli. Quindi, un intervento NATOCCG è ancora una possibilità concreta. Un’operazione false flag, di cui verrebbe incolpato il regime di Assad, potrebbe essere il perfetto casus belli.

8. E il legame Siria-Iran?

La Siria è fondamentale per la sfera d’influenza iraniana nell’Asia sud-occidentale, il fianco orientale della nazione araba. I membri del BRICS Russia e Cina vogliono mantenere lo status quo, perché ciò implicherebbe un equilibrio di forze in grado di tenere sotto controllo bada l’egemonia americana nella regione. Per la Cina, la continuità nelle forniture petrolifere dall’Iran è una questione di estrema sicurezza nazionale. Inoltre, se gli Stati Uniti rimarranno bloccati in Medio Oriente, le puntate dell’amministrazione Obama e del Pentagono in Asia, e soprattutto sul Mar Cinese Meridionale,dovranno rallentare.

La gran parte delle élite di Washington considera il cambio di regime in Siria un sistema fondamentale per danneggiare l’Iran. La questione va ben oltre la Siria. Tutto questo riguarda la distruzione del regime iraniano, che non è certo una satrapia occidentale; i flussi energetici che vanno dal Medio Oriente all’Occidente; la presa occidentale sul Consiglio di Cooperazione del Golfo e l’intersezione tra i mondi arabo e persiano; la preservazione del ruolo del petrodollaro. Siria-Iran è uno scontro titanico tra NATOGCC e Russia/Cina, per cercare di espellerle dal Medio Oriente. La dottrina della Full Spectrum Dominance del Pentagono è viva più che mai, proprio mentre gli sciacalli e le iene continuano a guaire.

Ma si sa Pepe Escobar lavora per Russia Today

171 Vox { 13.02.12 alle 21:55 }

Il fatto stesso che sia stata creata e resa operativa una struttura di polizia europea sovranazionale e non soggetta ai parlamenti e’ estremamente grave e lascia spazio a congetture preoccupanti per il futuro.

In Grecia, oltre il 65% delle forze di polizia si sono schierate col popolo, dunque il governo “tecnico” che vuole implementare le nuove regole dettate dalla Troika EU, FMI e BCE (22% di tagli agli stipendi minimi e alle pensioni, tagli micidiali a varie strutture sociali come la sanita’ e l’istruzione, la privatizzazione selvaggia di beni pubblici, ecc., in pratica come da noi) si vede accerchiata e insicura.

Lo stesso potrebbe presto avvenire in tutti gli altri paesi colpiti dalla crisi creata dalle banche e questo vuol dire che i governi dei banchieri, come abili giocatori di scacchi, hanno gia’ ben previsto di rischiare situazioni analoghe a quella greca e si sono messi al sicuro con un’organizzazione poliziesca sovranazionale che risponda solo ai loro stessi governi, bypassando i parlamenti (si vede com’e’ democratica questa Europa)

172 Vox { 13.02.12 alle 22:00 }

@ Caro Uro,
sul tema della crisi e della rinascita dell’Argentina ti vorrei consigliare di ascoltare l’analista di politica ed economia argentino Adrian Salbuchi (lo trovi facilmente su google), il quale dimostra in modo molto razionale come e perche’ l’economia dell’Argentina si sia risollevata.

173 Vox { 13.02.12 alle 22:05 }

@ Carlino
Grazie per il post

174 Vox { 13.02.12 alle 22:29 }

Un messaggio dall’Argentina: il nostro sostegno al popolo greco!

di Adrian Salbuchi

Nel momento in cui gli argentini, oggi, guardano il telegiornale e vedono le cose terribili che accadono in Grecia, non possono che dire “Hey, è IDENTICO all’Argentina nel dicembre 2001 e l’inizio del 2002…!”. All’epoca, l’Argentina subì il suo peggiore collasso a livello monetario, del sistema bancario e del debito pubblico, che portò a tumulti, violenza folle, proteste e guerra sociale. L’agitazione fu così dannosa da costringere alle dimissioni il Presidente Fernando de la Rua, soprattutto a causa del suo famigerato Ministro dell’Economia pro-cartelli bancari, Domingo Cavallo, generando un vuoto politico che portò l’Argentina ad avere cinque (ben cinque!!) presidenti in quell’ultima terribile settimana di dicembre 2001.

La scintilla del caos sociale in Argentina fu il tentativo del Presidente de la Rua di attuare le misure di austerità, evidentemente ingiuste, imposte dal FMI che richiedeva, come al solito, il massimo sacrificio da parte della popolazione – più tasse, meno spese sociali, “budgets bilanciati”, nessuna spesa in disavanzo, ed altre misure anti-sociali – che causarono un crollo del PIL argentino di quasi il 40%.

Metà della popolazione precipitò al di sotto della soglia di povertà (molti non fecero mai ritorno alla tradizionale classe media argentina), alle banche private fu concesso di trattenere legalmente i risparmi della gente, i depositi in dollari USA furono cambiati in pesos in modo del tutto arbitrario a qualsiasi tasso di cambio deciso dalle banche o dal governo (il dollaro fu svalutato del 300%, da un peso al dollaro a 4 pesos al dollaro nel giro di poche settimane) eppure… nemmeno una banca è crollata! Infatti, da allora sono tutte di nuovo “in affari come sempre”, mentre i poveri e gli impoveriti sono completamente esclusi dal campo.

In Argentina, nel corso di 25 anni di governi provvisori, il Cartello Bancario Internazionale guidato dal FMI ha generato un Debito Pubblico fondamentalmente illegale – o al massimo, illegittimo – che è cresciuto in maniera enorme, finendo per far collassare l’intero sistema economico-finanziario.

Non fu una coincidenza. Faceva parte di un modello altamente complesso, architettato al fine di controllare interi paesi, tramite un ciclo a fasi sequenziali e stadi ben identificabili con un solo scopo principale: quando l’economia viene alimentata al fine di attuare una “modalità di crescita” artificiale, l’insieme di tutti i profitti viene privatizzata nelle mani dei suoi “amici”, managers e operatori. Tuttavia, quando l’intero schema – come ogni schema Ponzi truffaldino – raggiunge il suo culmine ed il collasso totale è a portata di mano, allora invertono il processo e socializzano tutte le perdite.

Questo è quanto ha fatto Mr. Cavallo – un protetto di Rockefeller – garantendo che il popolo argentino avrebbe sostenuto le perdite, mentre i banksters internazionali riscuotevano tutti i profitti.

I media mainstream – locali e globali – ringraziarono; il New York Times arrivò addirittura a suggerire che l’intera Patagonia (vale a dire le 5 province meridionali dell’Argentina, che ricoprono il 35% del suo territorio e godono di un incommensurabile benessere in termini di energia, miniere, risorse idriche ed alimentari) doveva staccarsi dal resto del paese per poter “risolvere i suoi guai col debito estero”…

questa era l’Argentina del 2001/2002; ma non è anche il caso dell’americano odierno che pagando le tasse soccorre Goldman Sachs, CitiCorp, e GM mentre perde la sua casa, la sua pensione, il suo lavoro? Non è ciò che sta accadendo alla Grecia oggi? E l’Islanda? Il Regno Unito? L’Irlanda? E – prima o poi – Spagna? Portogallo? Italia?…

Oggi, guardiamo la Grecia e vediamo gli stessi segnali spia: il FMI che impone rigide misure di austerità come condizione delle banche per ottenere più prestiti (come se un paese che collassa sotto il peso del debito potesse superarlo indebitandosi ancor di più!!), i media di regime che parlano con enfasi del bisogno della “Grecia di comportarsi in maniera corretta e responsabile” (come se la FED [Banca Centrale Americana, ndt], la banca di Inghilterra, Goldman Sachs, Bankfein, Greenberg fossero esempi di affidabilità e responsabilità), i governi locali provvisori che fanno tutto ciò che gli è possibile nell’interesse delle banche (…), le grandi banche come Goldman Sachs che provano a recuperare ciò che gli è dovuto nel mezzo dei disagi e delle rivolte; tutto questo ha per sfondo cittadini disperati che scendono in strada per esprimere ciò che è chiaro a tutti: i banchieri internazionali ed i governi provvisori locali costituiscono una complessa associazione di ladri e rapinatori.

Poi accade l’inevitabile: il governo manda la polizia in strada per proteggere i bancari, se stesso e gli interessi dell’élite del potere del Nuovo Ordine Mondiale.. Poi la violenza dilaga, la gente resta ferita o uccisa.. la povera (polizia) combatte contro la povera (gente), mentre i ricchi al sicuro osservano da lontano sogghignando.

Non fate errori: questo è un modello mondiale.
Non c’è NESSUNA democrazia, neanche ad Atene, la sua terra madre.

Quello che noi subiamo in tutto il mondo – che sia in Grecia, Argentina, Brasile, Indonesia, Spagna, Islanda, Stati Uniti o Inghilterra – è un sistema meccanico di conteggio dei voti, che dipende completamente da enormi quantità di denaro, necessarie a finanziare costose campagne politiche, comprare la copertura di radio, tv e stampa, pagare rozze strutture di partiti politici, giornalisti, analisti, ed ovviamente anche i ben commercializzati candidati stessi: una vasta schiera di fantocci decrepiti, di cui leggiamo ogni giorno sui giornali: Bush, Blair, Papandreou, Obama, Clinton, Menem, Kirchner, Lula, Uribe. Sarkozy, Rodriguez Zapatero, Merkel…

Ciò che abbiamo è una “democrazia” completamente assoggettata al denaro, anche se dobbiamo ancora capire che il denaro NON è democratico (e neanche dovrebbe). Il denaro è controllato dalla mega-struttura bancaria che usa il FMI, la Banca Mondiale, la FED, la BRI, la BCE come sue entità di regolazione globale, e paga al fine di gestire l’intero “show democratico”. Quindi, alla fine abbiamo “la miglior democrazia che il denaro possa comprare”.. che non è affatto una democrazia…
voltairenet.org/_Adrian-Salbuchi_?lang=it

175 Vox { 13.02.12 alle 23:09 }

L’ARGENTINA SFIDA IL FONDO MONETARIO…
…E IMPARTISCE UNA LEZIONE DI ECONOMIA ALLA GRANDE FINANZA

Tre anni dopo il collasso della economia argentina sotto il peso delle ricette per lo sviluppo fornite dal FMI e dalla Banca Mondiale, la ripresa in sboccio della nazione sud-americana sbalordisce gli osservatori internazionali. Sfidando le prescrizioni del FMI, il presidente Kirchner ed i suoi consiglieri economici avevano detto ai creditori di mettersi in coda ed attendere, mentre si ricostruiva l’economia a partire dal punto piu’ basso…

Il saccheggio dell’ Argentina da parte della finanza internazionale e la susseguente disintegrazione della sua economia nel dicembre 2001 e’ solo uno degli esempi di quale sia stata la politica ufficiale del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale per decenni: indebitare le nazioni in sviluppo garantendo enormi prestiti per progetti che beneficano gli appaltatori stranieri piuttosto che l’economia locale, raccogliere i rimborsi e, quando avviene il del tutto prevedibile default finanziario, passare alla spremitura per “aprire la nazione alla economia di mercato”. Abbassare le paghe, eliminare ogni sussidio sociale, aprire i servizi di base alla competizione multinazionale e cedere le materie prime a prezzi di svendita…

Come si comportarono gli Argentini ? Ripudiarono il “buon consiglio” ed iniziarono a lavorare nella propria nazione, convincendosi che l’economia di un paese non viene costruita con investimenti internazionali, quanto piuttosto con produzione e consumi realizzati proprio all’interno di esso.

newmediaexplorer.org/

LA RIPRESA ECONOMICA ARFENTINA SFIDA LE PREVISIONI

Quando l’economia argentina collasso’ nel dicembre 2001, le previsioni da giorno del Giudizio Universale abbondavano. A meno che essa adottasse politiche economiche ortodosse e siglasse velocemente un accordo con i suoi creditori stranieri, certamente sarebbe seguita una super-inflazione, il peso sarebbe diventato senza valore, investimenti e riserve di valuta estera sarebbero svaniti ed ogni prospettiva di crescita sarebbe stata soffocata.

Ma tre anni dopo che l’Argentina dichiaro’ un default per un debito record di più di 100 miliardi di dollari, il piu’ largo nella storia, l’apocalisse non e’ arrivata.

Invece l’economia e’ cresciuta del + 8 % annuale per due anni consecutivi, le esportazioni sono parecchio cresciute, la moneta e’ stabile, gli investitori stanno gradualmente ritornando e la disoccupazione e’ calata dai livelli record – il tutto senza un accordo relativo al debito, ne’ le misure standard richieste dal Fondo Monetario Internazionale per concedere la sua approvazione.

La ripresa argentina è stata innegabile, ed e’ stata raggiunta almeno in parte ignorando e persino sfidando l’ortodossia economica e politica.

Mentre altre nazioni continuano tuttora a zoppicare, l’Argentina sta sperimentando una crescita molto sana, senza che alcun segno indichi che essa non possa continuare, ed essi hanno ottenuto questo risultato senza essere costretti a fare alcuna concessione per ottenere l’arrivo di capitale straniero…
“Le cose non sono assolutamente tornate normali, ma abbiamo acquisito la sensazione di essere tornati sulla strada giusta” – ha affermato Mario Alberto Ortiz, un riparatore di impianti di refrigerazione…

la svolta in Argentina ha inspirato un tale senso di confidenza che il governo non solo parla di tagliare i suoi ultimi legami con il FMI, ma anche insiste che ogni rimborso ai possessori di obbligazioni debba essere condizionato al protrarsi della buona salute economica dell’Argentina…
francescocaselli.blogspot.com

Cooperative autogestite dei lavoratori

Mentre l’economia collassava, molti imprenditori ed investitori stranieri ritirarono tutto il loro denaro dall’Argentina per mandarlo oltremare. Di conseguenza, diverse piccole e medie imprese chiusero per mancanza di capitali intensificando così la disoccupazione. Alcuni lavoratori di queste compagnie, trovandosi di fronte ad un’improvvisa perdita del posto di lavoro e senza nessuna fonte di reddito, decisero di mettersi in proprio. Aprirono così nuove imprese, senza la presenza dei vecchi capi e dei loro capitali, nella forma di COOPERATIVE autogestite
it.wikipedia.org/wiki/Crisi_economica_argentina#La_ripresa

176 Vox { 13.02.12 alle 23:28 }

COSA CI HA GUADAGNATO LA GRECIA ?
di M. Blondet

Bancarotta inevitabile (e ora indifferente all’EU: : il fallimento greco non è più una minaccia per la zona euro. I tre anni di negoziati e austerità devastanti che il governo greco ha concesso ai suoi creditori, nel vano tentativo di restare nell’euro, ha regalato ai banchieri il tempo per liberarsi dei titoli del debito greco, e divincolarsi dalla stretta del debitore).

La Grecia poteva evitarlo, se avesse detto NO alla Troika fin dal principio.

Conclusione: la Grecia avrebbe fatto meglio a fallire prima. Tre anni fa. Dare un calcio alla “Troika” e alle sue interessate terapie di “risanamento”, rifiutare gli “aiuti” a caro interesse, e cessare i pagmenti alle banche tedesche e francesi – subito, quando ancora aveva un po’ di carne attaccata alle ossa. Avrebbe affrontato la bancarotta, e il ritorno alla dracma, con qualche energia in più da spendere nella stretta di cinghia che avrebbe preparato il rilancio. Rilancio che sarebbe avvenuto sicuramente, dopo due o tre semestri, con la riacquistata competitività: basti pensare che il turismo, che conta per il 16% del Pil, avrebbe avuto una ripresa tumultuosa grazie alla dracma debole. E così i noli navali, l’altro cespite nazionale.

La lezione dovrebbe servire anche per l’Italia, come per Spagna, Portogallo e Irlanda. E’ inutile accettare rigori e austerità per continuare a servire un debito impagabile.

Meglio accettare l’austerità auto-imposta dal default sovrano, ugualmente trragica, ma che prepara al rilancio e alla crescita, che insistere con tagli, svendita (privatizzazioni) e austerità che non danno prospettive, e pagare il prezzo della perdita di sovranità.

…Nel tenebroso caos che la Grecia deve adesso affrontare da sola, c’è un solo raggio di luce, ancorchè paradossale: ed è che la polizia greca sta facendo causa comune con i rivoltosi…
http://www.rischiocalcolato.it/2012/02/cosa-ci-ha-guadagnato-la-grecia-maurizio-blondet.html

177 Vox { 13.02.12 alle 23:33 }

Dovremmo uscire nelle strade anche noi, per aiutare i fratelli greci e per cercare di scrollarci di dosso il governo dei banchieri, prima che sia troppo tardi.

Ma il popollo italiano dorme, convinto che Monti sia il salvatore della patria, solo perche’ “non e’ come B.”
E invece lo e’. Nella sostanza, forse e’ ancora peggio.

178 Vox { 14.02.12 alle 0:32 }

ULTIME DALLA GRECIA

Occupazione di una stazione TV

Twitter censura la ribellione greca (ma non, chissa’ perche’, quelle in Medioriente…)

http://occupytvstations.com/blog/is-twitter-censoring-the-greek-revolution

179 Vox { 14.02.12 alle 0:54 }

LA TROIKA RICATTA LA GRECIA

Mike Whitney

[...] In assenza del bailout, alla fine di marzo il governo greco esaurirà il tempo a disposizione e farà default. Sembra essere quello in molti sperano in segreto a Berlino.

A parte di 325 milioni di euro di tagli, i dirigenti della coalizione di governo della Grecia saranno costretti a firmare un impegno scritto in base al quale le condizioni dell’accordo verranno eseguite indipendentemente dalle elezioni. La troika (Commissione Europea, FMI e BCE) vuole essere sicura di essere rimborsata indipendentemente dai cambi al governo.

Naturalmente, questi sviluppi hanno reso furibondi i greci. Non è insolito vedere le bandiere tedesche che vengono incendiate alle manifestazioni ad Atene o la Merkel in uniforme da nazista…

La Grecia ha già resistito a cinque anni consecutivi di contrazione economica senza segnali di miglioramento. La disoccupazione è al nuovo massimo del 20,9 per cento, il rapporto tra debito e PIL aumenta e i capitali continuano a fuggire dal paese. Tutti i cosiddetti “salvataggi” della troika sono andati a vuoto. Il paese rimane in una crisi semi-permanente provocata dalle misure di austerità. La Grecia è al centro di una depressione causata dalla politica.

Le nuove misure di austerità sono un attacco diretto ai lavoratori e ai pensionati. Come riportato da Athens News, è “la svalutazione più violenta degli stipendi in tempo di pace.” Le disposizioni prevedono “un taglio del 22 per cento al salario minimo, nuove limitazioni alla contrattazione collettiva, forti tagli all’assicurazione sociale ed una riduzione del 22-40 per cento del salario e dei bonus reali. Inoltre, verranno licenziati 150.000 lavoratori pubblici e ci saranno 400 milioni di euro di tagli nella spesa pubblica. La rete di sicurezza sociale è distrutta, mentre le banche stanno rastrellando miliardi con il carry trade, l’acquisto di titoli ad alto rendimento con soldi che presi a prestito dalla BCE.

Questo mentre ai lavoratori e ai pensionati viene chiesto di farsi carico di un peso sproporzionato per la crisi provocata dalle élite finanziarie e dai lacchè della politica.

Gli agenti della grande finanza hanno sostituito i dirigenti democraticamente eletti in Grecia e Italia, e hanno lanciato un assalto in piena regola al lavoro organizzato.

La Troika vuole che la Grecia riduca il salario minimo a 600 euro al mese (il livello di povertà) e che abolisca le ferie. Stanno anche chiedendo che le seconde pensioni vengano tagliate del 35 per cento. La stessa guerra ai lavoratori viene intrapresa in ogni paese colpito dalla crisi.

I propositi dell’aristocrazia finanziaria nei confronti della Grecia sono quelli che si propongono anche per l’intera Europa. Si sta realizzando una controrivoluzione sociale che solo alcuni anni addietro era inconcepibile. Larghe fette della popolazione sono condannate alla povertà, alla disoccupazione, alla malattia e alla morte per garantire il profitto richiesto dall’aristocrazia finanziaria internazionale.” (“The looting of the Greek working class”, World Socialist Web Site)

Alla Grecia viene inoltre chiesto di cedere la propria sovranità consentendo a un commissario dell’UE di sorvegliare la spesa pubblica.
Il nuovo commissario farà in modo che le nuove entrate fiscali verranno destinate a rimborsare innanzitutto gli investitori stranieri prima di destinare fondi per i servizi sociali di base.

In caso di emergenza nazionale, i prestatori e gli obbligazionisti verranno pagati prima che vengano elargiti i fondi stanziati per aiutare le vittime del disastro.
Questa è la “grande integrazione dell’eurozona”.

L’economia greca è ora in condizione peggiori rispetto a due anni fa quando sono iniziati i salvataggi.

come nota (perfino) Der Speigel, l’ultimo pacchetto di salvataggio non “salverà il paese, posticiperà solamente l’insolvenza greca, e servirà solamente a creare nuovi problemi alla popolazione” [...]

http://www.counterpunch.org/2012/02/10/the-troika-blackmails-greece/

180 Anita { 14.02.12 alle 1:32 }

x VOX

Non parlo mai della politica Italiana perche’ non vivo in Italia e non sono cittadina Italiana.

Lei e’ cittadina dell’universo e lo puo’ fare….

Solo un pensiero, da anni, quasi decenni non vi andava giu’ Berlusconi, Romano Prodi e’ durato pochi mesi, Mario Monti e’ solo al governo da pochi mesi e vi sta gia’ sul naso…

Quanti PM avete avuto in Italia dopo la fine della WWII ????

E’ allora vero che l’Italia sia un paese ingovernabile?

Anita

181 Peter { 14.02.12 alle 7:50 }

x Anita

hai notato come Vox ha rinculato (backtracked) velocemente sulle polizie ‘straniere’?
Il trattato di Velsen e’ appunto solo un progetto, e Vox aggiunge adesso ‘che venga realizzato o meno e’ un altro paio di maniche’…ieri dichiarava pimpante che l’arma dei CC verra’ sciolta nel 2014!
Ieri pero’ sosteneva che massiccie forze di polizia tedescche erano gia’ in Grecia (poi ha corretto in ‘FORSE’)…e la Germania non e’ neanche tra i firmatari del trattato! e mi pare neanche la Grecia!
Oggi dice che il 65% delle forze di polizie greche ‘sono con il popolo’, presumo quindi che facciano il loro lavoro e difendano governo e parlamento dai rioters…l’altro 35% sara’ in ferie o a bere resina nelle osterie (eh eh eh).

Insomma, quale attendibilita’ ci sia nei suoi posts lo puoi vedere tu. Vox sogna, forse ci crede in parte a cio’ che scrive, forse no…
I sogni sono d’oro, la realta’ di piombo…ma i sogni di Vox non saprei di che lega siano…

ciao, Peter

182 Peter { 14.02.12 alle 8:15 }

x Faust

vedi caro companero, come la fede sia una brutta cosa?
nei posts di Vox ci possono essere anche cose interessanti, ma e’ estremamente difficile distinguere ‘the wheat from the chaff’, il grano dall’oglio…
L’Argentina ci ha messo 10 anni per rimettere la testa fuori dall’acqua, e quella la addita come un miracolo economico, un esempio per la Grecia…
Come vedi, e lo dico anche a Uroburo e Pino, io non contesto il diritto di esprimere opinioni e punti di vista, ma se si fa propaganda (per chiunque…) non si possono spacciare opinioni, sogni ed immaginazioni per ‘fatti’…anche concedendo il beneficio d’inventario che non si nega a nessuno.
Ed anche se non si fa propaganda: la regola resta uguale

un caro saluto

Peter

183 Peter { 14.02.12 alle 8:16 }

x Faust

vedi il mio ultimo post per Anita…

Peter

184 Uroburo { 14.02.12 alle 9:48 }

Vox { 13.02.12 alle 23:33 } Dovremmo uscire nelle strade anche noi, per aiutare i fratelli greci e per cercare di scrollarci di dosso il governo dei banchieri, prima che sia troppo tardi.
————————————
Dovremmo, dovevamo, avremmo dovuto ….. non votare per il Banana. Ed avendolo fatto ribellarci al disastro accumulatosi negli anni.
Avremmo dovuto …. giustappunto.
A me questo sempre un esempio di Wishful thinking (o confondere i sogni, o i desideri, con la realtà).
L’Argentina era un paese ricchissimo di risorse naturale: si sono procurati il denaro che serviva vendendole a prezzo di mercato.
La situazione islandese rimane ancora ora piuttosto oscura anche se il popolo si è rifiutato di pagare i debiti contratti ed ha messo in carcere banchieri e governanti. Ma l’Islanda ha alcune risorse interessanti e facilmente vendibili.
La Grecia ha solo pietre ed olio (Monos lithos in Ellada): morirebbero di fame in tre mesi. Con tutto questo i greci avrebbero potuto resistere un po’ meglio, come mi pare che volesse il piano del referendum di Papandreu bocciato dalla destra, responsabile principale del buco finanziario, delle numerose assunzioni di sottogoverno e dell’aumento indiscriminato delle pensioni. U.

185 sylvi { 14.02.12 alle 9:52 }

Quanti PM avete avuto in Italia dopo la fine della WWII ????

E’ allora vero che l’Italia sia un paese ingovernabile? Anita

cara Anita,
hai pienamente ragione!
Non ricordo il numero esatto di governi…dal 1946 in poi!
Ricordo che soltanto Andreotti ne collezionò SETTE e che nella Prima Repubblica duravano in media poco più di UN ANNO!
Si potrebbe dire …colpa della DC!
Ma poi abbiamo visto la fine dei governi Prodi delle sinistre!
E la sx continua…l’ultimo exploi è a Genova!!!
Dagli ultimi sondaggi risulta che se si votasse adesso quasi il 50% degli italiani non andrebbe a votare o sarebbe indeciso!

Quello che mi stupisce è che la sx, anche in questo blog, spara su Monti che non fa questo o quello…
la dx, ne parlo con professionisti o imprenditori, spara su Monti che “non fa niente”!
Se non vedo altro di nuovo, alle prossime elezioni politiche, per la prima volta nella mia vita, starò a casa!

buon risveglio
Sylvi

186 peter { 14.02.12 alle 9:54 }

x Uroburo

per la precisione, il popolo islandese deve almeno 7 miliardi di sterline (piu’ gli interessi) a noi popolo britannico…

Peter

187 Faust { 14.02.12 alle 11:38 }

ma i sogni di Vox non saprei di che lega siano…

… sogni suoi… in titanio leggero ad alta tensione… Warning!
F.

188 Uroburo { 14.02.12 alle 11:44 }

Caro Peter,
il popolo islandese vi manda a dire di chiedere il denaro ai banchieri speculatori ed ai politici incompetenti e corrotti. Loro li hanno condannati e messi in carcere.
Una risposta mooolto democratica, direi: ciascuno risponda per quel che fa, mica solo il povero Saddam ….
Un saluto U.

189 Faust { 14.02.12 alle 12:12 }

L’Argentina ci ha messo 10 anni per rimettere la testa fuori dall’acqua, e quella la addita come un miracolo economico, un esempio per la Grecia…

… la Grecia e’ nella merda europea… (4% spese x gli armamenti, ( gli altri stati europei spendono al massimo l’1%… armi, aerei e carrarmati) comprati da francia e germania che gli hanno prestato i soldi appatto e condizione che comprasse da loro apprezzi maggiorati armamenti obsoleti ed inutili… e x la postvendita dare tangenti ai ladri del governo Pappaandreu) che stanno affossando il popolo nella disperazione… non ce’ dubbio che sia colpa degli europei ( sai niente cosa avanza la tua cara isoletta e x la vendita di che…) corruttori evvenditori di ferri vecchi oggi nella veste di usurai che continuano apprestare denaro affinche l’usurato possa rifondere l’usuraio…
L’Argentina ha mandato affanculo l’usuraio e si e’ ripresa ( oggi e’ una grande nazione dove il popolo e’ tornato ammangiare carne … invece che mmerda… Miracolo!!! direbbe un mio amico…
La Grecia (il popolo deve denunciare questa delinquentata dei paesi colpevoli di usurare il popolo e non i governi…) e’ nel famoso circolo strozzato dall’usura, come lo era lArgentina con il fmi e bdi e altre istituzioni usuraie in colletto bianco … ecco cosa Vox, che e’ una persona integra e non delinquente, o troll come la stai dipingendo, …una persona che ammiro xcche lotta contro le ingiustizie sociali e gli stati criminali e gli usurai guerrafondai, come Faust, in particolare se potenze capitaliste che si arricchiscono affamando I Poveri Diavoli…
Ritengo e rispetto la tua intelligenza, difficile capire queste tue zitellate contro Vox… in fondo scrive o riporta notizie che chi le vuole e sa leggerle… sa poi discernere la paglia dal grano… cercare di svergognare Vox, come se fosse un troll… e’ una fatica inutile, credimi! Sempre tuo Diavolo di Fiducia
Faust
Ps: invio senza rileggere o correggere… e’ pronto pasta e cavolfiori … il profumo mi tira come una calamita… es. quel che x me, dei broccoli e’ un inebriante profumo x altri e’ una puzza… Io vado ammangiare i profumati cavolfiori… chi dice che e’ una puzza non li mangi…
…ciao caro addopo…

190 Peter { 14.02.12 alle 12:15 }

x Uroburo

eh noooo caro! gli islandesi si intendono bene coi napoletani, allora…anche se stanno cosi’ a nord che e’ a malapena Europa…
I soldi ce li ridaranno loro, dato che hanno votato i politici corrotti. Mica i fessi sono solo greci ed italiani…

un saluto

Peter

191 Peter { 14.02.12 alle 12:20 }

x Faust

non so cosa sia un troll…per quel che ne so, e’ un programma bogus, non una persona.
Senza offesa, io ho detto spesso (e spesso verificato e dimostrato…) che Vox riporta spesso notizie non controllate o false…che lo faccia in buona fede o meno e’ un altro discorso, che non posso verificare dato che non sono certo nella mente di Vox…
Tu invece mi sembri ‘fosforico’, ti accendi facilmente.
Ti invidio le orecchiette con cime di rape, ed anche i cavolfiori, sono i miei preferiti (mentre detesto i cavolini di Bruxelles…)

un caro saluto e buon appetito

Peter

192 Uroburo { 14.02.12 alle 12:52 }

Peter { 14.02.12 alle 12:15 } I soldi ce li ridaranno loro
—————————————
Mmmmmmmm……… chissà …. U.

193 Peter { 14.02.12 alle 13:07 }

x Uroburo

il figlio di una mia vecchia amica lavora alla BBC. Una islandese, forse impiegata alla BBC anche lei, gli fa ‘ti posso chiedere un favore?’. Lui risponde, prima di chiedere niente, restituisci 7 miliardi di sterline…(eh eh eh, secondo me una bella batttuta…).
Ma il suo boss gli ha detto di non fare mai piu’ battute del genere sul lavoro, immagino potrebbe ammontare a molestie sul lavoro.
Ma si puo’?
A me le battutine sull’accento italiano me le fanno persino i subordinati…

Peter

194 Faust { 14.02.12 alle 13:14 }

I soldi ce li ridaranno loro
—————————————
Mmmmmmmm………

… sapete che cos’e’ un’assegno de toro…??

e’ un pezzo di carta con cifra e firma… che uno da ad un’altro… Chi lo riceve lo guarda e lo palpa eppoi fa’… Mmmmmmuuuu!!!

… grazie Peter anche se i cavolfiori, anche loro, non son piu’ quelli di una volta… poco profumo e poco sapore… x fortuna che lo condisco con l’olio di mio cugino di Canosa di Puglia… che aggiusta qualsiasi piatto… Ho provato i cavolfiori verdi… quelli che sembrano cunei di sabbia bagnata con la punta… non so da dove vengono ma sono piu’ saporiti dei bianchi… ma forse i bianchi adesso sono fuori stagione… non so’… Un sempre buon caffe’ organico ( quando vuoi dimmelo… sta x finire…) e la vita torna a sfavillare fosforando… ( me’ piaciuto il fosforioso, mi piace fasvillare…)
Faust

195 Faust { 14.02.12 alle 13:27 }

… x i 7 mld… pagheranno… non ti preoccupare… pagheranno… A babbo morto..
F.

196 Faust { 14.02.12 alle 13:46 }

non so cosa sia un troll…

…un troll, nel web, e’ un manipolatore di opinioni, usa i post nei blog’s x fare propaganda al suo mulino, in modo furfantesco e codardo smazzando le carte dell’altro infilando delle carte false x vincere nella discussione in atto in quel blog… barando.
Vox non e’ un troll… ma un’ intelligente e splendida persona… Ti chiedo scusa se mi fa piacere difendere le persone x bene come Vox, ( come lo farei x te, se un troll ti attaccasse…) che non ha bisogno che io prenda la sua difesa… lo sa fare ottimamente senza necessita’ che lo faccia io… mentre con te… ti difenderei senza scusarmi con chi ti attaccasse… sicuramente un troll…
… Gli Abbacchi non hanno e non sono sempre dello stesso sapore… mentre le Braci si…
Faust

197 Faust { 14.02.12 alle 13:50 }

… imitando Anita… scrivo… vado fuori con il dalmata anziano e incontinente… addopo…
F.

198 Linosse { 14.02.12 alle 15:13 }

X Peter 185
Uhe Pet dopo lo storico pluralis maiestatis(mò pure questi) un passo alla volta arrivi ,come suddito diretto col crisma della reggina,a:
“per la precisione, il popolo islandese deve almeno 7 miliardi di sterline (piu’ gli interessi) a noi popolo britannico…”
Quando arriverà il turno (e arriverà non temere) “doveroso”della ex G.B. potrete dire anche voi…
e mo so cazzi nostri,altro pluralis maiestatis!
L.

199 Anita { 14.02.12 alle 15:34 }

x Sylvi

Ho digitato :Quanti governi ha avuto l’Italia dal 1945, ed ho trovato questo:

Commento da un blogger:
L’Italia ha avuto almeno 61 governi dal 1945. Circa 1 all’anno. Cosa che sembra dire che è l’elettore italiano a non prendere sul serio il governo. Alcune persone non cambiano i loro pantaloni così spesso. Eppure l’Italia sembra ancora funzionare, più o meno, e gli italiani lo sanno. L’altra scelta sono i comunisti e in Italia nessuno li vuole al governo del paese. Berlusconi è il minore dei due mali, proprio come era Clinton.

http://www.mentecritica.net/new-york-times-berlusconi-portatelo-giu-e-castratelo/informazione/oltre-il-confine/redazione/19689/

Non so se sia vero…..

Devo uscire con il mio amichetto, mi sono svegliata un po’ tardi, ieri sera non mi sentivo bene…il mio polso era impazzito…cosi’ ho atteso che si calmasse prima di coricarmi.

Ciao, Anita

200 rodolfo { 14.02.12 alle 16:22 }

Bando ai bla bla bla inconcludenti.
In questo momento al Parlamento si vota sull´emendamento svuota carceri. Alcuni dunque sostengono che le carceri sono troppo pieni , che quelle persone che stanno scontando una pena per aver sbagliato… soffrono troppo… poveretti. Altri dicono che a causa di quelle sofferenze quanto escono… sono piu´delinquenti di prima.
-
Pero´lasciarli liberi sarebbe gia´un´ingiustizia nei confronti di chi a causa loro ha sofferto.
Perche´non hanno pensato prima a costruire nuove carceri?
Non e´di oggi questo problema….ma antico.
Secondo il mio parere chi ha commesso un delitto deve scontare la pena fino all´ultimo giorno….poi non mi sembra vero che chi durante la detenzione soffre particolari angherie esca piu´delinquente di prima….anzi potrebbe essere persino il contrario e cioe´che ci pensera´mille volte prima di commettere un nuovo delitto.
Che ne pensate?
Rodolfo

201 Anita { 14.02.12 alle 16:28 }

x Faust

Almeno il vostro Dalmatian puo’ ancora camminare, il mio ultimo Doberman aveva perso l’uso delle gambe anteriori….allora si’ che sono guai, l’ho accudito per oltre un anno…..aveva 16 anni, inaudito per un Doberman.

Il problema era che era allerto, mangiava bene, aspettava ansioso le mie carezze….mio marito lo fece mettere giu’ mentre io ero al tennis club, sapevo che era la cosa giusta, ma si prese tutte le mie inveite come non mai.

Le sue ceneri sono sepolte nel suo feretro, con foto ed una letterina. (feretro di mio marito)

Anita

202 Linosse { 14.02.12 alle 16:30 }

X rodolfo 199
Come risoluzione si potrebbe pensare a destabilizzare i detenuti prima con sanzioni e poi ,dall’interno, fomentando una guerriglia autoriduttrice ad oltranza.
Due piccioni con una beata fava!
L.

203 rodolfo { 14.02.12 alle 16:40 }

xLinosse 201
non c´e´male. Anche se con ironia… fai progressi..
forse….chissa´…lo pensi davvero….
R

204 Linosse { 14.02.12 alle 16:51 }

x rudy il rude
Adesso anche condizionatore a distanza.
Un’altra beata fava,avanti la prossima.
L.

205 rodolfo { 14.02.12 alle 16:51 }

Linosse forse vuole carceri ultramoderni…ognuno con una sua stanza…magari con annessa doccia…una bella mensa…una biblioteca…
un campo sportivo….sala con televisione ecc. ecc.
chi esce magari ricomincia di proposito per rientrarvi….sempre meglio della disoccupazione…per certi persino meglio di lavorare.
Ach…povera Italia..
E´vero…a pochi Km. da dove abito un carcere del genere esiste davvero, ma e´per i giovani che hanno commesso il loro primo sbaglio.
Rodolfo

206 Linosse { 14.02.12 alle 17:00 }

x rudy
Ma no,bisogna ripristinare carceri con nuovi soluzioni.A Sigmaringen ho visto le carceri del castello con il suo ampio salone corredato di tutti i dettagli,la ruota ,la vergine di Norimberga(datti da fare),le tenaglie,insomma tutto.
Ah rudy ti hanno detto che siamo nel 2012 ,non quello bibblico,quello dopo Cristo.
Dimenticavo che per voi non è un riferimento insieme a TANTE altre cose.
L.

207 rodolfo { 14.02.12 alle 17:04 }

E´anche vero ..lo ammetto.. che certi luoghi di detenzione in Italia sono un pugno in un occhio alla decenza ….ma non esageriamo…
ricordiamoci di Papillon…
Rodolfo

208 Anita { 14.02.12 alle 18:14 }

x Faust -200-

….gambe posteriori non anteriori….

Errore che faccio spesso…non so perche’.

Anita

209 rodolfo { 14.02.12 alle 18:25 }

Ho visto tempo fa´un cane…aveva le zampe posteriori paralizzate…ma camminava lo stesso….il padrone gli aveva costruito una protesi con delle rotelle….bello…
R

210 Anita { 14.02.12 alle 18:36 }

x Rodolfo

Quest’articolo e’ recente, gennaio – 1 – 2012:

Carceri, ancora suicidi: morti due detenutiTra i 74 decessi del 2011 anche 8 agenti | Andrea Postiglione | Il Fatto Quotidiano

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/01/01/carceri-ancora-suicidi-morti-detenutinel-2011-registrati-decessi-agenti/181037/

Ci sono 44 commenti, molti da detenuti o scarcerati.

Anita

211 rodolfo { 14.02.12 alle 18:52 }

xAnita
certo….e´una situazione terribile e inumana…
Ma farli uscire anzitempo…cioe´senza aver scontato l´intera pena non e´la soluzione giusta.
La soluzione e´costruire piu´carceri….possibilmente con l´aiuto dei detenuti stessi.
Poi….la cosa piu´importante e´creare lavoro….perche´tra i delinquenti veri…. ci sono quelli che rubano si ….ma solo per sopravvivere.
Un caro saluto
Rodolfo

212 Anita { 14.02.12 alle 19:01 }

x Rodolfo

Il rilascio prematuro di prigionieri succede anche qui.
Di recente il governatore di uno Stato del sud, Haley Barbour, ci ha fatto un bel regalo, ha condonato e rilasciato 200 carcerati, molti dei quali pericolosi omicida.

Anita

213 Anita { 14.02.12 alle 19:23 }

x Faust

Chavez si e’ sbagliato, il Presidente dell’ Argentina, Cristina Fernandez de Kirchner, non ha il cancro alla gola.

La diagnosi era sbagliata, il test alla tiroide era un false-positive.

Cosa non rara, due delle mie amiche (molti anni fa’ ) ebbero la diagnosi di cancro alla tiroide, una fece perfino le carte per darmi le sue due piccole figlie in caso che….
Si tratto’ invece di due “false-positive”.

Non mi aspetto che Chavez a Castro ritirino l’accusa fatta agli US di iniettare il cancro ai presidenti del Sud America.

Anita

214 Faust { 14.02.12 alle 20:43 }

Chavez si e’ sbagliato,
il Presidente dell’ Argentina, Cristina Fernandez de Kirchner, non ha il cancro alla gola.

La diagnosi era sbagliata, il test alla tiroide era un false-positive.

… Non sapevo che il Cnte. Chavez facesse il medico oncologo… e si e’ sbagliato nel diagnosticare il cancro alla gola del suo paziente cliente Cristina Fernandez…
nuova questa…

Non mi aspetto che Chavez a Castro ritirino l’accusa fatta agli US di iniettare il cancro ai presidenti del Sud America.

… beh! visto i precedenti (embargo di 60 anni a Cuba, dittatori e colpi di stato in quasi tutti i Paesi di Centro e sud americani, che sono stati un cancro x quei Paesi e x Cuba lo e’ ancor oggi…) si puo’ pensare che insieme ai droni… x il controllo e la occupazione guerrafondaia di Paesi ostili, possono los gringos inventarsi qualche satanata virale x eliminare il meglio che Latinamerica sta producendo… Lula, Cristina, Chavez, Morales, Correa e tanti altri che stanno arrivando… nel sogno di Bolivar di una Latinamerica Unida… Chavez ha detto quel che i medici han detto di Cristina, medici che ora han cambiato referto… Poi e’ che gia’ due leader in latinamerica, i piu’ pericolosi x gringolandia… si sono ammalati… se veniva il cancro anche a Cristina… beh mi preoccuperei x Dilma e Lula, Evo e Correa… e li metterei in sicurezza sotto un bunker antivirus… Per fortuna che sia stato un referto sbagliato… e le scuse se mai a questa latinamerica cancerizzata da los gringos nel passato ed ancora adesso ci stanno provando, sono gli USA che devono chiederle… e non solo a Latinamerica ma al mondo… gli USA sono un cancro x i Paesi sovrani alloro ostili…
tuo
Faust

215 controcorrente { 14.02.12 alle 21:04 }

Beh mentre i due opinionisti migliori del Blog, si occupano di cani, Anita e Rudy (lodevole comunque anche il Cane a rotelle) per fortuna c’è qualcuno che si occupa di fare analisi serie..

http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/gEditoriali.asp?ID_blog=25&ID_articolo=9770

Se molte delle cose che dico io sono stronzate allora anche molte cose che dicono alla Gergetown University , lo sono…di sicuro Anita mi dirà che sono cose scritte per noi europei,,in America infatti l’attività principale è portare a spasso i Cani

cc

216 controcorrente { 14.02.12 alle 21:20 }

Due notizie positive..

http://www3.lastampa.it/scienza/sezioni/news/articolo/lstp/442444/

A) gli italiani sanno ancora fare qualche cosa..
B ) se dio vuole in questo progetto gli Inglesi non centrano un cazzo…

cc

217 controcorrente { 14.02.12 alle 21:40 }

Di questi giorni è la notizia che un parlamentare italiano, noto in Europa ,dove è già stato censurato…ha detto che un bacio tra due donne è come “pisciare per la strada”

a giudicare da questo articolo

http://www.informarexresistere.fr/2012/02/14/riceviamo-e-pubblichiamo-la-palestina-sotto-attacco-e-il-mondo-tace/#axzz1mOVVcNKR

al di là della solita bontà degli Israeliani che fanno di tutto per convincere i Palestinesi ad avere fiducia in loro…si direbbe che l’attività preferita dei RELIGIOSI in genere e delle RELIGIONI in particolare e dei fedeli in particolare..sia quella di Pisciarsi in testa tra di LORo edificandosi templi su templi ..un pò come fanno i CANI…ma che la Fede,in ultima analisi, consista nell’edificazione di Vespasiani ?

cc

218 Vox { 14.02.12 alle 22:01 }

Sono in molti ad avere la stessa opinione:

La Grecia e noi

Fabio Marcelli
(Giurista internazionale)

[...] crudele paradosso storico, la Grecia, considerata la culla della democrazia, sta diventando il suo cimitero, nel nome dei “mercati” finanziari e dei loro proconsoli, si chiamino Papademos, Merkel o Monti.

Il popolo greco viene oggi sacrificato sull’altare della finanza. Non c’è alcuna speranza di riscatto e di ripresa, visto che il double dip incombe. Unica soluzione: un default di tipo argentino, con almeno il 75% di autoriduzione del debito e l’uscita immediata dall’area dell’euro, visto che l’Europa è in mano ai tedeschi, che impongono le loro folli scelte monetariste e recessive.

La sofisticazione della finanza e il suo completo sganciamento dall’economia reale trasformano un intero Paese in carne di porco per gli appetiti degli speculatori internazionali. Deve anche essere chiaro che i principali responsabili dell’indebitamento greco sono oggi gli stessi che promuovono la svendita del Paese, si tratti di potenze straniere che hanno fomentato l’abnorme crescita delle spese militari o delle caste imprenditoriali o politiche locali che hanno prosperato sull’evasione fiscale, la fuga dei capitali e il clientelismo più sfrenato.

Colpisce l’analogia con l’Italia e la forte somiglianza fra Monti e Papademos. Qui come lì la democrazia è sospesa, le elezioni politiche rinviate, i referendum osteggiati e non rispettati.

[...] Tutti quanti interessati a salvare questo sistema che sta mandando a fondo non solo la Grecia, non solo l’Europa, ma l’intero pianeta. Si prevede quindi una lunga e difficile lotta di opposizione per far vincere infine le ragioni dell’umanità contro la dittatura della finanza e l’alleanza fra le varie caste. Speriamo che questo almeno sia chiaro a quanto rimane della sinistra italiana.

Se ci fossero, in Italia, una sinistra e un sindacato degni di questo nome, si sciopererebbe e si scenderebbe in piazza a fianco del popolo greco. Se ci fossero…
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/14/grecia/190848/

219 Vox { 14.02.12 alle 22:13 }

Nessuno sostiene che la Grecia (o qualunque altro paese), uscito dall’euro e dalla EU, magicamente si risollevi. E’ chiaro che e’ una strada in salita, molto dura e molto lunga.

MA:

una cosa e’ fare sacrifici su sacrifici e ridursi sul lastrico senza NESSUNA speranza di riuscita e, anzi, svendendo fino agli ultimi asset nazionali e, soprattutto, perdendo la sovranita’ e diventando schiavi a vita della finanza straniera.
Poveri E schiavi

ALTRO e’ fare sacrifici, conservando la sovranita’ e una certa indipendenza, con la speranza di risalire a galla da popolo libero.
Poveri, MA liberi.

A me sembra che ci sia una grandissima differenza.

E’ vero che la Grecia non ha petrolio, miniere di diamanti, eccetera, ma ha altro (come anche l’Italia): HA IL TURISMO.

Con una dracma svalutata, con grandi ricchezze archeologiche e mari e spiagge bellissime, la Grecia diventerebbe estremamente competitiva per il turismo internazionale, specialmente in un’epoca di poverta’ generale.

Sulla strada in cui sono incanalati adesso, invece, c’e’ il rischio che il patrimonio storico-archeologico e quello naturale vengano arraffati per quattro soldi da investitori stranieri e il loro sfruttamento non porterebbe piu’ denaro ai greci, ma ai ricconi stranieri (gia’ ce ne sono molti prenotati per acquistare il Partenone, il museo archeologico di Atene, le isole, ecc.)

Questa sarebbe la fine SICURA della Grecia.
Per l’altra strada, invece, resterebbe qualche chance di riscatto.

220 Vox { 14.02.12 alle 22:27 }

I grandi nemici da combattere sono il mondo finanziario, le multinazionali, i politici che sono al loro servizio, ma soprattutto la filosofia politica sulla quale si appoggiano: la CONCENTRAZIONE DELLA RICCHEZZA, IL MERCATO AZIONARIO, il DENARO A USURA, la CRESCITA infinita, la PRODUTTIVITA’ infinita, il LIVELLAMENTO e l’AMALGAMA di stati, economie, culture, le DELOCALIZZAZIONI, le politiche CONTRO I LAVORATORI.

A me sembra assolutamente evidente che bisogna invertire la rotta.
Produzione pianificata, a KM zero ove possibile, specialmente per i prodotti agricoli locali. Decrescita. Antiglibalizzazione, differenziazione, eliminazione di borse, mercati azionari, banche-casino’.

E’ tempo di tagli?
SI.
Quelli delle teste.

221 Anita { 14.02.12 alle 22:36 }

x CC

Tu sottovaluti la consapevolezza dei cittadini degli Stati Uniti:

A Lecture by Dr. Charles A. Kupchan (Former Director for European Affairs)

http://www.youtube.com/watch?v=IxCJ1rassyw

Mi dispiace che tu non capisca l’inglese……

Un’oretta sta stavamo discutendo online e tra amici il ‘FIAT’ monetario raccomandato dal presidente della Federal Reserve Bank of San Francisco.
——————————————————

Il discorso dei cani incontinenti e’ nato da Faust, il quale ogni due ore deve portare fuori il cane di sua sorella essendo incontinente.

Anita

222 Anita { 14.02.12 alle 22:42 }

Un’oretta fa’ stavamo…..

223 Anita { 14.02.12 alle 22:52 }

x Faust

“Il cancro ai leader sudamericani? Un complotto Usa”

http://www.giornalettismo.com/archives/183271/il-cancro-ai-lader-sudamericani-un-complotto-usa/

Ciao neh….

Anita

224 Vox { 14.02.12 alle 23:59 }
225 Vox { 15.02.12 alle 0:08 }

LA SANITÀ DEL LIBERO MERCATO
(Un esempio di quello che aspetta anche noi)

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9866

226 peter { 15.02.12 alle 1:39 }

Xcc

senti cc, vaff a te all’ argentina ed al missile vega o come si chiama

peter

227 Anita { 15.02.12 alle 2:55 }

x VOX -223-

“i negri americani muoiono prima degli altri gruppi razziali” (già, chissà perchè…).”

Mi sembra di averlo spiegato numerose volte.

In generale i neri, gli uomini in particolare non si curano fino a che e’ troppo tardi.
Non usano precauzioni, non hanno riguardo per i loro compagni, mogli, conviventi, etc…non e’ considerato macho, virile.
Ecco perche’ le donne nere hanno un alta % di AIDS e bambini nascono gia’ infettati.

Un numero significativo di afro-americani non incolpamo la diffusione dell’HIV in comportamenti sessuali a rischio, ma invece ritengono responsabile il governo.

L’abuso delle droghe e di aghi infetti e’ epidemico.

Anita

228 Anita { 15.02.12 alle 3:48 }

x VOX

La racconto una storiella sulla sanita’ negli US, su questo forum ho menzionato piu’ di una volta il mio amico Joe, vive con la pensioncina.
Ha compiuto 90 anni.

Due mesi fa’ non si sentiva bene, invece di disturbare suo figlio avvocato, si reco’ in ospedale da solo.
Dopo la prima analisi del sangue pensarono che avrebbe potuto aver sofferto un attacco cardiaco, seguirono sonogrammi, ultrasounds, angioplasty, non trovarono niente di grave.
Lo riferirono ad un clinica per riabilitazione…poi non contenti lo fecero visitare dal chirurgo piu’ rinomato, il medesimo che opero’ su mio marito.
Dopo di che col pulmino lo portarono da un cardiovascular chirurgo, il quale dopo altri test riscontro’ un piccolo embolismo di grasso vicino all’ombelico.

Si vede che non e’ in pericolo, la prossima visita fra un anno.

Ha Medicare, quella gratis e niente altro.

Negli ultimi 15 anni ha avuto doppio hip replacement, a temporary colostomy, laser surgery ad ambedue gli occhi, operazione alla cistifellea con conseguenze, tutto questo accompagnato da mesi di riabilitazione.

Il suo contributo….3-4’000 dollari in tutto.

Anita

229 mari41 { 15.02.12 alle 7:19 }

non c’è corrente, sono completamente al buio, Gaza è completamente al buio.
Ho collegato un convertitore che mi permetterà una connessione di poche ore.
Ho finito di scrivere sull’attacco di sabato notte su Gaza city, non sapendo fino a quando avrò connessione ve lo mando ora:
http://ilblogdioliva.blogspot.com/2012/02/attacco-sud-est-di-gaza-city-11022012.html
un uomo è morto e suo figlio è ricoverato in ospedale con le costole rotte e un polmone bucato
non si può immaginare che cosa significa stare di notte al buio senza corrente in Gaza con un drone che vola sulla testa
fin quando non si è qua, non si può immaginare
Spero che domani avremo corrente almeno per poche ore, da quanto ho capito ci mancherà per un tot di ore
speriamo che dall’egitto ci aiutino
 
 

230 Faust { 15.02.12 alle 8:05 }

x Faust

x Faust

“Il cancro ai leader sudamericani? Un complotto Usa”

http://www.giornalettismo.com/archives/183271/il-cancro-ai-lader-sudamericani-un-complotto-usa/

Ciao neh….

Anita

Grazie Anita per il link… che conferma quel che ho scritto nel mio post, pur senza aver letto altri articoli simili in particolare…

sai come si dice: “Una coincidenza è una coincidenza; due coincidenze sono un indizio; tre coincidenze rassomigliano ad una prova”.
Poi se il “sospetto” ha centinaia di migliaia di morti alle spalle, decine di colpi di stato e centinaia di uccisioni mirate qualche sospetto sorge.

Per chi ha letto il mio post gli consiglio di aprire il link di giornalettissimo e leggersi l’articolo…
Faust

231 Faust { 15.02.12 alle 8:27 }

mari41 { 15.02.12 alle 7:19 }

non c’è corrente, sono completamente al buio, Gaza è completamente al buio.

http://ilblogdioliva.blogspot.com/2012/02/attacco-sud-est-di-gaza-city-11022012.html
un uomo è morto e suo figlio è ricoverato in ospedale con le costole rotte e un polmone bucato
non si può immaginare che cosa significa stare di notte al buio senza corrente in Gaza con un drone che vola sulla testa

Cara Mari41, e’ tanta la rabbia che mi assale leggendo quel che eroicamente testimoni… Questi sono assassinii, altro che azioni militari di difesa… isdraele e’ un governo di criminali e chi li difende e’ un criminale anch’esso… Anche pecore e galline sono terroristi contro isdraele… madre mia, come sono messi male sti mal-eletti daddio e dall’anima de limortacci loro… anche x loro arrivera la giustizia che li giudichera’ come assassini x crimini contro l’umanita’… come si fece contro i tedeschi. Che schifo le vittime di un tempo trasformati in carnefici… Grazie Mari41, hai la mia solidarieta’ ed il rispetto che merita la tua testimonianza…
Faust

232 rodolfo { 15.02.12 alle 9:45 }

Dal post di mari 41 si legge:-
“Galline camminavano fra le macerie della fattoria.
Una giaceva a terra morta. Un gallo camminava sul suo corpo lo spingeva con il becco, come se stesse cercando di incitarla a muoversi.
Dalle macerie spuntava la testa di una pecora.
-
Ma insomma vogliamo a proposito di galline….far ridere anche i polli?
Se ne trovano a centinaia blog del genere…con piagnistei anche peggiori…me che almeno uno si domandi perche´. Perche`?
Come se gli Israeliani….cosi per capriccio, si svegliano un mattino e decidono:-” Che noia ….andiamo a bombardare Gaza”.
-
-
Cani con le rotelle certo…ma anche cani con i pannoloni…la gente si ingegna …fa´lavorare la fantasia….trova soluzioni.
Ci si aspetta tutto dagli altri…ora che parecchi capannoni sono crollati sotto il peso della neve…si cerca aiuto dallo Stato….ach questo Stato a quante cose deve pensare. Invece di costruire capannoni piu´resistenti e sopratutto assicurarsi contro i danni causati dalle intemperie….si va avanti cosi….tanto c´e´lo Stato.
-
-
Celentano si….che si voglia trasformare in Che….no.
Io amo la musica e voi lo sapete….amo naturalmente anche Celentano e la sua musica …fa´parte della mia giovinezza.
Il Celentano pero´dovrebbe limitarsi a cantare e a parlare di meno…
perche´tra una verita´e l´altra dice una stronzata.
Andrebbero chiusi “Avvenire ” e “Famiglia Cristiana” dice il “Che” nostrano… bella Democrazia….come se l´uomo ….il singolo non fosse piu´in grado di discernere e di scegliere.
Si lamenta che i preti parlino poco o niente del Paradiso…dice il tenebroso e novello “Che”.
Ma con tutti i problemi che abbiamo qui in questo nostro pianeta…perche´si dovrebbe parlare a tutto spiano del Paradiso? Non resta altro che convertirsi all´Islam…loro parlano sempre del Paradiso..delle sette vergini che aspettano trepidanti….sai le trombate. Non ho capito mai cosa aspetta alle donne .
Rodolfo

233 rodolfo { 15.02.12 alle 10:35 }

Un´altra grande menzogna di Celentano con impermiabile nero…sarebbe stato meglio avesse indossato una tonaca… e´ quanto ha sostenuto che la Grecia e´costretta dalla Germania a comprare cararmati….aerei…ed armi varie. E perche´dovrebbe….con tutti i problemi che gia´ha? Per essere chiari..ne´la Grecia , ne´tantomeno la Spagna e il Portogallo vengono governati o manipolati da Berlino. Nessun governo Tedesco ha mai costretto quei paesi di far la bella vita…di vivere e sopravvivere sui crediti…di comprare armi inutili… invece di investire sull´economia.
I Tedeschi sono quelli che hanno e che investono di piu´…che mettono piu´denaro a disposizione per la loro salvezza. Dovrebbero scrivere alla Cancelliera Merkel lettere di ringraziamento e fiori davanti alle ambasciaea nel loro paese… perche´senza gli aiuti a profusione sarebbero gia´da tempo falliti.
Cosa succede invece?….Dimostrazioni davanti le Ambasciate Tedesche.. con ingiurie e insulti vari tra le quali quello di Nazisti.
Leggo nel giornale di oggi….che i Tedeschi non si aspettano nessun “grazie” ma che sarebbero gia´contenti per l´aiuto che si da´…di non essere offesi.
Rodolfo

234 Uroburo { 15.02.12 alle 12:29 }

Caro Rodolfo,
abitualmente prendo i suoi sproloqui proprio come si prende un temporale d’estate: aspetto che passi.
Ma nel suo 231 lei riesce a raggiungere vertici di ridicolo. Celentano, che io non ho visto perchè non ho neppur più la TV, ha sempre parlato di cose che andavano al di là delle semplici canzoni. Si professa da sempre come cattolico convinto ed il suo discorso era, evidentemente, che i giornali cattolici citati non presentano dei modelli di vita cristiani.
Non, quindi, chiudere i giornali per limitare la libbbbbertà di stampa, questo lo capirebbe chiunque tranne lei, ma chiudere quei giornali sedicenti cattolici in quanto portatori di valori non cristiani. Posso non essere d’accordo per quanto riguarda Famiglia Cristiana ma lo sono per quanto riguarda L’Avvenire.
Provi un po’ a capire prima dio parlare.

Ah…. un’ultima osservazione:
Come se gli Israeliani….cosi per capriccio, si svegliano un mattino e decidono:-” Che noia ….andiamo a bombardare Gaza”.
Ebbene sì, credo che spesso gli israeliani funzionino proprio così, soprattutto nei vostri famosi posti di blocco che tanto ricordano quelli degli sgherri nazisti.
Uroburo

235 Uroburo { 15.02.12 alle 12:39 }

APPROPOSITO DEL GEGNALE RODOLFO …
La famiglia cristiana è nuda
di Piergiorgio Odifreddi

Ieri sera Celentano ha lanciato alcune bombe dal palco dell’Ariston, dove si tiene l’anacronistico Festival di Sanremo. Una delle sue bombe è stata la dichiarazione che Avvenire e Famiglia cristiana dovrebbero chiudere, perchè usurpano il messaggio evangelico e il nome di Gesù. Sono, cioè, espressioni di una Chiesa mondana, invece che spirituale. O, se si preferisce, fanno politica, invece che religione.
Naturalmente, i farisei si stracciano le vesti, non appena qualcuno enuncia una verità al loro proposito. O, almeno, così fanno nei Vangeli. E sembra anche in rete, viste le reazioni sdegnate delle testate incriminate, e dei loro portavoce ufficiali e ufficiosi. Primo fra tutti quel (finto?) tonto del direttore di Rai1, Mario Mazza, che prima concede al cantante lo spazio per poter dire qualunque cosa gli passi in mente, pagandolo pure 350.000 euro a puntata, e poi si stupisce che lui lo faccia.
Ora, i monologhi del cantante sono naturalmente un esempio di banalità travestite da profondità. Ma che le banalità siano appunto banali, non implica che siano necessariamente false. E che la Chiesa rappresentata da Avvenire e Famiglia cristiana sia un’organizzazione molto mondana, e molto poco spirituale, non ci voleva Celentano a scoprirlo, e non è stato scoperto ieri sera!
La Chiesa ama naturalmente interpretare la Grande Meretrice dell’Apocalisse come la Roma imperiale, all’insegna del motto: “i cattivi sono sempre gli altri”. Ma nel corso dei secoli sono stati molti a pensare che fosse invece molto più realistico applicare la cruda metafora alla Chiesa stessa. Basta leggere la Divina Commedia di Dante, o il Trattato sull’Apocalisse di Newton. O ricordare il motivo dello scisma protestante.
Soprattutto, basta orecchiare le inchieste giornalistiche di questi ultimi anni, per rimanere allibiti dalla girandola di scandali che infangano la Chiesa, qui e ora: la pedofilia ecclesiastica, gli intrallazzi dello Ior, i gentiluomini di Sua Santità, le lotte di potere e le malversazioni economiche rivelate dai Vatileaks … Ce n’è per tutti i gusti, e Avvenire e Famiglia cristiana hanno il loro bel daffare a cercare di arginare, smentire e distorcere le rivelazioni, appunto.
Ora, è ovvio che le esternazioni passeggere di Celentano non rischiano certo di far chiudere i due giornali: ci mancherebbe! Ma un po’ di dignità non guasterebbe, da parte di chi si ispira al Vangelo, e dovrebbe dunque sapere che è troppo facile, oltre che troppo comodo, guardare la pagliuzza nell’occhio di un cantante, invece delle travi nel proprio.

236 rodolfo { 15.02.12 alle 13:12 }

Caro Uroburo,
per mia disgrazia io non ho mai letto in vita mia ne´uno ne´l´altro dei due giornali.
Quello che volevo dire era appunto …e solo..che non si puo´invocare la chiusura di un giornale in un paese libero.. nient´altro.
Criticare invece e´auspicabile.
Rodolfo

237 Linosse { 15.02.12 alle 13:35 }

Prepariamoci,la Grecia insegna
Dopo tutti i sacrifici ,tutte le lacrime e sangue, fatti “al disopra delle nostre possibilità”,con l’ennesima cessione di tutto quanto avesse un valore alla patria(de chi?) abbiamo finito con le scarse possibilità di beni di scambio per cui quello che resta è il sacrificio personale della libbra della propria carne per la patria-patrigna.
Almeno non deprezziamola cedendola , senza resistenze, allo Skilok di turno.

Farò in modo che non venga tagliata da questo corpo appesantito dagli anni nè una microlibbra in meno o più altrimenti ,avendo già violato tutte le leggi ,passeranno loro ,gli inesorabili approfittatori senza tempo e coscienza ad essere finalmente perseguiti per appropriazione indebita e speriamo ,almeno una volta, condannati.
Sarà anche l’anno maya ma mi impegnerò fino all’ultimo rimasuglio energetico per non finire sul Chac Mool per l’ultimo sacrificio eseguito dai sacerdotissimi del libbelab, quello in cui resti deprivato del tuo cuore ancora palpitante.
L.

238 rodolfo { 15.02.12 alle 14:47 }

Che tempi belli….quando San Remo era veramente San Remo…dove le canzoni erano veramente canzoni….che rimanevano nella mente e nel cuore. Nessuno aveva la televisione a quei tempi…. dunque noi ragazzi si andava al bar …piu´tardi passava i cameriere e si doveva consumare
“possibilmente”…e noi con le sole 50 lire in tasca…
ordinavamo “un bicchiere d´acqua sessa” e giu´risate da morire…
costava 10 lire …era la cosa che costava di meno.
.E dopo si andava al corso a passeggiare…e gli amici..
“dai Rodolfo…canta…com´era quella di Endrigo?” ed io cantavo…avevo una bella voce ed ero (lo sono ancora) molto intonato… quelle canzoni mi rimanevano scolpite nel cervello in pochi minuti e gia´dalla prima volta. Dio Santo …sembra ieri eppure e´passato cosi tanto tempo.
E´da anni oramai che faccio fatica a tenerne una in mente….di queste canzoni senza melodia… senza passione….una grande pena.
Rodolfo

239 rodolfo { 15.02.12 alle 16:09 }

Il Parlamento Europeo in piedi ad applaudire Monti.
Beh,,,signori, provo una certa emozione ed anche orgoglio.
Finalmente posso guardare in viso qualcuno senza vergognarmi…senza dover cercar ne´scuse ne´alibi. Finalmente!
Rodolfo

240 Shalom: riporto Ariel Toaff { 15.02.12 alle 18:06 }

L’editoriale dell’Haaretz: Il governo Netanyahu ha definitivamente abbandonato il progetto “Due stati per due popoli”. Il programma perseguito con ogni mezzo attualmente e’ “Uno stato per due popoli”, laddove lo stato e’ costituito dai territori di Israele attuale, cui devono aggiungersi quelli della Terra Promessa ai coloni e gli avamposti illegali del Far West messianico. E i palestinesi? Non esistono o non esisteranno.

Israel’s academy for occupation
http://www.haaretz.com
Construction of the new cultural auditorium in Ariel, taking students on tours of the West Bank, and now the plan to turn the ‘university center’ in Ariel into a full-fledged university, are erasing the pre-1967 borders from the collective consciousness of both Palestinians and Israelis.

241 sylvi { 15.02.12 alle 18:28 }

cc,

…che allora mi ha risposto, ricorderà che tempo fa ho scritto di aver dato 10 euro a un foglio …Comunisti di… non so cosa! perchè non chiudessero.
Erano soldi miei, non dello Stato, e, come Voltaire, intendevo battermi perchè ci fosse la Libertà di espressione e di parola…anche se non condivido niente di quello che c’era scritto. ( Veramente ci ho anche capito poco!).

Ma troppo spesso i sinistri alla Odifreddi e i pseudo-sinistri alla Celentano, dimostrano una intolleranza verso chi non la pensa come loro che rasenta il manganello e l’olio di ricino!!!
Leggo molto saltuariamente i due giornali incriminati…qualcosa approvo, più spesso no…ma questi sono affari miei individuali…

Ma se io, “cittadino” devo pagare con soldi pubblici, togliendo a un “welfare culturale” che sarebbe indispensabile alla Civitas…
allora è un altro paio di maniche!
La Rai pubblica dovrebbe tendere allo sviluppo culturale, non ad accarezzare pruriti populisti…quello lo faccia mediaset!
Perciò pago masochisticamente il canone, non vedo la Rai e non ascolto Celentano…quando parla!
Ho molti suoi cd e dvd…quando canta e incanta…questo furbone di quattro cotte!

Sylvi

242 sylvi { 15.02.12 alle 18:34 }

x Rodolfo 238

E io finalmente non sento più risolini nè finte ” condoglianze” da amici e parenti ormai stabilizzati e naturalizzati all’estero.
I tedeschi che frequentano mio figlio sono sbalorditi che a pochi km di distanza, e non molti anni di differenza, siano nati Berlusconi e Monti.
Li rititengono i misteri all’italiana!!!

Sylvi

243 Shalom: riporto ancora l'ottimo Ariel Toaff { 15.02.12 alle 18:46 }

Jerusalem Post: Un rapporto dell’organizzazione “Giornalisti senza frontiere” indica un aumento dei casi in cui i soldati dell’IDF arrestano e maltrattano reporter e fotografi senza alcuna giustificazione sul piano della sicurezza.

Report accuses IDF of violence against reporters
http://www.jpost.com
Reporters Without Borders slams

244 Shalom: chissa' il buon Rodolfo a quale categoria appartiene { 15.02.12 alle 18:49 }

Mallaury Nataf: Conosco due categorie di ebrei. Quelli per bene, cui mi sforzo di appartenere; e quelli come mio padre e Madoff, da cui e’ bene tenersi alla larga.

La francese Mallaury Nataf: “Gli ebrei divisi in due categorie” | Ladyblitz
http://www.ladyblitz.it
P ARIGI – Da stella della tv francese a senzatetto. E’ la parabola crudele di Mallaury Nataf, 39 anni, fino a pochi anni fa stella popolare in Francia. Oggi ha …
Mi piace · · Condividi · 8 ore fa ·

245 Vox { 15.02.12 alle 20:56 }

@ mari41

Grazie per il post e per la sua coraggiosa testimonianza e presenza a Gaza.
Che dire? E’ angosciante sapere che tanta gente sta soffrendo e morendo in questo stesso momento e non poter fare nulla di immediato per aiutarli. Si può solo provare una rabbia infinita e continuare a sostenere la causa palestinese nei modi che ci sono conosciuti.

Bisogna dire le cose come stanno: quel che fa israele da 60 anni a questa parte ha ormai superato di gran lunga quello che hanno fatto i nazisti durante la IIGM. E non c’è più accusa di antisemitismo che tenga.

246 Vox { 15.02.12 alle 21:02 }

@ Anita

Se la Kirchner ha avuto una diagnosi errata e ora sta bene, non possiamo che rallegrarcene.

Ciò non toglie comunque che resta una ben strana ‘coincidenza’ che il tumore se lo siano presi allo stesso tempo tutti gli altri leader latinoamericani (Castro, Lula, Roussef, Fernando Lugo). Il sospetto rimane in piedi.

247 Vox { 15.02.12 alle 21:09 }

Il suo contributo….3-4’000 dollari in tutto.
Anita

E scusate se è poco…
Ma se quei 4000 $ non li avesse avuti?

Come, per esempio, quelle migliaia di famiglie americane ridotte sul lastrico, con la casa foreclosed, senza lavoro e magari viventi in tenda?

Mai sentito parlare di assistenza sanitaria GRATUITA 100% ?
Troppo ‘socialista’ per voi.

248 Vox { 15.02.12 alle 21:14 }

MENOMALE CHE MONTI C’E’

20 ANNI DI SACRIFICI

[...] Abbiamo davanti un periodo lunghissimo di ristrettezze e sacrifici.

Queste le parole di Monti. Naturalmente non ce ne importa nulla di commentare il no alle Olimpiadi di Roma, quanto di capire il vero punto del giorno. E del futuro.

Dunque 20 anni di sacrifici.

Intanto, non lo sapevamo affatto, come invece sembra voler far percepire il premier. O meglio, ancora la cosa non era stata esplicitata, anche se almeno su questo giornale ce lo siamo detti spesso. Invece adesso è ufficiale, se anche il “professore” ha parlato così chiaro.

Ma il punto è che le parole di Monti, sebbene a nostro avviso vadano considerate per “difetto” sulla durata del purgatorio, sono una vera e propria bomba. Perché comunque esplicitano una data, una ipotesi di “fine pena”. Sulla quale, come tutti i condannati dopo aver ascoltato la sentenza, vale la pena di ragionare…

Voi quanti anni avrete, tra vent’anni? Siete disposti a vivere vent’anni d’inferno e a ritrovarvi tanto avanti negli anni (già anziani?) il giorno in cui – e sono solo previsioni – si potrà tornare, secondo Monti, semplicemente ai livelli ante-crisi in cui peraltro non è che si stava poi così bene?

Insomma questo è quanto. Ce ne è abbastanza per una rivoluzione, se solo gli italiani capissero cosa significa. Se solo avessero ancora sangue nelle vene.

Ma senza andare troppo in là, ce ne è abbastanza per fermare ogni tipo di investimento, personale o aziendale, per bloccare immediatamente ogni spesa, ogni rata, ogni cosa: per vent’anni, nisba, niente da fare. Nessuna ripresa, nessun miglioramento rispetto ad adesso. Anzi, semmai andrà peggio, proprio per il processo dell’effetto domino innescato dalle misure appena prese e da quelle che presumibilmente saranno prese a breve. ..
http://www.ilribelle.com/la-voce-del-ribelle/2012/2/15/20-anni-di-sacrifici-parola-di-monti.html

249 Cerutti Gino { 15.02.12 alle 21:39 }

x Vox.
Purtroppo c’è chi ancora, dall’altra parte dell’oceano, rimpiange i tempi del “withe only”.

C.G.

250 Cerutti Gino { 15.02.12 alle 21:45 }

Secondo i dati ufficiali, attualmente ci sarebbero 35 milioni di persone che hanno l’HIV. 25 milioni nella sola Africa subsahariana. In certi posti, si parlerebbe quindi addirittura del 20% della popolazione. Ma l’OMS usa test a campione, effettuati su ragazze incinte in degenza nelle cliniche subsahariane. Test che danno falsi positivi proprio per lo stato di gravidanza, o a causa della malaria, o della tubercolosi. I risultati di questi test poi sono estrapolati per l’intera popolazione. E poi c’è il fenomeno delle falsificazioni. In India stilano falsi rapporti sui casi di Aids, che in realtà sono casi di semplici tubercolosi. Lo fanno per ricevere milioni di dollari di finanziamenti. Con i quali comprare, tra l’altro, i farmaci. Se parlassero di tubercolosi, nessuno gli darebbe una lira. Lo stesso dicasi per l’Africa. E’ solo questione di soldi: non si fanno 50 miliardi di dollari con le piaghe, con le epidemie di malaria, con la tubercolosi, con la dissenteria, con la fame o con le guerre civili. Se però chiami tutto questo AIDS, allora puoi vendere preservativi e farmaci. E se sei del posto puoi sperare di avere un centro per curare la tua gente.

(Fonte: Claudio Messora)

251 Peter { 15.02.12 alle 21:54 }

Monti mi sembra l’uomo giusto al momento giusto. Posato, accorto, serio, diplomatico, della piu’ alta competenza sul piano economico, molto sensibile al prestigio internazionale del suo paese, del tutto ‘non-politico’ nel suo modo piano, prosaico, quasi scarno di argomentare ed esporre il suo punto di vista, senza artifici retorici o sovratoni.
E’ l’uomo della amara sobrieta’ e necessita’ dopo la folle e catastrofica ubriacatura berlusconiana…
E’ quasi ironico che siano della stessa regione, quasi della stessa provincia, Monti e Berlusconi, perche’ i due personaggi non potrebbero essere piu’ diversi.
Italiani, Berlusconi vi prometteva mari e monti, ora avete solo Monti…e fate bene a tenervelo caro, perche’ altri non hanno avuto tale lusso.
E’ simpatico persino ad una mia amica inglese di una certa eta’, alla quale pero’ il nome crea imbarazzo, dato che per loro ‘Monty’ era Montgomery…

Peter

252 Anita { 15.02.12 alle 22:29 }

x VOX

Mi sembra 3-4000 dollari per cure, multiple operazioni, mesi di riabilitazione, infermiere in casa, etc….entro un periodo di 15 anni sia ben poco…….

Se fosse stato indigente non avrebbe pagato niente.

In Italia mia mamma fu’ ricoverata per un periodo di circa due mesi, l’ospedale nuovo era solo quattro mura, c’erano solo donne di pulizia, una vergogna…..visto con i nostri occhi.

Quando siamo arrivati pretendevano che tra mio marito ed io rimpiazzavamo 45 bustine di sangue….cosa impossibile…..
Offrimmo di pagare e fummo inveiti con:

“Voi Americani siete solo capaci di comprare tutto con soldi!”

Per cura personale e cambiamento di lenzuola ci pensava la sua donna di servizio, altri pazienti erano accurati da famigliari.
Ma…..era tutto gratis!

Lei si tenga la sua medicina socializzata e noi ci teniamo il nostro sistema….e non quella farsa di Michael Moore.

Stiamo gia soffrendo l’Obama Care, non ancora in vigore ufficialmente, ma i dottori si stanno mettendo al riparo, nel mio Stato si uniscono a gruppi o si ritirano, molti vanno nei campi di ricerca e gli ostetrici stanno diventando una specializzazione rara.

Anita

253 Anita { 15.02.12 alle 22:45 }

x VOX

Castro e’ ammalato da qualche anno che si sappia.

Allora invece del cancro sarebbe piu’ utile usare il sistema di Putin, un po’ di radioactivo polonium-210 come per Anna Politkovskaya e per Litvinenko.

Sarebbe piu’ veloce ed efficiente.

Le cose che leggo su questo blog sono roba da manicomio.

Anita

254 Cerutti Gino { 15.02.12 alle 22:49 }

Il provvedimento di Obama che estende l’assistenza medica a 32 milioni di cittadini US è come un pugno in un occhio per quelli che sono sazi, a pancia piena.
Questi non fanno mancare mica il cappottino di lana per non far prendere freddo il pancino di quei mostricciattoli quando vengono accompagnati a fare le loro kakkette per strada.

Così va il mondo.
Cane.

C.G.

255 Anita { 16.02.12 alle 0:06 }

x C.G.

Negli US non si puo’ negare l’assistenza a nessuno.

Mio nipote non e’ assicurato e lavora per conto suo, di frequente e’ ammesso in ospedale, soffre di asma ed altre disturbi cronici, non ha mai pagato un soldo.

L’ospedale gli puo’ mandare il conto, alla fine dell’anno dichiarano una perdita e si rifanno su chi e’ assicurato sia privatamente che dai datori di lavoro.

Creda quel che vuole…non voglio perdere tempo a spiegare per la millesima volta.

Anita

256 Vox { 16.02.12 alle 0:22 }

Putin, un po’ di radioactivo polonium-210 come per Anna Politkovskaya e per Litvinenko.
Anita

La storia del polonio radioattivo somministrato al collaboratore di Berezovski ( il Berlusconi russo, l’oligarca fuggito in GB per sfuggire alla galera, per aver evaso tasse per milioni di rubli e per riciclaggio) è rimasta molto oscura e le accuse al governo russo furono più o meno come quelle che fa israele oggi all’iran. Tira la pietra e nasconde la mano, con l’altra puntando l’indice verso l’avversario.
Si parlò perfino del coinvolgimento dei servizi segreti britannici o dello stesso Berezovski. Il Litvinenko, infatti, sapeva molte cosette scomode e lo stava ricattando.

Quanto alla Politkovskaja, che c’entra il polonio? mi meraviglio di lei, di solito così informata. La giornalista, filo-israeliana e cittadina americana, fu uccisa a colpi di pistola. La faccenda è ancora sotto investigazione. Chi sia stato a commissionare l’omicidio, Putin o altri, non ho idea.
Mi dispiace per la donna, una vita è una vita e non doveva certo essere stroncata così. Quando era viva, però, non ne avevo molta stima, anche perchè lavorava per un giornale di destra, neoliberista, finanziato dagli Usa. E, tra parentesi, quel giornale continua a uscire ancora oggi.

Da un reportage RT:
Published: 19 January, 2012
“Experts examining a pistol in the journalist Anna Politkovskaya murder case have discovered DNA traces belonging to a woman. The news has been confirmed by one of the suspect’s lawyers and police source.

­Investigators believed Rustam Makhmudov [cecen] carried out the murder of the reporter in September 2006 on someone else’s orders. However his lawyer, Murad Musayev, says traces of sweat found on the weapon paint a different picture. The DNA was found long ago, and “it was clear then this was not the DNA of Rustam Makhmudov,” the lawyer told Interfax on Thursday.

According to the lawyer, re-inspection of the DNA samples has led to a sensational result. Musayev believes that this new evaluation of data will prove that Rustam Makhmudov is in fact innocent.

“In the previous experts’ report nothing has been said about [the gender of the DNA], but there were always doubts that the executor was a man,” Musayev says. He stressed that in the security camera footage of the killer “some feminine features can be seen.”

Some photographs from the security cameras have already been published in the media, and they show that Politkovskaya was followed by a blond woman with long hair”
rt.com/news/politkovskaya-murder-investigation-dna-171/

C’è anche un’altra pista e anche questa conduce a Berezovski:

A man suspected of organizing the hit on journalist Anna Politkovskaya in 2006 believed he was acting on the orders of Boris Berezovsky.

According to the Kommersant Daily, the suspect, former police officer Dmitry Pavlyuchenkov, agreed to cooperate with justice and gave a detailed report on what he knew. Earlier this month, the Russian press reported Pavlyuchenkov had admitted conspiring to murder the journalist.

Pavlyuchenkov said that the person who organized the killing, Lom-Ali Gaitukayev [not Russian], was negotiating with the person who had ordered the murder of the journalist in Ukraine, as at that time this person was barred from entry to the Russian Federation. Pavlyuchenkov said that he did not know the name of this person but suspected that it could be the fugitive businessman, Boris Berezovsky.

Pavlyuchenkov also said that the person who ordered the hit on Politkovskaya had insisted that it be carried out before Vladimir Putin’s birthday on October 7, and best of all on the day itself.

Investigators have not confirmed Berezovsky’s complicity in the case. On Friday, the Investigative Committee refused to comment on speculation over Berezovsky’s possible involvement in the killing. “We do not know yet who ordered the hit. We have no grounds to say that it was Berezovskiy,” committee head Aleksandr Bastrykin told the press.

Berezovsky has been sentenced to prison in absentia in Russia on charges of embezzlement, fraud and money laundering, and has been living in self-imposed exile in the United Kingdom since 2001.”
rt.com/politics/politkovskaya-fugitive-berezovsky-report-695/

257 Anita { 16.02.12 alle 0:28 }

x C.G.

Se lo traduca lei, Google le puo’ dare una mano.

The emergency room (or other better equipped units within the hospital) must treat an individual with an EMC until the condition is resolved or stabilized and the patient is able to provide self-care following discharge, or if unable, can receive needed continual care.

Inpatient care provided must be at an equal level for all patients, regardless of ability to pay.

Hospitals may NOT discharge a patient prior to stabilization if the patient’s insurance is canceled or otherwise discontinues payment during course of stay.

If the hospital does not have the capability to treat the condition, the hospital must make an “appropriate” transfer of the patient to another hospital with such capability.

This includes a long-term care or rehabilitation facilities for patients unable to provide self-care.

Hospitals with specialized capabilities must accept such transfers and may not discharge a patient until the condition is resolved and the patient is able to provide self-care or is transferred to another facility.

Anita

Tratto da Wikipedia.

258 Vox { 16.02.12 alle 0:34 }

@ Anita

Beh, lei dev’essere stata particolarmente sfortunata. Mio padre, due anni fa, subì un delicato intervento al policlinico Gemelli di Roma (costo oltre i 20.000 euro), ci rimase in degenza per 10 giorni e, pur non essendo affatto povero, non pagò un euro. Quei costi li aveva già pagati indirettamente in tasse per 40 anni.
Forse tra un po’ i vampiri che si sono piazzati al governo ci verranno a dire che “ce lo dobbiamo scordare”.

A Cuba, in Venezuela, in Bolivia l’assistenza medica è gratuita, tra l’altro di ottimo livello.
Le ultime rimanenze di socialismo…

259 Vox { 16.02.12 alle 0:44 }

Negli US non si puo’ negare l’assistenza a nessuno.
Anita

Si, forse in teoria, ma evidentemente non si può generalizzare. Anni fa ero a Los Angeles, l’amica che mi ospitava venne a svegliarmi che stava malissimo, la portai con la macchina all’ospedale. Mentre lei si contorceva per terra in dolori terribili (come si seppe poi, un attacco acuto di appendicite), lo staff insisteva che se non gli avessimo fornito i dati della sua assicurazione medica, non potevano fare niente. Dovetti tornare a casa sua, mettere sotto sopra la sua stanza per trovare la carta assicurativa e tornare in ospedale e solo allora la misero finalmente su una barella e la portarono dentro per la visita (fu operata la mattina seguente).
Non dico che sia così dappertutto in America, ma l’esperienza fu traumatizzante. Benedissi di vivere in Italia.

260 Vox { 16.02.12 alle 0:53 }

SORPRESA!

Anche in SIRIA c’è il petrolio.
Ecco svelato il vero motivo di tanta ammuina “per la crisi umanitaria” in quel paese e l’impellente desiderio di certi paesi di intervenire…

http://stratrisks.com/geostrat/4049

Resource Rapture: Syria’s Untapped Assets

261 Vox { 16.02.12 alle 1:03 }

@ Peter (250)

Perchè non mi sorprende questo panegirico di Monti?

Ecco perchè sostengo sempre che quelli che vivono in pianta stabile all’estero non dovrebbero votare nella patria di origine. Non capiscono una mazza, specie quando dicono di sè “noi britannici” (es. gli argentini CI devono restituire…)
Ma vale per tutti, in tutti i paesi.
Specialmente quando ci si proclama labour (anche se il Labour di oggi è di sinistra quanto lo era la regina Vittoria), ma poi si parla come un neoliberista qualsiasi.

262 Vox { 16.02.12 alle 1:05 }

O forse, semplicemente il solito superficiale.

263 Anita { 16.02.12 alle 1:14 }

x VOX

La plastic card si tiene sempre nel portafoglio.

All’ospedale in caso che non ce l’ha basta dare il numero della Social Security.

Ho passato notti intere nell’ospedale per mio marito, per circa 6 anni, ero piu’ in ospedale che a casa.

Nella sala d’aspetto ne ho viste di tutti i colori, nei casi d’emergenza non si e’ ammessi fino a che il paziente e’ sistemato.
Di notte capitano le emergenze…non ho mai visto nessuno rifiutato, diversi erano gang related, di sicuro non erano assicurati e molti non parlavano o capivano l’inglese, si sentiva dall’auto parlante sollecitare interpreti per le varie lingue.

I genitori della signora che mi aiuta in casa sono venuti dalla Polonia, anziani e non in buona salute, il papa’ aveva un’infezione all’anca dopo un replacement fatto in Polonia, l’operazione e’ stata rifatta ed e’ stato in riabilitazione per lungo tempo, e’ sempre stato malato, nei 6 anni che e’ vissuto gli hanno mandato un infermiera tutti i giorni.

Sua figlia, la signora che mi aiuta in casa, non e’ assicurata, gli mancano 2 anni per qualificarsi per Medicare, e’ orgogliosa e non vuole dipendere dal governo, ha diversi disturbi cronici, si e’ rotta la clavicola, paga i dottori e l’ospedale un po’ alla volta, la scelta e’ stata sua.
Nessuno le corre dietro….

Anita

264 Anita { 16.02.12 alle 1:20 }

…..alto parlante…. ?

265 Anita { 16.02.12 alle 1:34 }

x Peter

Mario Monti mi ha fatta buona impressione…ma non lo conosco…

Cosi’ come mi ha fatta buona impressione Santorum…ma leggendo la sua carriera politica…non e’ tutto oro quel che luce, tutt’altro.

Intanto sta sorpassando Mitt Romney…i misteri della politica.

Sono cosi’ stufa che mi sto guardando i reruns di “Bonanza”…la mania di mio marito.
Per me sono nuovi.

Buonanotte,
Anita

266 Anita { 16.02.12 alle 2:22 }

x VOX

Che ci sia petrolio e gas in Syria non e’ una novita’.
Lo scorso anno cercavano investitori stranieri per nuove esplorazioni ed impianti.

Oggi hanno fatto saltare una tubazione a Homs, ho visto i filmati amatoriali del fuoco e fumo nero.

Anita

267 sylvi { 16.02.12 alle 7:36 }

caro Uroburo,

ha presente la barzelleta sui bambini carnici che tanto la turbò???
Dalle prove IVALSI di tutta Italia risulta che in matematica e italiano sul podio più alto ci stanno gli studenti del liceo Paschini di Tolmezzo ( Carnia).
I più bravi non solo della Furlania, ma proprio di tutto lo Stivale, isole comprese!
Vede che nelle barzellette c’è sposso un’ ombra di verità!

buonagiornata

Sylvi

268 Peter { 16.02.12 alle 8:19 }

x Vox

poteva dire che non vorrebbe che un certo Peter voti per l’Italia (in Italia a votare non ci vado…), dato che non la pensa come lei, e si sbrigava prima…ad esporre la sua solita concezione stalinista di voto e democrazia.
Monti non e’ stato comunque eletto, ed ecco perche’ non e’ un politico ner’ di modo ne’ di fatto. E dice cio’ che bisogna fare senza nessuna retorica, papale papale…
Per inciso, il no taxation without representation e’ un motto liberale/liberista, ed anche il suo inverso, no representation without taxation. Il che comporta pero’ alcune stranezze nel mondo moderno…tipo che qui pago tasse da vent’anni, contribuendo a mantenere famiglie che non hanno mai pagato nulla in vita loro, ed hanno diritto di voto, mentre io posso votare solo da quando sono cittadino…se poi i/le Vox di turno togliessero il diritto di voto ai cittadini non residenti in Italia, i sig. Peter non voterebbero da nessuna parte…pagherebbero e basta. Il solito shitty deal riservato da sempre a chi emigra…Faust pero’ suggerisce che anche lei sia in quel novero, mia cara, di residente all’estero ‘in pianta stabile’, cosa che gia’ supponevo.
Nella mia solita superficialita’, supponevo anche che fosse di famiglia agiata e ‘ben connessa’, dato che il policlinico ‘del papa’ non e’ certo per tutti, o no? E lasci stare appunto ‘i poveri’, che come ben diceva la classe medica italiana ‘sono quelli che pagano meglio’.

Peter

ps
l’Argentina, a propos, non ci deve nulla. Basta che non metta le zampe su cio’ che non e’ suo. Posso usare il ‘ci’, se non le dispiace, a pieno diritto. Mica sono cittadino come lo erano gli ebrei in Russia, sa?

269 rodolfo { 16.02.12 alle 9:01 }

L’obbligo scolastico che non regge
Ogni anno centomila addii alle aule
L’obbligo scolastico che non regge Ogni anno centomila addii alle aule

L’Istituto “Virgilio” di Scampia, a Napoli
La legge lo prevede fino a 16 anni d’età. Ma nei primi due anni delle superiori, il 18,8% lascia. Ma è un dato statistico, in certe zone è molto più basso, in altre drammaticamente più alto. A Belluno riguarda solo 27 studenti, a Napoli circa 60 mila. La lotta titanica di docenti e genitori
NAPOLI – Il venti per cento non ce la fa a rispettare l’obbligo scolastico. In parole povere centomila ragazze e ragazzi, che ogni anno si lasciano alle spalle la terza media, si trasformano in “fantasmi”. Non ce la fanno a seguire il corso di studi fino a 16 anni.
-
-
-
Centomila all´anno, bah…secondo me non c´e´notizia piu´tragica di questa. Quale sara´il futuro di questi ragazzi….quale sara´il prezzo che il paese ne dovra´pagare? E´angoscioso e fa´ un po´paura.
La stessa angoscia e paura quando un essere che si crede ragionevole
arriva a sostenere che:- “Bisogna dire le cose come stanno: quel che fa israele da 60 anni a questa parte ha ormai superato di gran lunga quello che hanno fatto i nazisti durante la IIGM. E non c’è più accusa di antisemitismo che tenga”.(Vox)
A questo punto ci si fa´prendere dallo sconforto e ci si domanda se con certi individui val la pena di colloquiare.
Ci si domanda cosa puo´avere nel cervello un tipo simile e quali sono le sue finalita´. Ci si domanda come mai esistono certi individui e sopratutto come mai ascoltanto e leggendo nessuno provi la necessita´di reagire. Alla luce …di centomila ragazzi che lasciano la scuola anzitempo…facili da circuire direi…che siamo messi proprio male.
Rodolfo

270 rodolfo { 16.02.12 alle 9:12 }

Dunque non c´e´Monti che basti…siamo irrimediabilmente perduti.
Rodolfo

271 Shalom, il silenzio complice { 16.02.12 alle 9:36 }

I Sauditi in Bahrein
http://www.medarabnews.com
L’arrivo delle truppe dell’Arabia Saudita e degli Emirati Arabi Uniti (EAU) nel Bahrein lo scorso lunedì rappresenta un motivo di preoccupazione su tre piani. Primo, indica che i leader arabi conservatori negli Stati chiave per la produzione dell’energia sono preoccupati che le sommosse nello Yemen…

272 Cerutti Gino { 16.02.12 alle 10:16 }

In una nazione nella quale un Presidente del Consiglio faceva il comico, i comici fanno i leader politici, gli ex pubblici ministeri fanno gli economisti, i giornalisti fanno i pubblici ministeri, i professori universitari governano, Celentano_Adrianoi ministri falliti fanno i professori universitari, i calciatori fanno i ballerini, i bambini fanno i cantanti, i cantanti fanno i bambini, gli avvocati difensori privati fanno i parlamentari, i parlamentari fanno gli avvocati difensori privati, le igieniste dentali fanno le consigliere regionali, i mafiosi fanno gli stallieri, gli analfabeti scrivono libri, le mignotte fanno le nipoti di Mubarak, i direttori di telegiornali fanno le mignotte, ci si può scandalizzare se un bravo rockettaro invecchiato come Celentano fa il teologo?”

(Vittorio Zucconi, La Repubblica)

273 Linosse { 16.02.12 alle 10:52 }

X Vox
““Bisogna dire le cose come stanno: quel che fa israele da 60 anni a questa parte ha ormai superato di gran lunga quello che hanno fatto i nazisti durante la IIGM. E non c’è più accusa di antisemitismo che tenga”.(Vox)
Vox ,sei ormai grande e non dovrei essere io a dirtelo:
non devi seminare angoscia e paura scrivendo quello che hai scritto su ingenui e sensibili floricoltori che si recano con una certa frequenza in Palestina ma solo per raccogliere mysotis,i non ti scordar di me(o di loro quando sono parecchi).
Come sai la raccolta dei fiori porta con sè rischi e conseguenti incidenti come bambini,donne e vecchi che muoino per reazioni naturali al fosforo,bombe di raccolta,abbondanti tagli,purtroppo ,non di gambi di fiori ma di alimenti e tutto il necessario per la vita.
Lo sappiamo da sempre che per raccogliere fiori bisogna indossare giubbotti antiproiettile,armarsi di tutto punto e per quelli che si trovano in particolari posizioni usare aerei dotati di missili ando cojo cojo per facilitare la raccolta in terra altrui,si raccomandano anche piccoli dettagli come ,per es.,bombe nucleari che sono determinanti.
I mysotis,non ti scordar di loro,richiedono accorgimenti ed addestramenti che non puoi capire.
L.

274 rodolfo { 16.02.12 alle 11:31 }

xLinosse
Beh….nell´anonimato si puo´trovare il coraggio di scrivere le cose piu´obbrobiose.Questo ed altro.
Di presenza .. in una assemblea o tra la gente… non si sa´chi troverebbe il coraggio di ripetere certe affermazioni…non si sa´.. chi potrebbe provare piu´angoscia o paura…non si sa´ chi scapperebbe con la coda tra le gambe
Io che ho accennato all´ angoscia e alla paura….io lo so´.
Non potrebbe esse3re altrimenti.
Rodolfo

275 Faust { 16.02.12 alle 12:42 }

Faust pero’ ” suggerisce” che anche lei sia in quel novero, mia cara, di residente all’estero ‘in pianta stabile’, cosa che gia’ supponevo.

Caro Peter, quando parlo di un’altro blogger, sto mooolto attento a non dare indicazioni che possano “scoprire” la sua privacy… e xcche’ tu lo sappia, come lo sa tutto il blog, che neanche in privato do’ mai informazioni o indirizzi di altri… Nel caso di Vox, se trasgredissi a queste regole di civile convivenza in un blog… come dare il tuo indirizzo tuo ad altri(!) perderebbe il rispetto che ha di me… e sia Vox che Uroburo, cc, GC e Pino e tanti altri… mai hanno fatto domande ne commenti, ne chiacchiericcio, su chi non ce’…
Tu scrivi che Faust pero’ ” suggerisce”
Ti prego di controllare dove e quando eddove e in quale mio post ho rivelato quel che tu scrivi che “suggerisco” posso dirti che non farei mai una svista di questo tenore…
Scusa tanto, non x gniente ma ci tengo al mio comportamento etico, della privacy e del rispetto x chi mi da la sua fiducia, come d’altronde farei con te… anche se…
Abbacchi al forno a legna…
Faust

276 Uroburo { 16.02.12 alle 13:06 }

sylvi { 16.02.12 alle 7:36 } ha presente la barzelleta sui bambini carnici che tanto la turbò??? Dalle prove IVALSI di tutta Italia risulta che in matematica e italiano sul podio più alto ci stanno gli studenti del liceo Paschini di Tolmezzo ( Carnia). … Vede che nelle barzellette c’è sposso un’ ombra di verità!
—————————————
Oggesuggesùùùùù ……. Io mi sono limitato a constatare che con la prospettiva di 6.000 (circa) sodomizzazioni (e si presume non del tutto consenzienti) i friulani avranno un gran bel daffare per tutta la loro vita.
Quanto al resto non posso far altro che ripeterle quel che ho già scritto nel mio
Uroburo { 13.02.12 alle 16:53 } … i friulani sono dei paesanotti di montagna non diversi dai bergamaschi o dai valtellinesi (eccetera). Hanno qualche dote e molti difetti, come tutti. Come quasi tutte le popolazioni di montagna sono tenaci e frugali e non si risparmiano la fatica. Hanno come obiettivo di vita quello di uscire da una povertà atavica e spesso ci riescono pagando prezzi elevati in fatiche e disagi. I popoli di montagna sono tutti uguali in tutti i paesi d’Europa.
Gli ottimi risultati degli alunni di Tolmezzo non cambierà di una virgola il dato di fondo. Per altro, se lei fosse un po’meno superficiale, avrebbe notato che parlo delle popolazioni di montagna con una certa simpatia.
Ma lei è impegnata con la sua guerra contro sinistre e sindacati per poter seguire.
Un saluto U.
PS. Poche cose mi turbano nella vita e tra queste non certo la megalomania di quattro poveri bifolchi morti di fame.

277 sylvi { 16.02.12 alle 14:21 }

….i friulani sono dei paesanotti di montagna…Uroburo

caro Uroburo,
sarebbe come dire che i lodigiani sono dei paesanotti di montagna!!!
Suvvia, un po’ di precisione geografica , come ex bidello, non le farebbe male!
Io invece parlo delle popolazioni di montagna …non solo delle mie, con mooooolta simpatia.
Ha ragione: faticano, pagano alti prezzi per elevarsi, si laureano in alto numero e spesso tornano a falciare il fieno e a curare le stalle…
senza senso di frustrazione, anzi…inventano prodotti agroalimentari pregiati che esportano…magari mentre leggono Leopardi o Musil o Roth …
sono quelle piccole aziende di nicchia e di pregio che lei pare aborrire come istituzione…salvo poi apprezzarle per i frutti che danno!
E’ sicuramente un mondo che non riconosce più nella metropoli il fulcro per evolversi, imparare e togliersi dalla paesanità e dalla provincialità.
Trattano col web, viaggiano in aereo….così tanto per dire …
i friulani su un raggio di 200km hanno gli aeroporti di: Venezia- Trieste- Monaco- Klakerfurt- Graz- Lublijana- Fiume…Tutti aeroporti internazionali! Le ferrovie invece piangono…
sa che gli austriaci che stanno tentando faticosamente di forzare le lobbyes ferroviarie italiane in Alto Adige, e agiscono come carbonari snobbati dalle Ferrovie italiche…raccolgono con due e anche quattro corse al giorno in enormi bus Venezia- Klakenfurt i viaggiatori che poi potranno spostarsi a piacimento dalla Capitale della Carinzia?
E la Carinzia era…era…quel che lei ha sempre pensato, senza notare i cambiamenti, la capitale dei suoi montanari chiusi e ottusi!

Stia attento, invece, piuttosto lei, di non ritrovarsi in una metropoli che non ha più nulla da dire e da dare a nessuno…Milano, una baraccopoli di lusso chiusa in se stessa con , al massimo, un corridoio per Roma, sua sorella gemella!!!
C’è tanto mondo…FUORI!!!

Cordialità
Sylvi

278 Vox { 16.02.12 alle 14:28 }

@ Peter
Il non-voto x chi vive stabilmente fuori del proprio paese (qualunque esso sia) mi sembra giusto per chiunque, me incluso, ammesso e non concesso che io viva sempre all’estero, perchè quando sei fuori per lunghi periodi (parlo di anni) perdi il contatto con la realtà quotidiana del tuo luogo di origine. Lo dico anche per esperienza personale passata. Purtroppo, ora sto un po’ accà e un po’ allà, ma preferirei stare in un posto solo.

279 Vox { 16.02.12 alle 14:48 }

Odifreddi

La Grecia brucia

La Grecia è arrivata alla resa dei conti. Il Parlamento [capitola] di fronte al plotone d’esecuzione costituito dalla cosiddetta troika, formata dall’Unione Europea, la Banca Centrale Europea e il Fondo Monetario Internazionale.

La società civile sta protestando violentemente di fronte al Parlamento. Il primo ministro Papademos, alter ego del nostro Monti, ha dichiarato che “il vandalismo e la distruzione non hanno un posto nella democrazia”: le stesse parole usate ieri, in maniera preventiva, dal nostro presidente Napolitano.

Naturalmente, i mandanti (im)morali della troika, e gli esecutori materiali del governo greco, presentano le misure che stanno per essere adottate come “inevitabili e necessarie”: le stesse parole che abbiamo sentito anche noi, fino alla nausea, dal colpo di mano del 9 novembre 2011 a oggi.

E queste misure (udite, udite!) consistono in: “Una radicale riforma del mercato del lavoro, con una profonda liberalizzazione. Una diminuzione di oltre il 20% del salario minimo garantito, e un taglio delle pensioni. Una drastica economia di spesa in settori pubblici, come gli ospedali e le autonomie locali. E la vendita dei gioielli di famiglia, come le quote pubbliche in petrolio, gas, acqua e lotteria”.

Queste misure non si chiamano “austerità” o “sacrifici”, ma distruzione dello stato sociale e svendita del pubblico al privato. Esse sono dello stesso tenore, vanno nella stessa direzione, e sono ispirate dalla stessa insana ideologia, delle “riforme” che il nostro governo sta cercando di far passare anche da noi. E che, per ora, il nostro popolo ex-sovrano ha mostrato di accettare con maggior spirito di sopportazione, e minor spirito di sopravvivenza, di quello greco.

Nel suo editoriale di ieri su Repubblica, parlando delle conseguenze del possibile default della Grecia, del Portogallo e dell’Irlanda, Scalfari ha scritto che “il fallimento di due o tre paesi dell’Eurozona avrebbe ripercussioni molto serie sul sistema bancario internazionale, obbligando gli Stati nazionali a nazionalizzare totalmente o parzialmente una parte notevole dei rispettivi sistemi bancari”. Ma, più che una minaccia, questa dovrebbe essere percepita come una speranza!

Perché ormai è chiaro che le banche hanno una buona parte di responsabilità nella crisi mondiale, avendola fomentata con una manovra di strozzinaggio in due tempi: dapprima, finanziando e comprando una larga parte dei debiti sovrani degli stati, e poi, minacciando di chiederne la restituzione.

Gli uomini delle banche al governo, in Grecia come in Italia, ci spiegano che dobbiamo piegarci al ricatto, pagando il riscatto della svendita dello stato. I dimostranti di Atene dimostrano, appunto, che si può dire NO agli strozzini, anche quando ti puntano la pistola alla tempia, e sono pronti a premere il grilletto.

http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2012/02/13/la-grecia-brucia/?ref=HRER3-23

280 sylvi { 16.02.12 alle 15:00 }

caro Rodolfo,

sottosegretario all’Istruzione è Marco Rossi Doria, maestro di strada a Napoli per molti anni.
Un maestro che andava raccattando i bambini nei quartieri spagnoli perchè non evadessero l’obbligo scolastico in massa.
Per dire…noi qui avevamo qualche problema con pochissime situazioni familiari anomale e soprattutto con gli zingari.
Ricordo che al mattino facevo il giro delle baraccopoli e me li portavo a scuola.
Mai i loro genitori li avrebbero accompagnati al bus.

Cosa che adesso sarebbe impensabile e proibita…infatti vale di più essere in regola con le assicurazioni e le responsabilità che non avere l’aula con tutti gli alunni presenti!
A Napoli, in tutta la Provincia, ma purtroppo in troppe parti del mezzogiorno la Scuola resta un optional…un lusso direi a volte!

I vari governi succedutisi dalla fine della guerra non hanno mai dato troppa importanza alla cosa…c’è chi va a scuola e chi no…che ci vuò fa’!!!
Chissà se Rossi Doria saprà rimediare in qualche modo a questa catastrofe culturale?

Sylvi

281 peter { 16.02.12 alle 15:13 }

x Faust

ho solo riportato cio’ cui accennavi sul blog giorni fa…

un saluto

Peter

282 Uroburo { 16.02.12 alle 15:19 }

Cara Silvy,
Milano, che una volta si definiva la capitale morale d’Ittaglia, è diventata la capitale dei grassisti (la Milano da bere) e del Banana (sotto processo per numerosi gravissimi reati).
Quindi qualunque critica su Milano non potrebbe che trovarmi d’accordo.
Invece trovo la sua descrizione della Carnia un tantino enfatica. Altrimenti vuol dire che hanno trovato la via per decollare. Beati loro. U.

283 Vox { 16.02.12 alle 15:28 }

Visto che tutti oggi hanno la mania di Facebook e Twitter (io no, eh, eh) merita una riflessione questo articolo…

RACCOLTA DI INFORMAZIONI DELL’INTELLIGENCE STRATEGICA DAI SOCIAL MEDIA

Spionaggio e Propaganda attraverso Facebook e Twitter

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9881

284 controcorrente { 16.02.12 alle 15:29 }

sylvi (240),

carissima,
Celentano e Odifreddi, sono sinistri (nel senso di comunisti),nella stessa misura in cui io sono un adepto della Dea Kalì.
Detto ciò, capisco che tu non capisca..e capisco che non capendo, nemmeno ti poni il problema di condividere in tutto o in parte quanto scritto.
Non è un problema !
Io, l’Avvenire lo ricevo gratis da 6 mesi, mi hanno detto che sono stato sorteggiato.
Non so chi ringraziare!
Per cui se mi permetti ,questa volta sono Io a non capire il tuo 240!
Ma anche questo non è un problema.
Figurati mi basta leggere Rodolfo, su questo Blog, per rendermi conto del binomio comicità tragedia.
Mi basta per divertirmi!
Come vedi mi accontento di poco , e spazio in tutto i generi letterali senza bisogno di comprare ulteriori Libri ,giornali, riviste…!

cc

285 rodolfo { 16.02.12 alle 15:40 }

cc”Figurati mi basta leggere Rodolfo, su questo Blog, per rendermi conto del binomio comicità tragedia..”
-
-
Io mi accontenterei , se solo tu riuscissi ….oltre che a divertirti..
anche a criticare con qualche argomento…tragico o comico che sia a te la scelta…
Ad “evadere” con poche parole senza senso…ti resta solo l´illusione…e come sempre la bocca amara.
Rodolfo

286 controcorrente { 16.02.12 alle 15:40 }

Peteruccio caro,
ma guarda che di Vega le cronache scientifiche,dicono un gran bene, ottimo lanciatore,che all’uopo può anche servire per altri scopi meno nobili.
La missilistica come ben sai ha diversi aspetti meritevoli di “approfondimenti”.

buon missile anche te,quindi,e che gli Dei ti proteggano da supposte indebite!

cc

287 controcorrente { 16.02.12 alle 15:45 }

Rudy ,
che tu dica cazzate, mi sta bene , ma per favore non aspettare che scriva Io per dirne ancora di Più !!
Sennò devo ritirami dal Blog per non rovinare la media che già detieni..ovvero una cazzata al giorno..
Da buon Rabbi,dovresti sapere che l’eccesso è colpevole…in sostanza una risata al giorno per il mio buonumore è più che sufficiente…
Non farmi andare in “overdose” di risate..potrebbe essere pericolo per la mia salute !

cc

288 rodolfo { 16.02.12 alle 15:53 }

Senza una chance cosa ti resta altro… oltre che persistere…
ora a farmi ridere sei tu. Sei contento? Spero si…almeno quello..
R

289 controcorrente { 16.02.12 alle 16:06 }

Rudy Rabbi,
in versione nostalgica ci parla della sua San Remo (a parte che un tempo c’era pure il festival di San Scemo).
Una breve ricerca ci ha condotti a scoprire la sua canzone preferita, anzi qualcuno mormora che…

http://www.youtube.com/watch?v=u2B1IrYxjfA

cc

290 rodolfo { 16.02.12 alle 16:10 }

Ma e´proprio quello che mi aspetto da te caro cc….
attento pero´a non sbagliare la mira..
Rodolfo

291 Vox { 16.02.12 alle 16:12 }

da un’ INTERVISTA DEL DAILY BELL
A GERALD CELENTE (rinomato analista politico)
SUL FUTURO PROSSIMO DELL’OCCIDENTE

[...]
Gerald Celente:
L’Occidente sta andando verso una dittatura. Sta già accadendo. La fusione di Stato e poteri privati è chiamato fascismo per definizione… Quando parlo di fusione di Stato e poteri privati, osserva i 16,1 trilioni di dollari che la Federal Reserve ha offerto ai grandi capitali di tutto il mondo. Cosa è successo a quella cosa chiamata capitalismo? Questo non è capitalismo; è fascismo! Più le società falliscono e più questo fallimento è imponente e coinvolge i vertici, più essi impongono un forte giro di vite alla base. Sta accadendo in tutto il mondo; le chiamano misure di austerity. Perché non chiamarle riduzione in schiavitù?

Daily Bell:
L’Unione Europea e l’euro?

Gerald Celente:
Stessa cosa, è fascismo. Ne sono usciti con una bellissima piccola parola, la chiamano Tecnocrati. Perché non Banchieri? I banchieri hanno preso il controllo dell’Italia. I banchieri hanno preso il controllo della Grecia.

Se pensi al Principe della Pace [Cristo], quale fu l’unica volta in cui divenne violento? Quando impugnò una frusta e scacciò via i mercanti dal tempio. I mercanti si sono impadroniti dei templi: i templi di Atene, i templi di Roma, i templi di Berlino e della City di Londra. Hanno preso il controllo di Washington. Hanno preso il controllo di tutto il capitale delle più grandi città del mondo. Dunque, dove si va? È molto semplice vedere dove si sta andando. È ciò che chiamiamo lotta di classe.

Daily Bell:
Il Miracolo Cinese?

Gerald Celente:
La Cina opera proprio come fanno Europa e Stati Uniti. Laddove vanno USA ed Europa, ci troviamo anche la Cina. Dove va la Cina, seguono Australia, Brasile, Cile, e gli altri paesi produttori di materie prime. La Cina ha 1,3 miliardi di persone, e un milione di problemi. Stanno già avendo le prime rivolte popolari; l’inquinamento… Sebbene la gente parli di Miracolo Cinese, il loro reddito pro capite è attorno a quello irakeno…

Daily Bell:
Le elezioni presidenziali statunitensi in arrivo?

Gerald Celente:
Dunque, per come stanno le cose ora (e questa previsione l’abbiamo fatta pochi mesi fa) vince Obama. Ma l’incognita è Ron Paul [...]

Daily Bell:
Tu pensi che Ron Paul possa vincere?

Gerald Celente:
È molto difficile, soprattutto a causa dei media…

Daily Bell: I mainstream media sono controllati? Da chi?

Gerald Celente:
Dalle corporations. Voglio dire, chi possiede la ABC? Chi possiede la NBC? Chi possiede CBS, CNN e FOX? Ancora, la fusione di Stato e poteri privati è chiamata fascismo…

Daily Bell:
Dobbiamo incolpare le grandi società e il corporativismo [multinazionali] per il sistema che abbiamo oggi?

Gerald Celente:
…È un discorso di moralità e del bisogno di un ripristino della moralità; e non si parla solo dell’America, in tutto il mondo ci sono persone che prendono esempio dall’America…Quindi si torna alla moralità, e finché la moralità non cambia, nulla cambierà.

Alcuni mi chiedono quale sarà la modalità del cambiamento, e io torno sempre a quel meraviglioso detto indù, che dice:
“Quando lo studente è pronto, allora l’insegnante appare.” …

Così, la mia convinzione è che la leadership comparirà quando le persone saranno pronte, e secondo me le persone non sono pronte. Non sono pronte a livello emozionale, spirituale, o fisico. Quindi, finché le persone non cambieranno e riacquisteranno autostima, dignità e coraggio, nulla cambierà.

[...]
Daily Bell:
Esiste un impero americano?

Gerald Celente:
Esisteva. Ora appare come gli altri imperi decadenti, combatte guerre all’estero nel momento in cui il tesoro si sta esaurendo. Hanno riso di Ron Paul, quando disse che non aveva alcuna intenzione di dare aiuti agli altri paesi esteri. Disse, “Come possiamo dare aiuti ad altri paesi esteri quando qui siamo in bancarotta?” È ineccepibile. …

Democrazia diretta è ciò che fanno in Svizzera. Lasciano che siano le persone a votare. Io non ho bisogno di una persona come Obama che aggredisce il palcoscenico, che mi dice che attaccherà la Libia e poi sale su un jet con moglie, bambini e suocera per godersi una vacanza a Rio. Fammi votare su questo. Vuoi che la lotta alle droghe continui? Bene. Io no. Andiamo al voto.
…la democrazia diretta è la sola via d’uscita in questo stadio della nostra evoluzione…

Daily Bell:
Come aggiusteresti il sistema finanziario americano?

Gerald Celente:
[...] Tutto inizia dall’ambito locale. Riportiamo la produzione a casa: rimpatriare, rimpatriare, rimpatriare. È uno dei nostri top trend per il 2012. Riportare la produzione a casa… torniamo al modello in cui potevi fare dei soldi in più, e potevi davvero raggiungere una vita agiata da classe media quando ti facevi i prodotti in casa, quando la qualità, e non i profitti, contavano, quando lo stile aveva importanza.
Questo è il modo di ottenerlo. Comincia a livello locale.

Daily Bell:
Ci sono individui che stanno promuovendo un New World Order? Quale è la tua opinione?

Gerald Celente:
E’ l’ordine dei banchieri. Come già ho detto, il new world order non è altro che l’avvento dei mercanti nel tempio. Ci stanno solamente affibbiando una nuova etichetta, ma sempre di mercanti si tratta…

Daily Bell:
Riguardo la Federal Reserve? Dovremmo procedere a una verifica sulla Fed?

Gerald Celente:
Dovrebbe essere smantellata. È stato il problema più grande di questo paese dal giorno in cui fu fondata nel 1913. Teniamo i mercanti del tempio fuori dalla conduzione del paese. Questo è ciò che rappresentano. Tu sai come cambiano nome, passano… da mercanti a strozzini a banchieri. Sono mercanti e strozzini. Liberiamocene.

I Rothschild sarebbero gelosi di vedere quello che hanno messo a segno la banda di Goldman Sachs, l’organizzazione criminale di JP Morgan, i ladri di Citigroup, i banditi di Deutsche Bank e tutti gli altri.

[...]
Daily Bell:
Un commento finale? Puoi darci qualche ulteriore previsione per il 2012?

Gerald Celente:
Credo che noi dobbiamo stare attenti a un qualcosa di molto simile a una legge economica marziale.

Il sistema europeo è al collasso. Il sistema finanziario negli Stati Uniti è anch’esso debole…Gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno dichiarato guerra all’Iran. Chiamiamo le cose con il loro nome. Stanno rendendo impossibile all’Iran la vendita del petrolio. È una forma di guerra.

Proprio come la storia è stata ridisegnata nel caso della Seconda Guerra Mondiale, se guardiamo al passato, è il ripetersi di ciò che gli statunitensi fecero con il Giappone quando gli tagliarono i rifornimenti di petrolio. Ora stanno isolando l’Iran dal mercato del petrolio. Il petrolio ha un peso sul PIL iraniano pari a oltre il 50%. L’Iran è inoltre il terzo produttore mondiale. A Washington l’imposizione delle sanzioni sull’Iran al Senato è stata votata all’unanimità. Così credo che l’Iran sia il campo di guerra che ci porterà in una situazione critica che potrà essere usata come pretesto per la legge economica marziale.

E ora che Obama ha convertito in legge, il 31 Dicembre (Buon Anno Nuovo a tutti), il National Defense Authorization Act * potrà usufruire dell’esercito, che si prenderà cura di ogni belligerante nelle strade!
http://www.thedailybell.com/3526/Staff-Report-Celente-Interview

* NDAA = in pratica, la nuova legge per la quale chiunque può essere fermato e arrestato come sospetto terrorista, senza prove, senza habeas corpus, senza giudizio in tribunale, senza rappresentanza legale, per essere detenuto a tempo indefinito. In stile Pinochet, insomma.

E questo, dal “nobel della Pace”, “l’uomo della sinistra americana”. Yes we can…
Mai lo scollamento totale tra parole e contenuti è stato così evidente e completo.

292 controcorrente { 16.02.12 alle 16:23 }

Rudy Rabbi,
ma cosa hai capito ?
La tradizione vuole che i “lapidatori” storici siano altri…vd il caso della Maddalena….guarda caso una tradizione che perdura nelle stirpi consanguinee…
Pensavo che tu essendoti evoluto, comprendessi che le Pietre ormai sono metaforiche..
Mah..può anche darsi che tu ti sia fermato alle sane tradizioni rabbiniche di un tempo..da popolo eletto,dove sembrava che le Pietre non fossero metaforiche..!!
Boh !

cc

293 rodolfo { 16.02.12 alle 16:36 }

Bah,,,credevi che io indendessi pietre reali?
Sarebbe un po´difficile attraverso il blog….non credi?
Rodolfo

294 peter { 16.02.12 alle 16:41 }

x CC

ecco bravo, giratelo nelle tue parti basse, visto che il missile vega ‘padulo’ lo hai tirato in ballo tu..

Peter

295 rodolfo { 16.02.12 alle 16:52 }

Crea PDF
Stampa
Segnala ad un amico

Categoria: Televisione
SANREMO: DA BOOKMAKERS INGLESI SI PUNTA SU SCUSE CELENTANO
16/02/2012
(AGI) – Roma, 16 feb. – Le forti polemiche che stanno accompagnando il Festival di Sanremo hanno valicato i confini nostrani. In Inghilterra infatti i bookmakers, dopo le quote sulla neve a Roma, sono tornati ad occuparsi del nostro paese. Le scommesse proposte – informa Agicos – sono tutte incentrate su Adriano Celentano. L’eventualita’ che il “molleggiato” si scusi in diretta sul palco dell’Ariston, per il suo intervento di martedi’ sera contro Avvenire e Famiglia Cristiana, e’ pagato 5,50 volte la posta. Si tratta di una quota elevata, segno che i bookmakers credono poco in questa eventualita’. Quotata (5 volte la posta) anche la possibilita’ che Celentano non si presenti piu’ sul palco nell’edizione di quest’anno. La terza scommessa proposta riguarda invece l’eventualita’ che Celentano venga allontanato durante il suo prossimo intervento al Festival. Chi punta sullo stop di Celentano durante il suo prossimo sermone potrebbe vincere 6,50 volte la somma giocata.
R

296 Faust { 16.02.12 alle 17:10 }

x Faust

ho solo riportato cio’ cui accennavi sul blog giorni fa…

un saluto

Peter

Faust pero’ ” suggerisce” che anche lei sia in quel novero, mia cara, di residente all’estero ‘in pianta stabile’, cosa che gia’ supponevo.

… scusa caro Peter se insisto, sii buono e paziente con me… mi puoi dare qualche riferimento piu’ preciso… quando e in che post io avrei “suggerito”… non ricordo in quale post io abbia scritto o suggerito quel che tu mi metti in bocca… e che sono certo che non ho mai suggerito… xfavore, ti prego fai una ricerca… risali al post che hai letto il “suggerito” da me e dammi questa informazione x me importante o chiarisci con piu’ precisione… grazie caro!
Faust

297 sylvi { 16.02.12 alle 17:24 }

caro Uroburo,

non ho detto che i carnici abbiano scoperto …le vie del Signore!
Ho parlato di tentativi, di nicchie di lavori, di visioni che non sono solo quelle delle pianure e delle metropoli.
Ricorderà che non molto tempo fa ho parlato di Sauris e del suo prosciutto!
Ho visitato il prosciuttificio Wolf una decina di anni fa…avevano rinnovato macchine e locali…pur restando nell’artigianato di qualità, …l’affumicatura era ancora a mano, cioè con il legno in mano da inserire nel camino.
Si sono aperti alla tecnologia più intelligente, senza stravolgere , anzi migliorando tempi e qualità.
Ci sono ingegneri e agronomi che ci lavorano!
Non ho detto che sia sufficiente per dare una frustata significativa all’economia.
Tentano, provano, cercano strade…insomma non dormono…e soprattutto sono in controtendenza alla distruzione del suolo come succede in Lombardia ..e non solo.
D’altra parte …dica lei…qual’è la strada per controbilanciare una globalizzazione selvaggia?
Dovremmo tornare all’età della pietra?
Non so molto della diatriba sull’occupazione e sulla requisizione statale di terreni in Val di Susa per la Tav.
So però che si devono fare i collegamenti internazionali rispettando il più possibile il territorio.
Non capisco i valsusani ( CC, si dice così?).
Queste mie zone sono state sottosviluppate perchè chiuse ai contatti coi vicini; senza strade, senza ferrovie e con un solo aeroporto,piccolo, quello di Venezia.
Ora è cambiato molto, se non ancora tutto.
E c’è ancora molto spazio per la valorizzazione del territorio.
Nessuna enfasi…ma una strada per aggirare metropoli che creano solo problemi senza saper fare sintesi per risolverli.

Ps: ce l’ho a morte coi carnici che non sanno sfruttare i centri termali che hanno come sanno fare gli austriaci.
Pare che i carinziani siano interessati a rilevare la conduzione.
Spero che ce la facciano, alla faccia degli artesi ( da Arta Terme!)

Sylvi

298 Anita { 16.02.12 alle 17:40 }

Un tweet nello spazio con il missile Vega

http://www.oneweb20.it/10/02/2012/un-tweet-nello-spazio-con-il-missile-vega/

Non sapendo di cosa stavate parlando mi sono dovuta informare….

Anita

299 peter { 16.02.12 alle 17:45 }

x Faust

senti Faust, non mi piace essere messo ‘on the spot’ ogni volta che nomino Vox…
Giorni fa dicevi che Vox viveva a nord, non lontano da dove abito io…
E’ lecito presumere che intendessi stabilmente, dato che dicevi ‘vive’, non ‘visita’…
Quale post esattamente non mi ricordo, vostro onore…
Io parlavo di pinguini e di polo Sud…

saluti albionici

Peter

300 Uroburo { 16.02.12 alle 17:47 }

Tentano, provano, cercano strade…insomma non dormono…e soprattutto sono in controtendenza alla distruzione del suolo come succede in Lombardia ..e non solo.
—————————————————–
Cara Silvy,
sono totalmente d’accordo con lei.
In un paese che, mediamente, è abitato da selvaggi la Lombardia è uno dei più selvaggi: in pochi posti al mondo si distrugge come da noi. Ma sono contenti perchè così girano i dané …..
La Milano da bere l’hanno inventata i milanesi grassisti.
Un saluto U.

301 Anita { 16.02.12 alle 17:58 }

x VOX

“Mai lo scollamento totale tra parole e contenuti è stato così evidente e completo”

Ma quando l’ho scritto io nessuno ci credeva.

Oggi c’e’ un bel articolo, un opinione:

[President Obama, faced with no recovery from the recession as he enters an election year, has come up with a handy political gimmick: Fake the statistics.

The economic data that portend recovery are totally and completely inventions of Obama's political operation. The reality is that no recovery is taking place!

Economist James Fitzgibbon, of the Highlander Fund, explains how cooked the economic statistics on which the president bases his claims of recovery really are.......]

Non posso mandare il link perche’ l’ho ricevuto senza il link, ma lo trovero’…senza dubbio.

Anita

302 Anita { 16.02.12 alle 18:12 }

x VOX

Il link:

http://www..vote.com/mmp_printerfriendly.php?id=3199

L’originale e’ su “The Hill”.

Anita

303 Vox { 16.02.12 alle 18:12 }

LA MISERIA E’ QUI, IN TUTTO IL SUO ORRORE

Se in Grecia ci stanno arrivando, in Usa la povertà estrema, quella dei romanzi di Hugo, di Zola, di Dickens, è già una realtà per oltre 50 milioni di persone (ed erano 46 l’anno scorso)

theeconomiccollapseblog.com/archives/many-of-you-will-not-believe-some-of-the-things-americans-are-doing-just-to-survive

Many Of You Will Not Believe Some Of The Things
Americans Are Doing Just To Survive

Some families are living in sewers and drain tunnels, some families are living in tents, some families are living in their cars, some families will make ketchup soup for dinner tonight and some families are even eating rats. Some homeless shelters in America are so overloaded that they are actually sending people out to live in the woods. As you read this, there are close to 50 million Americans that are living below the poverty line, and that number rises a little bit more every single day.

The following is a half hour documentary produced by the BBC entitled “Poor America”. Trust me, this is a must watch VIDEO
(on site above)

Those of us that still live comfortably are often completely unaware of what life is like out on the streets of America at this point.

There are millions upon millions of Americans that have lost all hope and that are living on the very edge of life and death.
And more join the ranks of the hopeless with each passing day. This upcoming weekend approximately 80,000 people in the state of Michigan will lose their unemployment benefits.
So what are those people going to do after that?
They have already been unable to find work month after month. Their savings are most certainly gone. Now the only money they had coming in is going to be eliminated…

304 Vox { 16.02.12 alle 18:15 }

INDIA

Militari del Battaglione San Marco
sparano dalla petroliera: due morti

“Erano pescatori non pirati”

NEW DELHI – E’ quasi crisi diplomatica fra Italia e India per la morte di due pescatori indiani, uccisi per errore dai militari italiani a bordo del mercantile Enrica Lexie. Le vittime sarebbero state scambiate per errore per pirati. L’incidente, avvenuto mercoledì a 30 miglia dalla costa indiana e dai contorni ancora poco chiari, crea tensione fra i due paesi.

repubblica.it/esteri/2012/02/16/news/india_pescatori-29978392/?ref=HREC1-44

305 Faust { 16.02.12 alle 18:33 }

Giorni fa dicevi che Vox viveva a nord, non lontano da dove abito io…

… siccome non mi risulta ne deduco che lo hai letto in un tuo retropensiero… niente di male… anzi malissimo… quando si tira in ballo uno che ha detto questo e quell’altro… dovresti ricordarti o va bbehh!! ciao… bel giovanotto… mi piace mangiar nuvole… ma devo averle in mano x mangiarle…
Confermo che io non ho MAI dato o “suggerito” quel che affermi che io abbia dato informazioni o location di Vox…
Incidente chiuso… adios amigo!
Faust

306 Faust { 16.02.12 alle 19:07 }

… trovato… chiedo scusa a Peter…
- Non mi azzardo pero’ a porgere la palma d’ulivo a Vox, senno’ niente niente mi risponde cosa (…) c’entro io, chi mi credo di essere, lei e’ occupatissima a fare documentari sui pinguini al Polo Sud, etc etc

… non sapevo che Vox documenta pinguini del sud… visto che vive al nord… vicino addove tu vivi…

… ho scritto questo x scrivere una battuta e fare dell’ironia sui pinguini del sud… immaginando Peter come un pinguino del sud…
… ancora le mie scuse Sir Peter…
Faust

307 rodolfo { 16.02.12 alle 19:16 }

Beh …almeno sappiamo definitivamente che e´una “lei”.
Cosi non c´e´piu´il dubbio “atroce”…
Rodolfo

308 rodolfo { 16.02.12 alle 19:23 }

Per il fatto sopratutto che non mi va´a genio di offendere o rivolgermi ad una donna cosi come faccio per un uomo.
Per una donna ….qualsiasi siano gli obbrobi che scrive …uso sempre i guanti gialli.
Rodolfo

309 Shalom: dice Sergio Della Pergola { 16.02.12 alle 19:23 }

In questi giorni il giornalista del Foglio Giulio Meotti ha pubblicato una serie di articoli molto intensi, direi quasi spiritati, sul conflitto iraniano, in cui dà per scontato un imminente attacco da parte di Israele. Subito dopo, il ministro israeliano Matàn Vilnaí (che appartiene alla corrente ex-laburista Aztmaut del ministro della difesa Ehud Barak, cinque deputati, di cui quattro ministri), si è dimesso ed è stato nominato ambasciatore di Israele in Cina. La circostanza non sarebbe degna di nota se non fosse che Vilnaí è il ministro per la Difesa su fronte interno, ossia ha ricoperto finora la mansione più delicata se ci fosse un conflitto con abbondanti lanci di missili sulle città israeliane. Esistono allora tre possibili spiegazioni al cambiamento di ruolo di Vilnaí. La prima è che Israele interpreta in senso lato il concetto di difesa del territorio, e ha quindi deciso di estendere la barriera di difesa antiterrorismo fino alla Muraglia cinese. La seconda spiegazione è che Giulio Meotti sa delle cose che Matàn Vilnaí non sa. La terza spiegazione è che Matàn Vilnaí sa delle cose che Giulio Meotti non sa.

Sergio Della Pergola, Università Ebraica di Gerusalemme

310 Shalom: dice Ariel Toaff { 16.02.12 alle 19:31 }

Ariel Toaff
La proterva intolleranza dei Savi Anziani dii Informazione Corretta e dei suoi furibondi sostenitori ebrei e cattolici non ha limiti. Ora vogliono mettere al bando Gad Lerner, odioso traditore del giudaismo, dalla comunita’ degli ebrei anche dal punto di vista religioso. Se volete trovare le peggiori caricature degli ebrei, senza scomodare Vauro, andatele a cercare su Informazione Corretta. Sono autoritratti.

Informazione Corretta
http://www.informazionecorretta.com
Spettabile redazione, so che non trattate questioni religiose ,ma vorrei porvi una domnda,che vale per lerner ebreo ,ma anche per i vari cristianucci .Si può continuare a chiamare lerner ebreo mentre egli odia tutto degli ebrei, del loro stato,e persino a vari livelli collabora coi nemici degli ebre….

311 Faust { 16.02.12 alle 19:34 }

… Devo chiedere scusa a Vox… non volevo e non ho scuse… mi e’ scappato… tutto x una battuta in cerca d’ironia… so che non me ne vorrai… ma devo chiederti scusa… le cose che ho scritto a Peter su come e cosa credo e mi comporto sono quelle che seguo… dovevo prima di abbaiare… controllare con piu’ pignoleria…
Un abbraccio e un caro saluto
Faust

312 Peter { 16.02.12 alle 19:41 }

x Faust

eh noooo, caro, tu non scherzavi! ora vuoi tirarti indietro in zona Cesarini…
A scherzare sui documentari ai pinguini al polo Sud ero solo io, come esempio di occupazione molto esotica congeniale a Vox…
Ovviamente, so che e’ altamente improbabile, Vox passera’ molto del suo tempo sull’internet…
Credo effettivamente che viva vicino a me (diciamo in Irlanda?)…ma di preciso non saprei.
Poi dovrei offendermi, dato che pinguino non mi ha mai chiamato nessuno, non uso quasi mai il tuxedo, e non sono Sir, titolo riservato ai cavalieri…

Consiglio comunque a tutti ‘frozen planet’, un bellissimo documentario sui circoli glaciali di D. Attenborough, che dovrebbe essere fatto cavaliere, se lo merita…ora e’ vecchierello, non credo che ai poli sia andato lui di persona.
E’ li’ che ho appreso di South Georgia nell’Antartide, proprieta’ nominale di GB (nessuno puo’ sfruttare l’Antartide se non per scopi scientifici, trattato del 1959)

Peter

313 Peter { 16.02.12 alle 19:47 }

x Rodolfo

a rigor di termini, Faust non ha pero’ dato alcuna indicazione sul sesso (inteso come genere…) di Vox. Ha solo riportato parole scritte da me (occupatissima…a fare documentari…etc), cioe’ la mia impressione

Peter

314 rodolfo { 16.02.12 alle 19:47 }

xShalom
Non c´e´bisogno che te lo ricordi ma un Ebreo rimane sempre un Ebreo anche quando si converte ad un´altra religione. Il suo odio per gli Ebrei puo´essere quel che e´….ma verra´internato e ucciso cosi come qualsiasi altro Ebreo…cosi come il mezzo o il quarto …per alcuni e´sempre Ebreo.
Rodolfo

315 rodolfo { 16.02.12 alle 19:49 }

xPeter
ma vai va´….passi lunghi e ben distesi
R

316 Peter { 16.02.12 alle 19:57 }

x rodolfo

tu pensa a spalare neve e magari fattici pure il bagno dentro

Peter

317 Anita { 16.02.12 alle 20:07 }

x Rodolfo

Uomo o donna non fa alcuna importanza, fino ad un paio d’anni fa’ c’era ancora un lieve dubbio che io fossi un uomo….
Il bello e’ che io non ci ho mai tenuto all’anonimato, non su questo forum.

Ciao caro,
Anita

318 rodolfo { 16.02.12 alle 20:24 }

xPeter
Le cose metereologicamente pare stiano cambiando davvero….per cui in Gran Bretagna fra non molto si pianteranno piantagioni di agrumi e ulivi. Molti sono scettici su questo….io pero´mi auguro …forse siamo ancora in tempo…dalle parti tue una nevicata…ma una di quelle che durano due giorni…per vedere come farai ad uscire di casa…dato che dalle parti vostre non esiste la civile consuetudine di spalare la neve sotto casa.
Rodolfo

319 Peter { 16.02.12 alle 20:41 }

x Rodolfo

dito medio per te e tutta la crande Cermania….eh eh eh….

Peter

320 rodolfo { 16.02.12 alle 20:49 }

A te dedico il mio indice e mignolo … naturalmente esteso ai tuoi padri adottivi.
Rodolfo

321 Shalom: il razzismo degli israeliani verso gli ebrei etiopi { 16.02.12 alle 21:03 }

Israeli racism scares me
Op-ed: Ethiopian-born journalist fears his three children will always feel foreign in racist Israel
Danny Adino Ababa
Published:  02.15.12, 11:55 / Israel Opinion

Tweet
Newspaper headlines referring to displays of racism against members of Israel’s Ethiopian community are just headlines. Yet for me and for members of my community this wound gets deeper and refuses to heal. After every racist display, the public expresses its revulsion, yet we, members of the Ethiopian community, are left with the pain and without answers.
 
I was born in Ethiopia and have three young children. My wife is a nurse at a large hospital. I am a journalist at a leading newspaper. Our children are educated in private kindergartens. On the face of it, we are “successful immigrants.”
Bad Attitude
Stop patronizing Ethiopians / Efrat Yerday
Op-ed: Minister who said Ethiopians should be thanking State is patronizing, unfit for job
Full Story
 
My three children were born here, yet ever since they were born, for the first time in my life I’ve been facing an uncontrollable fear. I’m anxious about their future. I assume that many of you live in some kind of fear in respect to your children’s future, yet you are worried for different reasons.
 
I want to tell you about my fear. It does not stem from the Iranian bomb or the war that is expected to erupt in our mad region. I’m afraid because of my children’s dissimilarity, due to the color of their skin. I’m fearful that they won’t be accepted to schools or to extracurricular activities just because they’re different. I’m fearful because once upon a time people felt ashamed to be racist, yet today Israeli racists rear their head and speak up openly.
 
My oldest son, who will soon celebrate his fourth birthday, already encountered this racism. One day my wife and I came to pick him up from preschool, when another child appeared and said “what a disgusting black kid.” My son withdrew into himself as my wife tried to cheer him up in vain. In the car, he burst into tears, and my wife followed. “I’m crying over my son’s helplessness,” she said.
 
After wiping away her tears, she asked that we return to the kindergarten so she can speak to the insulting child. She faced him and her tears kept on falling. The next morning we received a letter of apology from his parents.
 
Dark chocolate
Ever since then, every day I gently ask my son whether anyone called him “black” or insulted him because of his ethnicity. Usually he is silent, yet occasionally he shows interest in the color of his skin. One day he surprised me: “Dad, black is darkness, it’s not a pretty color and I don’t like it,” he said.
 
I tried to explain to him how beautiful our skin color is. I came up with every superlative I could think of. After failing, I suddenly remembered that my son loves chocolate more than anything else. “You see,” I told him, “chocolate is delicious. And what color is it?” I don’t know if my son accepted the comparison between chocolate and his skin color, yet he certainly ate the chocolate I gave him and asked for more. To this day I haven’t told him that there’s such thing as white chocolate too.
 
I will never fully feel that I belong in this country; I will always feel like a foreigner in a crowd. At the same time, I always knew subconsciously that once I have children, they will feel like members of this land and my foreignness will never cling to them. Yet in the past year I find myself often thinking about the foreignness of the “black sabra,” as every one of my sons can be referred to.
 
The latest displays of racism scare me, if only because of the silence of the lambs by the silent majority. I’m scared because I feel that everyone sees us sinking and keeps silent. I’m afraid that my eldest son will inherit the foreignness within me.
 
The next time you see racist displays on your television screen, think about me, about my Israeli-born son, and about my thoughts and deep pain. What you perceive as yet another newspaper article and another ephemeral story is a painful, sad and never-ending journey for us.

322 Shalom x Radolfo { 16.02.12 alle 21:06 }

L’unico che qui odia gli ebrei, e non solo quelli, e li danneggia semmai sei tu. Curati. Oppure fai la tua bella Aliya e non rompere.
Shalom

323 Anita { 16.02.12 alle 21:08 }

x Rodolfo -312-

Tu scrivi:

“…..cosi come qualsiasi altro Ebreo…cosi come il mezzo o il quarto …per alcuni e´sempre Ebreo.”

Non so per quale motivo, di recente la mia amica e vicina, Ebrea Russa, ha fatto fare una prova del sangue a suo figlio 25enne.
E’ risultato che nel suo DNA una % e’ Ashkenazi Jewish.

Credo che il dubbio sia nato dal fatto che suo nonno era Ebreo ma la nonna no, era dell’Ucraina e non Ebrea.
Non credo che fossero sposati e nemmeno sua mamma, il cognome e’ Russo, non so se Ebraico.

Domande che io non faccio….

Anita

324 rodolfo { 16.02.12 alle 21:32 }

Cara Anita, 321
tutto questo per me non e´importante.
Io personalmente sento di appartenere al genere umano….alla fine siamo tutti fratelli. Se tutti gli uomini si rendessero conto di questo…penso che potremmo di questa Terra farne davvero un Paradiso.
Per questo odio tanto le diatribe di Uroburo e Sylvi.
Un caro saluto
Rodolfo

325 rodolfo { 16.02.12 alle 21:48 }

Stasera San Remo finalmente si e´salvato…con le canzoni della mia gioventu´.
Rodolfo

326 Vox { 16.02.12 alle 22:34 }

SVILUPPO E SOSTENIBILITA’

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=9883

[...] Quando parliamo di sviluppo, non parliamo di un qualsiasi sviluppo, ma di… quello industrialista/capitalista/consumistico. È antropocentrico, contraddittorio e sbagliato.

È antropocentrico
perché è centrato unicamente sull’essere umano, come se non esistesse la comunità della vita, la flora e la fauna e gli altri organismi viventi che hanno bisogno della biosfera e ugualmente chiedono sostenibilità.

È contraddittorio
perché sviluppo e sostenibilità ubbidiscono a logiche contrapposte.
Lo sviluppo [come viene inteso] è lineare, crescente, sfrutta la natura e privilegia l’accumulazione privata. È l’economia politica di taglio capitalista.
La categoria sostenibilità, al contrario, proviene dalle scienze della vita e dall’ecologia, la cui logica è circolare e inclusiva. Rappresenta la tendenza degli ecosistemi all’equilibrio dinamico, all’interdipendenza e alla cooperazione di tutti con tutti.
Come si può dedurre, sono logiche antagonistiche: una privilegia l’individuo, l’altra il collettivo; una promuove la competizione, l’altra la cooperazione…

È errato
perché sostiene che la povertà sia la causa della degradazione ecologica. Che, minore sarà la povertà, maggiore lo sviluppo sostenibile e minore la degradazioneambientale, il che è un equivoco.

Analizzando criticamente le cause reali della povertà e della degradazione della natura, si vede che derivano – non esclusivamente ma principalmente – dal tipo di sviluppo che viene praticato. È questo che produce la degradazione, perché dilapida la natura, paga bassi salari e genera povertà.

Questo cosidetto sviluppo sostenibile è una trappola del sistema imperante: assume i termini dell’ecologia (sostenibilità), per svuotarli di significato. Assume l’ideale dell’economia (la crescita), mascherando la povertà che esso stesso produce.

Socialmente giusto: se c’è una cosa che l’attuale sviluppo industriale/capitalista non può dire di sé stesso è che è socialmente giusto. Se lo fosse, non ci sarebbero 1,4 miliardi di affamati nel mondo e la gran parte delle nazioni in condizioni di povertà.

Secondo l’indice Pianeta Vivo dell’ONU (2010), in meno di quarant’anni la biodiversità globale ha sofferto un calo del 30%.

In conclusione, il modello di sviluppo che si vorrebbe sostenibile è retorico… sempre che non si vadano a pregiudicare i profitti né metta in pericolo la competizione. [Ma] nel contesto attuale, la sostenibilità è o localizzata o non esiste.

****

327 Anita { 16.02.12 alle 22:44 }

x Rodolfo

Nelle comunita’ Ebraiche e’ d’aiuto essere Ebreo anche se in minima percentuale.

Cosi’ come e’ di mooooolto aiuto provare di avere un millesimo di DNA American-Indian.

Nel caso della mia amica la raccomandai ad amici molto coinvolti ed influenti nella comunita’ Ebraica.
A suo tempo non sapevo del DNA, avevo presa la sua parola.

In ogni modo tutto ando’ a monte, voleva solo ricevere ma non dare……

Buonanotte,
Anita

328 Cerutti Gino { 16.02.12 alle 22:45 }

x Vox.
Mi associo, anche sulle virgole.

C.G.

329 Cerutti Gino { 16.02.12 alle 22:47 }

Dopo uno dice fatalità (o sfiga)…
Come posto qualcosa eccoti la Komare, e viceversa.

màh.
C.G.

330 Vox { 16.02.12 alle 22:53 }

Molti degli articoli che ho postato ultimamente hanno un particolare punto in comune: la critica alla globalizzazione sotto varie angolature: economica, politica, ecologica, antropologica, culturale.

Una volta (non molti anni fa) ce la vendettero come una cosa progressista, una panacea a tutti i mali del mondo. Chi aveva dubbi, chi intuiva l’inganno ed era contrario, veniva trattato come l’ idiota del villaggio. Un po’ come avviene adesso ai critici dell’EU progettata dai banchieri.

E invece, i critici della globalizzazione di allora si sono rivelati i profeti del disastro totale di oggi. Le uniche cose che sono state globalizzate, infatti, sono l’impoverimento abissale dei lavoratori, l’arricchimento stratosferico di finanza e multinazionali, il deterioramento del pianeta, il livellamento e l’annullamento della diversita’ culturale.

Finalmente, non solo analisti politici ed economici, filosofi e persone semplicemente razionali riscoprono che locale e’ bello, giusto, umano, sostenibile, foriero di futuro, e invocano l’inversione di tendenza.

Non si tratta di tornare semplicemente indietro (e nel tornare indietro, dopo aver sbagliato, non ci sarebbe nulla di male, se fosse possibile), ma di mettere insieme le esperienze positive del passato assieme alla consapevolezza degli sbagli commessi. Sbagli nostri, ovviamente, noi che abbiamo ascoltato, creduto, prestato poca attenzione, permesso lo scempio. Quelli che hanno promosso e implementato la globalizzazione non hanno sbagliato: hanno fatto esattamente quel che gli conveniva e ci hanno guadagnato, respingendoci indietro di almeno cent’anni.

Adesso che tanto e’ stato perduto (in alcuni casi, irrimediabilmente), sara’ molto difficile ripristinare le conquiste scippate, i diritti rapinati, le vite spezzate, le fabbriche delocalizzate, i luoghi di lavoro svuotati, il futuro cancellato. Ma non impossibile. Nulla e’ impossibile. Il mondo si e’ messo in moto e questa e’ la strada giusta. Dura, in salita, da Sisisfo. Ma e’ l’unica che si possa percorrere. Inutile illudersi e fare i buonisti: non sara’ nemmeno pacifica, bensi’ violenta. Il potere esercita la sua opera in modi violenti e difendera’ con la violenza, come ha sempre fatto, i propri privilegi e lussi.

Come ha osservato Gerald Celente nella sua intervista al Daily Bell, se non ripartiamo dalla questione morale, non ci spostiamo dal punto in cui siamo. La questione centrale e’ quella Frommiana dell’AVERE o dell’ESSERE, specialmente ora, quando abbiamo sempre di meno e anche l’essere comincia a farci difetto.

Ma la questione morale non vuol dire semplicemente il ripristino e l’esercizio dell’onesta’ (che va da se’), vuol dire in primo luogo la riappropriazione della dignita’, del rispetto e dell’orgoglio di se’ come esseri umani, come prodotto non unico di un pianeta unico e bellissimo, come creatori di sentimenti profondi e di pensieri sublimi. Con questi strumenti, possiamo ricreare il coraggio, il valore, l’altruismo, la generosita’. Cose che anni di politiche mafiose e di martellamento mediatico disumanizzante hanno smussato, spingendoci a essere piccoli e pavidi, a fare l’amore col nostro individualismo, con la competitivita’, l’egoismo, la materialita’ e l’incoscienza.

L’Homo Novus del XXI secolo dovra’ recuperare la memoria eroica delle leggende, dei tempi epici in cui gli uomini erano giganti, e giganteschi avevano i pensieri, i cuori e gli orizzonti. Ci serviranno mani come scavatrici per svellere le montagne che ci hanno eretto davanti, e ardimento da vulcani per non perderci d’animo a meta’ strada.

331 carlino { 16.02.12 alle 23:07 }

Ecco cosa siamo buoni a fare…

http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/02/16/libia-amnesty-international-denuncia-torture-abusi-milizie-fuori-controllo/191706/

Qualche giorno fa parlavo con un mio collega palestinese che ha lavorato 10 anni in libia e mi ha detto testualmente “i libici sono stati dei pazzi a liberarsi di ghaddafi”.

Adesso sono partite le vendette trasversali. I bagni di sangue continuano peggio di prima ed alla fine, come ho detto quasi un anno fa, chi ci rimettera’ sara’ la povera gente alla quale e’ rimasto un futuro di violenze settarie seguito da politche neoliberiste che li ridurra’ alla fame.

332 Vox { 16.02.12 alle 23:37 }

@ Carlino

E si preparano a fare lo stesso servizio alla Siria e all’Iran.
Ieri hanno fatto esplodere tre bombe (India, Thailandia e Georgia) da attribuire molto convenientemente all’Iran, come c’era da aspettarsi.
Stavolta, pero’, non gli e’ andata granche’. A fare il giro dei commenti su vari blog e quotidiani, ben pochi ci hanno creduto e perfino sui media l’isterismo non e’ partito in quarta (al massimo in prima).

I paesi Nato in Europa ieri hanno messo le mani avanti, che non aderiranno a operazioni militari, mentre poche ora fa la Russia ha annunciato che interverra’ con le armi in caso di attacco alla Siria o all’Iran, con le conseguenze che uno scenario del genere puo’ creare.

333 Shalom: in Israele la pulizia etnica contro i palestinesi continua, tanto l'Occidente se ne fotte { 16.02.12 alle 23:43 }

Demolizioni record nel 2011 in Cisgiordania: il crimine impunito di Israele

Secondo una scheda informativa dell’Office for the Coordination of Humanitarian Affairs (OCHA), pubblicata a gennaio di quest’anno, nel 2011 il numero dei palestinesi costretto a sfollare a causa della demolizione delle loro case da parte dell’esercito israeliano è aumentato dell’80% rispetto all’anno precedente. Il numero delle strutture demolite è aumentato del 42% rispetto al 2010, e le persone direttamente o indirettamente colpite da tali demolizioni sono oltre 5.300, buona parte delle quali bambini.

Sono dati ben noti e ampiamente divulgati, e tuttavia passati senza alcun particolare clamore o conseguenza, l’ennesimo dato statistico che certifica le sofferenze del popolo palestinese e i crimini perpetrati dalle autorità israeliane.

La demolizione delle case dei palestinesi residenti nella West Bank, nonché quella di strutture quali cisterne per l’acqua o ricoveri per animali, è anzitutto un crimine umanitario: il diritto internazionale, infatti, vieta il trasferimento forzato dei civili residenti nel territorio occupato, nonché la distruzione delle proprietà private a meno che non strettamente collegate e necessitate da un’operazione militare in corso.

Ma la politica delle demolizioni sistematiche è anche, e soprattutto, un’atrocità ed un abominio da un punto di vista morale, ovvero – per dirla nel linguaggio più diplomatico del Coordinatore umanitario dell’Onu per i Territori occupati Maxwell Gaylard, è totalmente contraria agli “ideali umanitari”.

Chi scrive, per il racconto di persone care che hanno vissuto la triste condizione del profugo, sa bene cosa significa perdere la propria casa – sovente per i palestinesi l’unica fonte di certezze fisiche ed economiche – i propri beni, dover abbandonare la propria terra ed essere costretto a vivere in campi profughi, con la totale incertezza del proprio futuro e di quello dei propri figli.

L’OCHA ci ricorda che l’impatto della demolizione delle case per le famiglie che lo subiscono è psicologicamente devastante: le mogli provano un accresciuto senso di insicurezza, i mariti stress ed ansia, i bambini sono costretti a interrompere gli studi e soffrono di depressione, ansia e sintomi da stress post-traumatico.

Di recente, a proposito del veto di Russia e Cina ad una risoluzione di condanna contro il regime siriano, molte sono state le reazioni irate dei governanti occidentali e dello stesso Segretario Onu Ban Ki-moon, si è parlato di “farsa” e di “scandalo, e si è affermato che, di tal guisa, l’Onu perderebbe ogni ragion d’essere.

Ma ciò è altrettanto vero se si guarda alla scandalosa inerzia dell’Onu e della comunità internazionale a fronte dei crimini israeliani e dell’occupazione illegale dei Territori palestinesi.

Appare incomprensibile come sia stata creata e tutt’ora esista un’apposita agenzia dell’Onu per l’assistenza ai profughi, e che nel contempo nulla si faccia contro quegli stati-canaglia che con il loro operato e le loro politiche di pulizia etnica contribuiscono ad accrescere senza posa il numero delle persone che sono costrette a vivere l’infelice esperienza del rifugiato.

Ma evidentemente anche questi sono gli ignobili dividendi assicurati ad Israele dall’industria dell’Olocausto.

334 Shalom: il fasciosionismo all'opera contro i palestinesi { 16.02.12 alle 23:45 }

Demolizioni e trasferimenti forzati nella Cisgiordania occupata
OCHA Gennaio 2012
FATTI SALIENTI
- Quasi 1.100 palestinesi, oltre la metà bambini, sono stati sfollati nel 2011 a causa della demolizione delle case da parte dell’esercito israeliano, oltre l’80% in più rispetto al 2010.
- Altre 4.200 persone sono state interessate dalla demolizione di strutture connesse al loro sostentamento.
- Le forze israeliane hanno demolito 622 strutture di proprietà di palestinesi, un incremento del 42% rispetto al 2010. Ciò ha incluso 222 case, 170 ricoveri per animali, due aule scolastiche e due moschee (una demolita due volte).
- Il numero di cisterne per la raccolta dell’acqua piovana e di vasche distrutte nel 2011 (46) è stato più del doppio dell’anno precedente (21), con decine di altre strutture connesse esposte a future demolizioni.
- La maggior parte delle demolizioni (il 90%) e dei trasferimenti (il 92%)si sono verificati nelle già vulnerabili comunità agricole e della pastorizia nell’Area C; migliaia di altre rimangono a rischio di sfollamento a causa di ordini di demolizione non ancora eseguiti.
- A Gerusalemme est c’è stata una significativa diminuzione rispetto agli anni precedenti, con 42 strutture demolite. Tuttavia, almeno 93.100 residenti, che vivono in strutture costruite senza permesso, rimangono a rischio di sfollamento.
- Oltre il 60% delle strutture di proprietà di palestinesi demolite nel 2011 erano situate in aree destinate alle colonie.
- Il 70% dell’Area C è vietato all’attività edilizia dei palestinesi, ed è invece destinato alle colonie o all’esercito israeliano; un ulteriore 29% soffre di pesanti restrizioni.
- Solo il 13% del territorio di Gerusalemme est è lottizzato ad uso edificabile dei palestinesi, gran parte del quale risulta già costruito, rispetto al 35% che è stato espropriato e destinato ad uso degli insediamenti colonici israeliani.
Dieci sulle tredici comunità nell’Area C visitate dall’OCHA hanno riferito che delle famiglie vengono costrette a trasferirsi a causa delle politiche israeliane che rendono difficile soddisfare i loro bisogni primari. L’impossibilità di costruire è uno dei principali fattori scatenanti di questi trasferimenti forzati.
1. Il trasferimento forzato delle famiglie palestinesi e la distruzione di abitazioni civili e di altre proprietà da parte dell’esercito israeliano in Cisgiordania, ivi inclusa Gerusalemme est, hanno un grave impatto umanitario. Le demolizioni privano le persone delle loro abitazioni, che spesso costituiscono la loro principale fonte di sicurezza fisica ed economica. Esse inoltre creano gravi disagi, riducendo il loro tenore di vita e compromettendo le loro possibilità di accesso ai servizi di base quali l’acqua e l’igiene, l’istruzione e l’assistenza sanitaria.
2. L’impatto sul benessere psicosociale delle famiglie può essere devastante. Spesso le donne sentono di perdere il controllo sulle faccende domestiche e provano un accresciuto senso di insicurezza mentre gli uomini sperimentano maggiori stress ed ansia. Per molti bambini le demolizioni, unitamente all’interruzione della frequenza scolastica ed alle accresciute tensioni familiari, si traducono in depressione, ansia e sintomi di disturbi da stress post-traumatico.
3. Secondo le autorità israeliane, le demolizioni vengono effettuate a causa del fatto che le strutture sono prive dei necessari permessi di edificabilità. In realtà, per i palestinesi è quasi impossibile ottenere i permessi. La zonizzazione e il regime di pianificazione urbanistica applicati da Israele nell’Area C e a Gerusalemme est limita la crescita e lo sviluppo dei palestinesi, mentre assicura un trattamento preferenziale per le colonie israeliane illegali. Questo trattamento include l’approvazione di piani regolatori e la fornitura di infrastrutture essenziali, la partecipazione al processo di pianificazione urbanistica, e l’assegnazione di terreni e risorse idriche.
4. Nell’Area C, una combinazione di linee di condotta e di pratiche israeliane, tra cui zonizzazioni e pianificazioni urbanistiche restrittive, l’espansione degli insediamenti colonici, le violenze dei coloni, e le restrizioni alla circolazione e agli accessi, hanno avuto come risultato la frammentazione del territorio e il restringimento dello spazio per i palestinesi, compromettendo la loro presenza. Le autorità israeliane hanno inoltre segnalato la loro intenzione di trasferire numerose comunità palestinesi al di fuori di settori strategici dell’Area C, sollevando ulteriori preoccupazioni di carattere umanitario e giuridico.
5. Israele, quale potenza occupante la Cisgiordania, ha l’obbligo di proteggere la popolazione civile palestinese e di amministrare il territorio a vantaggio di essa. Il diritto internazionale vieta lo spostamento forzato o il trasferimento dei civili, al pari della distruzione di proprietà private se non assolutamente necessarie ai fini di operazioni militari. Le demolizioni delle case e di altre strutture ad uso civile dovrebbero cessare immediatamente e i palestinesi dovrebbero ottenere imparziali ed effettive zonizzazioni e pianificazioni urbanistiche per le loro comunità.

335 Vox { 16.02.12 alle 23:46 }

Israele, una minaccia reale per il mondo

http://poorrichards-blog.blogspot.com/2012/02/israeli-threat-to-world-is-real-and.html

The Israeli Threat To The World Is Real (And World Leaders Know It)

“America is something that can be easily moved. Moved to the right direction.They won’t get in our way.” – International terrorist and war criminal Benjamin Netanyahu, Prime Minister of Israel. Source of quote.

Let’s get the big mystery out of the way: Israel did the bombings in India, Georgia, and Thailand. It’s really not a mystery anymore.

Israel has no credibility whatsoever. But if you need to be convinced that Iran did not do the bombings, read these excellent commentaries by Stephen Lendman and Washington’s Blog.

336 Vox { 16.02.12 alle 23:55 }

Iran Falsely Charged with India and Georgia Attacks
Mossad’s dirty hands were all over these attacks.

By Stephen Lendman

[...] Clearly, Iran’s only harmed by alleged terrorist attacks against America, NATO partners, Israel, or their allies. In contrast, Washington and Tel Aviv benefit greatly. As a result, new charges follow old ones.

On Monday, “(b)ombers targeted Israel embassy workers in” both countries’ capitals. New Delhi witnesses said a motorcyclist attached a bomb to an Israeli diplomat’s car, injuring his wife.”

An alleged Georgia plot was foiled. Conveniently, an Israeli Tbilisi embassy employee spotted a “strange object” in full view attached to its envoy’s car. If something real was planned, it would have been placed underneath out of sight. Even an amateur knows that.

For years, Israel manufactured bogus threats against its overseas based officials and other citizens. America does the same thing. Duplicitously pointing fingers the wrong way conceals their own crimes. They’re numerous, frequent, and horrific.

In contrast, Iran threatens no other country and hasn’t attacked one in over 200 years. Israeli/Washington terrorist charges are spurious. They’re made to stoke fear and justify retaliatory measures.

Iran painstakingly avoids provocations. Despite clear evidence of Mossad’s involvement in killing its nuclear scientists and other destabilizing actions, Tehran refrained from retaliating.

Blaming Iran for the New Delhi and Tbilisi incidents is entirely spurious. Yet major media scoundrels headline it. So did Netanyahu calling Iran and Hezbollah “the world’s greatest exporter(s) of terror.”

Conveniently, alleged terror plots were foiled in the nick of time. Be suspicious. Be very suspicious.

At issue, of course, is blaming Iran, Syria, and other Israeli targets. It’s an old stunt used often by Israel and America. Both countries specialize in false flag attacks.

In fact, Israel and Washington are the world’s leading state terror exponents. Incidents are conveniently blamed on others. It doesn’t wash.

Though evidence so far can’t prove it, Mossad, not Iran, was likely responsible for the latest ones. The tactic chosen replicated one of its favorites. It was classic Israeli state terrorism.

Mossad and Shin Bet (Israel’s Security Agency) have long, odious terrorist histories.

Blaming victims, lawlessness, violence, crimes of war and against humanity, collective punishment, intimidation, attacking unarmed civilians, and overall brutality are Israeli specialties.

Combined, they define a rogue state, defiant of international law principles. It pursues its own interests ruthlessly and extrajudicially, anywhere in the world [...]

http://www.opednews.com/articles/Iran-Falsely-Charged-with-by-Stephen-Lendman-120215-828.html

337 Vox { 17.02.12 alle 0:11 }

Who Carried Out the Terrorist Car Bombings in India, Thailand and Georgia? Iran … Or Someone Else?

http://www.washingtonsblog.com/2012/02/who-carried-out-the-terrorist-car-bombings-in-india-thailand-and-georgia.html

If Iran, in fact, carried out the attacks, it will provide a justification for war against Iran.

But did Iran actually carry out the attacks?

Let’s put aside for a moment the fact that the U.S. and Israel support the terrorists which have assassinated several Iranian scientists

- The CIA admits that it hired Iranians in the 1950′s to pose as Communists and stage bombings in Iran in order to turn the country against its democratically-elected prime minister

- American and Israeli officials admit that they have repeatedly carried out terrorism and then blamed it on Arabs

- Former National Security Adviser Zbigniew Brzezinski told the Senate that a terrorist act might be carried out in the U.S. and falsely blamed on Iran to justify war against that nation.

- * Robert David Steele – a 20-year Marine Corps infantry and intelligence officer, the second-ranking civilian in U.S. Marine Corps Intelligence, and former CIA clandestine services case officer – says that elements within the U.S. government are trying to carry out a false flag operation and blame it on Iran

- Former high-level CIA officer Michael Scheuer – who was the head of the CIA unit tasked with capturing Bin Laden – says that Israel or Saudi Arabia could be setting up Iran as a way to foment war

- Ron Paul has warned of a “Gulf of Tonkin type incident” in Iran

- The U.S. planned regime change in Iran 20 years ago

- Why would Iran bomb India and Thailand, two of its most important trade partners, who are helping Iran to escape from sanctions by the West?

For Iran to carry out such attacks, as is being claimed, would be like shooting itself in the foot, particularly because both Asian countries have refused to join in the US-led campaign to isolate Iran economically and diplomatically.

Put the other way round, it is much more in the interest of Washington and Israel to destabilize relations between Iran and its Asian partners. The repercussions from the blasts in India would appear to be having that desired effect.
Up to now India has not gone along with new financial sanctions imposed by the United States and European Union to punish Iran over its disputed nuclear programme. Instead, New Delhi has come up with elaborate trade and barter arrangements to pay for oil supplies. However, the president of the All India Rice Exporters’ Association said Monday’s attack on the wife of an Israeli diplomat in the Indian capital will damage trade with Iran…

http://www.washingtonsblog.com/2012/02/who-carried-out-the-terrorist-car-bombings-in-india-thailand-and-georgia.html
-

338 Anita { 17.02.12 alle 0:13 }

Ok giochiamo con VOX

NEW YORK TIMES

February 15, 2012
Israeli Envoy Links Bangkok Bombs to Attacks in India and Georgia

By THOMAS FULLER

BANGKOK — Thai authorities said on Wednesday that the group of Iranians detained after an explosion tore the roof off their rented house was on a mission here targeting Israeli diplomats.

“This much I can tell you — the target of the operation was specifically the Israeli diplomatic staff,” Gen. Prewpan Dhamapong, Thailand’s chief of police, said in a television interview.

Two Iranian suspects remained in custody in Bangkok on Wednesday, including one man who lost both legs after detonating a bomb when confronted by the police on Tuesday. A third Iranian suspect who fled to Kuala Lumpur, the Malaysian capital, was arrested on Wednesday by Malaysian police, who said they were holding him on the request of the Thai authorities. A fourth suspect, a female, left the country on Feb. 5, the police said.

Explosive devices discovered by the police in the group’s rented house were similar to those used this week against Israeli diplomats in India and Georgia, according to Mr. Prewpan and Israel’s ambassador to Thailand.

“It’s almost the same system that was used in Delhi and in Tblisi, which leads us to think that they are connected,” the ambassador, Itzhak Shoham, said in a telephone interview.

Iranian officials immediately rejected the accusation. An Iranian Foreign Ministry spokesman, Ramin Mehmanparast, called the accusation of Iran’s involvement “baseless” and accused Israel of trying to damage its relations with Thailand, The Associated Press reported.

The Israeli authorities said the discovery of explosives in Bangkok fits a pattern of Iranian-backed attacks on Israeli targets.

Mr. Shoham said he believed Bangkok had been chosen because it was a “soft target.”

“It’s easy to come in and out, to rent a house,” he said. “Nobody pays attention to people coming and going.”

Mr. Shoham said the devices seized in Bangkok contained the same type of explosive as those in New Delhi and Tblisi, the Georgian capital, and were similarly outfitted with magnets that would allow them to be attached to metal objects. The bomb used in the New Delhi attack and the device discovered on the car of an Israeli Embassy staff member in Tbilisi were attached to vehicles using magnets.

Some Thai officials said Wednesday it was too early to confirm links between the Bangkok explosions and the incidents in India and Georgia. But Mr. Prewpan, the police chief, said the devices found in Bangkok were the “same” as those in India and Georgia.

Mr. Prewpan spoke after interrogating one of the suspects who was detained on Tuesday at Bangkok’s international airport as he tried to leave the country. The man had shrapnel wounds from the house explosion, Mr. Prewpan said.

Thai officials were on the defensive as they described investigations into the three explosions on Tuesday in a residential neighborhood of Bangkok. They were only tipped off to the Iranian group’s activities after what appeared to be an accident: The first blast on Tuesday destroyed the roof of the group’s house and forced the Iranian suspects to flee. The second and third explosions came soon after, when witnesses saw one of the Iranian suspects throw a bomb at a taxi while he was fleeing; minutes later, he detonated another device as he was confronted by the police, severing one of his own legs and badly injuring another.

Wichean Potephosree, the head of Thailand’s national security council, described the country’s tourism industry as a “weakness.” Last year Thailand, one of the most popular tourist destinations in Asia, welcomed 17 million foreigners.

Chalerm Ubamrung, Thailand’s deputy prime minister, said the government would tighten immigration procedures.

“I will order the Immigration Bureau to closely monitor people who enter the country, especially from countries that might have some troubles,” Mr. Chalerm said. He did not define “troubles.”

The tourism ministry announced Wednesday that it would suspend the practice of issuing visas on arrival to Iranian citizens.

Last year Thailand’s immigration office issued 148,235 tourist visas to Iranians.

Poypiti Amatatham contributed reporting from Bangkok, and Liz Gooch from Kuala Lumpur.

http://www.nytimes.com/2012/02/16/world/asia/bombs-in-bangkok-linked-to-india-and-georgia-attacks-israeli-envoy-says.html?pagewanted=print

Anita

339 Shalom: Ariel Toaff rileva come Haaretz denuncia i progetti di cancellazione del popolo palestinese { 17.02.12 alle 0:15 }

Ariel Toaff
L’editoriale dell’Haaretz: Il governo Netanyahu ha definitivamente abbandonato il progetto “Due stati per due popoli”. Il programma perseguito con ogni mezzo attualmente e’ “Uno stato per due popoli”, laddove lo stato e’ costituito dai territori di Israele attuale, cui devono aggiungersi quelli della Terra Promessa ai coloni e gli avamposti illegali del Far West messianico. E i palestinesi? Non esistono o non esisteranno.

Israel’s academy for occupation
http://www.haaretz.com

Construction of the new cultural auditorium in Ariel, taking students on tours of the West Bank, and now the plan to turn the ‘university center’ in Ariel into a full-fledged university, are erasing the pre-1967 borders from the collective consciousness of both Palestinians and Israelis.

340 Anita { 17.02.12 alle 0:19 }

x VOX

*** Lei ha amici altolocati, i suoi post in Inglese passano, i miei NO…***

Posto il link, molte volte il NYTs non lo permette, specialmente se sono articoli del giorno:

http://www.nytimes.com/2012/02/16/world/asia/bombs-in-bangkok-linked-to-india-and-georgia-attacks-israeli-envoy-says.html?pagewanted=print

Anita

341 Anita { 17.02.12 alle 0:56 }

x Carlino -329-

Su questo sono d’accordo con lei.

Era da prevedere…

Obama doveva rimanere neutro, non ha mai ottenuto il consenso di entrare nel conflitto.

Mubarak e Ghaddafi non presentavano alcun pericolo per gli US, Hosni Mubarak era in rapporti favorevoli con l’Israele.

—————-

La Repubblica islamica dell’Iran, le cui relazioni diplomatiche con l’Egitto erano sospese dal 1979, ha espresso pieno sostengo alla rivolta egiziana…..auspicando un futuro governo teocratico.

Anita

342 sylvi { 17.02.12 alle 8:05 }

……penso che potremmo di questa Terra farne davvero un Paradiso.
Per questo odio tanto le diatribe di Uroburo e Sylvi. Rodolfo 322

Ehhhhhh caro Rodolfo,

addirittura odio? …per uno che predica l’amore….non c’è un po’ di incoerenza???
A me le” pistolettate” semiserie o predicatorie savonarolesche di Uroburo mi fanno ridere…e se non mi fanno ridere …lo mando cordialmente a quel paese! Tutto finisce lì!
E tu, invece, che potresti benissimo saltare il post…ti prendi la briga di odiare??? Canta, che ti passa!!!

Sylvi

343 Cerutti Gino { 17.02.12 alle 8:22 }

x Sylvi
leggo:

“Salari in Europa, Italia al 22esimo posto.
Ma i top (io li chiamerei “sob”) manager sono tra i più pagati”.

Mi sembra che qualcosa non quadri e che nel mondo del lavoro uno più uno non fa più due come una volta.
Perchè?

C.G.

344 rodolfo { 17.02.12 alle 8:29 }

Una marea di post….contro Israele e contro non si sa nemmeno chi.
-
Vengono in parte smentiti da un post di quattro righe di Anita che scrive:-
” x Carlino -329-
Su questo sono d’accordo con lei.
Era da prevedere…
Obama doveva rimanere neutro, non ha mai ottenuto il consenso di entrare nel conflitto.
Mubarak e Ghaddafi non presentavano alcun pericolo per gli US, Hosni Mubarak era in rapporti favorevoli con l’Israele.
La Repubblica islamica dell’Iran, le cui relazioni diplomatiche con l’Egitto erano sospese dal 1979, ha espresso pieno sostengo alla rivolta egiziana…..auspicando un futuro governo teocratic”.
Anita
-
Spero che il post di Anita lo si riesca a leggere anche tra le righe.
Non dimendichiamoci le difficolta´in Libia di mettere daccordo tutte quelle tribu´o meglio clan. Anche questi sono fatti.
-
Cara signora Vox,
quando lei scrive:-
E si preparano a fare lo stesso servizio alla Siria e all’Iran.
Ieri HANNO fatto esplodere tre bombe (India, Thailandia e Georgia) da attribuire molto convenientemente all’Iran, come c’era da aspettarsi.
Stavolta, pero’, non GLI e’ andata granche’. A fare il giro dei commenti su vari blog e quotidiani, ben pochi ci hanno creduto e perfino sui media l’isterismo non e’ partito in quarta (al massimo in prima).
-
-
E si preparano a fare lo stesso servizio alla Siria e all´Iran…
sappiamo cosa lei vuol intendere…..poi pero´lei continua” ieri HANNO fatto esplodere tre bombe”…e vuol far intendere la stessa cosa…non le sembra cosi di essere in mala fede.Oppure bisogna avere le antenne.
Rodolfo

345 rodolfo { 17.02.12 alle 9:59 }

xSylvi
beh usare aggettivo odiare e´stato da parte mia sicuramente stupido….nel momento forse non ho trovato qualcosa di piu´adatto.
Avevo gia´scritto…forse piu´volte che non conosco cosa sia veramente l´odio….ne´il disprezzo…al contrario cerco di immedesimarmi negli altri per poter capire meglio il loro comportamento.
La diatriba tra te e Uroburo con contorno di cc mi ha dato sempre fastidio… e non l´ho mai capita…ecco ho trovato la parola adatta.
Se no…mi siete simpatici tutti…tu in particolare.
Un saluto
Rodolfo.

346 rodolfo { 17.02.12 alle 10:57 }

Germania, il presidente Wulff si dimette
Merkel: “Non può più servire il popolo”
-
-
L´ho previsto gia´da un paio di settimane…e scritto in questo blog..
non aveva chance…certamente non in Germania.
Ha cercato di resistere un po´alla Berlusconi …poi ha dovuto cedere.
La commedia e´durata poco piu´di due mesi.
Rodolfo

347 Pino Nicotri { 17.02.12 alle 11:01 }

x Rodolfo

C’è da restare allibiti a come lei riduce indecentemente a “contro Israele” quella che è una marea di interventi di israeliani. Visto che uno dei più assidui ad accusare il fasciosionismo una serie di personaggi è Ariel Toaff, le sue affermazioni, e quelle come le sue, sono semplicemente ridicole se non grottesche. Dire che è “contro Israele” ciò che merita venga detto della signora colona, ma eletta nel parlameto italiano, Fiamma Nirenstein o di fissati come Ugo Volli o di monomaniaci come Informazione Corretta, è oltre il ridicolo. Il tentativo di ridurre l’ebraismo a mazza ferrata del potere fasciosionista provocherà disastri. Soprattutto all’ebraismo. Contento?
pino nicotri

348 Shalom: e ci tocchera' subire una guerra per questa feccia dei coloni, ladri di terra e mascalzoni! { 17.02.12 alle 11:29 }

Ariel Toaff
Scandalo su Facebook dopo l’incidente stradale di Gerusalemme dove hanno perso la vita dieci bambini palestinesi. Sulla pagina di Netanyahu coloni estremisti esprimono la loro soddisfazione perche’ non ci sono ebrei tra le vittime e si rammaricano che la polizia israeliana e le ambulanze del Maghen David Adom siano accorse in soccorso delle vittime.
Netanyahu esprime pubblicamente il proprio rincrescimento. Anche Israele ha i suoi fondamentalisti che non si distinguono da quelli di Hamas.

After Jerusalem crash, racist comments appear on Netanyahu’s Facebook page
http://www.haaretz.com
Posts include sighs of relief that ‘only Palestinians’ were killed, as well as slogans such as ‘Death to A

349 rodolfo { 17.02.12 alle 11:29 }

xNicotri
Non mi sembra di aver difeso Israele piu´di tanto.
Ho scritto mille volte che sono contro la politica della colonizzazione …
Ho scritto mille volte della necessita´di uno Stato Palestinese.
Per quanto mi riguarda quando parlo di Israele parlo di quello nei confini del 67. La mia critica ai Palestinesi e´…1)che non sono ancora riusciti di essere uniti… 2)da farsi manipolare da stati come l´Iran cui il destino dei Palestinesi e´secondario….3)l´ostinatezza con cui si rifiutano di riconoscere Israele…4)ed infine critico quei komma nella loro charta dove viene sottolineato il traguardo di buttare tutti gli Ebrei a mare. Mi sembra che ce ne´abbastanza.
Un saluto
Rodolfo

350 rodolfo { 17.02.12 alle 11:42 }

Rimane dunque che le ambulanze sono accorse in tempo e il rammarico
di Netanyahu che lo esprime pubblicamente.

351 rodolfo { 17.02.12 alle 11:47 }

Rimangono anche gli estremisti e´vero…mi sembra pero´che una maggioranza del popolo Israeliano combatte questo fenomeno.
Mi domando se e´cosi anche da parte dei Palestinesi che con il loro comportamento per niente conciliante non fa´altro che peggiorare la situazione e dare man forte proprio agli ultraortodossi.
Rodolfo

352 rodolfo { 17.02.12 alle 12:46 }

Poi…per esempio ..alla luce della polizia Israeliana e delle ambulanze del Maghen David Adom che corrono in soccorso delle vittime Palestinesi ..
mi domando come si conciliano le affermazioni dell´illustrissima signora
Vox dove scrive che per gli Israeliani i Palestinesi non esistono….oppure che in 60 anni gli Israeliani abbiano superato le sconcezze e la tragedia della Shoa.
Da premettere che quell´intervento di ambulanze e polizia in soccorso ai Palestinesi non e´l´eccezioni ma la prassi.
C´e´o non c´e´malafede da parte della signora Vox?
Rodolfo

353 controcorrente { 17.02.12 alle 15:34 }

Dedicato a tutti coloro che “non comprendono..e nemmeno si informano e purtuttavia continuano a parlare…!

Su History Channel Sky è andato in onda un interessante riassuntino che titolava “L’ascesa del Denaro” dedicato alla storia delle crisi.
Penso esista anche la versione CD in elegante cofanetto Eh,ehe!

Dunque..che dicevamo ..ah si anzi cosa diceva il doc…
Riassumendo a)
che fatto 100 il valore in denaro del PIL mondiale , il valore azionario vale 200 e il valore dei derivati 1000.
C’è un bel pò di merda in circolazione da smaltire..e la

smaltiremo noi Salariati come al solito..!!

B ) Che la formula per calcolare i derivati è stata scoperta da due matEmatici Inglesi, a cui è stato dato il Premio Nobel per l’economia, prima della crisi (adesso è un pò difficile che venga ritirato, aNCHE PERCHè NEL FRATTEMPO I DUE SONO FALLITI.
C ) NELLO STESSO FILMATO SI RAMMENTA che questa è la seconda Globalizzazione., nel senso che la prima nei confronti dei mercati asiatici FU INVENTATA dai soliti INGLESI a Canton, dove due noti Imprenditori (sic ) ANGLOSASSASSONI , INPIANTARONO UN FIORENTE COMMERCIO IN oppio E DERIVATI….IN SOSTANZA nel più PURO SPIRITO IMPRENDITORIALE ANGLOSASSONE,.IMPORTAVANO A basso costo OPPIO dall’INDIA e la rivendevano in Cina.
Quando il Governo legittimo cinese,si incazzò perchè migliaia di Cinesi si oppiavano alla grande chiuse le banchine del Porto e gettò a mare la Merda anglosassone imperiale indiana, i due IMPRENDITORI corsero a Londra e fecero valere i loro buoni diritti di sudditi della LORO SM BRITANNICA,per far valere i loro interessi lesi.
La Democratica e Magna Imperial Marina, intervenne prontamente , distrusse la Flotta cinese (che non era democratica) davanti a Canton e l’Imprenditoria Inglese riprese a gran ritmo.
Con i giusti e sani profitti democratici imprenditoriali dovuti all’intelligenza imprenditoriale inglese,i DUE noti,misero in piedi tante società ferroviarie , industriali ecct,ectt che fece affluire un mare di capitali dall?europa.
Il sano e florido commercio (soprattutto ETICO DEMOCRATICO), FU INTERROTTO dalla Prima guerra Mondiale che mandò del culo il mercato oppiaceo e derivati….

D) Oggi stranamente sono I Risparmi Cinesi (capiatli ) a mantenere in piedi il livello dei consumi Ammerikani (pure le Mutandine ed i pannoloni di Alexander ) e quel che è più bello non si possono più usare così apertamente LE DEMOCRATICHE ED ETICHE ANGLICANAMENTE E PURITANEMENTE CANNONIERE..(PER IL MOMENTO.. diciamo che i cinesi finanziano il riarmo ammerikano , e gli ammerikani finanziano il riarmo cinese ..si potrebbe diere oltre che i pannoloni di Alexander.

Tutto ciò per accontentare in modo semplice e democratico” Il Non capire”il giornale Kommunista che Sylvi comperò per finanziare la Stampa Comunista, Il Prodigioso Peter per avvalorare le sue tesi di democrazia ed etica labourista riformista,Alexander di Anita perchè capisca chi effetivamente gli procura i Pannonoli e le medicine per cani a basso costo.

cc

Nel frattempo ho letto un bell’articolo Di Avvenire sull’anniversario della situazione democratica e Libica, dove bande armate si aggirano indisturbate e armate fino ai denti. Nessuno vuole deporre le armi a Governo legittimo per cui il tutto senbra una gigantesca barzelletta etica e democratica.
Celentano avrebbe fatto meglio a parlare di queste cose, in fondo Avvenire dice anche delle verità sacrosante !

354 peter { 17.02.12 alle 16:00 }

x CC

ti suggerirei di continuare a leggere l’Avvenire, il mondo cambiera’ sicuramente, amen…
E smettila di farceli ‘a sangue’ con le tue invettive pallose e trite e ritrite riguardo ai remoti precedenti coloniali di GB e degli inglesi, che abbiamo capito non ti stanno a genio.
Capirai quanto sono simpatici i piemontesi…
Ma quanto tempo hanno a disposizione i cari pensionati

un carissimo saluto, poi vediti anche ‘che tempo fa’ (lo fanno ancora? sto invecchiando pure io medesimo)

Peter

355 Linosse { 17.02.12 alle 16:21 }

X Peter
Uhe Pet da come conservi la tua flemma italglese ti immagino con bombetta ed ombrello che sono la zavorra per l’insostenibile leggerezza del suddito di vostra maestà.
Sai cosa scrisse il grande Edoardo per il menú del” reburlone” di Gaeta?.
“E va bene beve,va bene magnà ma si vuò campa allucca a sua maestà”;quindi allucca,allucca per le vostre maestà e reminescenze dei precedenti coloniali, vedrai che ti passa .
L.

356 peter { 17.02.12 alle 16:58 }

x Linosse

quale Edoardo? ce ne sono stati otto…

Peter

357 sylvi { 17.02.12 alle 17:07 }

Ho sempre avuto una passione per Mary Poppins…lo confesso!
Non vedo l’ora che mio nipote cresca abbastanza per farglielo vedere su grande schermo.

Mister Banks, caduto in disgrazia, con la bombetta sfondata e l’ombrello rivoltato, il garofano all’occhiello stropicciato è sempre stata l’immagine del british man così come lo immagino io!
Peter per me ha quindi un corpo e un vestito definiti… quelli di mister Banks…la faccia?, non è importante; sarà sicuramente quella di un riccioluto puglio che si impomata la riga e la chioma …appunto per assomigliare a mister Banks!
Ovviamente , tutta la mia ammirazione va all’Ammiraglio Boom, che crede ancora di essere, sul tetto di casa, la grande Real Regia Marina Invincibile!

A Trieste se ne trovano tanti di inglesi così!!!

Sylvi

358 Linosse { 17.02.12 alle 17:09 }

X Peter
Dimenticavo che passata la manica passata la festa.
L’Edoardo qui da noi è:
Eduardo De Filippo Napoli, 24 de maggio, 1900 – Roma, 31 di ottobre 1984; attore, drammaturgo, direttore e comico italiano.
L.

359 sylvi { 17.02.12 alle 17:12 }

x Linosse

mio caro,
quando scrivo in friulano metto sempre la traduzione a fronte!
Che cos’è ” allucca”?
Se spiegasse!
Sylvi

360 Linosse { 17.02.12 alle 17:26 }

X Sylvi
Allora è vero che rinchiusi nelle vostre cellette certosine carniche siete tanto isolati dal mondo che non conoscete il napoletano,la lingua internazionale.
Allucca stà per
urla
strilla
strillazza
esclama
abbaia
Apri la grata furlana,il mondo è grande!
L.

361 Linosse { 17.02.12 alle 17:41 }

Memorandum
Da Come don Chisciotte
“Un modello matematico offre una sponda scientifica alle proteste degli indignados di tutto il mondo. Analizzando le interconnessioni fra 43 mila corporation transnazionali, un terzetto di teorici dei sistemi complessi del Federal Institute of Technology di Zurigo, ha identificato un piccolo gruppo di compagnie, soprattutto banche, che detiene un potere sproporzionato di controllo dell’economia globale. Parliamo di Barclays, Capital Group Companies Inc., Fmr Corporation, Axa, State Street Corporation, JP Morgan Chase & Co, Legal & General Group plc, Vanguard Group Inc, UBS AG, Merrill Lynch & Co Inc, per citare le prime 10 della speciale classifica delle 147 società iper-connesse. Tra le italiane, solo Unicredit compare nella lista, al posto numero 47.
Che un gruppo ristretto di banchieri reggesse le sorti del mondo non era un segreto per nessuno, non solo per i sostenitori di “Occupy Wall Street”. Lo studio, però, oltre a confermare l’opinione diffusa, è molto importante perché offre una traccia, delinea un progetto di sistema per rendere il capitalismo globale più stabile. Con il vantaggio di sottrarre il nuovo strumento di previsione e controllo alle ideologie. “La realtà è complessa, bisogna uscire dai dogmi, sia di chi agita teorie cospirative per ogni fatto economico, sia dei fanatici del libero mercato. Le nostre teorie sono agganciate alla realtà”, spiega James Glattfelder, uno dei ricercatori.
Analisi precedenti avevano già individuato la concentrazione della ricchezza globale nelle mani di un ristrettissimo numero di corporation. Ma era stato preso in considerazione un campione poco rappresentativo e, soprattutto, non era contemplato il reticolo delle proprietà indirette, delle partecipazioni societarie.
Da un database con 37 milioni di compagnie e investitori di tutto il mondo sono state estratte le 43 mila corporation e relative connessioni, i link che le tengono unite. Quindi è stato impostato il modello matematico che individua chi controlla chi: accoppiato con le cifre dei profitti di ognuna, ecco qua che salta fuori la mappa del potere economico mondiale.
Il risultato rivela un nocciolo costituito da 1318 società strettamente legate legate fra di loro. Pur rappresentando i 20% dei profitti mondiali, l’intreccio dei loro legami le mette in condizione di detenere il 60% del controllo dei blu chip (aziende ad alta capitalizzazione) e dei grandi gruppi. Un po’ meno della metà di questi profitti, a un livello più profondo di analisi, risulta controllato dalle 147 società che, in ultima istanza, decidono i destini del capitalismo globale. Questa concentrazione, affermano gli studiosi, non è un male in sé: è il sistema di interconnessione il problema. La sofferenza di uno si propaga all’istante, rendendo impossibile mettere il malato in isolamento. Una risposta credibile ai problemi di contagio, può arrivare solo da una disciplina dell’antitrust transnazionale.”
L.

362 sylvi { 17.02.12 alle 17:48 }

x Linosse

Quante storie…!!!
ze zigar – en triestin
el siga – in veneto
on vristi – in croato
schreit er- in tedesco

Al bosene- friulano!!!

Sylvi

363 Anita { 17.02.12 alle 17:52 }

x chi gli puo’ interessare….

Alcune industrie Americane stanno ritornando negli US.

Una e’ Caterpillar, e’ meno costoso manifatturare negli US…

Si stabiliranno in Georgia, stato piu’ favorevole al business.

GE Appliance and Lighting , Ebonite, Carbonite……..

Made in USA: Companies bringing overseas jobs home

http://money.cnn.com/2011/06/17/news/economy/made_in_usa/index.htm

Anita

364 peter { 17.02.12 alle 17:58 }

x Sylvi

lei mi pare proprio il tipo da Mary Poppins…il che non e’ esattamente un complimento…povero nipote…
Non ci tengo a somigliare a nessuno, purtroppo non ho i capelli ricci, ma le mie fattezze italiche sono gradite alla gente del loco…eh eh eh

Peter

365 Anita { 17.02.12 alle 18:00 }

x Sylvi

Io devo spesso digitare le parole dialettali per capirne il significato.

Diversi idiomi strettamente locali non hanno una traduzione.

Capisco un po’ il milanese ed il siciliano, ma ho un’amica pavese che mi chiama regolarmente e quando ci inserisce una battuta in pavese non la capisco, ormai non chiedo piu’ di tradurre…

Ciao, Anita

366 Vox { 17.02.12 alle 18:00 }

E DECREBBERO FELICI E CONTENTI
(di M.Pallante e A. Bertaglio)
Il Fatto Quotidiano

Sommando il debito pubblico ai debiti delle famiglie e delle imprese, in tutti i paesi industrializzati l’indebitamento complessivo supera il 200 per cento del prodotto interno lordo…

La crescita è un controsenso

…Se si riduce il numero degli occupati, si riduce il numero delle persone provviste di reddito, per cui la crescita del debito è diventata indispensabile per sostenere la domanda. Il meccanismo della crescita e l’incremento della competitività sono la causa della crisi in corso.

Tutti i tentativi di rilanciare la crescita e di incrementare la produttività non solo non possono consentire di superare la crisi, ma se riuscissero, contribuirebbero ad aggravarla. Questa crisi… non è una crisi congiunturale, ma una crisi di sistema…

[...] Il denaro si può ricavare soltanto dalla riduzione degli sprechi, ovvero dallo sviluppo di innovazioni tecnologiche finalizzate ad accrescere l’efficienza con cui si usano le materie prime, in particolare l’energia, e a recuperare le materie prime contenute negli oggetti dismessi, che del tutto impropriamente vengono definiti rifiuti.

In altre parole occorre uscire dalla logica quantitativa nella valutazione della produzione e utilizzare criteri di valutazione qualitativi. Non proporsi di produrre di più, ma di produrre quello che serve.
[E questo vuol dire PIANIFICAZIONE della produzione]

L’unica strada per rilanciare l’edilizia è la ristrutturazione energetica delle case esistenti. Se il consumo delle case scendesse dei due terzi si risparmierebbe il denaro necessario [per contribuire] a pagare gli investimenti e accrescere l’occupazione, senza accrescere i debiti pubblici

Un’efficiente raccolta differenziata, finalizzata al recupero delle materie prime contenute negli oggetti dismessi, consentirebbe di risparmiare le enormi somme di denaro che vengono spese per seppellirli sotto terra o per distruggerli bruciandoli…

367 controcorrente { 17.02.12 alle 18:05 }

Cara Anny,
fate bene a reindustriallizare un poco.. (ricetta consigliata da economistie di cui Obama il bistrattato sembra tenere conto),così quei fannulloni di Ammerikani torneranno alla “catene” e riscopriranno le bellezze del capitalismo..e visto che non ci sono più Komunisti in giro, questa volta sarà dura ,dare la colpa a Loro.
Vuoi vedere che i fannulloni ammerikani riscoprendo le bellezze del capitalismo nazionale,lavorando come Cinesi però, non riscoprano il piacere di ……!!

cc
Alexander con pannoloni Made in USA,non sarebbe male però !
Se ne restano, diversamente come si dice la natura farà il suo ciclo !

368 controcorrente { 17.02.12 alle 18:11 }

Caro Peter,

dai, non disperare, un posticino “privilegiato” per gli ecclesiastici cattolici non sarà dimenticato !
Però devi ammettere che l’ipocrisia di Anglicani ,Riformati, e Puritani è perfin maggiore di quella cattolica !
Quindi tranquillo, “L’Avvenire” è sempre in agguato, nonostante tutto!

cc

369 peter { 17.02.12 alle 19:45 }

X sylvi

si consoli, neanche io avevo capito alluccare. ha visto vecchia mia?

Peter

370 carlino { 17.02.12 alle 20:35 }

per VOX

siamo in pochi ma cresciamo di giorno in giorno e la rete aiuta a far passare le notizie.

Conosco gente che ha aperto gli occhi dopo i fatti in Libia grazie anche ad articoli come quelli di Escobar, Fisk, ma sono in tanti.

Anche la notizia delle bombe e’ stata smascherata subito.

Molti hanno ancora il cervello all’ammasso ma il ricambio generazionale potrebbe aiutarci a cercare di costruire un mondo migliore con tutti.

Occorre parlare con la gente, con i propri figli e fargli comprendere che il mondo non sempre e quello che gli fanno vedere in televisione.

371 Shalom: Le canaglie rubaterra e distruggi case e alberi non si fermano { 17.02.12 alle 20:45 }

Colline a sud di Hebron, bulldozer in azione, non si fermano le demolizioni
Friday, 17 February 2012 06:22 Operazione Colomba
Il 15 febbraio 2012 l’esercito israeliano ha demolito cinque strutture nel villaggio palestinese di Saadet Tha’lah, distrutto una cisterna d’acqua e abbattuto cinquanta alberi nel villaggio palestinese di Ar Rakeez, nelle colline a sud di Hebron.

Intorno alle 12.00 due bulldozer e tre veicoli del DCO (District Coordination Office), scortati da quattro camionette dell’IDF (Israeli Defense Force) hanno fatto irruzione nel villaggio di Saadet Tha’lah. In totale sono state demolite un’abitazione, due cisterne per l’approvvigionamento dell’acqua e due stalle per le greggi. Secondo gli abitanti del villaggio non è stato loro permesso di portare in salvo gli animali. Cinque agnelli sono rimasti uccisi sotto le macerie. I proprietari delle strutture hanno dichiarato che su di esse pendeva un ordine di demolizione dal 2004.

Dopo le demolizioni a Saadet Tha’lah, i mezzi dell’esercito hanno raggiunto il villaggio di Ar Rakeez, dove hanno demolito una cisterna d’acqua in costruzione e sradicato venti alberi d’ulivo e trenta mandorli, piantati meno di un anno prima.

I villaggi palestinesi di Saadet Tha’lah e di Ar Rakeez sono situati nell’area delle colline a sud di Hebron, rispettivamente vicino all’insediamento israeliano di Karmel e all’avamposto di Avigayil, la
cui espansione prosegue ininterrottamente senza alcun tipo di restrizione da parte delle autorità israeliane, sebbene l’avamposto sia illegale anche secondo la stessa legge israeliana.

Entrambi i villaggi sono situati in area C, sotto controllo amministrativo e militare israeliano. All’interno di quest’area ogni costruzione deve essere approvata dall’amministrazione civile
israeliana. Secondo l’agenzia OCHA oPt nel 70% dell’area C è vietata la costruzione ai palestinesi, nel 29% sono applicate severe restrizioni e solamente meno dell’1% della terra è stata destinata allo sviluppo e all’espansione delle comunità palestinesi. Dal 2011 Operazione Colomba ha registrato un aumento di demolizioni in particolare a danno di servizi idrici e della rete elettrica nell’area.

Questa politica di restrizioni, chiusura, demolizioni, evacuazioni e soprusi, unita alle continue violenze da parte dei coloni presenti nell’area, nega di fatto i diritti umani dei palestinesi, ostacolando la possibilità di vivere nei propri villaggi e coltivare le proprie terre impedendo lo sviluppo delle comunità locali.

Ciò nonostante, le comunità palestinesi delle colline a sud di Hebron sono fortemente impegnate nell’affermare i propri diritti ed a resistere in modo nonviolento all’occupazione israeliana.

Operazione Colomba mantiene una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

372 Shalom: il governo fasciosionista israeliano tiene i palestinesi in galera quanto gli pare senza neppure dire perche' { 17.02.12 alle 20:50 }

Rete Romana di Solidarietà con il Popolo Palestinese
‎”E il mondo resta a guardare mentre una tragedia si sta consumando davanti ai suoi occhi.
Khader Adnan è entrato nel suo 61mo giorno di sciopero della fame, detenuto in una prigione isrealiana, per “detenzione amministrativa”, vale a dire senza essere stato mai processato, senza che alcun capo d’accusa gli sia stato notificato e senza che gli si possa attribuire alcun indizio di colpevolezza per alcun crimine.

Il caso di Khader Adnan rappresenta un microcosmo che descrive da solo l’insopportabile crudeltà (a cui sono sottoposti i palestinesi), conseguenza del prolungato stato di occupazione. Mette in evidenza il contrasto tra la dignità a cui ha diritto un prigioniero israeliano e l’irriducibile rifiuto a prestare attenzione all’abuso subito da migliaia di palestinesi lasciati a marcire nelle prigioni israeliane per detenzione amministrativa o sentenza della corte.

Ma non abbiamo ancora raggiunto un livello di maturità nel nostro riconoscimento dei diritti umani tale da dichiarare senza riserve ILLEGALE un tale stato di barbarie?
Ci auguriamo che la terrificante esperienza di Khader Adnan non si concluda con la sua morte e che possa innescare una protesta a livello mondiale sia contro la “detenzione amministrativa” che contro gli abusi subiti dai prigionieri.
Il popolo palestinese ha già sofferto più che abbastanza.”

Richard Falk, Osservatore Speciale per le Nazioni Unite per i Diritti Umani dei Palestinesi
http://www.aljazeera.com/indepth/opinion/2012/02/2012216105041250560.html

373 Anita { 17.02.12 alle 21:04 }

x CC

Caro CC,
raccomandalo anche alle ditte Italiane….mi sembra che anche i
prodotti Italiani siano MADE IN CHINA.

Obama non e’ la catalista che attira il rientro dei business negli US, ma bensi’ il rialzo del costo del Made in China, in India, etc…
Il trasporto, le tariffe, e francamente la manifattura scadente.

Non abbiamo “sweat shops”…

La strada e’ lunga ed incerta, ma ogni inizio e’ forte, speriamo che altri seguano.

Lascia perdere i pannoloni, Alexander non e’ incontinente…

Un po’ meno sarcasmo di renderebbe piu’ digeribile.

Anita

374 Anita { 17.02.12 alle 21:34 }

Sono addolorata, ho appreso dal giornale online della morte mio vecchio amico Joe.

Era pronto per lasciare la clinica di riabilitazione, si stava riconciliando con l’idea di andare in “Assisted Living”, avevo fatta la ricerca del posto piu’ vicino, parlato con inquilini…

Tante cose da fare, chiudere la sua casa, chiudere acconti, insomma un traslocco…era contento ma molto agitato.

Da due giorni non rispondeva al telefono…..

Forse e’ stato vittima di insufficienza cardiaca o stroke.

Un lungo obituario…la veglia e’ oggi, ma non ci vado, non me la sento…ci sara’ una folla.

Mi chiamava diverse volte la settimana, parlavamo di politica, famiglia, sempre un gentiluomo, un vero amico la cui compagnia mi manchera’ molto.

Ha fatto onore alla Patria dei suoi genitori.

http://thequinnfuneralhome.com:8080/mwf/main/Visitation.seam?visitationID=3253&conversationId=59662

La foto non e’ riuscita, e’ scomparsa.

Anita

375 controcorrente { 17.02.12 alle 21:56 }

Cara Anny,

mi spiace che tu confonda la mia Comicità ,con il sarcasmo….in fondo io scrivo delle cosette,tanto per far ridere gli ammerikani come te., visto che tutta Hollivudde lavora per noi !
Si chiama interscambio culturale !
Guarda come funziona tra me e la Sylvi, e tra me e Peter ..cultura pura !

cc
Su dai che in fondo anche Alexander si diverte, però raccontagliele giuste..neh!!!

376 controcorrente { 17.02.12 alle 21:59 }

Caro peter,
vecchia mia,diglielo alle tue tardone che bevono il Tè, nella vecchia e decrepita Anglia, non alla mia amica Sylvi !
Comprì !

cc

377 Anita { 17.02.12 alle 22:02 }

….assisted living = residenza assistita….

378 Anita { 17.02.12 alle 22:06 }

x CC

Beh….allora non leggi, piu’ di uno ha scritto di non capirti.

Anita

379 peter { 17.02.12 alle 22:07 }

X cc

zitto vecchietto e vai a nanna.

peter

380 controcorrente { 17.02.12 alle 22:19 }

Carissimo peteruccio,
i pensionati piemontesi cercano di fare il possibile per tenersi aggiornati, prima non ne avevano il tempo.
Dopodichè, la mente si desta , ed evitando l’invecchiamento dei neuroni dicono che allunghi la vita..dicono..!!
Per cui vedi di regolarti in proposito..mio caro è solo un consiglio di poco valore.., ma credimi vedi di aggiornarti….!!

cc

381 controcorrente { 17.02.12 alle 22:23 }

Cara Anny,
facciamo un inchiesta, (a voi ammerikani piaccioni tanto, tipo consumo medio della carta igienica nel Tennesee) Per cui tutti quelli che dicono di non capirmi ,facciano un passo avanti nel Blog e così Li contiamo.

cc

382 controcorrente { 17.02.12 alle 22:24 }

Ps . Motivando , però ,sarò largo di spiegazioni nel merito!

cc

383 Anita { 17.02.12 alle 22:36 }

x CC

Servito:

Faust, Peter, Anita, Rodolfo….

Anita

La carta igienica e’ riciclata….anche quella non e’ piu’ quella di una volta.

384 controcorrente { 17.02.12 alle 22:48 }

Anita non conta!
Faust fa finta di non capirmi!
Rodolfo è un rabbi, per cui è fuori gioco !
Peter è un bravo ragazzo !

cc

385 controcorrente { 17.02.12 alle 22:49 }

Ps . i puntini non fanno testo per il momento !!
Sono tranquillo !Notte !

386 peter { 18.02.12 alle 9:09 }

Vox 362

sono d’accordo col pezzo riportato in linea di principio, chi non lo sarebbe? solo che i costi del riciclaggio di materie prime non sono certo bazzecole…
Le soluzioni future non possono non essere tecnologiche e scientifiche, diciamo pure ‘fantascientifiche’…la sfida e’ trovare fonti alternative ed economiche di energia. Nessuno nel medio evo apprezzava il petrolio, dato che non esistevano i motori a scoppio…per cui i servi della gleba si ammazzavano sulla terra.
Oggi siamo servi del petrolio e dei suoi proprietari, domani chissa’.
A proposito di case, la sovrappopolazione viiene regolarmente ignorata…
Secondo me occorre DISINCENTIVARE la produzione di figli, come fanno in Cina, anzi meglio di come fanno li’ dato che la loro popolazione continua a crescere. Altro che assegni per figli, sussidi, alloggi, etc etc

Peter

387 rodolfo { 18.02.12 alle 9:37 }

Peter:-”Secondo me occorre DISINCENTIVARE la produzione di figli”
-
Ma che ti ha dato di volta il cervello? Sei uscito fuori di senno?
Ma non rifletti quanto scrivi….o e´solo per buttare li qualche bla bla bla.
Rodolfo

388 rodolfo { 18.02.12 alle 10:05 }

Poi scrivi di “produzione” e di “sovrappopolazione” come se mettere al mondo figli fosse una catena di montaggio e come se in Europa ci fosse davvero una sovrappopolazione …quanto e´vero che e´tutto il contrario.
Rodolfo

389 peter { 18.02.12 alle 10:15 }

x rodolfo

il cervello non funziona agli allegrotti (ed allegrotte) che continuano a mettere al mondo figli (ovvero produrre figli, dato che non li manda lo Spirito Santo…) in un mondo deprivato, sfruttato, inquinato, sovrappopolato, etc etc…ufficialmente siamo ‘solo’ 7 miliardi, mai sentito della sindrome dei topi in trappola nel barile?

Peter

ps
poi ci si mettono anche i vecchierelli, il che sarebbe ironico se non fosse tragico…

390 Faust { 18.02.12 alle 10:26 }

solo che i costi del riciclaggio di materie prime non sono certo bazzecole…

… l’immondizia, separata alla e nella raccolta differenziata, riciclata non costa ma produce profitti…
Faust

391 rodolfo { 18.02.12 alle 10:28 }

Ieri sera nell’esibizione della Bertè-D´Alessio si e´ subito capito che era in playback , oltre cio´a differenza di tutti gli altri cantanti hanno usufruito di una coreografia con decine di ballerini …fumi e nuvole.
Lo ritengo ingiusto nei confronti degli altri partecipanti…che sotto ci sia qualcosa e che all ultimo vincano persino loro non sarebbe una sorpresa.
Rodolfo

392 rodolfo { 18.02.12 alle 10:41 }

xPeter
mi sembra evidente che io parlavo dell´Europa dove si e´mantenuta a malapena secondo i censimenti il rapporto tra nascite e decessi e questo solo per l´afflusso degli emigranti extracomunitari.
Se tu conosci …l´Inglesina che mette al mondo figli a profusione io ne conosco anche in Germania e in Italia ….ma non fanno testo…sono solo eccezioni.
Rodolfo

393 Peter { 18.02.12 alle 10:53 }

x Rodolfo

il 25% dei bambini in UK sono di genitori (cioe’ genitrici…) singoli, ed ho il sospetto che ve ne siano piu’ di due per ‘famiglia’…Che non facciano testo lo dici solo tu, dall’alto della tua ‘sapienza’. GB ha un territorio piu’ piccolo dell’Italia, con una popolazione almeno uguale.
Ragiona pure in termini eurocentrici, ma il folle sei tu, dato che non siamo nell’ ’800 da un pezzo…
E comunque l’Europa ha una popolazione due volte e mezzo quella degli USA, su un territorio parecchio piu’ piccolo…

Peter

394 Peter { 18.02.12 alle 10:57 }

x Faust

riciclare sara’ cosa buona e giusta, ma non risolve certo il problema. Io per primo uso carta igienica riciclata…(non da altra carta igienica, spero…), la trovo nei supermercati. Poi metto il vetro nei bidoni appositi…certi miei amici differenziano accuratamente la spazzatura, il che mi sorprende dato il loro livello bassissimo di istruzione. Anche qui, a volte, imitano i tedeschi…

ciao, Peter

395 rodolfo { 18.02.12 alle 11:01 }

xPeter
Pero´vedi….i provvedimenti presi dal governo Monti riguardo le pensioni e i pensionati…derivano proprio a lungo andare da quelle difficolta´….poche nascite….poi la disoccupazione fa´naturalmente la sua parte.
Io oramai sono da tre anni in pensione….ma non so se i giovani di oggi se questo trend continua.. riusciranno mai ad usufruire di una pensione.
Rodolfo

396 rodolfo { 18.02.12 alle 11:23 }

Come scriveva Marco Tempesta…l´uomo non si misura dal grado di istruzione …ma dal grado di comprendonio.
Raccontava che….ma degli esempi li avrei anch´io… di aver conosciuto analfabeti che mostravano una saggezza da far invidia a un professore di filisofia. Dunque si tratta di ragionevolezza capire che al giono d´oggi non si puo´piu´non seguire la differenziata….perche´ne va di mezzo il pianeta e la sopravvivenza dell´uomo.
Questo oramai lo capisce qualsiasi ignorante.
Rodolfo

397 sylvi { 18.02.12 alle 11:38 }

Ma sììììì,
sono d’accordo con Peter!!!
Tutta questa produzione di figli…è una cosa insopportabile!
Aborto obbligatorio!
Poi magari…qualche infermiera in Casa di Riposo, (già successo anche in anglia!) dà una mano alla natura per spedire un po’ più velocemente i vecchietti in Paradiso accanto a Gesù…
Poi…in fondo non aveva torto Hitler…perchè tenere quà spastici, mongoloidi, dementi e spine bifide ecc. ecc. non servono a niente e costano un sacco.
Infine, giusto per non dimenticare nessuno…occupiamoci degli omosessuali che sono contro natura!!!!!!
Finalmente un po’ di pulizia!!! Ma… e gli stupidi???
Perchè lasciarli che contaminino gli eletti!??? Fuori…anche quelli!!!
Come si riconoscono??? Dai discorsi sulla produzione di umani…che fanno sui blog!
Alla fine …conta che ti conta …in Europa resteranno qualche migliaio…in Inghilterra solo la Regina …salvata giustamente da God!!!

God save the slaphead!

Sylvi

( Anita, l’ho copiato sul vocabolario! Non so se è giusto. ciao S.)

398 sylvi { 18.02.12 alle 11:39 }

Ps Quà??? qua, qua, qua! S.

399 sylvi { 18.02.12 alle 11:48 }

Peter compra la carta igienica riciclata…mette i vetri nei bidoni appositi…e lui la chiama fare la differenziata!!!
E poi afferma che chi non ha la laurea come lui…non dovrebbe essere in grado di fare la differenziata????

Vado a sistemarmi la mascella che mi è caduta a terra!!!

Sylvi

400 rodolfo { 18.02.12 alle 12:14 }

forse intendevi “saphead” in Tedesco =Trottel=Baccala´…Pirla…
Siamo in sintonia…ci sei riuscita di nuovo….
Rodolfo

401 rodolfo { 18.02.12 alle 12:16 }

il mio 396 e´per Sylvi

402 rodolfo { 18.02.12 alle 12:33 }

Ho sentito la Fornero e i suoi programmi….
copia a tutta forza dal sistema sociale Tedesco….non e´male.
Rodolfo

403 rodolfo { 18.02.12 alle 12:34 }

Credo pero´…potrebbe finir male…se non crea anche una rete di controlli specifici.
Rodolfo

404 rodolfo { 18.02.12 alle 12:36 }

Intendo che molti cercheranno di approfittarne..per questo deve essere attuato un controllo serio sui redditi nascosti del disoccupato stesso e dei suoi familiari.
Rodolfo

405 Faust { 18.02.12 alle 13:27 }

x Faust

riciclare sara’ cosa buona e giusta, ma non risolve certo il problema. Io per primo uso carta igienica riciclata…

… Caro Peter, la differenziata e’ cosa sana ebbuona, permetta di eliminare gli inceneritori e le discariche acciel aperto… Io la pratico e ne sono convinto… e’ incredibile quanti rifiuti producono 3 persone e un cane con pannoloni… ogni due gg metto nella spazzatura 3 sacchi… ppieni, soprattutto di plastica e carta (gli involucri dimballaggio dei prodotti alimentari) ogni volta me ne meraviglio da non credere… Faccio e seguo la differenziata, come ho in tasca carta x raccogliere la cacca del cane, sono sempre stato un’asociale che del vivere e rispetttare le regole sociali se ne “impippava, oggi sono o cerco di sopravvivere in modo civile e della differenziata ne sono un seguace… saluto le persone che incontro anche se non le conosco con un buongg… Ringrazio quando rispondo a un domanda… ed in particolare gli impiegati pubblici si vede che non sono abituati ad e3ssere trattati gentilmente ed educatamente dai cittadini…
…invio
Faust

406 Peter { 18.02.12 alle 14:00 }

x Sylvi

ma stia un po’ zitta, vecchia mia, che lei ha gia’ la demenza precoce…oddio, non tanto precoce…mi ricorda una mia zietta che la contrasse a 85 anni…

Immagino che nel suo beneamato Friuli del (…) fare la differenziata comporti inchinarsi davanti a 5 bidoni diversi, con preghiere propiziatorie tra l’uno e l’altro…la prego dii tenerselo per se’, sono certo che capira’…

Conosco persone che sanno appena leggere e scrivere, uno di loro mi chiedeva quanto fa 30 diviso 5…pero’ mi bacchettava se mettevo una bottiglia nel secchio sbagliato nel suo appartamento. Non dico certo che gli servirebbe chissa’ quale istruzione per farlo, ma lei, ovviamente, non capisce che istruzione non e’ solo conoscere una cosa, ma trovare l’interesse e la disciplina per farla ogni volta…

Disincentivare la produzione di figli e’ l’unica strategia rimasta per sopravvivere. Badi che la cosa non riguarda tanto me, e certo non lei, ma le generazioni future…
Non ho mai parlato di eugenetica o eliminazione dei vecchi o disabili…queste cosette le lasci alla storia di quel popolaccio che lei e Rodolfo ammirate tanto…Non ho neanche, esattamente, parlato di aborto…solo di contraccezione e controllo della popolazione. Badi anche che l’ambiente, le risorse, la natura e le societa’ umane controllano gia’ la popolazione, vedasi la mortalita’ infantile, la lotta per le risorse, le carestie, i morti per allagamenti e tsunami in molte regioni del mondo, i milioni di morti annuali per malaria…solo che lo fanno su persone gia’ nate, gia’ al mondo…capisce? ne dubito.
Come dice? nel Friuli non c’e’ la malaria o la carestia? aspetti e speri, mia cara, aspetti e speri…

Peter

407 peter { 18.02.12 alle 14:04 }

x Rodolfo

non mi stupisce che tu e Sylvi siete in sintonia…quelli come voi vanno sempre a due a due…

Peter

408 peter { 18.02.12 alle 14:19 }

x Anita

spero che la mia ‘rudeness’, palese maleducazione, nel dare dei vecchietti a certi bloggers non ti offenda.
Non mi riferisco in realta’ tanto alla loro eta’ biologica, per la quale, ormai, mi potrebbero essere piu’ fratelli maggiori che genitori, e tanto meno nonni…quanto a convinzioni stantie, vetuste e superate da tempo, la cui messa in pratica non serve, o meglio puo’ arrecare seri danni, come il ‘crescete e moltiplicatevi’ , senza condoms, del Vaticano nel Terzo Mondo, per esempio…o anche CC che se ne va sempre a parare alla guerra dell’oppio in Cina, o CG che paragona il contenzioso delle Falklands con la colonizzazione dell’India…

In te non ho mai visto traccia di senilita’. Dev’essere la cultura americana moderna

un saluto

Peter

409 peter { 18.02.12 alle 14:28 }

x Anita

giorni fa ho conosciuto per caso uno dei pochissimi veterani superstiti dell’VIII Armata. Lucidissimo a 87 anni, mi fa ‘sei dell’Italia?’. Ha solo qualche problema alle gambe, ma ancora ce la fa con le stampelle. Mi ha parlato di Cassino nel ’44…aveva forse 19 anni…
Ho conosciuto parecchi altri superstiti dell’armata nel corso degli anni. Nessuno ha mai fatto commenti antipatici sugli italiani dell’epoca, e per la verita’ neanche sui tedeschi.

Peter

410 Faust { 18.02.12 alle 14:28 }

Faccio e seguo la differenziata, come ho in tasca carta x raccogliere la cacca del cane,
… carta x raccogliere e un sacchetto di plastica da riempire e cestinare al primo che incontro…

Ringrazio quando rispondo a un domanda… ed in particolare gli impiegati pubblici si vede che non sono abituati ad e3ssere trattati gentilmente ed educatamente dai cittadini…

Seguo e risolvo le pratiche ed autorizzazioni sanitarie x tutta la famiglia… medici, farmacia etc…

Ho bisogno di una fornitura mensile di pannoloni x la mamma… faccio domanda e mi assegnano un tipo di assorbenti, inutili x mia madre e di poco prezzo… in quanto non ritengono assufficenza e creano, sulla pelle sottile delle ferite da decubito…

Vado all’ufficio addetto adatto x farmi cambiare il tipo di prodotto x un pannolone di marca e piu’ assua misura, della mamma e molto piu’ costoso… La farmacista mi dice che dovro’ litigare con la funzionaria in quanto non li danno annessuno, quella marca li, gridare e forse siccome rifiutera di cambiarmi tipo e marca, arrivare come gia fatto da altri, dopo varie volte e varie litigate, senza esito, acchiamare i carabinieri x denunciare la funzionaria e l’ufficio addetto adatto…

Dunque ( saro’ un po lungo… ma tanto x raccontare come funziona la burocrazia e la corruzione sulla sanita’ in Italia…)

chiamero’ A la marca adatta e costosa e B l’inadatta a basso costo…
Il pannolone A in farmacia x 10 unita’ al pacco costa 22 E. alla Coop x 14 unita’ 9,70 E.

Ho bisogno di 2 al gg.= 60 unita’ = 6 pacchi x 22E = 132E al mese Alla Coop x 5 pacchi da 14 unita’ 45E circa…

Mia armo degli involucri dei due tipi e vado nell’ufficio preposto… Buon gg. ( e l’impiegata non mi guarda in faccia, mi siedo e tiro fuori le due plastiche…) Mi dia la tessera sanitaria… e apre il pc… Controlla e trova che mia madre, come quasi tutti gli aventi diritto alla fornitura, hanno un bonus x la fornitura x 15gg e di quel so9lo tipo assegnatomi dal suo ufficio… molto gentilmente gli chiedo di lasciarmi spiegare xcche’ quelli assegnatomi non mi servono… e la prima fornitura l’ho lasciata in farmacia ( che la da in beneficenza) in quanto x mia madre inadatta ed inutile… Lei continua addire che loro non danno annessuno ( se non in casi eccezzionali… al che la ringrazio x la sua attenzione al mio problema ed approfitto x dirgli che se una 92enne non vedente non fosse ” il caso eccezzionale? e concludo ringraziandola affinche siccome comprare in farmacia sta dissanguando la pensione di mia madre… NON MI RINGRAZI… ed io confermo NO io la ringrazio x quel che puo’ fare nel mio caso… Io non posso fare niente… ed alza la testa e mi guarda con il ghigno da mastino… al che gli sparo un sorriso con occhi umili… torna agguardare il pc e mi dice che vabbene le posso assegnare 48 unita’ al mese… MA non X QUESTO MESE MA DA MARZO…. Io felice la ringrazio un’altra volta e lei non grugnisce piu’ e mi fa firmare l’accettazione della fornitura… alla fantozzi le do la mano indietreggiando rtingranziandola e me ne vado…
Vado in farmacia e chiedo alla dottora addetta adatta di controllare se nel sistema han cambiato la fornitura e visto che era stata accettata la mia richiesta… MA COME HA FATTO… le han dato un prodotto che non danno annessuno… MA COME HA FATTO… guardandomi manco fossi un marziano… ho sorriso anche a lei e ha cambiato modo di trattarmi…( all’inizio era anche lei sgorbutica con me) e gli ho chiesto xcche in farmacia costa 22E e alla Coop 9,50E… Non voleva rispondermi ma mi ha dato da intendere… che siccome gli assistiti dal SSN comprano i pannoloni in farmacia col tiket sanitario, sono obbligati accomprarli in farmacia in quanto il supermercato non vende con i tiket del SSN… ma ai privati… in contanti …
…quanti soldi rubati a dalle povere famiglie …
ppputtana di quella misieraccia…
Faust

411 rodolfo { 18.02.12 alle 14:31 }

Peter:-”Disincentivare la produzione di figli e’ l’unica strategia rimasta per sopravvivere. Badi che la cosa non riguarda tanto me, e certo non lei, ma le generazioni future…”
-
-
Estremamente sbagliato… pensaci e o´cuccati …ma non ti auguro incubi da solitudine.
Rodolfo

Ps,( o´cuccati)= vai a dormire

412 peter { 18.02.12 alle 14:36 }

x Rodolfo

ho da tempo fatto amicizia con la mia solitudine, grazie.
E la prossimita’ degli altri, a volte, mi fa sentire piu’ solo…
(frase intelligente, purtroppo e’ una citazione)

Peter

413 peter { 18.02.12 alle 14:41 }

x Faust

pensa che per dare a mia madre buonanima i pannoloni che voleva lei (piccoli e bene assorbenti, non tipo lenzuoli) il medico curante nostro amico dovette autorizzare una visita urologica (dico urologica…) a domicilio…mi trovai li’ per caso in vacanza e dovetti fare uno sforzo sovrumano per non…scompisciarmi di risate davanti all’urologo che, evidentemente, non aveva niente di meglio da fare per scroccare lo stipendio

ciao, Peter

ps
ora Sylvi dira’ che lo stipendio dell’urologo e tutti i pannoloni in Italia li paga il Friuli con le sue tasse…
Chissa’ se lei i pannoloni li pporta gia’…

414 Shalom: Khader Adnan e' al 63° giorno di sciopero della fame. Ricordo solo che Bobby Sands mori' dopo 66 giorni { 18.02.12 alle 14:47 }

Il caso di Khader Adnan
di Giorgio Bernardelli | 16 febbraio 2012

Khader Adnan è al 63° giorno di sciopero della fame. Comunque la si pensi questa è una notizia. Eppure nessuno ne parla. Ricordo solo che Bobby Sands morì dopo 66 giorni
http://www.terrasanta.net/tsx/articolo.jsp?wi_number=3664&wi_codseq=++++++&language=it

Alcuni scouts manifestano solidarietà a Khader Adnan.
È da più di 60 giorni ormai in sciopero della fame. Si trova nello Ziv Hospital di Safed, ha già perso 40 chili di peso e potrebbe ormai morire da un momento all’altro. Ma quasi nessuno – al di fuori della Palestina – ne parla. È la storia di Khader Adnan, palestinese di 33 anni, che dal 18 dicembre rifiuta il cibo come protesta contro la pratica della detenzione amministrativa, inflittagli perché ritenuto membro del Jihad islamico.

È una vicenda decisamente scomoda quella di Adnan e che ricorda la storia di Bobby Sands, l’attivista nordirlandese dell’Ira che nel maggio 1981 morì dopo 66 giorni di sciopero della fame in un carcere inglese. La differenza è che del detenuto palestinese oggi si parla solo sui social media, confermando il profondo disinteresse che circonda ormai tutto ciò che è legato al conflitto israelo-palestinese.

La storia di Khader Adnan è riassunta nel comunicato di Amnesty International del 6 febbraio (ormai dieci giorni fa) che rilanciamo qui sotto: è stato arrestato dalle forze di sicurezza israeliane all’alba del 17 dicembre scorso nella sua casa nel villaggio di Arrabe, vicino a Jenin (in Cisgiordania), dove vive con la moglie e due figli. Secondo quanto da lui denunciato è stato pesantemente picchiato durante l’arresto. Così, per protesta, ha cominciato uno sciopero della fame: «La mia dignità è più importante del cibo», ha detto. E quando all’inizio di gennaio gli è stato comminata una detenzione amministrativa di quattro mesi ha deciso di portare avanti fino alle estreme conseguenze questa forma di protesta.

La vicenda di Khader Adnan è particolarmente esplosiva perché porta in primo piano una specifica violazione dei diritti umani praticata da Israele. La detenzione amministrativa infatti è una condanna senza processo: le autorità israeliane la comminano rifacendosi a una procedura utilizzata ancora durante il mandato britannico. Di fatto ad Adnan non è contestato un reato preciso come la detenzione illegale di armi o la partecipazione a un attentato, ma genericamente la sua militanza nelle fila del Jihad islamico. E il suo è un caso tutt’altro che isolato: per le solite «ragioni di sicurezza» Israele utilizza sempre più spesso la pratica della detenzione amministrativa. Secondo gli ultimi dati diffusi dall’ong Addameer (in arabo «coscienza») sono 310 attualmente i palestinesi che si trovano in detenzione amministrativa. Un anno fa erano 207. Un raffronto che basta da solo a mostrare come questo, da qualsiasi parte lo si guardi, sia un problema reale.

Ciò che mi colpisce di più, però, è il silenzio intorno a questa storia. L’ho già scritto altre volte in questa rubrica: la questione dei detenuti palestinesi è un tema serio, che non si può liquidare con lo slogan per cui sono tutti terroristi. E comunque anche chi si macchia di reati gravissimi ha diritto a un processo e non a procedure barbare incompatibili con uno Stato di diritto. La notizia di oggi è che il numero di altri detenuti palestinesi in sciopero della fame in solidarietà con Adnan ha raggiunto quota ottanta. E alcuni di loro hanno già oltrepassato il ventesimo giorno. Ho l’impressione che se Adnan dovesse morire davvero di questa storia poi ne parleremo molto a lungo.

415 Shalom: quasi certo che gli Stati Uniti saranno costretti ad attaccare o guardare Israele che attacca l’Iran entro la fine del 2012 { 18.02.12 alle 14:49 }

WASHINGTON, STATI UNITI – Fonti del Pentagono e del Dipartimento di Stato sono sempre piu’ convinte dell’inutilita’ delle sanzioni contro Teheran e quasi certe che gli Stati Uniti saranno costretti ad attaccare o guardare Israele che attacca l’Iran entro la fine del 2012, a quanto riferisce il quotidiano britannico The Guardian.
Anche se il presidente Barack Obama ha messo in chiaro, sia in pubblico che in privato con Israele, che e’ determinato a dar tempo alle sanzioni, ci sarebbe una forte corrente di opinione all’interno dell’amministrazione – secondo il giornale britannico – che crede che le sanzioni sono destinate a fallire e che il loro uso principale in questo momento e’, da un lato, di rinviare l’attacco israeliano, dall’altro rassicurare gli europei che un attacco arrivera’ solo come ultima ratio dopo che sono stati provati tutti gli altri mezzi.
”La Casa Bianca vuole vedere se le sanzioni funzionano. Questa non e’ la Casa Bianca di Bush”, ha detto una fonte del giornale: ”Il problema e’ – ha aggiunto – che Teheran si comporta come se le sanzioni non contassero, come se la loro economia non stesse crollando e Israele stesse con le mani in mano”.
Qualche giorno fa il ministro della difesa americano Leon Panetta aveva detto al Washington Post di ritenere che la finestra per un attacco israeliano all’Iran fosse tra aprile e giugno, ma altri analisti americani citati dal giornale hanno identificato un altro ”sweet spot” in cui considerazioni diplomatiche, politiche e pratiche lascerebbero pensare come periodo ideale per un raid unilaterale dello stato ebraico i mesi di settembre o ottobre.

416 Anita { 18.02.12 alle 15:12 }

x Peter -404-

Caro Peter,

e’ un’ indelicatezza verso la persona a cui e’ diretta, ma anche al forum in generale dove quasi tutti hanno passato il fiore della gioventu’.

E’ meglio evitare, non ti pare?

Non sono arrivata a leggere tutto, mi si e’ inceppato il computer di nuovo, mi sta succedendo la mattina quando riapro e’ lento e si inceppa, hangs.

Anita

417 rodolfo { 18.02.12 alle 15:12 }

xPeter
Disincentivare .. guarda… ti vengo incontro.
In casi come la Cina e l´India direi che potrebbe aver senso… in
Europa nazioni come l´Inghilterra o l´Irlanda potrebbero anche … ma… non sarebbe ancora necessario con un incremento della popolazione di solo circa il 10%.
Mentre la situazione della Germania e´tragica perche´c´e´persino una percentuale in negativo…non ricordo in questo momento molto bene ma credo tra 1,5 – 2%…l´Italia non e´arrivata a tanto ma ci si avvicina.
Un calo della popolazione a quali consequenze puo´ portare?
Credi forse che si vivra´ molto meglio? Ma se dunque la popolazione invecchia in media fino ai 70-75 per gli uomini e 80-90 per le donne..e ce ne saranno sempre di piu´…essendo la popolazione giovanile in forte o anche in minima minoranza… chi e come si riuscira´ a pagare pensioni? Hai qualche soluzione parata?
Rodolfo

418 rodolfo { 18.02.12 alle 15:15 }

xShalom
Ma insomma di questi problemi te ne sei fatto una ragion di vita?
E´giusto parlarne OK… ma non ti piacerebbe magari di discutere di qual cos´altro…cosi …tanto da non far della vita una cosa noiosa.
Rodolfo

419 Anita { 18.02.12 alle 15:22 }

x Peter -405-

“Ho conosciuto parecchi altri superstiti dell’armata nel corso degli anni. Nessuno ha mai fatto commenti antipatici sugli italiani dell’epoca, e per la verita’ neanche sui tedeschi.”

Ho conosciuti moltissimi reduci della WWII, non ho riscontrato nessuna animosita’ ne’ verso gli Italiani, ne’ verso i Tedeschi.

Anita

420 rodolfo { 18.02.12 alle 15:26 }

xShalom
Riguardo un attacco di Israele in combutta o no con gli Stati Uniti…l´ho gia´scritto….lo credo molto improbabile per quella serie di motivi da me gia´elencati e molto validi. Rimango sempre di questo parere.
Rodolfo

421 Anita { 18.02.12 alle 15:29 }

x Faust

Caro Nico,

non ti invidio, ti faranno santo….

Hai detto che tua sorella abita con voi, non sarebbe compito suo ad accudire la mamma?

Come se la cavavano quando non c’eri tu?

Ciao,
Anita

422 rodolfo { 18.02.12 alle 15:31 }

Ne´all´Iran conviene di lanciare una presunibile bomba atomica su Israele …ben sapendo che nella mezz´ora successiva sara´rasa al suolo.
Rodolfo

423 peter { 18.02.12 alle 15:32 }

x Rodolfo

ma caro, la soluzione l’hanno gia’ trovata quelli che Uroburo chiama ‘banchieri socialisti’: hanno alzato l’eta’ pensionabile in tutta Europa, te ne sei accorto?
Io sono appena appena tra i fortunati che nel mio campo potra’, se vuole, andare in pensione a 60 anni…(di sicuro continuero’ fino a 65)…i colleghi appena piu’ giovani lo faranno a 68, volens nolens!
Siccome pero’ il lavoro non sempre c’e', allargheranno le liste di disoccupati…a 70 anni.
Stanno anche provando a demolire e privatizzare il sistema sanitario, della qual cosa beneficeranno molti vecchietti, i quali NON arriveranno all’eta’ che dici in futuro, caro…a meno che non possano pagarsi le cure di tasca loro.

Tu caro fai confusione, la popolazione, o sovrappopolazione, non crea ormai sviluppo, forza lavoro, consumatori del mercato…perche’ il lavoro e’ sempre piu’ scarso. Crea solo bocche da sfamare in piu’…

Peter

424 rodolfo { 18.02.12 alle 15:36 }

Questa e´la cruda realta …caro Shalom…
ma i giornali ne parlano….le nazioni ne discutono
ma di tutto quello non succedera´mai niente….ne parleremo il
primo Gennaio 2013…ammesso che i Maja non ci facciano qualche brutto scherzetto.
Rodolfo

425 rodolfo { 18.02.12 alle 15:48 }

xPetert
Bah….non so´.. io credo che se si volesse davvero di lavoro di ce ne´ sarebbe abbastanza per tutti e piu´.Ma tutti dovrebbero essere “disponibili”.
Rodolfo

426 sylvi { 18.02.12 alle 16:03 }

x Peter

Mi contengo…mi contengo benissimo! a forza di fare esercizi per NON risponderle quel che ” mi ditta il cuore”, TUTTI i muscoli sono in esercizio costante!!!
E dove sta la novità sugli sprechi della Sanità pugliese???
Li legge i giornali della sua Regione?
Chi non è in galera è in Parlamento. Oppure riceve in pagamento, per favori, la “disponibilità” sessuale di qualche decina di quelle numerosissime escort che popolano la sua terra!!!

Non paghiamo più le vostre ruberie sulla Sanità; ve le pagherete da soli ( intendo i suoi parenti) e siete una delle tre Regioni indebitate talmente da essere costrette ad aumentare accise di benzina, irpef e quant’altro per far fronte alle ruberie dei vostri eletti!
Si faccia raccontare…
la nostra Sanità regionale, assolutamente autonoma da Roma, funziona …e quando verrà il momento, avrò i pannoloni di prima qualità!!!

Lasciamo stare il suo fair play nei miei confronti…non me ne può fregare di meno…ma che lei senta il bisogno di giustificarsi con Anita…la dice lunga sulla sua educazione e sulla sua sensibilità!
Peso el tacon del buso!

Sylvi

427 rodolfo { 18.02.12 alle 16:07 }

La Fiom e Bonanni contro la Fornero che vuole introdurre il sussidio di disoccupazione imitando il sistema Tedesco.
La Camusso e Bonanni vogliono mantenere le cose cosi come stanno…
con la cassa integrazione….si potesse in qualche modo integrare e questi due beduini un nuovo cervello.
R

428 sylvi { 18.02.12 alle 16:10 }

caro Faust,

sei anni fa, quando mia madre era bisognosa di pannoloni, il medico curante mi diede le ricette anche con l’indicazione della qualità oltre che della quantità; proprio perchè diceva che si doveva evitare il pericolo di piaghe da decubito.
Infatti quel tipo erano disponibili solo in farmacia , perchè acquistabili solo con ricetta.
Evitava gli sprechi indicando la quantità massima…se i parenti sciupavano o sprecavano…se li compravano da soli!

ciao
Sylvi

429 rodolfo { 18.02.12 alle 16:25 }

Simona Atzori….ieri sera a San Remo ha ballato…danza classica …ed io come al solito mi sono emozionato…molto.Fa´bene emozionarsi forte…piangere di felicita´….libera…ti fa´sentir bene.
Una ragazza che ha …come ha detto qualcuno..”.dimendicato le braccia in cielo”. Una ragazza semplice…senza braccia, ma quanto coraggio quanta forza sprigiona. Se tutti i nostri ragazzi avessero la medesima voglia di vivere e di fare…di inventare…allora non avremmo sicuro disoccupazione giovanile.
Si lasciano andare…i nostri ragazzi…protestano un po´ma poi si lasciano di nuovo andare. In qualche modo si va´avanti…pensano…e non sanno che si trovano gia´su un ciglio di un burrone.
Rodolfo

430 sylvi { 18.02.12 alle 16:48 }

caro Rodolfo, 423

e di che cosa ti meravigli?
Credi forse che i Sindacati italiani possano essere diversi dai loro politici di riferimento?
Hai mai notato che i sindacalisti italiani, concluso il loro ciclo sindacale, si buttano in politica e diventano sindaci, assessori regionali, parlamentari europei…poi in Parlamento!
Cofferati è solo il primo che mi viene in testa!
Blaterano, blaterano e non hanno idea di quel che dicono che non siano dieci frasi imparate a memoria.

-Il precariato deve essere abolito!
certo! come non si sa , con questa penuria di lavori.
- L’art. 18 è intoccabile!
bravi! una legge vecchia di 40anni che si applica , solo e soltanto in Italia, mentre l’Europa incalza sulla flessibilità in entrata e in uscita.
-i salari sono i più bassi!
Vero! ma il costo del lavoro per unità è il più alto in Europa!
- le aziende licenziano, non assumono.
Vero! ma si dà il caso che lo Stato per primo,con una tassazione che non ha riscontri altrove, poi le banche e giù giù… strozzano le aziende .. . fino al suicidio.
E potrei continuare…

Non entro nella concezione ottusa dei sindacati italiani che vedono ancora, come 40anni fa, nell’imprenditore il NEMICO, non l’interfaccia!
D’altra parte tutta la politica, con i Bonanni, gli Angeletti e le Camusso pro tempore di contorno, ha usato la LOTTA politica , non il CONFRONTO politico volto alle riforme e allo sviluppo della società nel suoo complesso.!

Sono tutti vecchi, peggio di dinosauri; e io mi auguro che la Fornero, per il nostro bene, abbia un paio di palle…da mandarli finalmente al cimitero degli elefanti!
Fornero copia la Germania …e fa benissimo…
i nostri sindacati sono troppo inutili per copiare il Sindacato tedesco.

Ps: esempio; una signora è andata in pensione volontaria pochi mesi fa… per sfuggire alla Riforma.
Per non aver guai futuri , hanno firmato per l’accordo lei, il suo sindacalista, l’imprenditore e il suo referente d’azienda!!!
Una montagna di scartoffie,una perdita di tempo per chi lavora e la giustificazione del sindacalista per la sua esistenza!!! ( queste sono parolacce al suo indirizzo).

Sylvi

431 Faust { 18.02.12 alle 18:04 }

Hai detto che tua sorella abita con voi, non sarebbe compito suo ad accudire la mamma?

Come se la cavavano quando non c’eri tu?

Ciao,
Anita

Cara Anita e’ mia sorella che accude mia madre e da vera santa… ma necessita attenzione 24h… avvolte si dorme poco… Mia mamma viveva accasa di mia sorella, che la curava con l’aiuto di una donna del paese, sugli appenini tosco-emiliani.
Ora, al mio ritorno ammalato, x non lasciarmi solo a curarmi e d’accordo col mio desiderio di passare insieme alla mamma (che naturalmente spero che superi il centenario) il tempo che vorra’ vivere quel che gli resta… 92anni, una roccia di donna… meglio direi una quercia secolare… e’ incredibile dopo una vita piena, con gioie e disgrazie.. piu’ queste ultime… e’cieca da 30 anni…
Al mattino io faccio le incombenze’ prima in casa, cure mediche e colazione oltre apportare fuori il cane… poi vado fuori casa e diciamo tutte le mattine ho da fare un sacco di cose… ieri x esempio… non mi sono fermato fino alle 2pm… mi son seduto ammangiare… poi il pomeriggio ho smontato un pc e seguo con Oliver, ogni 2h a spasso… ogni tanto mi avvicino alla mia cara madre e gli dico qualcosa di carino e la stimolo a dirmi un 2 o3 parole… o coinvolgerla in raccontare cose e ricordi… Lei si anima e comincia ammuovere la mandibola… (ha problemi a parlare…) e mette insieme un paio di cose da dire… il piu’ delle voote si stanca dopo 2 o 3 parole…
Certo che questa donna e’ una roccia… meglio una quercia secolare… Con mia sorella, che siamo tornati ad abitare sotto questo tetto dopo una vita… abbiam passato solo… un tre anni in questa casa… poi ai 16 anni mi son lanciato fuori dal quartiere… nel cosmo e i marciappiedi del mondo…
Ti scrivo piu’ ampiamente in privee’
ciao cara…
Faust

432 peter { 18.02.12 alle 18:05 }

X sylvi
d
con lei sono sempre stato troppo buono cara. da quello che scrive i pannoloni dovrebbe usarli da un pezzo. limitano i danni

peter

433 peter { 18.02.12 alle 18:07 }

X faust

con mia madre non ebbi mai un decimo della pazienza che hai tu….

Peter

434 Anita { 18.02.12 alle 18:18 }

Ma che brutto nome “PANNOLONI”, qui si chiamano “Adult Diapers”.

Non so quanto costano, li vendono nei mercati e nei drug stores,
immagino che ce ne siano di tutti i prezzi, e poi c’e’ sempre Wal-Mart.
Secondo i casi questi servizi sono provveduti dagli ospedali via forniture mediche, cosi’ come le prosthesis per colostomie, ulcere alle gambe, diabetici, etc…..
Di solito sono ordinati dal dottore curante e l’infermiera fa la richiesta per recapito mensile.

Almeno era cosi’ per mio marito, avevo una stanza piena di scatolone per tutte le sue necessita’, comprese garze, pads, creme, guanti, tutto gratis perche’ era un senior citizen.
Molto spreco….

Con i tagli puo’ essere cambiato e parlo sempre del mio Stato.

Anita

435 sylvi { 18.02.12 alle 18:31 }

caro Faust,
–e’ mia sorella che accude mia madre ….

a te perchè ti voglio bene…si dice “accudisce”…è uno stramaledetto verbo irregolare!

Ma non di questo volevo parlare…volevo dirti di “goderti” la mamma…fin che è possibile!
Da quel che scrivi è stata mamma nel senso pieno della parola.
Dopo, resta un vuoto ..prima incredulo, poi incolmabile!

Sylvi

436 peter { 18.02.12 alle 18:51 }

IrregolRr forse in friulano….digerisce, capisce, inveisce…si dice pero’ mente, dice, sente

peter

437 sylvi { 18.02.12 alle 19:42 }

Peter , UFFA, UFFA,UFFA!!!

Non starò a fare con lei una discussione che mi obbligherebbe a perdere tempo a cercare grammatiche e puntelli …
Le spiegherò un’altra volta perchè , dal mio punto di vista, i nostri rapporti sono così confittuali!!!
Stia tranquillo…noi due siamo proprio due campioni dei luoghi che ci hanno dato i natali.
Ne abbiamo le caratteristiche , la forma mentis e… tutto quel che altro vuole.
Eventuali cittadinanze straniere sono ininfluenti!
Perciò possiamo, a congrua distanza di sicurezza, continuare la nostra vita.
Sono molto disponibile coi miei simili…ma non fino a masochismo!
Amen

Sylvi

438 peter { 18.02.12 alle 20:09 }

X sylvi

come si permette di chiamarmi suo simile???!!!

Peter

439 Anita { 18.02.12 alle 20:32 }

x Peter

Non so se io avessi avuta pazienza con mia mamma.

Ma data la sua salute ed esigenze le offrii di venire ad abitare qui con noi.
Non volle accettare ed in brutto modo…non voleva essere “schiava” in suburbia dove avrebbe dovuto dipendere da me per andare in giro…aveva gia’ 79 anni e molto sedentaria.
Se l’avessimo accomodata in una casa in una cittadina vicina, allora si’.
Cosa avrebbe fatto li’, non parlava o capiva una parola d’Inglese, la cittadina di sua scelta e’ un villaggio tipico del New England, Wickford, meta turistica, anche finanziariamente sarebbe stata un impossibilita’.
Odiava mio marito ed aveva fabbricata una vita che non era mai esistita.
Nella sua mente mi aveva cresciuta nella bambagia, quando invece ci lascio’ quando avevo 10 anni e mezzo….

Odiava anche il mio cane…lo voleva sbattere fuori di casa, allora avevo il Dobermann maschio, gentilissimo e piu’ che pulito.

Quando la portai all’aeroporto tirai un respiro di sollievo e non mi vergogno a dirlo.

Ho avuta molta pazienza con mio marito, un ammalato difficoltoso ed impaziente che richiedeva la massima cura….ce l’ho fatta e non ho rimorsi.

Ciao,
Anita

440 Anita { 18.02.12 alle 20:40 }

PS:

Ecco dove voleva andare ad abitare mia mamma…

Historic Wickford Village

http://wickfordvillage.org/

Quasi tutte le case sono storiche, i prezzi non se ne parla neanche, e’ un villaggio da passare qualche ora e scappare.

Anita

441 peter { 18.02.12 alle 21:00 }

Nice village. i wont be talking about my mum here. a certain carnic vyper uses as ammunition anything she can get hold of. if u seewhat i mean

peter

442 peter { 18.02.12 alle 21:02 }

I mean viper….

Peter

443 Anita { 18.02.12 alle 21:24 }

x Peter

Yes, Wickford is very charming, but can you imagine an older Italian lady living there alone?
All the houses have stairs, they are small, build by the settlers, a rental would cost a fortune…
Then it’s about 45 minutes away from me, in the summer months it may take double time or more.
Who was going to care for her there?
Beside the main drag it’s all there is to it.
I had no connection with my mother, in Sicily I had to call her aunt…
TTYL,
Anita

444 Faust { 18.02.12 alle 21:40 }

accude… e’ una contaminazione itagnol… che vuol dire curarsi il corpo… chiedo scusa alla maestrina con la penna rossobblu’…
Faust

…comincia adesso Adriano… addopo…
F.

445 Anita { 18.02.12 alle 22:18 }

x Faust

Ti ho risposto….

Ciao,
Anita

446 sylvi { 18.02.12 alle 22:22 }

x Faust 440

ben mi sta! Ho perso un’occasione per star zitta!

Le contaminazioni mi sono sempre piaciute…ma vorrei che restassero saldi i bastioni di ogni lingua, e l’italiano è troppo spesso e sempre di più maltrattato.
Ma ho sbagliato tempi e luoghi per combattere le mie battaglie.
Ti chiedo scusa.
Sylvi

447 Faust { 18.02.12 alle 22:43 }

… non fartene un cruccio… pensa amme che ho toppato con Peter, ne sono rammaricato… ma anche dimenticato ed aveva ragione Peter… pero non so se e’ rammarico o rincoglionimento… meritavo i ceci sotto le ginocchia e soffrire felice… con davanti una grande lavagna esscrivere 30 volte: sono rincoglionito o no… sono rammaricato… 30 volte… poi chiamare l’ambulanza x cecite… alle ginocchia…
mandi biel (!) a? … si… abbacchi anche x te le braci amme… ciao!
Faust

448 Peter { 18.02.12 alle 22:45 }

oh oh oh, l’italiano e’ troppo spesso e sempre di piu’ maltrattato…

Detto da una (…) che PRETENDE che chi va nella sua grande regione per lavoro impari il friulano…perche’ la gente del loco non e’ TENUTA, secondo lei, a sapere o parlare italiano…

Ma, la dissociazione schizoide della personalita’ e’ una brutta cosa…

Peter

449 Peter { 18.02.12 alle 22:51 }

@Anita

your mother was totally unreasonable by the sound of it…
And very egocentric, selfish, narcissistic, if you dont mind me saying it.
My mum was the hardest person for me to deal with throughout my life…I was only too relieved when I left home at 20, never to go back again

cheers, Peter

450 Faust { 18.02.12 alle 23:19 }

… ho visto Celentano assanromolo… scusate sanremo… UNICO… apparte il suo bigottismo su Jesus… e la sua modestia nel rappresentarlo su questa scomposta societa dei terreni… evolutosi dall’animale primo al cantante oggi… il primo e si chiama Joan Lui… il cantante di oggi Celentano Adriano… dalla Via Gluk, da animale primo a Joan Lui… e’ il piu famoso “predicatore” nostrani… ma Lui vorrebbe predicare anche ad Hide Park, difatti continua accantare in un inglese che capisce solo Lui, x un giorno quando andra’ in paradiso e finalmente potra’ cantare in italiano e gli altri lo capiranno… anche quando, visto che il Paradiso e’ cantare in italiano ed essere capiti dai passanti in Hide Park…

… stavo scrivendo sfafillante e fosforico)… eccontinuo…
Ha cantato 2 canzoni ( esclusa la 3erza in inglese paradisiaco… ( lo capiscono solo in paradiso…) Celentano visto, quando ci andra’… il Paradiso, senza Claudia con Lui… poi conosce il padre eterno e suo figlio Jesus, ed anche Maria (… ancora vergine…) con Pietro e tutti gli altri che abitano ancora in paradiso… /( forse li pagano bene) Davanti attanta di tutto… prova meraviglia e sorprende tutti… cambiando idea sul Suo Paradiso immaginato tutta la vita… e decide di venire avvedere come da Noi viviamo nell’Inferno dei Poveri Diavoli… un’Infernale vita felice… dove non ci s’annoia mai, si vive in pace in comunita sociali da umani… dove non cce’ denaro e peccatori… e si cantano le sue canzoni… Azzurro, I ragazzi della Via Gluk, 24 mila baci, il tuo bacio e’ come un rock… ettante altre tutte bellissime e soprattutto una piu’ originale dell’altra…
Unico… Joan Lui, il Fratello Maggiore degli umani…
…continua
Faust

451 peter { 18.02.12 alle 23:43 }

X faust

a hyde park lo prenderebbero quai ceryamente per pakistano. quindi potrebbe anche andargli bene…

Peter

452 peter { 18.02.12 alle 23:44 }

Certamente volevo dire…

Peter

453 Anita { 19.02.12 alle 0:22 }

x Peter

BINGO!

Anita

454 sylvi { 19.02.12 alle 8:34 }

x Peter

Che lei sia sempre estremamente scorretto e offensivo nei miei riguardi … è un fatto,….e amen!
Ma che lei volutamente manipoli e stravolga i miei post falsandone il pensiero…di mattina presto mi sono rotta le scatole.
E poichè non intendo più perdere tempo con una persona falsa e maligna come lei…non prenderò più in considerazione le sue arzigogolate elucubrazioni.
Già che c’è, eviti di citarmi con altri blogghisti…non lo sapesse, ….sarebbe questione di un minimo di correttezza.

A volte lei pare una vecchia comare pettegola e malignazza!
Resti nel suo brodo!

Sylvi

455 Peter { 19.02.12 alle 8:50 }

x Sylvi

buon giorno, cara signora…

L ‘offensivita’ e’ quanto meno reciproca, ho gia’ detto che mi tengo abitualmente sotto il suo livello.
Ma il suo ultimo post e’ platealmente falso, dato che le ho solo fatto notare le sue contraddizioni, il che ovviamente le da’ fastidio.
Non vedo il problema di ‘citarla’ con altri bloggers, se mi riferisco a cose dette nel blog.
L’arbitro della correttezza, poi, qui rimane il blogmaster…
Sarei piu’ che lieto di evitarla, dato che con lei non vale quasi mai la pena di ‘discutere’. Ma la prima ad intromettersi con malignita’ o allusioni varie sara’ lei…di questo ne sono certo

Peter

456 Peter { 19.02.12 alle 8:57 }

poi questa signora ha una faccia tosta che neanche un’incudine.
Dice che io ‘stravolgo’ i suoi posts…Dio santo, ancora ritengo lo sdegno per il suo 393 di ieri. Col quale effettivamente stravolge del tutto il senso di cio’ che dicevo sulla sovrappopolazione, aggiungendo paragoni del tutto gratuiti ed offensivi coi nazisti.
Poi mi chiama scorretto se le domando se usa i pannoloni…per incontinenza verbale

Peter

457 rodolfo { 19.02.12 alle 10:00 }

A San Remo un tris di donne…mi sta bene.
Aspettando Celentano per vedere come finiva la storia.. anche ieri sera contro le mie consuetudini ho fatto le ore piccole…ed e´stato un errore …sarebbe stato meglio se me ne fossi andato a letto.
Celentano e´stato un grande…ed e´un grande quando canta..e quando se ne esce fuori con i suoi non sens…che fanno sempre ridere e sorridere.
Ha fatto un grande errore…ha cercato di fare un discorso compiuto….per cui molti che lo amavano ora lo detestano….e quelli che gia´lo detestavano…hanno ora un motivo in piu´per farlo.
Sui contenuti di quel che ha detto non val nemmeno la pena di soffermarsi ma era gia´un falso quel suo modo di tenere in mano il bicchier d´acqua….acqua o Vecchia Romagna ?
Un manco in intelligenza, avrebbe potuto parlare su altri punti ed avrebbe toccato il cuore di milioni di Italiani.
Triste…un peccato davvero… aver rovinato cosi la sua immagine.
Rodolfo

458 Linosse { 19.02.12 alle 11:06 }

Finalmente non dobbiamo più subire la tirannia dell’articolo 18 ,dei sindacati,delle sinistre.
L’art.18 sarà sostituito dall’art.22 per la forte influenza del comma 22 basato su:
Il lavoro e il posto fisso, monotonamente deleteri per la salute psichica del lavoratore, con una azione concertata da esperti suonatori di tamburi e strumenti a percussione vari, saranno trasformati in disoccupazione divertente e multiforme senza sede fissa e frontiere,possibilmente lontano da casa e mammà fino a giungere ad una percentuale stimata ragionevolmente al 90-95% .Coloro che non sono disposti a questa innovativa e senza precedenti soluzione saranno inmediatamente radiati dal lavoro ed evitare i tempi morti dell’entrata nella disoccupazione riservata agli aspiranti lavoratori.
L.

459 rodolfo { 19.02.12 alle 11:10 }

Un mio pensiero di vita vissuta..sul valore del saluto…sul destino e il caso …sulla risolutezza riguardo i propri diritti e sulla ingenuita´.
-´.
Ho sempre trovato lavoro…subito e senza alcuna difficolta´.
A sedici anni sulle orme di mio padre…in Svizzera e in Germania… mi sorpresi della consuetudine del capo e sovente del padrone o responsabile della fabbrica di salutare gli operai al mattino ed ogni mattino. .Quell´avvicinarsi …quel stendere la mano…saldava…per un unico traguardo…fare del proprio meglio.
Non e´importante se sono mosse psicologiche per motivare…perche´il saluto e la buona educazione regnava anche tra gli operai …negli uffici pubblici e nella vita di tutti i giorni….dal supermercato al barbiere.
Anche a Milano dove ho lavorato per un paio di anni…non ho avuto
nessuna difficolta´ a trovare lavoro..ma il saluto..beh quello un po´ mancava.
Oltre cio´la buona educazione mi era stata gia´inculcata dai miei genitori…certamente non a scuola.
Quando per vicessitudini di cui non sto´qui a parlare…a 29 anni tornai in Sicilia…con due bambini sul groppo…mi iscrissi per primo all´ufficio disoccupazione e mi accorsi nel frattempo delle difficolta´di trovare lavoro.
Con quotidianeta´mi presentavo all´ufficio collogamento con un sorriso …salutando molto correttemente ..cercando di essere gentile oltre le mie possibilita´o voglie…ma la risposta era sempre “nisba” ritorni la prossima settimana…
Quando la situazione finanziaria comincio´ a farsi critica cominciai a preoccuparmi e decisi di cambiare tattica.
Da premettere e´..che in Sicilia nessuno e quando dico nessuno e´nessuno… riesce a trovare lavoro in una fabbrica o nel pubblico impiego senza la raccomandazione…mi accorsi dunque che i veri uffici di collocamento erano siti nei segretariati dei politici e nelle sacrestie dei vescovi…solo che per carattere non sarei mai riuscito a cercare raccomandazioni. Sapevo di avere un diritto…il diritto al lavoro.
Per cui un giorno…incazzato come si deve mi presentai all´ufficio collocamento e senza salutare …senza un sorriso.. dissi all´impiegato …sbattendo pugni sulla sua scrivania … che se entro quella settimana non avrei avuto un posto di lavoro avrei polverizzato lui e l´ufficio intero.All´indomani ricevetti l´avviso di presentarmi alla Montedison
di Priolo. Ho guadagnato bene…con i turni…piu´di un professore di liceo o del solito avvocaticchio….che in Sicilia esistono a profusione.
Rodolfo

460 rodolfo { 19.02.12 alle 12:03 }

xAnita
Ma e´mai possibile?
Coweta County (US-Bundesstaat Georgia) L´insegnante Shannon Alicia Schmieder 39 anni e´stata sospesa definitivamente dall´insegnamento …perche´ha avuto una relazione sessuale con un suo alunno di 14 anni. Ora e´stata condannata a 40 anni di detenzione di cui almeno 20 da scontare. Cosa ne pensi?
Rodolfo

461 Peter { 19.02.12 alle 12:04 }

x 455

scusa Rodolfo, quale sarebbe la morale della favola?
Che minacciare e battere i pugni sul tavolo puo’ o poteva in Sicilia servire ad ottenere un posto? Il mio sospetto e’ che potesse funzionare, e solo all’ufficio di collocamento, ogni tanto (forse una volta l’anno), altrimenti erano busse o pallottole per chi alzava la voce con la persona ‘sbagliata’, nel senso di proiettili…
Vedi caro, un compagno di scuola che fini’ a fare l’ufficiale di polizia da quelle parti, mi diceva che occorreva la ‘raccomandazione’ anche solo per farsi allacciare luce , acqua e telefono nei quartieri di Palermo o Catania…tu cosa ne dici?
Le raccomandazioni, usate in una misura o nell’altra in tutta Italia, sono una ratifica, un placet, un nulla osta di retaggio ovviamente medievale e feudale, da parte della classe dirigente parassitaria al potere, a cominciare dal clero, come tu hai ben detto

Peter

ps
qui avevo fatto domanda per un certo impiego. Un mio collega ed amico era uno dei dirigenti. Non gli avevo chiesto niente, ma ci tenne a dirmi ‘certo sai che non posso fare niente…’

462 Peter { 19.02.12 alle 12:06 }

x Rodolfo

se fosse stato ‘masculo’ sarebbe sulla sedia elettrica, caro…eh eh eh.
Io del caso non so…ma ho il sospetto che la nostra cara amica Anita ti dira’ che non vive in Georgia e non ne conosce le leggi…

Peter

463 rodolfo { 19.02.12 alle 12:33 }

xPeter
Si era quel che volevo dire…certe volte diventa necessario…quando si e´disperati. La colpa dei giovani Italiani e´quella di rassegnarsi del non riuscire a protestare a reagire.. Aiuta e´assopisce… l´aiuto dei genitori e dei nonni.
Qualche giorno fa´ho visto in televisione una signora …cosi …sull´ottantina…che si lamentava della sua piccola pensione e di aver fatto per 30 anni regolare domanda per una casa popolare…senza successo. Si possono biasimare…quelli che si trovano in condizioni disagiate e decidono di regire e di occupare una casa popolare?
Rodolfo

464 peter { 19.02.12 alle 12:38 }

X rodolfo

potrebbero magari evitare di votare per chi e’ colluso con mafia e chiesa? Sarebbe un inizio…ed anche pacifico

peter

465 rodolfo { 19.02.12 alle 13:01 }

Peter
potrebbero magari evitare di votare per chi e’ colluso con mafia e chiesa?
.
-
Piu´o meno…in Sicilia sono tutti collusi…e quando dico tutti…son tutti.
Le poche eccezioni vengono eliminate.
Rodolfo

466 rodolfo { 19.02.12 alle 13:18 }

E´stato ed e´sempre cosi.
Avere una laurea…la maturita´non e´una garanzia per un posto di lavoro..almeno in Sicilia…questi dunque cercano tramite concorsi e raccomandazioni di entrare in qualche ente Statale.
Son tanti…la maggioranza dei giovani ed e´difficile ottenere per tutti un posto di lavoro…privi cosi come sono di esperienze.
E´stato ed e´ tutt´oggi cosi…anche in Sicilia che chi riesce ad apprendere un mestiere di elettricista…muratore …idraulico meccanico ecc.. e magari si mette per conto suo , che il lavoro a costoro non e´mai mancato.
Quest´ultimi pero´son troppo pochi….
Rodolfo

467 controcorrente { 19.02.12 alle 13:21 }

Caro Rudy,

non so perchè , ma ad occhio e croce, per me tu saresti stato il RE degli Idraulici..scusa ..,ma è così un pensiero improvviso..L’idraulico stura ,evacua,con grande facilità esperienza e mestiere..

cc

468 rodolfo { 19.02.12 alle 13:27 }

cc….,ma è così un pensiero improvviso..
-
I pensieri improvvisi di rado sono giusti…dunque ti esorto a pensare di piu´…chissa´…
R

469 rodolfo { 19.02.12 alle 13:29 }

Sopratutto ad essere piu´chiaro….di buttare li un´idea valida…
qualcosa insomma…magari una piccolezza
ma cosi come fai…caro cc…non risolvi i tuoi problemi e nemmeno i miei.
Rodolfo

470 controcorrente { 19.02.12 alle 13:30 }

Caro Linosse,

mi sembra la Tua, una razionalità estrema, che si confà perfettamente,alla Religione Corrente in voga..che a forza di essere razionalista ,esatta scientificamente,vincente,e soprattutto improntata all’etica ed alla Moralità, si può considerare una perfetta sintesi,,tanto che ormai i “guru” della Nuova religione del post-Moderno ,ormai insediatesi in tutte le facoltà (parademe-mentali) di economia, pardon Religione, si stanno uniformando ai più stretti canoni dell’irrazionalismo, e chi più spara cazzate..tanto meglio,.,si dedicano assiduamente alla riscoperta dei Miti ,delle teogonie ecct.ectt..per giustificare i loro emolumenti…qualche volta vincono perfino i Nobel..!!

cc

471 rodolfo { 19.02.12 alle 13:38 }

Certe volte pero´bisognerebbe essere pratici…tecnici…e chiari.
Come il governo odierno.
Le fanfaronate che vogliono dire tutto e non dicono niente le lasciamo ai novelli Andreotti.
R

472 controcorrente { 19.02.12 alle 13:40 }

Rudy,
di risolvere i tuoi problemi non ci penso nemmeno, troppo impegnato a risolvere i miei..!!
Prima di ritrovarmi con doddici metri di Tenia Solium da espellere !
A nostra insaputa…le Tenie Anglosassoni sono ormai ampiamente conosciute, ma le Nuove Scienze Psicologiche fanno sì che si siano nascoste talmente bene, che la medicina Tradizionale non le sappia più riconoscere, con i metodi tradizionali e scientifici !
Pensa riescono ad espellere una “finta testa” cosicchè il tapino è convinto di essersene liberato al Water !
Si insinuano tra le pieghe del crasso e ti condizionano il cervello emettendo false endorfine chimiche che entrando in circolo ingannano il cervello .

cc
Occhio al Water !

473 rodolfo { 19.02.12 alle 13:44 }

xcc
ho capito i tuoi problemi…

474 Peter { 19.02.12 alle 13:54 }

x CC

le ‘tenie anglosassoni’ avrebbero, almeno, il pregio di parlare chiaro…

Peter

475 controcorrente { 19.02.12 alle 13:59 }

Rudy,
temo di no,ma temo che i tuoi siano risolvibili con un litro di Guttalax, il che, tutto sommato,sarebbe una cura a basso costo.
Dicono che il G , liberi la Mente !

cc
Peter,

ho cerecato su Google il linguaggio delle tenie …che sia un dialetto Gallese ?

cc

476 rodolfo { 19.02.12 alle 14:09 }

x471
Ecco un´altro bell ´esempio di idee illuminate…….

477 Peter { 19.02.12 alle 14:14 }

x CC

chiedi alla tua amica che, sembra, il gallese lo capiva benissimo…io certo no

Peter

478 rodolfo { 19.02.12 alle 14:18 }

poi caro cc alla fine una soluzione ci sarebbe…. fatti dei cataplasmi di tenia solium…potrebbe giovare a qualche rotella.
R

479 Peter { 19.02.12 alle 14:29 }

x CC

preciso poi che i gallesi, in maggioranza, non sarebbero ne’ angli ne’ sassoni…ma celtici.
Il mio amico Dick (si chiama proprio cosi’, e’ gallese anche se non parla gallese) dice che ci sono due squadre, in qualsiasi sport, preferite dai gallesi: la prima e’ sempre il Galles.
Indovina quale e’ la seconda, please

Peter

480 controcorrente { 19.02.12 alle 14:44 }

Rudy,

cataplasmi di tenia, beh si, potrebbe essere una soluzione !
Era una cura in Voga presso il popppolo eletto se non sbaglio, per rafforzare la naturale tendenza…!!
Era in Voga anche nei Carpazi..solo che al posto delle tenie, usavano sanguisughe !O diversamente..direttamente !!
Le tecniche dell’antico popolo,però,erano però a detta di molti , molto più etiche e raffinate, probabilmente si perdevano nei miti del sangue puro originario..direbbero molti sionisti di mia conoscenza , che sembrano avere una passione innata per il sangue e la sua purezza !

cc

481 Anita { 19.02.12 alle 15:13 }

x Peter e Rodolfo

L’unica cosa che ho potuto trovare e’ sul Daily Mail UK

Elementary school teacher, 39, jailed for 40 years for her affair with boy of 14 | Mail Online

http://www.dailymail.co.uk/news/article-2102620/Elementary-school-teacher-39-jailed-40-years-affair-boy-14.html?ITO=1490

Sotto l’articolo ci sono molte maestre accusate del medesimo crimine…

La sentenza mi sembra draconiana…si vede che il giudice era di cattivo umore…

Non e’ questione di leggi in Georgia ed altrove, e’ un caso particolare, sentenza di un giudice….

Chissa’ quanti ragazzi sognano di farsi una …scappatella…con una giovane maestra.

Anita

482 Faust { 19.02.12 alle 15:21 }

… torno su Celentano x raccontare un po di cose che so ed ho vissuto con lui…
Adriano e’ profondamente cattolico, ma ammodo suo… ha le sue idee, come in tutto e su qualsiasi argomento… e quasi sempre mooolto originali e profonde… e’ un’intuitivo e nella sua ignoranza e’ geniale… non x niente e’ conosciuto come un UNICO… e x lui la chiesa dovrebbe vivere aiutando gli ultimi… ma soprattutto vivendo con loro e non nei salotti o lobby privilegiate dal dio denaro… bardati da carnevale pieni di ori e pietre preziose… Beati gli ultimi… che come dice il vangelo, saranno i primi ad entrare nel regno dei cieli… x Adriano la chiesa dovrebbe essere quella dei preti di quartieri popolari e i missionari nel mondo dei diseredati… e’ un Puro e Crudo… gli manca la scuola di base x comunicare i suoi pensieri, che gli rende difficile esprimere concetti e farne una sintesi… con l’andicap di difficolta’ di concentrazione… se non avesse queste deficenze… NON so come sarebbe e cosa farebbe un ragazzo come me che viene dalle case popolari e viveva nella Via Gluk, nelle case di ringhiera… L’altra chiesa, quella vaticana, non la condivide e non la sopporta… Nelle sue case ha sempre avuto una piccola cappella dove pregare e riflettere senza nessun’intorno…
Quelli come me che lavoravano con lui… sapevano bene che se Adriano ti sentiva dire una bestemmia eri licenziato su un piede solo xcche l’altro ti arrivava nel culo…
Come tecnico fonico non frequentavo la sua casa… mentre in un film sono stato il suo assistente di produzione e ho avuto un rapporto piu’ a lui vicino, ho mangiato con i suoi familiari e ho guidato la Jaguar con lui e Claudia… cosa rara x lui viaggiare in macchina… x non dire in aereo… x guidare la sua auto ci doveva essere Miky e nel mio caso Renato Pozzetto che mi raccomando come un autista di massima sicurezza… Ho conosciuto Adriano senza la mediazione di Miky Del Prete, suo cooautore dei testi delle sue canzoni e suo amico personale dall’infanzia, con il quale ho sempre lavorato in tutti i concerti di Adriano e Miky e’ stato x me un grande amico…
Ho conosciuto, durante la lavorazione del film, un Adriano che si diceva in crisi con la moglie Claudia Mori… ma non era vero. Adriano e’ sempre stato fedele a Claudia… (lo stesso non si puo dire di lei…) C’erano ragazze che cercavano d’infilarsi nel letto con lui… escogitando situazioni incredibili… ma lui non gradiva e tutti lo sapevano che era fedele a Claudia… Da ciarlatani con la lingua squilibrata e’ pensare che bevesse alcoolici…
Conoscendolo non si fa fatica accredere di star lavorando con un Jesus cristo e che devi stare attento accome parli…
Faust

483 Anita { 19.02.12 alle 15:24 }

x ????

Da dove e’ nata questa discussione sul TENIA?

Molti anni fa dovevamo mandare dagli US farmaceutici per il tenia a mia mamma.
Allora il farmacista era un amico e dispensava senza ricetta medica.

Anita

484 rodolfo { 19.02.12 alle 15:30 }

Da ciarlatani con la lingua squilibrata e’ pensare che bevesse alcoolici…
-
-
Quella era acqua e non l´ho messo in dubbio….ma era il modo di COME teneva quel bicchiere che faceva sembrare che ci fosse dentro Vecchia Romagna.
Imparare a leggere e riflettere un po´di piu´non fa´mai male.
Rodolfo

485 rodolfo { 19.02.12 alle 15:33 }

ciarlatani…mente squilibrata….
-
doveva specificare…ed offendere o cercare di offendere….
non vorrei cominciare io…no davvero…per evitare che a qualcuno gli si rizzano i capelli.
R

486 rodolfo { 19.02.12 alle 15:54 }

Quello che non sa´Celentano ..ma che avrebbe dovuto sapere e´…
che non si puo´chiedere o auspicare …come ha fatto ieri sera ,la chiusura di un giornale. Quei due giornali essendo Cattolici non possono a scoppio continuo scrivere articoli sul Vangelo e sulle gesta di Gesu´.
In fin dei conti vogliono anche loro soprqavvivere e vendere copie.
Devono dunque e possono scrivere anche articoli di attualita´…cronaca e politica…come nessuno vieta al Corriere della sera di scrivere articoli critici nei confronti della chiesa.
Rodolfo

487 rodolfo { 19.02.12 alle 16:05 }

Poi qualcuno aveva scritto:-” Non ti rivolgere piu´a me…non ti leggero´piu´”
.
-
Non solo mi legge…ma indirettamente cerca pure di offendere.
Se solo si cercasse di mantenere una parola … crede di predicar bene e razzola male.
Rodolfo

488 controcorrente { 19.02.12 alle 16:09 }

Cara Anny,

…Da dove e’ nata questa discussione sul TENIA?

Nessun problema, solo problemi scientifici di normale Parassitologia…nulla a che vedere con l’attualità..
Questo è anche un Blog scientifico,ove si scambiano informazioni per combattere efficacemente il Verme solitario.
Quello che si doveva dire è stato detto !

cc

489 rodolfo { 19.02.12 alle 16:16 }

cc”Quello che si doveva dire è stato detto !”
-
Pero´all´ultimo.. come sempre… naturalmente senza aver detto un tubo.
R

490 controcorrente { 19.02.12 alle 16:18 }

Contento Tu, contenti tutti !
Tana !

491 peter { 19.02.12 alle 16:27 }

Il celentano personaggio pubblico non mi e’ mai piaciuto neanche un po’. Neanche come cantante. come attore era certo peggio. la comicita’ di un johnny dorelli era almeno intelligentei e senza pretese. il celentano privato resta tale

peter

492 ... impara a leggere... non e' un'insulto, ma una constatazione... { 19.02.12 alle 16:34 }

ciarlatani…mente squilibrata….

Da ciarlatani con la lingua squilibrata

493 rodolfo { 19.02.12 alle 16:50 }

Si …babbeo… me ne ero gia´accorto dell´errore…ma non ho trovato alcuna differenza tra “mente squilibrata” e “lingua squilibrata” perche´
una lingua squilibrata non puo´derivare altro che da una mente squilibrata. Ed e´secondo te una constatazione….mi piacerebbe sapere da cosa lo deduci. Parole vuote.
Ma vai …va´….passi lunghi e ben distesi.
Rodolfo

494 Faust { 19.02.12 alle 16:56 }

Neanche come cantante. come attore era certo peggio. la comicita’ di un johnny dorelli era almeno intelligentei e senza pretese.

… apparte che ne Jonny Dorelli ne Celentano sono dei comici…
Jonny Dorelli era un buon cantante… ma non ha mai riempito stadi, ma solo il tvbo catodico, non aveva nulla di originale e copiava lo stile ammerigano dei Frank Sinatra e Dean Martin… una copia… che non ha mai espresso nulla di artistico… Un mestierante non di piu’… Adriano riempiva stadi e spopola ancora in tv… con millllioni e milllioni di fans… (16 ml. la prima sera, 9ml in meno le serate di sanremo che lui non cera…) Un Grande… Ho lavorato con lui in tantissimi spettacoli, sin da giovane, quando fondo’ il Clan… e tenere abbada i fans era un lavoraccio… allora noi della crew non eravamo preparati come poi abbiamo imparato e con piu’ preparazione con altri grandi della canzone e non piu’ come tecnico fonico, ma come direttore d’Immagine… Eros Ramazzotti (due tour) Vasco Rossi, Edordo Bennato, Miguel Bose’ tutti artisti che riempiono gli stadi… ma Celentano e’ mooolto di piu’… nonostante a Peter non piaccia…
I fans di Adriano Celentano… se ne faranno una ragione…
Faust

495 rodolfo { 19.02.12 alle 17:02 }

Perche´vedi… se io accuso qualcuno di essere un “ciarlatano con la lingua squilibrata” poi sono anche nel dovere di specificare il perche´e il per come dettagliatamente. Se non lo faccio…restano e sono parole indirizzate solo ad offendere …dunque parole al vento…parole vuote.
R

496 rodolfo { 19.02.12 alle 17:06 }

Ma Celentano non ha fatto altro che imitare Jerry Lewis… almeno nei suoi primi anni…cosi come Morandi ha cercato di imitare il molleggiato.
R

497 peter { 19.02.12 alle 17:08 }

X faust
anche villaggio aveva successo al botte
hino…
Celentano aveva presley come idolo canoro…e jerry lewis come comico.

A nessuno in italia piace essere chiamato comico. ma il pehggio sono i comici che non fanno neanche sorridere. scusami

peter

come showman lo vidi solo una volta 25 anni fa alla rai. ancora peggio. imbarazzante

498 peter { 19.02.12 alle 17:10 }

X rodolfo

ebbe’?
Peter

499 Anita { 19.02.12 alle 17:10 }

x CC

Thank you !!

Anita

500 rodolfo { 19.02.12 alle 17:12 }

Solo con “Aggiungi un posto a tavola” Dorelli ha fatto meglio di tutti i film del molleggiato messi insieme.
R

501 Anita { 19.02.12 alle 17:13 }

Celentano

Ho solo visto qualche youtube video di Celentano, giovane ed anziano….
Non mi piace, non mi fa neanche simpatia, sorry…!!

Anita

502 rodolfo { 19.02.12 alle 17:15 }

peter { 19.02.12 alle 17:10 }
X rodolfo
ebbe’?
Peter
-
-
Ebbe´…. cosa.
Non capisco
R

503 peter { 19.02.12 alle 17:23 }

X rodolfo

abbiamo detto.la stessa cosa in contemporanea…

Peter

504 rodolfo { 19.02.12 alle 17:28 }

xPeter
gia´….non me n´ero accorto
R

505 Faust { 19.02.12 alle 17:33 }

peter { 19.02.12 alle 17:08 }

X faust
anche villaggio aveva successo al botte
hino…
Celentano aveva presley come idolo canoro…e jerry lewis come comico.

… scusami Peter… lascia perdere il tema in questione, ne sai diciamo meno di nulla… che Villaggio aveva successo al botteghino ( parliamo di cinema o teatri) lo sai solo tu… Ho lavorato anche con lui con Renato Pozzetto e Cochi Ponzoni, nei teatro-cinema… e il pubblico veniva x i due saltimbanchi Cochi e Renato… Io parlo di Celentano cantante e mai come attore… che l’ha fatto x soldi e x diffondere la sua idea di come comico che imitava Jerry Lewis… altro fatto che non so dove l’hai letto… (forse la faccia da giovane ricorda lontanamente Jerry Lewis…) e devo aggiungere che non lo mai amato come cattolico praticante e predicante…
Faust

506 Anita { 19.02.12 alle 17:37 }

Whitney Houston

Ieri sera ho visto il film “Bodyguard” per la prima volta, presentato su Family Theatre in memoria di Whitney Houston.

Kevin Costner e’ un attore senza espressione, Whitney Houston carries the film, God gave her a voice to sing with, ed e’ molto espressiva e sensuale.

E pensare che non la volevano per la parte, fu Kevin Costner che la spinse a tutti i costi.

Mi sono persa l’inizio percio’ non so ancora chi la voleva morta ed il motivo.

Anita

507 Faust { 19.02.12 alle 17:37 }

peter { 19.02.12 alle 17:08 }

X faust
anche villaggio aveva successo al botte
hino…
Celentano aveva presley come idolo canoro…e jerry lewis come comico.

… scusami Peter… lascia perdere il tema in questione, ne sai diciamo meno di nulla… che Villaggio aveva successo al botteghino ( parliamo di cinema o teatri) lo sai solo tu… Io parlo di Celentano cantante e mai come attore… che l’ha fatto x soldi e x diffondere la sua idea di Joan Lui… un Jesu di quartiere in mezzo alla gente di oggi… come comico che imitava Jerry Lewis… altro fatto che non so dove l’hai letto… (forse la faccia da giovane ricorda lontanamente Jerry Lewis…) Devo aggiungere che non lo mai amato come cattolico praticante e predicante…
Faust

508 rodolfo { 19.02.12 alle 17:47 }

Ma Celentano stesso lo ha sempre ammesso di aver imitato
Jerry Lewis….e d´altronte tutti lo hanno sempre saputo…..
cosi come Morandi ha ammesso ieri sera in televisione di aver imitato Celentano. Come comico Celentano non avrebbe mai potuto imitare Jerry Lewis… anche perche´non e´mai riuscito ad essere un vero comico …. ma e´riuscito ad imitarlo nella mimica e nei gesti.
Ricordiamoci solo di quanto ha cantato per la prima volta “con 24000 baci”
Rodolfo

509 peter { 19.02.12 alle 17:49 }

Xfaust

che celentano si creda una specie di messia e’ notorio. un messia miliardario tra parentesi…
My point: che abbia avuto successo non implica valore. per esempio nessuno puo’ negare che berlusconi o andreotti come politici o anche craxi ebbero in italia molto siccesso. o mi sbaglio?

Peter

510 rodolfo { 19.02.12 alle 17:58 }

Da “La storia di Celentano”
Nel 1957 c´e´ una parentesi importante: viene indetto un concorso per gli imitatori dell´attore americano Jerry Lewis. Adriano si mette davanti allo specchio e prova a imitare quelle orribili smorfie del picchiatello statunitense. Lui e´ convinto di potercela fare ecc.ecc.
R

511 peter { 19.02.12 alle 18:01 }

Anche tom cruise ha successo commerciale
nei filmetti pesi che fa…
Con le ragazzine di 16 anni

peter

512 peter { 19.02.12 alle 18:02 }

Penosi volevo dire

peter

513 Faust { 19.02.12 alle 18:06 }

… scusate il doppione riveduto e corretto… uno svarione nel cliccare… Non volevo allungare troppo e ho tagliato il pezzo con Cochi e Renato… anche xcche’ la storia si sarebbe allungata di molto… Renato e Achille Manzotti hanno salvato Celentano e tolto dalle mani di usurai x i debiti del film Joan Lui… han pagato e riscattato il debito (600milioni dell’epoca che Adriano non poteva pagare… tanto che aveva la villa in costruzione e i lavori fermi…) e fatto un film insieme (quello dove ho lavorato io) poi si doveva fare dei concerti di Adriano e in piu’ con Cochi e Renato… ma non se ne fece piu’ nulla… Caro Peter ho lavorato x 35 anni con un sacco di artisti… quasi 1000 spettacoli a cui ho partecipato svolgendo lavori diversi… ho cominciato come scaricatore di amplificatori con i Camaleonti, ho lavorato nella tournee’ di Frank Sinatra e ppoi 35 anni con i piu’ famosi della musica (costavo molto, erano gli strumenti del mio lavoro che costavano molto… Un camion Unita’ Mobile con 4 telecamere e due schermi giganti, 10 persone che lavoravano x me… e pochi si potevano permettere il mio lavoro) e mi sono ritirato come Direttore d’Immagine e produttore di documentari… Il successo piu’ importante della mia carriera nella musica ( l’ho saputo da poco tornando in Italia e me lo ha detto un mio cameramen dell’epoca…) e’ stata la tourne’ con Vasco Rossi nel 1987, nella quale ho registrato 50 concerti in Italia poi editato in 9 mesi accasa di Vasco… ed e’ stato pubblicato in un doppio VHS dal titolo “Vasco Rossi Live ’87″ … che ha venduto 50 mila copie ed oggi ( e’ questo che ho saputo da poco) il mio video e’ in you tube ed e’ un cultmovie… 2h di canzoni dal vivo… tutte le canzoni sono su you tube e alcuni video sono stati clikkati piu di 1ml e mezzo di volte…
Faust

514 Faust { 19.02.12 alle 18:15 }

berlusconi o andreotti come politici o anche craxi ebbero in italia molto siccesso. o mi sbaglio?

… Peter se si parla di mele non fare paragoni con le cime di rapa… allora anche il folle furer come spesso scrive Uroburo… era applauditissimo… che ffai mi vuoi portare in giro intorno all’obelisco… poi cee’ un disturbatore che s’inserisce per parlare con qualcuno xcche’ si sente solo… Molliamo il colpo… dai!!
Faust

515 rodolfo { 19.02.12 alle 18:24 }

Bah…lasciamo sognare…chi vuol sognare….
R

516 peter { 19.02.12 alle 18:24 }

Xfaust

il successo di celentano hs avuto slti e bassi. d accordo con te che non sono del ramo ma se un cantante o attore fa scendere il latte me ne accorgo. non e’ solo una questione di gusti. comunque se non si credesse un profeta sarebbe mol

To meglio. ciao caro

peter

517 rodolfo { 19.02.12 alle 18:40 }

Farneticare…non dare risposte….parlare di cose che non si conoscono…
sviare…offendere e´la specialita´di alcuni.
R

518 Faust { 19.02.12 alle 22:09 }

.. le volpi imperialiste finiscono, …avvolte, non sempre… in pellicceria

… Ecco una notizia che fa’ capire che gli iraniani la musica la sanno suonare anche loro…

Iran, niente petrolio a Londra e Parigi

ESTERIDa Teheran rappresaglia contro le sanzioni Ue: importazioni verso il vecchio continente ammontano a 700 mila barili al giorno. L’Arabia saudita pronta ad aumentare la produzione di greggio

519 controcorrente { 19.02.12 alle 22:29 }

Caro Rudy,
io credo che trattando della “questione” che sembra tenere banco “talvolta” su questo Bolg, tu finisca per non capirci quasi nulla.
A) Non pensare che sia passato inosservato che Tu al contrario di molti accetti l’esistenza di Uno stato palestinese e per giunta entro i limiti degli accordi.
B) Non pensare che molti altri su questo Blog non si siano accorti che in genere il Mondo,non si divida esattamente in Buoni assoluti e cattivi assoluti, ovvero che non ci siano interessi che tendono a dividere, piuttosto che riconciliare da entrambi le parti. Ovvero integralismi opposti!(di comodo ovviamente , tesi a mantenere l’esistente conflittualità )

C) Per finire è mia convinzione che una pace possibile si possa risolvere solo a condizione che tutti coloro che hanno interesse alla Pace da entrambi le parti,più che a fisime divine od ad ideologie si debbano attaccare ad interessi materiali che contrappongano i salariati di entrambi le parti contro coloro che li sfruttano da entrambi le parti.
E più che ovvio che a questo punto la strada sarà lunga e perigliosa e dovrà passare necessariamente verso la disillusione che gli uomini siano diversi per ragioni di nascita o di censo o di sangue.
Prima finisce questa stronzata, (che vale non solo per il conflitto Israelo Palestinese) prima si potrà avere la speranza che quelle terre si possano rappacificare.
Diversamente temo che saremmo ancora qui a “chiagnere”per lungo tempo , mentre i soliti continueranno a “fottere”
Amen
cc

520 Cerutti Gino { 19.02.12 alle 22:41 }

La libertà di cambiare canale non è da tutti, è da pochi.
Quindi ci saranno sempre milioni di persone che non riusciranno a staccarsi da San Scemo e il Grande Fardello e resteranno incollate a guardare certe stronzate.
A rimbambirsi in pantofole senza sapere che fuori c’è di tutto: cinema, teatro, concerti, musica in generale.

Mi dicevano: Cerutti…quattro figli…datti una regolata!
Rispondevo secco: non ho la TV.
I miei figli sono cresciuti praticamente senza e ne vado orgoglioso.
C.G.

521 Anita { 19.02.12 alle 22:56 }

x C.G.

C’e’ tutto se e’ a portata di mano.

Anita

522 Cerutti Gino { 19.02.12 alle 23:12 }

Vero anche questo.
Ma mi sembra che la maggior parte della gente non abita sui cucuzzoli delle montagne e neanche negli atolli dell’oceano.

C.G.

523 Peter { 19.02.12 alle 23:17 }

una volta era la TV, ora e’ l’internet…
Comunque, alla TV anche da ragazzo guardavo solo films, il cinema non era sempre esattamente a portata di mano, anche se ci andavo appena potevo.
Da quando ci sono DVD e blue ray non ne sento piu’ la mancanza. Sanremo ed altri programmi affini non li guardavo allora, figurarsi adesso

Peter

524 Pino Nicotri { 19.02.12 alle 23:20 }

x TUTTI

E’ IN RETE IL NUOVO ARGOMENTO.
BUONA LETTURA.
pino nicotri

525 Esito positivo per il convegno Ecosostenibilità: benefici per gli ... { 14.03.12 alle 12:23 }

[...] Arrivano l'intervento militare occidentale in Siria e quello israeliano … [...]

526 Giocare in un casinò online senza spendere un euro { 15.08.12 alle 13:16 }

[...] Arrivano l'intervento militare occidentale in Siria e quello israeliano … [...]